Pavia Foot Ball Club 1934-1935

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Pavia.

Pavia Foot Ball Club
Stagione 1934-1935
AllenatoreItalia Giovanni Bolzoni
PresidenteItalia Angelo Nicolato
Serie BRitirato nel corso della stagione nel girone A.
Maggiori presenzeCampionato: Pampaloni, Robotti (20)
Miglior marcatoreCampionato: Pampaloni (4)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Pavia Foot Ball Club nelle competizioni ufficiali della stagione 1934-1935.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione successiva c'è l'annunciato ritorno alla Serie B a girone unico. Nella stagione 1934-35 vi sarà quindi una sola promossa, che nel girone A sarà poi il Genoa 1893, e ben otto retrocesse. Tra queste anche il Pavia, alle prese con una grave crisi societaria, che dopo le prime 20 partite, cioè dopo 5 giornate del girone di ritorno, costringe la società al ritiro. I colori azzurri tradizionali verranno poi ristabiliti solo sette stagioni più tardi, nella stagione 1942-1943.

Nell'anno in cui l'Italia ha organizzato e vinto il secondo Campionato mondiale di calcio, viene annunciato il ritorno ad un girone nazionale unico della Serie B a partire dalla stagione 1935-1936, pertanto nei due gironi attuali di Serie B saranno promosse in Serie A le prime di ogni girone e ben otto retrocessioni per girone. In casa pavese riaffiora una grave crisi societaria. Si affida la squadra all'ex nazionale Giuseppe Ticozzelli, vengono acquistati dalla Juventus Mario Genta, Luciano Robotti e Enzo Rosa, dalla Cremonese arriva Libero Pollastri, Giuseppe Volta dal Casale, e a campionato iniziato Mario Maffioli e Paolo Perini due bresciani presi dal Napoli. Partono Manazza, Gorla, Biassoni, Bresadola, Citterio, e Quario ritorna all'Inter. Nel girone di andata il Pavia raccoglie tre pareggi e subisce dodici sconfitte, dopo la brutta partenza una Commissione Tecnica prende il timone in luogo di Ticozzelli, all'inizio del ritorno vi è un sussulto con due vittorie consecutive contro Messina e Catania, ma poi arriva il 10 marzo la gara interna contro la Lucchese che fa precipitare la situazione, al minuto 71' sul punteggio di (1-3) un difensore toscano calcia il pallone in gradinata, uno spettatore prende la palla e fugge dallo stadium, viene rimesso in campo un nuovo pallone, ma l'arbitro Brunelli pretende il pallone che si stava usando, attende un paio di minuti e poi fischia la fine dell'incontro. Con il conseguente (0-2) a tavolino e la squalifica del campo, matura nella mente dei dirigenti pavesi il ritiro della squadra dal campionato. La domenica seguente il Pavia perde a Busto Arsizio (5-3) con la Pro Patria, ma ormai la decisione è presa, a dieci turni dal termine il Pavia annuncia il ritiro dal campionato e lo scioglimento della società. Agli effetti della classifica sono state considerate valide solo le partite del girone di andata. Per la seconda volta il Pavia è costretto ad ammainare i vessilli, come era già accaduto undici anni prima. Li rivedremo dalla stagione 1942-1943.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia D Ennio Bacchio
Italia C Ermanno Bertolotti
Italia D Cesare Blondet
Italia D Giovanni Bolzoni
Italia A Achille Buzzoni
Italia A Piero De Stefanis
Italia C Mario Genta
Italia A Mario Maffioli
Italia P Michele Pallavicini
Italia A Piero Pampaloni
N. Ruolo Giocatore
Italia A Paolo Perini
Italia D Libero Pollastri
Italia C Edoardo Ratti
Italia C Luciano Robotti
Italia P Giovanni Roletto
Italia A Enzo Rosa
Italia A Bruno Valesani
Italia C Armando Varini
Italia A Francesco Volpi
Italia C Giuseppe Volta

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1934-1935.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Messina
30 settembre 1934
1ª giornata
Messina2 – 0PaviaStadio Gazzi
Arbitro:  Scotti (Taranto)

Catania
7 ottobre 1934
2ª giornata[1]
Catania1 – 0PaviaCampo di Piazza Verga
Arbitro:  Sassi (Roma)

Pavia
14 ottobre 1934
3ª giornata
Pavia1 – 1CagliariStadio Comunale
Arbitro:  Bertoli (Vicenza)

Lucca
21 ottobre 1934
4ª giornata
Lucchese1 – 0PaviaCampo di San Marco
Arbitro:  Mauri (Como)

Pavia
4 novembre 1934
5ª giornata
Pavia0 – 0Pro PatriaStadio Comunale
Arbitro:  Pecchiura (Torino)

Genova
18 novembre 1934
6ª giornata
Genova 18934 – 0PaviaCampo Marassi
Arbitro:  Marsciani (Modena)

Pavia
25 novembre 1934
7ª giornata
Pavia0 – 2DerthonaStadio Comunale
Arbitro:  Piccoli (Torino)

Vigevano
2 dicembre 1934
8ª giornata
Vigevanesi2 – 1PaviaCampo Bepi Crespi
Arbitro:  De Benedictis (Padova)

Pavia
16 dicembre 1934
9ª giornata
Pavia3 – 4SpeziaStadio Comunale
Arbitro:  Marini (Verona)

Viareggio
23 dicembre 1934
10ª giornata
Vezio Parducci Viareggio4 – 0PaviaCampo Polisportivo del Littorio
Arbitro:  Gamba (Napoli)

Pavia
6 gennaio 1935
11ª giornata
Pavia0 – 0PisaStadio Comunale
Arbitro:  Bertone (Milano)

Pavia
13 gennaio 1935
12ª giornata
Pavia0 – 2SeregnoStadium Pavese
Arbitro:  Zallone (Bari)

Pavia
20 gennaio 1935
13ª giornata
Pavia0 – 1CasaleStadio Comunale
Arbitro:  Salvagno (Trieste)

Pavia
27 gennaio 1935
14ª giornata
Pavia1 – 3LegnanoStadio Comunale
Arbitro:  Casati (Como)

Novara
3 febbraio 1935
15ª giornata
Novara2 – 1PaviaStadio del Littorio
Arbitro:  Bonifazi (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Pavia
10 febbraio 1935
16ª giornata
Pavia3 – 0
A Tav.[2]
MessinaStadio Comunale
Arbitro:  Bertolio (Torino)

Pavia
24 febbraio 1935
17ª giornata
Pavia1 – 0
A Tav.[2]
CataniaStadio Comunale
Arbitro:  Bertoli (Vicenza)

Cagliari
3 marzo 1935
18ª giornata
Cagliari1 – 0
A Tav.[2]
PaviaStadio Amsicora
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Pavia
10 marzo 1935
19ª giornata
Pavia0 – 2
A Tav.[3]
LuccheseStadio Comunale
Arbitro:  Brunelli (Bologna)

Busto Arsizio
17 marzo 1935
20ª giornata
Pro Patria5 – 3
A Tav.[2]
PaviaStadio Comunale
Arbitro:  Conticini (Firenze)

31 marzo 1935
21ª giornata
Pavia – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Genova 1893

7 aprile 1935
22ª giornata
Derthona – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Pavia

14 aprile 1935
23ª giornata
Pavia – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Vigevanesi

21 aprile 1935
24ª giornata
Spezia – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Pavia

28 aprile 1935
25ª giornata
Pavia – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Vezio Parducci Viareggio

5 maggio 1935
26ª giornata
Pisa – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Pavia

12 maggio 1935
27ª giornata
Seregno – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA del campionato.
Pavia

19 maggio 1935
28ª giornata
Casale – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Pavia

26 maggio 1935
29ª giornata
Legnano – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Pavia

2 giugno 1935
30ª giornata
Pavia – 
Partita non disputata per il ritiro del PAVIA dal campionato.
Novara

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita posticipata l'8 ottobre 1934.
  2. ^ a b c d Partita in seguito annullata per il ritiro del Pavia dal campionato.
  3. ^ Partita assegnata (0-2) a tavolino dal Dipartimento Divisioni Superiori. Sul campo sospesa al minuto 71' sul punteggio di (1-3). In seguito annullata per il ritiro del Pavia dal campionato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Bottazzini e Carlo Fontanelli, Il calcio a Pavia 1911-2011, un secolo di emozioni, Empoli, GEO Edizioni, 2011, pp. 90-93.
  • La Biblioteca del Calcio, 1934-1935, Geo Edizioni, p. 102.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio