Giovanni D'Alfonso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni D'Alfonso
Appuntato Giovanni D'Alfonso.jpg
L'appuntato Giovanni D'Alfonso
NascitaPenne, 7 febbraio 1930
MorteAcqui Terme, 11 giugno 1975
Dati militari
Paese servitoItalia Italia
Forza armataCoat of arms of the Esercito Italiano.svg Esercito Italiano
ArmaArma dei Carabinieri
Anni di servizio1948[1] - 1975
GradoAppuntato
DecorazioniMedaglia d'argento al valor militare
voci di militari presenti su Wikipedia

Giovanni D'Alfonso (Penne, 7 febbraio 1930Acqui Terme, 11 giugno 1975) è stato un carabiniere italiano.

Appuntato dell'Arma dei Carabinieri, è rimasto ferito il 5 giugno 1975 in uno scontro a fuoco con alcuni brigatisti che tenevano prigioniero l'industriale Vittorio Vallarino Gancia, il giorno successivo al suo rapimento. Muore in ospedale pochi giorni dopo, lasciando la moglie e tre figli.[2][3] È stato insignito della medaglia d’argento al Valor Militare "alla memoria" in data 28 aprile 1976. Medaglia d'oro di vittima del terrorismo. Gli è stata intitolata la caserma della Stazione dei Carabinieri di San Valentino in Abruzzo Citeriore.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni D'Alfonso (1930-1975).
  2. ^ https://www.carabinieri.it/Internet/ImageStore/Magazines/NotiziarioStorico/Speciale%209%20maggio/mobile/index.html#p=18. URL consultato il 16 maggio 2020.
  3. ^ http://www.vittimeterrorismo.it/vittime/giovanni-dalfonso/. URL consultato il 16 maggio 2020.