Andriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andriano
comune
Andriano/Andrian
Andriano – Stemma
Andriano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Stemma Südtirol.svg Bolzano
Amministrazione
Sindaco Roland Danay (SVP) dal 16/05/2010
Territorio
Coordinate 46°31′00″N 11°14′00″E / 46.516667°N 11.233333°E46.516667; 11.233333 (Andriano)Coordinate: 46°31′00″N 11°14′00″E / 46.516667°N 11.233333°E46.516667; 11.233333 (Andriano)
Altitudine 274 m s.l.m.
Superficie 4,89 km²
Abitanti 1 035[1] (31.12.2011)
Densità 211,66 ab./km²
Comuni confinanti Appiano sulla Strada del Vino, Nalles, Terlano
Altre informazioni
Cod. postale 39018
Prefisso 0471
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 021002
Cod. catastale A286
Targa BZ
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 809 GG[2]
Nome abitanti Andrianesi (IT); Andrianer (DE)
Patrono san Valentino
Giorno festivo 14 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Andriano
Il territorio comunale
Il territorio comunale
Sito istituzionale

Andriano (Andrian in tedesco) è un comune italiano di 1.043 abitanti della provincia autonoma di Bolzano, situato in fondovalle alla destra orografica dell'Adige, di fronte a Terlano ed ai piedi del Monte Macaion (1.866 m, Catena della Mendola).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È sostenuto a sufficienza da reperti archeologici, che il luogo era già abitato in epoca romana.

Dal momento che l'Adige era navigabile da Andriano, il paese si è trovato in una posizione geografica tale da essere un punto di riferimento economico e d'importanza strategica.

Il comune di Andriano, che in precedenza per più di cento anni era stato autonomo, venne incorporato con decreto del Re d'Italia Vittorio Emanuele III del 18 novembre 1928 nel comune di Nalles.

Dal 1953, Andriano è di nuovo un comune indipendente.

Notevoli sono le rovine del castello di Festenstein, costruzione menzionata la prima volta nel 1220 che svetta su un burrone sopra il paese.[3][4]

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo è attestato per la prima volta nel 1186 come Andrian nella storia in una pergamena originale dell'archivio del convento di Gries dell'anno 1186, in altri documenti ufficiali del periodo viene attestata l'esistenza di un traghetto che attraversava al tempo il fiume Adige.[5].

Nel 1240 come Aendrian e deriva dal nome di persona romano Andrius o Andraeus, corrispondente ad uomo virile, dal greco "anèr-andròs".[6]

Altra possibile derivazione si fa ricadere da Andrien, un villaggio in un angolo montano scarsamente boschivo dirimpetto a Terlano, probabilmente da antraeanum, aggettivo derivante dal termine latino antrum, in italiano antro, equivalente a "piccola valle rotonda" o "grotta boscosa".

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma è quello dei Signori di Andrian. È partito di rosso e di argento con una pila, dai lati ricurvi ed i colori alternati. Lo stemma è stato adottato nel 1968.[7]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica wikitesto]

La sua popolazione è nella sua quasi totalità di madrelingua tedesca:

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
89,96% madrelingua tedesca
9,53% madrelingua italiana
0,51% madrelingua ladina

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 54 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Germania Germania 15 1,44%

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia si basa sul turismo primaverile ed estivo con strutture di ricezione quasi esclusivamente a conduzione familiare, e sull'attività agricola (meleti, cooperative di trasformazione del prodotto).

Elevata la percentuale dei residenti che lavorano nei comuni limitrofi o a Bolzano.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ha una piscina all'aperto, campi da tennis e numerose piste ciclabili.

Sentieri portano verso la Costiera della Mendola, fino al Monte Macaion (Gantkofel).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1995 2000 Otto von Dellemann SVP Sindaco
2005 2010 Otto von Dellemann SVP Sindaco
2010 in carica Roland Danay SVP Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Oswald Trapp, Tiroler Burgenbuch, vol. 2: Burggrafenamt, Bolzano-Innsbruck, 1973.
  4. ^ Magdalena Hörmann - Jürgen Fricker - Meinhard Khuen-Belasi, Festenstein, in Tiroler Burgenbuch, vol. X: Überetsch und Südtiroler Unterland, Bolzano, Athesia, 2011, pp. 51-64. ISBN 978-88-8266-780-1
  5. ^ Andrian
  6. ^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004, e Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano: Athesia, 1995, p. 32.
  7. ^ (EN) Heraldry of the World: Andrian
  8. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige