Michael Cooper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Cooper
Micheal Cooper - Il Messaggero Roma.jpg
Cooper durante un tiro libero con la maglia de Il Messaggero Roma
Dati biografici
Nome Michael Jerome Cooper
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 77 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex guardia / ala piccola)
Squadra Atlanta Dream Atlanta Dream
Ritirato 1991 - giocatore
Carriera
Giovanili
1970-1974
1974-1976
1976-1978
Pasadena High School
Pasadena City College
New Mexico Lobos New Mexico Lobos
Squadre di club
1978-1990 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 873 (7729)
1990-1991 Virtus Roma Virtus Roma 34 (540)
Carriera da allenatore
1993-1996 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers (vice)
1999 Los Angeles Sparks Los Angeles Sparks (vice)
1999-2004 Los Angeles Sparks Los Angeles Sparks 116-31
2004 Denver Nuggets Denver Nuggets (vice)
2004-2005 Denver Nuggets Denver Nuggets 4-10
2005 Denver Nuggets Denver Nuggets (vice)
2005-2007 Albuq. T-Birds Albuq. T-Birds 98-50
2007-2009 Los Angeles Sparks Los Angeles Sparks 48-54
2009-2013 USC Trojans USC Trojans (fem.) 72-57
2013- Atlanta Dream Atlanta Dream
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 novembre 2013

Michael Jerome Cooper (Los Angeles, 15 aprile 1956) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nella NBA e in Italia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo la parentesi italiana, Cooper tornò ai Los Angeles Lakers, stavolta dietro una scrivania, come assistente del general manager Jerry West. Nel 1994, Magic Johnson lo volle come assistente allenatore durante la sua breve esperienza in panchina e, successivamente, venne riconfermato da Del Harris.

Nel 1999 si trasferì nella WNBA, pur rimanendo a Los Angeles: prima vice e poi capo allenatore delle Sparks. Fu l'inizio di un periodo pieno di soddisfazioni che vide la franchigia vincere due titoli consecutivi, nel 2001 e nel 2002, e Cooper vincere il riconoscimento di allenatore dell'anno nel 2000.

Nel 2004 il ritorno su di una panchina NBA, a Denver, chiamato come assistente da Jeff Bzdelik. Dopo 28 partite Bzdelik venne licenziato e Cooper diventò capo allenatore ad interim fino all'arrivo di George Karl, quando venne dirottato ad un lavoro da scout.

La stagione successiva divenne allenatore degli Albuquerque Thunderbirds della NBDL, che riuscì a portare al titolo nel 2006.

Nel 2007 il ritorno sulla panchina delle Los Angeles Sparks.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Los Angeles Lakers: 1980, 1982, 1985, 1987, 1988

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]