Bob Cousy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bob Cousy
Bob Cousy NYWTS.jpg
Bob Cousy (a sinistra) in azione con la maglia dei Boston Celtics
Dati biografici
Nome Robert Joseph Cousy
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker
Allenatore
Ritirato 1970 - giocatore
1973 - allenatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (1971)
Carriera
Giovanili

1946-1950
Andrew Jackson High School
H. Cross Crusaders H. Cross Crusaders
Squadre di club
1950-1963 Boston Celtics Boston Celtics 917 (16955)
1969-1970 Cincinnati Royals Cincinnati Royals 7 (5)
Carriera da allenatore
1963-1969 Boston Coll. Eagles Boston Coll. Eagles 114-38
1969-1972 Cincinnati Royals Cincinnati Royals 99-147
1972-1973 Kansas C. Kings K.C. Kings 42-62
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Robert Joseph "Bob" Cousy (New York, 9 agosto 1928) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nella NBA. È stato uno dei principali professionisti che diedero vita all'"era della dinastia" dei Celtics in quegl'anni, vincendo ben 11 titoli in 13 stagioni (record imbattuto), in un Three-peat e una striscia vincente di otto trofei in otto anni. Nei Celtics fu incoronato campione 6 volte.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Alto 1,85 metri, era un playmaker dal fisico minuto e dall'atletismo estremamente modesto. Fu un grande assist-man, oltre che un realizzatore di talento grazie all'abilità nel penetrare e nel tiro piazzato.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocò nel 1949 e nel 1950 al College of The Holy Cross dove ricevette grazie al suo stile di gioco nuovissimo per l'epoca grandissimi e tantissimi premi.

Cousy, scelto inizialmente al draft 1950 dai Tri-Cities Blackhawks alla 4a chiamata assoluta, venne girato senza indugio ai Chicago Stags, ma la franchigia fallì ancor prima dell'inizio del campionato ed i suoi giocatori vennero smistati nelle altre società della lega. Cousy andò ad arricchire le file dei Boston Celtics, dove aveva inizialmente trovato non molta fiducia in lui da parte dell'allora coach Red Auerbach, il quale al draft, nonostante gli fosse stato vivamente segnalato dal presidente Walter A. Brown, gli preferì Chuck Cooper.

Con l'arrivo di grandi giocatori quali Ed Macauley, il grandissimo Bill Sharman e, per ultimo, il leggendario Bill Russell, i Celtics si trasformarono nella squadra più forte nella storia del basket NBA. Boston fondava il suo gioco sulla velocità di gioco e sulla rapidità dei folgoranti contropiedi, spesso innestati in difesa da una stoppata di Russell. Cousy fu un maestro esemplare nel guidare questo tipo di azioni, servendo compagni con fantastici assist smarcanti o, alle volte, andando a concludere a canestro di persona con agili lay-up. Nell'era di Cousy ai Celtics (1951-1963), il play da New York contribuì i maniera sostanziale alla conquista di sei anelli NBA, in una striscia che, dal 1957 al '63, è stata interrotta solamente nel 1958 dai St. Louis Hawks. Fu proprio nel 1957, anno del primo anello vinto, che Cousy si fece fregio del premio di Most Valuable Player della stagione.

Cousy detiene anche un record, cioè quello di tiri liberi segnati in una sola partita, 30, il 21 marzo 1953 e di assist in un tempo, 19 il 27 febbraio 1959.

Nel 1970, all'età di 41 anni (in un'epoca in cui lo stesso Cousy, a 34, fu ritenuto troppo vecchio per mettere piede in campo), tornò a giocare per 7 partite al servizio dei Cincinnati Royals. L'apporto di Bob fu più che modesto, ma bastò a riempire fino all'orlo gli spalti di ogni campo in cui andò a giocare, per sette serate.

Premi e statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Boston Celtics: 1957, 1959, 1960, 1961, 1962, 1963
  • Premio NBA MVP dell'anno: 1957
  • 13 volte nel team dell'NBA All Star Game
  • 2 volte MVP dell'All-Star Game: 1954 e 1957.
  • 12 volte nell'All-NBA Team: 10 nel primo e due nel secondo
  • Ha capitanato per 8 anni consecutivi (1953-60) la classifica negli assist.
  • Fa parte della lista dei 50 grandi della NBA scelti dalla lega per festeggiare il proprio cinquantenario.
  • In carriera ha messo a referto 18,4 punti, 5,2 rimbalzi e 7,5 assist di media a partita in un totale di 924 gare giocate.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 16119611 LCCN: n82116951