Termeno sulla Strada del Vino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Termeno sulla Strada del Vino
comune
(IT) Termeno sulla Strada del Vino
(DE) Tramin an der Weinstraße
Termeno sulla Strada del Vino – Stemma
Termeno sulla Strada del Vino – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Stemma Südtirol.svg Bolzano
Amministrazione
Sindaco Werner Dissertori (SVP) dal 16/05/2010
Territorio
Coordinate 46°21′00″N 11°15′00″E / 46.35°N 11.25°E46.35; 11.25 (Termeno sulla Strada del Vino)Coordinate: 46°21′00″N 11°15′00″E / 46.35°N 11.25°E46.35; 11.25 (Termeno sulla Strada del Vino)
Altitudine 276 m s.l.m.
Superficie 19 km²
Abitanti 3 301[1] (31-12-2010)
Densità 173,74 ab./km²
Frazioni Ronchi (Rungg), Sella (Söll)
Comuni confinanti Amblar (TN), Caldaro sulla Strada del Vino, Coredo (TN), Cortaccia sulla Strada del Vino, Egna, Montagna, Ora, Sfruz (TN), Vadena
Altre informazioni
Cod. postale 39040
Prefisso 0471
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 021098
Cod. catastale L111
Targa BZ
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 846 GG[2]
Nome abitanti termenesi /
(DE) Traminer
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Termeno sulla Strada del Vino
Il territorio comunale
Il territorio comunale
Sito istituzionale

Termeno sulla Strada del Vino (Tramin an der Weinstraße in tedesco) è un comune italiano di 3.296 abitanti della provincia autonoma di Bolzano. È inoltre un comune mercato.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Appartenne per secoli al principato vescovile di Trento finché su pressioni austriache il vescovo Pietro Vigilio von Thun, fautore della politica espansionistica degli Asburgo, cedette il centro con gran parte della sovranità ecclesiastica nel 1777. Rimase sotto il governo austriaco dopo la breve parentesi bavarese nel periodo napoleonico, fino al 1918.

Verso la fine della seconda guerra mondiale alcuni amministratori del comune di Termeno rilasciarono alcuni documenti falsificati a diversi criminali nazisti che erano in fuga dalla Germania, ormai prossima alla sconfitta. Tra i più noti si citano i gerarchi nazisti Adolf Eichmann e Josef Mengele, che riuscirono a sfuggire al Processo di Norimberga, rifugiandosi in Sud America, all'interno del canale di fuga denominato Ratline.[3][4]

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo è attestato come Traminno nell'855-864, come de Treminno nel 1106-1124 e come Tramin nel 1248 e deriva probabilmente dal latino terminus ("limite"), perché posto al confine fra il territorio dei Tridentini e quello degli Isarci.[5][6]

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma raffigura una stella d’oro a sei punte sormontata da una luna crescente rovesciata d’oro su sfondo azzurro. L’origine dello stemma non è conosciuto, ma deriva probabilmente da quello dei Signori di Appiano. Lo stemma è stato concesso nel 1929.[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica sorgente]

La popolazione, al censimento del 2011, è per la sua quasi totalità di madrelingua tedesca:

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
96,37% madrelingua tedesca
3,44% madrelingua italiana
0,20% madrelingua ladina

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[8]

Persone legate a Termeno sulla Strada del Vino[modifica | modifica sorgente]

  • Walter Psenner, imprenditore
  • Josef Mengele era un medico criminale nazista e fuggì dal porto di Genova sotto le spoglie del cittadino di Termeno Helmut Gregor grazie ad un passaporto falsificato dalle stesse autorità locali
  • Adolf Eichmann, criminale nazista fuggito in Sudamerica sotto le spoglie del cittadino Riccardo Klement il quale poté anch'egli godere dell'appoggio delle autorità di Termeno che provvidero come per Josef Mengele ad emettere un falso passaporto che gli permise la fuga

Economia[modifica | modifica sorgente]

Prodotti tipici[modifica | modifica sorgente]

Tra i prodotti tipici di Termeno, va annoverato il "Termeno aromatico" o "Traminer aromatico", noto anche con il nome di Gewürztraminer, un eccellente vino bianco di color giallo paglierino, ottimo per antipasti e piatti di pesce conosciuto ed apprezzato anche all'estero.

È del 2010 la nuova cantina di Termeno, progettata dall'architetto Werner Tscholl; la struttura riprende la forma tipica della vite ed è concepita come vero e proprio segno distintivo della zona.[9]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Il paese si trova lungo la Strada del Vino dell'Alto Adige, un percorso pubblicizzato con appositi cartelli, lungo il quale insistono valori naturali, culturali e ambientali, vigneti e cantine di aziende agricole singole o associate aperte al pubblico.

È servito dalla stazione di Egna-Termeno.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Werner Dissertori SVP Sindaco
2010 in carica Werner Dissertori SVP Sindaco

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Termeno è gemellata con Rödermark, presso Francoforte, dal 1978, Mindelheim in Baviera, dal 1994, e Schwaz in Austria dal 1998.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il 25 giugno 2011 il sindaco Werner Dissertori, in occasione del suo matrimonio, ha invitato tutti i suoi concittadini al banchetto nuziale.[10]
  • Sempre a giugno 2011 la locale squadra di calcio (militante nel campionato di Promozione), impegnata nei playoff contro il Dro, è stata al centro di un caso grottesco: nel ritorno dello spareggio, conclusi i tempi regolamentari sul risultato di parità, si andò ai rigori. Il giocatore Palma del Termeno, incaricato di battere l'ultimo rigore, in situazione di svantaggio per la sua squadra, calciò il pallone sulla traversa. Tutti i giocatori si portarono allora verso metà campo, credendo che la partita fosse finita con la vittoria del Dro, ma in quel mentre il pallone rimbalzò e lentamente rotolò in porta. L'arbitro convalidò il goal e costrinse il Dro a battere un ulteriore rigore, che fu fallito e decretò la vittoria del Termeno. Il Giudice Sportivo stabilì tuttavia la ripetizione della partita, che avvenne il 19 giugno e vide comunque la vittoria del Termeno.[11]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Ma la Chiesa ha aiutato anche i nazisti a mettersi in salvo | Kolòt
  4. ^ http://www.steinacher.it/uploads/media/Repubblica281008_02.pdf
  5. ^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004.
  6. ^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p. 476. ISBN 88-7014-634-0
  7. ^ (EN) Heraldry of the World: Tramin
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Sito di Werner Tscholl con immagini della cantina di Termeno
  10. ^ Il Messaggero
  11. ^ Termeno-Dro', decide un rigore - TUTTO MERCATO WEB

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Martin Schweiggl, An der südlichen Weinstraße: Tramin, Kurtatsch, Margreid, Kurtinig. Land und Leute zwischen Kalterer See und Salurner Klause (Südtiroler Gebietsführer, 17), Bolzano: Athesia, 1978. ISBN 88-7014-055-5
  • (DE) Roland Zwerger, Tramin an der Weinstraße. Dorfführer und Weinbaugeschichte, Ora: Arcadia, 2001. ISBN 88-8300-014-5
  • (DE) Ursula Düriegl, Die Fabelwesen von St. Jakob in Kastelaz bei Tramin. Romanische Bilderwelt antiken und vorantiken Ursprungs, Vienna: Böhlau, 2003. ISBN 3-205-77039-0

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige