Chris Mullin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chris Mullin
Chris Mullin.jpg
Chris Mullin nel 2006
Dati biografici
Nome Christopher Paul Mullin
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 98 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Dirigente (ex ala piccola)
Squadra Sacramento Kings Sacramento Kings
Ritirato 2001 - giocatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (2011)
Carriera
Giovanili

1981-1985
Xaverian High School
St. John's R. Storm St. John's R. Storm
Squadre di club
1985-1997 Golden St. Warriors Golden St. Warriors 787
1997-2000 Indiana Pacers Indiana Pacers 179
2000-2001 Golden St. Warriors Golden St. Warriors 20
Nazionale
1983-1992 Stati Uniti Stati Uniti 22
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Los Angeles 1984
Oro Barcellona 1992
 Campionati Americani
Oro Stati Uniti 1992
Flag of PASO.svg  Giochi Panamericani
Oro Caracas 1983
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

Christopher Paul "Chris" Mullin (New York, 30 luglio 1963) è un ex cestista e dirigente sportivo statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocava come ala piccola ed è stato il giocatore di punta dei Golden State Warriors a cavallo tra gli anni '80 e '90. Con la nazionale statunitense di pallacanestro ha vinto la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e a Barcellona nel 1992, quando era una delle stelle del famoso e irripetibile Dream Team, squadra che annoverava tra le sue file giocatori come Larry Bird, Michael Jordan, Magic Johnson, Scottie Pippen e altri. Giocatore mancino di notevole tecnica, fu un formidabile realizzatore, tra i primi 4 posti nella storia della franchigia di Oakland. Nei suoi 12 anni ai Golden State Warriors (1985-1997) è stato sicuramente uno dei più grandi cestisti nella NBA, tra i migliori non di colore. Si è poi trasferito agli Indiana Pacers dov' è rimasto per tre stagioni raggiungendo in tutte le occasioni la finale di conference: una volta contro i Chicago Bulls e due volte con i New York Knicks. Nei primi due casi sono maturate due sconfitte per 4 a 3 e 4 a 2 mentre nel terzo è arrivata la vittoria per 4 a 2. Nella finale NBA Mullin e co. hanno trovato di fronte gli emergenti Los Angeles Lakers di Shaquille O'Neal e Kobe Bryant che hanno avuto la meglio per 4 a 2. Dopo il titolo sfiorato Chris è tornato ai Warriors chiudendo così la carriera a Oakland.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il 12 agosto 2011 è stato indotto nella Hall of Fame. Il 19 marzo 2012 la sua maglia nº 17 è stata ritirata dai Golden State Warriors.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Warriors retire Chris Mullin's jersey, nba.com, 19 marzo 2012. URL consultato il 20 marzo 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73965280 LCCN: n93081427