Barty Crouch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bartemius Crouch)
Bartemius Crouch
Barty Crouch.jpg
Barty Crouch Sr. (Roger Lloyd-Pack) nel quarto capitolo del film
Universo Harry Potter
Soprannome Barty
Autore J. K. Rowling
1ª app. in Harry Potter e il calice di fuoco
Ultima app. in Harry Potter e il calice di fuoco
Interpretato da Roger Lloyd-Pack
Voce italiana Carlo Reali
Sesso Maschio
Professione Direttore dell'Ufficio di Cooperazione Magica Internazionale, Capo dell'Ufficio Applicazione della Legge sulla Magia, Capo delle Forze dell'Ordine Magiche
Poteri Magia

Bartemius "Barty" Crouch Senior è un personaggio della serie di libri di Harry Potter, scritta da J. K. Rowling. Il personaggio compare solamente in Harry Potter e il calice di fuoco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Barty Crouch era a capo del Dipartimento di "Applicazione delle Leggi magiche" al Ministero della Magia quando ci fu la prima ascesa di Lord Voldemort. Divenne implacabile e spietato contro gli adepti delle Arti Oscure, e diede agli Auror la facoltà di ucciderli, consentendo loro l'uso delle Maledizioni senza perdono. Fu lui che mandò Sirius Black ad Azkaban senza processarlo. Crouch sembrava essere favorito a diventare il futuro Ministro della Magia, quando il suo stesso figlio, Barty Crouch Jr., fu catturato insieme ai Mangiamorte Bellatrix Lestrange, suo marito Rodolphus e il fratello di quest'ultimo Rabastan, mentre tentavano di far tornare al potere Lord Voldemort dopo la sua apparente morte, torturando i coniugi Paciock fino alla follia. Questa volta Crouch consentì a far svolgere un processo prima di spedire il figlio ad Azkaban; tuttavia, secondo Sirius Black, il processo fu una mera farsa, inscenato soltanto per dimostrare pubblicamente il disprezzo che aveva verso suo figlio per questa sua scelta di unirsi al Signore Oscuro.

Comunque, la scoperta che il figlio dello stesso Crouch fosse un Mangiamorte, rovinò la sua reputazione e fu un brusco arresto alla sua carriera: infatti fu sollevato dall'incarico di giudice del Wizengamot, e relegato al ruolo di Direttore dell'Ufficio di Cooperazione Magica Internazionale. In questo ruolo fu scelto come organizzatore della 422a Coppa del Mondo di Quidditch, e del Torneo Tremaghi. Sarà proprio in queste due occasioni che incontrerà Harry Potter.

Vita familiare[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante Crouch abbia condannato suo figlio ad Azkaban, poco dopo il processo, sua moglie lo implorò perché salvasse il loro figlio a costo di doversi sacrificare lei stessa. Crouch accettò e le diede la Pozione Polisucco che le fece prendere l'aspetto di suo figlio, mentre quest'ultimo, in combutta con i genitori, prese quello della madre. In questo modo, durante una visita dei genitori, Barty Crouch Jr. riuscì a scambiarsi con la madre (che entrò in cella al posto suo) e ad evitare Azkaban; sua madre morì e fu sepolta lì, bevendo fino all'ultimo la pozione per amore del figlio. Per giustificare la sparizione di sua moglie, Crouch inscenò il suo funerale, e seppellì la sua bara, che però era vuota.

Crouch quindi segregò il figlio dentro la propria casa, alle cure di Winky, l'elfa domestica di casa (unica persona al di fuori della famiglia che sapeva lo stato delle cose), sotto un mantello dell'invisibilità e controllato mediante la Maledizione Imperius, per evitare che potesse fuggire. Il figlio tentò sporadicamente di fuggire, ma il padre riuscì a tenere la situazione sotto controllo. Qualche tempo dopo, però, Bertha Jorkins, impiegata del Ministero della Magia, venuta a casa dei Crouch, scoprì casualmente la verità sentendo parlare l'elfa con una figura nascosta. Le bastò poco per capire di chi si trattasse, così Barty Crouch Senior fu costretto a farle un potentissimo incantesimo di memoria per farle dimenticare cosa vide, danneggiandole addirittura la mente.

Qualche anno dopo, Lord Voldemort, torturando la stessa Jorkins incontrata per caso, fu in grado di rompere l'incantesimo e scoprì dalle sue parole, che Barty Crouch Jr. era ancora vivo. Desideroso di salvare questo fedele servitore, irruppe insieme a Peter Minus nella casa di Crouch e riuscì a sottomettere Barty Crouch Senior con la maledizione Imperius tenendolo imprigionato in quella casa e permettendogli di comunicare solamente tramite gufi, dicendo di essere malato, dopo un controllo delle missive.

Ciononostante, dopo molto tempo sotto questa maledizione, Crouch riesce ad annullarla (con la forza di volontà) e a fuggire dirigendosi a Hogwarts dove incontra Harry e Viktor Krum, implorandoli di portarlo da Albus Silente. Tuttavia, appena Harry si allontana per cercare il Preside, Barty Jr. (tornato al servizio di Voldemort e impersonando Alastor Moody) riesce a mettere fuori combattimento Krum e ad uccidere il proprio padre, il 24 maggio 1995[1]. Egli, inoltre, transfigura il corpo del genitore in un osso e lo seppellisce nella stessa Hogwarts.

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

Al primo incontro, Harry definisce Crouch un signore pignolo e preciso, molto devoto alle regole, e non si stupisce che il suo aiutante Percy (fratello di Ron) sia tanto ammaliato da lui. Non sospetta però che sia un uomo malvagio e calcolatore, anche se opera negli interessi della giustizia, come invece scopre vedendo il ricordo del suo processo nel Pensatoio.

L'etimologia del nome Crouch lo fa derivare dall'inglese crouch (posizione di chi si acquatta, di chi si china), probabilmente perché si abbassò al livello dei Mangiamorte per la sua spietatezza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Harry Potter Portale Harry Potter: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Harry Potter