Persone uccise per violenza politica (1982)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Di seguito viene riportata una sintetica cronologia delle vittime provocate per violenza politica in Italia nel 1982.

Vittime del 1982[modifica | modifica wikitesto]

Data Nome comune Località Responsabili Vittime Note
3 gennaio Morte di Angelo Furlan Rovigo Prima Linea Angelo Furlan (civile) Ucciso in seguito allo scoppio di un ordigno che era stato posto davanti al carcere femminile di Rovigo per favorire l'evasione di alcune terroriste detenute[1].
21 gennaio Scontro di Monteroni d'Arbia Monteroni d'Arbia Comunisti Organizzati per la Liberazione Proletaria Euro Tarsilli, Giuseppe Savastano (carabinieri) e Lucio Di Giacomo (COLP) Lo scontro a fuoco con le forze dell'ordine avviene in un autobus su cui si erano rifugiati 7 uomini dei COLP dopo una rapina in banca[2][3].
5 marzo Omicidio di Alessandro Caravillani Roma Ciro Lai, Livio Lai, Francesca Mambro, Roberto Nistri, Stefano Procopio, Walter Sordi, Giorgio Vale e Fabrizio Zani (NAR) Alessandro Caravillani (civile) Ucciso nel corso di una sparatoria, mentre si trovava alla fermata dell'autobus[4]. Livio Lai, diventato collaboratore di giustizia, si assunse la responsabilità nel delitto e fu condannato a 15 anni di reclusione.
1º aprile Omicidio di Aldo Semerari Ottaviano Umberto Ammaturo (Nuova Camorra Organizzata) Aldo Semerari (criminologo e psichiatra) Fu rapito, ucciso e decapitato[5][6].
27 aprile Attentato a Raffaele Delcogliano Napoli Brigate Rosse - Partito della Guerriglia Raffaele Delcogliano (assessore regionale della DC) e Aldo Iermano (autista) Una moto costrinse l'auto blindata a fermarsi in una via di Napoli. Una volta fermata l'auto fu colpita da una serie di colpi d'arma da fuoco che uccisero l'assessore e il suo autista[7].
27 aprile Morte di Danilo Abbruciati Milano Forze dell'ordine Danilo Abbruciati (criminale) Ucciso da una guardia giurata nel corso di una sparatoria, mentre stava aprendo il fuoco contro Roberto Rosone, presidente del Banco Ambrosiano[8].
6 maggio Omicidio di Giuseppe Rapesta Roma Nuclei Armati Rivoluzionari Giuseppe Rapesta (agente della Polizia ferroviaria) Ucciso mentre si trova in servizio alla stazione di San Pietro a Roma[9].
24 maggio Morte di Umberto Catabiani Vecchiano Forze dell'ordine Umberto Catabiani (Brigate Rosse) Ucciso in un conflitto a fuoco con una pattuglia della polizia[10].
24 giugno Omicidio di Antonio Galluzzo Roma Nuclei Armati Rivoluzionari Antonio Galluzzo (poliziotto) Ucciso mentre è di guardia presso la casa del rappresentante dell'OLP a Roma[11].
8 luglio Omicidio di Mauro Mennucci Pisa Fabrizio Zani (NAR) Mauro Mennucci (Ordine Nuovo) Ucciso la tarda serata sotto casa[12].
15 luglio Agguato ad Antonio Ammaturo Napoli Brigate Rosse - Partito della Guerriglia Antonio Ammaturo (vicequestore di P.S.) e Pasquale Paola (autista) I carabinieri di Torino e Milano arrestano venti terroristi implicati nel sequestro di Ciro Cirillo e negli omicidi dell'assessore Raffaele Delcogliano e di Antonio Ammaturo[13].
16 luglio Omicidio di Valerio Renzi Lissone Brigate Rosse Valerio Renzi (carabiniere) Ucciso nel corso di una rapina al servizio postale[14].
20 luglio Omicidio dei frati Vicenza Gruppo Ludwig Frate Gabriele Pigato e Frate Giuseppe Lovato Vengono uccisi di sera a martellate nei pressi del Santuario della Madonna di Monte Berico[15].
23 luglio Uccisione di Stefano Ferrari Milano Forze dell'ordine Stefano Ferrari (Brigate Rosse) Ucciso nel corso di una sparatoria in cui rimasero feriti altri due brigatisti[16].
27 luglio Omicidio di Ennio di Rocco Trani Brigate Rosse - Partito della Guerriglia Ennio Di Rocco (carcerato, ex militante delle Brigate Rosse) Ucciso in carcere da alcuni ex compagni perché accusato di delazione[8]. I suoi avvocati avevano denunciato torture.
10 agosto Omicidio di Carmine Palladino Novara Pierluigi Concutelli (Ordine Nuovo) Carmine Palladino (carcerato, ex militante di Avanguardia Nazionale) Ucciso in carcere perché accusato di delazione[8].
26 agosto Assalto al convoglio di Salerno Salerno Brigate Rosse - Partito della Guerriglia Antonio Bandiera, Mario De Marco (poliziotti) e Antonio Palumbo (caporale dell'esercito) Antonio Bandiera muore il giorno stesso[17], mentre De Marco e Palumbo moriranno alcuni giorni dopo per le ferite ricevute durante lo scontro a fuoco[18][19].
8 settembre Omicidio di Benito Atzei Rocca Canavese Fiore De Mattia, Giuseppe Potenza, Giuseppe Scirocco e Roberto Tua (Potere Rosso) Benito Atzei (carabiniere) I carabinieri Benito Atzei e Giovanni Bertello fermano a un posto di blocco una Renault 5 azzurra. I tre giovani occupanti scendono apparentemente tranquilli, ma subito dopo impugnano le pistole e sparano sui due carabinieri, uccidendo il primo e ferendo il secondo[20].
9 ottobre Attentato alla sinagoga di Roma Roma Osama Abdel Al Zomar (FRC) Stefano Gaj Taché (minore) Osama Abdel Al Zomar è arrestato il 20 novembre, mentre cercava di passare il confine tra Grecia e Turchia portando con sé un carico di esplosivo. In seguito all'arresto, ulteriori riscontri condotti dalla polizia e la testimonianza della sua fidanzata italiana portarono a identificarlo come uno dei componenti del commando[21].
21 ottobre Rapina di via Domodossola Torino Brigate Rosse - Partito della Guerriglia Sebastiano D'Alleo e Antonio Pedio (guardie giurate) Le due guardie giurate vengono prese come ostaggi da quattro brigatisti, nel corso di una rapina, e rimangono uccise con un colpo alla nuca subito dopo[22][23].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silvano Costanzo, Indagini al Nord, in Stampa Sera, 4 gennaio 1982. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  2. ^ Giuseppe Savastano, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
  3. ^ Euro Tarsilli, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
  4. ^ Liliana Madeo, Commando nero assalta banca Ragazzo morto, terrorista grave, in La Stampa, 6 marzo 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  5. ^ Giorgio Galli, Storia del partito armato, Milano, Rizzoli, 1986.
  6. ^ Indro Montanelli e Mario Cervi, L'Italia degli anni di fango, Milano, Rizzoli, 1993.
  7. ^ Raffaele Delcogliano, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
  8. ^ a b c Sergio Zavoli, La notte della Repubblica, Roma, Nuova Eri, 1992.
  9. ^ Giuseppe Rapesta, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
  10. ^ Giovanni Nardi, Un br del sequestro Dozier scoperto a Viareggio fugge, ucciso presso Pisa, in La Stampa, 25 maggio 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  11. ^ Antonio Galluzzo, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2012).
  12. ^ Delitto Mennucci, confermato un solo ergastolo, in la Repubblica, 6 maggio 1987. URL consultato il 2 novembre 2012.
  13. ^ Antonio Ammaturo, vittimeterrosimo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2007).
  14. ^ Ornella Rota, L'omicidio del maresciallo rivendicato dalle Br, in La Stampa, 18 luglio 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  15. ^ Pierangelo Sapegno, Volantino di un gruppo nazista rivendica «Abbiamo ucciso noi i 2 frati a Vicenza», in La Stampa, 24 luglio 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  16. ^ Processo per armi a due presunti br, in La Stampa, 2 settembre 1982. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  17. ^ Antonio Bandiera, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2016).
  18. ^ Mario De Marco, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  19. ^ Antonio Palombo, vittimeterrorismo.it. URL consultato il 9 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2016).
  20. ^ Benito Atzei, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2006).
  21. ^ Arturo Marzano e Guri Schwarz, Attentato alla sinagoga, Roma, Viella, 2013.
  22. ^ Sebastiano D'Alleo, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2013).
  23. ^ Antonio Pedio, vittimeterrorismo.it. URL consultato l'11 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2010).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Galli, Storia del partito armato. 1968-1982, Milano, Rizzoli, 1986.
  • Arturo Marzano e Guri Schwarz, Attentato alla sinagoga. Roma, 9 ottobre 1982. Il conflitto israelo-palestinese e l'Italia, Roma, Viella, 2013.
  • Indro Montanelli e Mario Cervi, L'Italia degli anni di fango (1978-1993), Milano, Rizzoli, 1993.
  • Sergio Zavoli, La notte della Repubblica, Roma, Nuova Eri, 1992.