Sam Perkins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sam Perkins
Sam Perkins cropped.jpg
Sam Perkins nel 2006
Dati biografici
Nome Samuel Bruce Perkins
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 107 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
(ex ala-pivot)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili

1980-1984
Shaker High School
N. Carol. Tar Heels N. Carol. Tar Heels
Squadre di club
1984-1990 Dallas Mavericks Dallas Mavericks 471
1990-1993 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 185
1993-1998 Seattle S.Sonics Seattle S.Sonics 437
1998-2001 Indiana Pacers Indiana Pacers 193
Nazionale
1983-1984 Stati Uniti Stati Uniti 16
Carriera da allenatore
2011-2012 Texas Legends Texas Legends (vice)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Los Angeles 1984
Flag of PASO.svg Giochi Panamericani
Oro Caracas 1983
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2012

Samuel Bruce "Sam" Perkins (Brooklyn, 14 giugno 1961) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

I Dallas Mavericks lo scelsero per quarto nel draft NBA 1984, uno solo dopo Michael Jordan per i Chicago Bulls. Prima di allora Perkins aveva vinto il titolo NCAA nel 1982 con North Carolina University e la medaglia d'oro olimpica a Los Angeles 1984. In carriera ha raggiunto i playoff NBA in 13 occasioni su 15 stagioni.

Come rookie con i Mavericks nel 1984-85, Perkins realizzò in media 11,0 punti e 7,4 rimbalzi (18,8 punti nei play-off) e fece parte dell'NBA All-Rookie Team. Nei cinque anni successivi a Dallas siglò in media fra i 14,2 ed i 15,9 punti e fra i 7,5 ed i 8,6 rimbalzi a partita. I Mavericks nel 1987-88 arrivarono alle Western Conference Finals, annoverando nelle sue fila anche Mark Aguirre e Roy Tarpley.

Nel 1990 Perkins divenne free-agent e firmò per i Los Angeles Lakers. Riunito con il compagno di università James Worthy in una squadra condotta da Magic Johnson, finì secondo nella Pacific Division. Quindi intrapresero un cammino sorprendente, arrivando alle finali NBA contro Chicago Bulls. I Lakers persero 4-1 e l'unica vittoria fu firmata da un tiro da tre all'ultimo secondo di Perkins.

Fu trasferito ai Seattle SuperSonics nei 1992-93 e continuò nel suo ruolo di ala-pivot con la mano calda da tre punti. Nel 1995-96 partendo dalla panchina, fu l'unico giocatore di Seattle a giocare tutte le partite e aiutò la squadra a raggiungere le finali NBA in cui incontrò di nuovo i Bulls che vinsero 4 a 2. Ha terminato la sua carriera negli Indiana Pacers con i quali ha raggiunto nel 2000 la sua terza finale NBA contro i Lakers che hanno avuto la meglio per 4 a 2.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 31541755 LCCN: no00053059