Larry Wright

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Larry Wright
Larry Wright - Fantoni Udine.jpg
Wright durante un tiro libero con la maglia della Fantoni Udine
Dati biografici
Nome Larry Glenn Wright
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 73 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker
Allenatore
Ritirato 1988 - giocatore
2008 - allenatore
Carriera
Giovanili

1973-1976
Western High School
Grambling St. Tigers Grambling St. Tigers
Squadre di club
1976-1980 Washington Bullets Washington Bullets 297
1980-1982 Detroit Pistons Detroit Pistons 46
1982-1984 Virtus Roma Virtus Roma 49
1985-1987 A.P.U. Udine A.P.U. Udine 60
1987-1988 Virtus Roma Virtus Roma 26
Carriera da allenatore
1990-1992 Grambling St. Tigers Grambling St. Tigers (vice)
1999-2008 Grambling St. Tigers Grambling St. Tigers 88-161
Palmarès
Coppa Intercontinentale 1 vittoria
Coppa dei Campioni 1 vittoria
NBA 1 anello
Serie A1 maschile 1 scudetto
Per maggiori dettagli vedi qui
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2008

Larry Glenn Wright (Monroe, 23 novembre 1954) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense. Alto 185 centimetri, in campo ricopriva il ruolo di playmaker.

È conosciuto con il soprannome di "folletto nero", nomignolo attribuitogli dai giornalisti italiani per il suo essere piccolo e veloce, a tratti immarcabile. In Italia è ricordato soprattutto per avere condotto la Pallacanestro Virtus Roma alla conquista dello scudetto 1982-83 e della Coppa dei Campioni 1984.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

In America[modifica | modifica sorgente]

Uscito dalla Western High School di Washington DC, passa nel campionato NCAA con la Grambling State University, in cui rimane fino al 1976, anno in cui viene scelto al draft NBA con il numero 14 dalla squadra dei Washington Bullets.

La sua carriera in NBA dura sei stagioni: dal 1976-77 al 1979-80 ai Washington Bullets, con cui vince un anello nella stagione 1977-1978 e arriva in quella dopo di nuovo in finale, e nei due anni successivi ai Detroit Pistons.

Complessivamente ha disputato in NBA 343 partite, con una media di 19,9 minuti giocati e di 8,2 punti realizzati.

In Italia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1982 Larry Wright fu ingaggiato in Italia dalla Virtus Roma - all'epoca sponsorizzata Banco di Roma - e già al primo anno contribuì in maniera consistente alla vittoria del campionato 1982-83, il primo (e ad oggi l'unico) mai conquistato dalla compagine capitolina; l'anno seguente diede analogo contributo alla vittoria in Coppa dei Campioni 1983-84, anch'esso traguardo mai raggiunto in precedenza dalla squadra.

Successivamente si trasferì per due stagioni a Udine, e nel 1986 di nuovo a Roma, senza tuttavia i successi di qualche anno prima.

In totale disputò nel campionato italiano 149 incontri, con le medie di 38,8 minuti giocati e 25,1 punti realizzati a partita (3 759 punti totali[1]).

Note[modifica | modifica sorgente]

È tornato a Roma qualche anno fa, come testimonial d'eccezione per la partita del progetto NBA Europe Live Tour tra Lottomatica Roma e Phoenix Suns, disputatasi il 6 ottobre 2006 al PalaLottomatica. Ancora entusiasmo per la sua presenza: folla entusiasta, autografi e cori, che colpirono lo stesso Wright: ad anni di distanza e con generazioni diverse, Roma non lo aveva dimenticato.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

  • Campione NBA: 1
1978
Virtus Roma: 1982-1983
Virtus Roma: 1983-1984

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Almanacco illustrato del basket 1990. Panini, Modena, 1989, p. 26.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]