Ralph Sampson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ralph Sampson
Ralph Sampson 2010.jpg
Ralph Sampson nel 2010
Dati biografici
Nome Ralph Lee Sampson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 224 cm
Peso 100 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
(ex ala grande / centro
ex general manager)
Ritirato 1995 - giocatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (2012)
Carriera
Giovanili

1979-1983
Harrisonburg High School
Virginia Cavaliers Virginia Cavaliers
Squadre di club
1983-1987 Houston Rockets Houston Rockets 305 (5995)
1987-1989 Golden St. Warriors Golden St. Warriors 90 (839)
1989-1991 Sacramento Kings Sacramento Kings 51 (183)
1991 Washington Bullets Washington Bullets 10 (22)
1992 Málaga Málaga 8 (56)
1994-1995 Rockford Lightning Rockford Lightning 7
Nazionale
1979 Stati Uniti Stati Uniti 8
Carriera da allenatore
1992-1993 J. Madison Dukes J. Madison Dukes (vice)
1999-2000 Richmond Rhythm Richmond Rhythm 23-37
2012-2013 Phoenix Suns Phoenix Suns (vice)
Palmarès
Flag of PASO.svg Giochi Panamericani
Oro San Juan 1979
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 giugno 2013

Ralph Lee Sampson (Harrisonburg, 7 luglio 1960) è un ex cestista, allenatore di pallacanestro e dirigente sportivo statunitense, professionista NBA dal 1983 al 1992.

È membro del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame dal 2012 in qualità di giocatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

College[modifica | modifica wikitesto]

Ralph prima di diventare un giocatore professionista nella NBA ha militato dal 1979 al 1983 nella squadra dell'università della Virginia. Durante gli anni di college, riuscì ad aggiudicarsi il Naismith Award (per tre volte) e il Wooden Award (due volte).

In virtù delle sue doti atletiche e della sua altezza (circa 2,24 m) Sampson era in grado di competere sia contro i grandi centri, ma anche contro giocatori più piccoli di lui, grazie ad una spiccata agilità. Queste sue caratteristiche gli consentivano di giocare molto bene sia sotto canestro, ma anche al di fuori dell'area pitturata.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983 fu scelto dagli Houston Rockets come prima scelta assoluta del draft, ed al termine del suo primo anno di NBA si aggiudicò il premio di miglior matricola dell'anno. L'anno successivo si aprì con i migliori auspici in quanto ai Rockets approdò, la prima scelta assoluta del draft 1984, Hakeem Olajuwon. Sampson venne spostato nella posizione di ala grande e Hakeem, decisamente più potente sotto canestro, cominciò a giocare come centro. I due insieme formarono le cosiddette Twin Towers.

In carriera ha vinto il trofeo di miglior giocatore dell'All-Star Game del 1985 (in tutto ha partecipato a tre All-Star Game: 1984, 1985, 1986). Nel 1986 i Rockets riuscirono a battere, nella finale della Western Conference, i Los Angeles Lakers di Magic Johnson e fu proprio Sampson, a decretare la vittoria dei texani, con un tiro all'indietro allo scadere del tempo[1]. Grazie a quel tiro i Rockets approdarono per la seconda volta nella loro storia alle finali NBA, poi perse contro i Boston Celtics di Larry Bird. Negli anni successivi, non riuscì più, a causa di molteplici infortuni alle ginocchia, ad esprimersi come sapeva e la sua carriera cominciò ad avviarsi verso un inarrestabile declino. Nel 1988 fu infatti ceduto ai Golden State Warriors e dopo soli due anni fu nuovamente scambiato giungendo ai Sacramento Kings. Ai Kings passò altre due stagioni molto travagliate e di conseguenza fu ancora una volta ceduto ai Washington Bullets, dove finì la sua carriera dopo solo dieci partite.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche college[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra GP GS MPG FG% FT% RPG APG PPG
1979-80 Virginia 34 34 29,9 54,7 70,2 11,2 1,1 14,9
1980-81 Virginia 33 33 32,0 55,7 63,1 11,5 1,5 17,7
1981-82 Virginia 32 32 31,3 56,1 61,5 11,4 1,2 15,8
1982-83 Virginia 33 33 30,2 60,4 70,4 11,7 1,0 19,1

Statistiche NBA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra GP GS MPG FG% FT% RPG APG PPG
1983-84 Houston 82 82 32,8 52,3 66,1 11,1 2,0 21,0
1984-85 Houston 82 82 37,6 50,2 67,6 10,4 2,7 22,1
1985-86 Houston 79 76 36,3 48,8 64,1 11,1 3,6 18,9
1986-87 Houston 43 32 30,8 48,9 62,4 8,7 2,8 15,6
1987-88 Houston 19 19 37,1 43,9 74,1 9,1 1,9 15,9
1987-88 Golden State 29 25 33,0 43,8 77,5 10,0 2,9 15,4
1988-89 Golden State 61 36 17,8 44,9 65,3 5,0 1,3 6,4
1989-90 Sacramento 26 7 16,0 37,2 52,2 3,2 1,1 4,2
1990-91 Sacramento 25 4 13,9 36,6 26,3 4,4 0,7 3,0
1991-92 Washington 10 0 10,8 31,0 66,7 3,0 0,4 2,2

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Video in youtube.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 67856701 LCCN: n84008691