Nalles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nalles
comune
Nalles/Nals
Il castel del Cigno (Schwanburg)
Il castel del Cigno (Schwanburg)
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Stemma Südtirol.svg Bolzano
Amministrazione
Sindaco Franz Pircher (SVP) dal 16/05/2010
Territorio
Coordinate 46°33′00″N 11°12′00″E / 46.55°N 11.2°E46.55; 11.2 (Nalles)Coordinate: 46°33′00″N 11°12′00″E / 46.55°N 11.2°E46.55; 11.2 (Nalles)
Altitudine 331 m s.l.m.
Superficie 12,24 km²
Abitanti 1 826[1] (31-12-2010)
Densità 149,18 ab./km²
Frazioni Sirmiano
Comuni confinanti Andriano, Appiano sulla Strada del Vino, Gargazzone, Senale-San Felice, Terlano, Tesimo
Altre informazioni
Cod. postale 39010
Prefisso 0471
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 021055
Cod. catastale F836
Targa BZ
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 915 GG[2]
Nome abitanti Nalesini o Nallesi (IT); Nalser (DE)
Patrono sant'Ulrico
Giorno festivo prima domenica di luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nalles
Il territorio comunale
Il territorio comunale
Sito istituzionale

Nalles (Nals in tedesco) è un comune italiano di 1.815 abitanti della provincia autonoma di Bolzano.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova a 14 km da Bolzano e 16 da Merano. È il comune più a sud del Burgraviato e conta una frazione, Sirmiano (Sirmian). Il suo clima è particolarmente mite.

A Nalles e dintorni abbondano i vigneti, i frutteti ed i roseti, infatti è anche conosciuto come il paese delle rose.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nalles era situata sulla famosa strada romana Via Claudia Augusta, come testimoniano i resti di una casa romana scoperta solo nell'autunno del 2005, ed i cui scavi sono in corso dalla primavera del 2006. Secondo le valutazioni preliminari degli esperti, si tratta di un edificio che era già abitato nel sesto o settimo secolo a.C. La casa oltre ad essere dotata di un complesso termale romano, aveva un riscaldamento a pavimento, e l'aria calda era condotta in circolo attraverso un doppio fondo.

Inoltre, è stata scoperta un'abside, e sull'estremità settentrionale di una tomba intatta, è stato rinvenuto lo scheletro di una donna di circa 20 anni, e come corredo, tra l'altro, sono stati trovati orecchini e una serie di perle di vetro.

La parte inferiore del campanile della chiesa parrocchiale di Sant'Ulrico è di oltre 700 anni fa, e negli anni '90 sono stati fatti dei lavori di restauro, e sono state scoperte delle ossa sotto la chiesa, ora accessibili attraverso una lastra di marmo.

Questi ritrovamenti dimostrano che già nel XIII secolo Nalles era popolata, ed in due miniere è stato estratto argento.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo è attestato dall'830 e ha probabilmente origine preromana.[3]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma è inquartato: il primo ed il quarto raffigurano, in modo speculare, un bove nero su sfondo argento; nel secondo e terzo, sempre specularmente, è rappresentato un cigno argento su sfondo azzurro. Sono le insegne dei Signori di Boymont-Payrsberg che possedevano il Castel del Cigno Schwanburg ed il Castel Bavaro Schloss Payrsberg. Lo stemma è stato concesso nel 1967.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castel del Cigno (Schwanburg) è uno dei più bei castelli della zona, le cui cantine sono le più antiche dell'Alto Adige.

Sopra Nalles ci sono anche le rovine di Castel Bavaro (Schloss Payrsberg).

Interessanti sono la Chiesetta di Sant’Apollonia e la Chiesa Parrocchiale di San Ulrico. La parte inferiore del campanile dell'ultima ha un'età di più di 700 anni.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti sono prevalentemente di madrelingua tedesca:

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
90,58% madrelingua tedesca
8,78% madrelingua italiana
0,64% madrelingua ladina

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Franz Pircher SVP Sindaco
2010 in carica Franz Pircher SVP Sindaco

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004
  4. ^ (EN) Heraldry of the World: Nals
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige