New York Renaissance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
New York Renaissance
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Rens, Renaissance Big Five
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body vneckblue.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Giallo e verde
Dati societari
Città New York
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1922
Scioglimento 1949
Denominazione New York Renaissance (1922-1949)
Detroit Rens (1948-1949)
Proprietario Bob Douglas
Allenatore Bob Douglas
Pop Gates (NBL)[1]
Palmarès
Altri titoli World Professional Tournament (1939)

I New York Renaissance, conosciuti anche come i "Rens", furono una squadra professionistica di basket completamente composta da giocatori afroamericani, fondata nel 1922 da Bob Douglas, cinque anni prima dei più famosi Harlem Globetrotters.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva da quello dell'Harlem Renaissance Casinò di New York, una reception hall situata al primo piano di una palestra che serviva alla squadra come campo casalingo. Principalmente, però, i Rens giocarono la maggior parte delle loro partite "on the road", girando per tutta la nazione senza poter prendere parte a nessuna delle leghe ufficiali per colpa delle forti discriminazioni razziali.

Il team realizzò comunque un ottimo record di vittorie (2588), comparato a un basso numero di sconfitte, solo 539. Uno dei momenti più gloriosi della storia della franchigia fu la vittoria contro i campioni della National Basketball League, gli Oshkosh All-Stars, nel 1939.

Nel dicembre 1948 i Rens entrarono a far parte della National Basketball League, subentrando agli scomparsi Detroit Vagabond Kings: allenati da Pop Gates, disputarono pertanto la stagione 1948-1949 cambiando denominazione in Dayton Rens poiché disputavano le partite interne a Dayton (Ohio). Al termine della stagione la squadra si sciolse per problemi finanziari dovuti anche alla mancanza di sponsor[1].

I Rens vennero eletti nel Naismith Memorial Basketball Hall of Fame come squadra nel 1963. Due giocatori furono ammessi nella Hall of Fame anche individualmente: Tarzan Cooper e Pop Gates; a loro si è aggiunto l'allenatore Bob Douglas.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Murry R. Nelson, The National Basketball League: A History, 1935-1949, McFarland, 2009, pp. 206 e ss., ISBN 978-0-7864-5361-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]