Associazione Calcio Pavia 2012-2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Pavia.

Associazione Calcio Pavia
Stagione 2012-2013
AllenatoreItalia Giorgio Roselli
PresidenteItalia Pierlorenzo Zanchi
Lega Pro Prima Divisione11° nel girone A
Miglior marcatoreCampionato: Beretta (10)
StadioPietro Fortunati (5.000)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Pavia nelle competizioni ufficiali della stagione 2012-2013.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2012-2013 in panchina è confermato mister Giorgio Roselli. L'amministratore delegato Alessandro Zanchi e il direttore sportivo Aldo Preite costruiscono un gruppo in cui alcuni veterani affiancano giovani provenienti dalle squadre Primavera di altri club. Sono partiti Filippo Falco, che torna al Lecce, il capitano Lorenzo Carotti, che si accasa al Benevento, il portiere titolare Davide Facchin, che passa in Serie B alla Reggina. Sono confermati Statella, in prestito dal Bari, Gaetano Capogrosso, in prestito dal Siena, Cesca e Gianluca Fasano, che diventa il nuovo capitano. Rimane fuori Riccardo Fissore, fermato per illecito sportivo[1]. Altri arrivi sono quelli di Ádám Kovácsik, portiere della Nazionale Under-21 ungherese che arriva dalla Reggina, Raffaele D'Orsi, centrale di difesa, il centrocampista Giovanni La Camera dal Benevento e Giacomo Beretta, giovane centravanti di scuola Milan.

Il Pavia inizia con un pareggio in Coppa Italia, ad Alessandria, e perdendo 1-4 al Fortunati contro il Savona, compagine di Seconda Divisione. Gli Azzurri sono inseriti nel girone A del campionato di Lega Pro; il girone comprende le squadre del Centro-Nord Italia assieme a due formazioni del Sud: Lecce e Trapani. Il campionato inizia con una sconfitta casalinga contro una diretta concorrente, il FeralpiSalò (1-2), seguito dalla sconfitta a Bolzano contro il Südtirol. Alla 4ª giornata arriva la prima vittoria, in esterna a San Marino; poi tre pareggi consecutivi preludono a una nuova vittoria in trasferta, battendo il Como per 2-1. Dopo la vittoria con il Treviso in casa arriva la sconfitta (2-0) a Cuneo contro una neopromossa. Dopo aver pareggiato per 2-2 contro il Lecce, dopo pochi giorni il Pavia va a vincere in anticipo notturno a Cremona (0-1), con una grande prova di squadra coronata dal rigore trasformato da La Camera, concesso per un fallo del portiere grigiorosso (che viene espulso) su Cesca lanciato a rete[2].

A questo punto il Pavia è in zona play-off. Dopo i pareggi contro Trapani (2-2) e AlbinoLeffe, dove strappano un pareggio a reti bianche grazie al proprio estremo difensore Kovacsik[3], la squadra batte in casa la Reggiana (1-0). Dopo il turno di riposo, il Pavia pareggia a Portogruaro rimanendo in zona play-off al termine del girone di andata. Questo risultato è frutto di una straordinaria compattezza di squadra, in cui tutti i protagonisti che vengono man mano chiamati in causa riescono a dare un ottimo apporto alla causa;[4] ottimo è anche l'esordio da professionista del giovane Zanini[5], prodotto del vivaio azzurro che sarà poi bloccato da un infortunio. Alla ripresa di gennaio il Pavia batte in trasferta il FeralpiSalò (3-0) e in casa il Südtirol[6]. La squadra inizia poi a denunciare un debito di ossigeno, soprattutto a centrocampo (dove i ricambi sono pochi)[7]: arrivano in seguito tre sconfitte consecutive contro Lumezzane, San Marino e Virtus Entella.

Il Pavia quindi pareggia in casa con la Tritium, perde a Carpi (altra promossa a fine stagione) e vince in casa col Como. Gli azzurri non riescono più a esprimere il gioco redditizio, e a tratti brillante, dell'andata[8]: arrivano un pareggio a Treviso contro l'ultima in classifica, poi cinque sconfitte consecutive che troncano definitivamente la possibilità di raggiungere i play-off. Alla quindicesima giornata di ritorno il Pavia coglie una vittoria contro la Reggiana (2-0) che, grazie ai risultati degli altri campi, allontana il rischio play-out e sancisce la salvezza[9]. La sconfitta casalinga all'ultima giornata contro il Portogruaro è ininfluente e il Pavia termina all'11º posto con 40 punti, a -11 dalla zona play-off e a +2 da quella play-out.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia A Giacomo Beretta
Italia D Gaetano Capogrosso
Italia A Alessandro Cesca
Italia D Gianluca Di Chiara
Italia D Raffaele D'Orsi
Italia D Gianluca Fasano
Italia C Francesco Ferrini
Ungheria P Ádám Kovácsik
Italia C Giovanni La Camera
Italia C Luca Losi
Italia A Andrea Lussardi
Italia C Cristian Mangiarotti
N. Ruolo Giocatore
Italia D Luca Meregalli
Paraguay C César Meza Colli
Italia C Mattia Monticone
Italia A Luca Alberto Pompilio
Italia D Fabio Reato
Italia C Mauro Redaelli
Italia A Niccolò Romero
Italia C Giovanni Scampini
Italia C Giuseppe Statella
Italia P Alex Teodorani
Italia C Pasquale Turi
Italia D Matteo Zanini

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio