Vittime delle Brigate Rosse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le vittime dell'organizzazione eversiva Brigate Rosse si stima siano 84, dal 1974 al 2003.

Sergio Zavoli, nell'inchiesta La notte della Repubblica, ha sostenuto che dal 1974 (anno dei primi omicidi a esse attribuiti) al 1988 le Brigate Rosse hanno rivendicato 86 omicidi, in gran parte agenti della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, dirigenti d'industria e anche magistrati e uomini politici.

Agli omicidi vanno aggiunti i ferimenti, i sequestri di persona e le rapine compiute per finanziare per l'organizzazione.[senza fonte]

Brigate Rosse[modifica | modifica wikitesto]

Anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Nuove Brigate Rosse[modifica | modifica wikitesto]

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad Sergio Zavoli, La notte della Repubblica, Roma, Nuova Eri, 1992.
  2. ^ a b c d e f g h i Indro Montanelli e Mario Cervi, L'Italia degli anni di piombo, Milano, Rizzoli, 1991.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Giorgio Galli, Storia del partito armato, Milano, Rizzoli, 1986.
  4. ^ a b c d e f g h Indro Montanelli e Mario Cervi, L'Italia degli anni di fango, Milano, Rizzoli, 1993.
  5. ^ Vittorio Battaglini, vittimeterrorismo.it. URL consultato il 10 ottobre 2007.
  6. ^ Mario Tosa, vittimeterrorismo.it. URL consultato il 10 ottobre 2007.
  7. ^ Luigi Marangoni, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  8. ^ Raffaele Cinotti, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  9. ^ Ornella Rota, L'omicidio del maresciallo rivendicato dalle Br, in La Stampa, 18 luglio 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  10. ^ Antonio Bandiera, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  11. ^ Mario De Marco, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  12. ^ Antonio Palombo, vittimeterrorismo.it. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  13. ^ Sebastiano D'Alleo, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  14. ^ Antonio Pedio, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007.
  15. ^ Ergastolo a 3 br hanno ucciso vigilatrice di Rebibbia, in La Stampa, 25 maggio 1986. URL consultato il 9 dicembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]