Adrian Dantley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adrian Dantley
Adrian Dantley – Braves (1).jpeg
Dantley con la maglia dei Buffalo Braves
Dati biografici
Nome Adrian Delano Dantley
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 94 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex ala piccola)
Ritirato 1992 - giocatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (2008)
Carriera
Giovanili

1973-1976
DeMartha Catholic High School
N. Dame Fight. Irish N. Dame Fight. Irish
Squadre di club
1976-1977 Buffalo Braves Buffalo Braves 77
1977 Indiana Pacers Indiana Pacers 23
1977-1979 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 116
1979-1986 Utah Jazz Utah Jazz 461
1986-1989 Detroit Pistons Detroit Pistons 192
1989-1990 Dallas Mavericks Dallas Mavericks 76
1991 Milwaukee Bucks Milwaukee Bucks 10
1991-1992 Aresium Aresium 27
Nazionale
1976 Stati Uniti Stati Uniti 6
Carriera da allenatore
1993-1995 Towson State University (vice)
2003-2011 Denver Nuggets Denver Nuggets (vice)
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Montréal 1976
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 giugno 2011

Adrian Delano Dantley (Washington, 28 febbraio 1956) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista NBA per 15 stagioni.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Diplomatosi alla DeMartha Catholic High School di Hyattsville, gioca dal 1973 al 1976 con la maglia della University of Notre Dame, dove segna 2.223 punti.

Nel 1976 partecipa con la nazionale americana alle Olimpiadi di Montreal, vincendo la medaglia d'oro. Nello stesso anno partecipa ai Draft della NBA, dove viene chiamato come sesta scelta assoluta dai Buffalo Braves.

Nel 1977 viene nominato Rookie dell'anno. Nonostante ciò viene ceduto agli Indiana Pacers che dopo sole 23 partite lo cedono ai Los Angeles Lakers. Viene ancora ceduto alla fine della stagione, e questa volta finisce a Salt Lake City. Con la maglia degli Utah Jazz vive le sue migliori stagioni: viene convocato per sei volte all'All Star Game e due volte incluso nel secondo quintetto di tutta la NBA. Nel 1986 viene ceduto ai Detroit Pistons, dove in tre stagioni segna dieci punti di media. Nel 1989 i Pistons lo mandano a Dallas ricevendo in cambio dai Mavericks Mark Aguirre. Gioca ancora due stagioni con la maglia dei Dallas Mavericks, per poi fare una breve apparizione ai Milwaukee Bucks, nel 1991.

Si trasferisce poi in Italia per un ultimo campionato, nel 1991-92, con la maglia della Breeze Milano.

Dantley con la maglia della Breeze Milano

Dantley finisce la sua carriera con 24,3 punti a gara, punti ottenuti con un gioco fatto di tiri dalla media distanza, tiri ravvicinati che gli hanno garantito tanti tiri liberi a partita. L'11 aprile 2007 i Jazz lo hanno omaggiato ritirando il suo numero, il 4. Da notare inoltre che Dantley condivide con Wilt Chamberlain il record di maggior numero di tiri liberi realizzati durante una partita della NBA, mettendo a segno 28 tiri liberi su 29 nella vittoriosa sfida tra gli Utah Jazz e gli Houston Rockets (conclusasi sul 116-111).

Il 5 settembre 2008 viene incluso nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame in qualità di giocatore, per il fondamentale ruolo svolto nel corso della sua carriera a favore della NBA e del gioco del basket.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]