Harry Potter e la Coppa del Mondo di Quidditch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Potter e la Coppa del Mondo di Quidditch
Harry Potter QWC.jpeg
Sviluppo Electronic Arts
Pubblicazione EA Games
Data di pubblicazione 28 ottobre 2003
Genere Sport
Modalità di gioco Solitario
Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows, Game Boy Advance, Xbox, GameCube, PlayStation 2
Supporto CD-ROM
Requisiti di sistema 128 Mb RAM
500 MHz
Periferiche di input Memory card
16 Mb (scheda video)

Harry Potter e la Coppa del Mondo di Quidditch (Harry Potter: Quidditch World Cup) è un videogioco prodotto dalla Electronic Arts che permette di giocare a Quidditch, sport immaginario presente nell’universo di Harry Potter. Il giocatore partecipa alla Coppa Quidditch di Hogwarts (a cui sono ammesse le casate di Grifondoro, Serpeverde, Tassorosso e Corvonero). In seguito il gioco permette di accedere alla Coppa del Mondo di Quidditch (fra Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania, Scandinavia, Giappone, Spagna, Australia e Bulgaria). Il gioco è estremamente immediato, le regole ricordano in parte quelle del basket ed in parte quelle del baseball. Gli esperti hanno riconosciuto il buon livello di grafica e giocabilità, sebbene il gioco sia indirizzato praticamente solo ai fan della serie; la longevità è il punto debole del gioco, come del resto per tutti i videogiochi della serie. Inoltre il gioco, dopo un po' di esperienza, risulta essere troppo facile. Molte critiche sono state fatte al gioco a causa della mancanza dell'Irlanda, che vince la competizione contro la Bulgaria nella Coppa del Mondo tenuta in Harry Potter e il calice di fuoco.

Squadre di Hogwarts[modifica | modifica sorgente]

I libri non davano i nomi di tutti i membri delle squadre relative alle casate di Hogwarts; nel videogioco sono stati usati i nomi dei compagni di Harry del terzo anno. È possibile che sia stata la stessa Rowling a fornire i nomi. Seguono le squadre, coi ruoli associati.

Grifondoro[modifica | modifica sorgente]

Corvonero[modifica | modifica sorgente]

  • Roger Davies (cacciatore)
  • Jeremy Stretton (cacciatore)
  • Randolph Burrow (cacciatore)
  • Duncan Ingleberry (battitore)
  • Jason Samuels (battitore)
  • Grant Page (portiere)
  • Cho Chang (cercatore)

Tassorosso[modifica | modifica sorgente]

  • Tamsin Appleby (cacciatore)
  • Malcolm Preist (cacciatore)
  • Heidi Macavoy (cacciatore)
  • Maxine O'Flaherty (battitore)
  • Anthony Rickett (battitore)
  • Herbert Fleet (portiere)
  • Cedric Diggory (cercatore)

Serpeverde[modifica | modifica sorgente]

  • Marcus Flitt (cacciatore)
  • Adrian Pucey (cacciatore)
  • Graham Montague (cacciatore)
  • Lucian Bole (battitore)
  • Peregrin Derrick (battitore)
  • Kevin Bletchley (portiere)
  • Draco Malfoy (cercatore)

Commentatori[modifica | modifica sorgente]

Arbitri[modifica | modifica sorgente]

Nazionali[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

  • Gianni Fedele (cacciatore e capitano)
  • Debbie Muntz (cacciatrice)
  • Robert Green (cacciatore)
  • Greg Ruczinski (battitore)
  • Troy Duvall (battitore)
  • Ralph Heidelberger (portiere)
  • Ariel Singleton (cercatrice)

Inghilterra[modifica | modifica sorgente]

  • Edric Vosper (cacciatore)
  • Avery Hawksworth (cacciatore e capitano)
  • Keaton Flitney (cacciatore)
  • Dawn Withey (battitrice)
  • Indira Choudry (battitrice)
  • Denison Frisby (portiere)
  • Blythe Parkin (cercatrice)

Giappone[modifica | modifica sorgente]

  • Noriyuki Sato (cacciatore)
  • Yoshihiro Suzuki (cacciatore)
  • Ryotaro Tanaka (cacciatore e capitano)
  • Minaka Hirakata (battitrice)
  • Keiko Takahashi (battitrice)
  • Tamotsu Iwamoto (portiere)
  • Shizuka Watanabe (cercatrice)

Germania[modifica | modifica sorgente]

  • Kurt Todt (cacciatore)
  • Kristin Berger (cacciatrice)
  • Ingo Brand (cacciatore)
  • Katrina von Glockenspieler (battitrice e capitano)
  • Elena Eldritch (battitrice)
  • Hermann Wiel (portiere)
  • Konrad Weiss (cercatore)

Francia[modifica | modifica sorgente]

  • Mathilde Mallard (cacciatrice)
  • Josephine Marat (cacciatrice e capitano)
  • Hildegarde Lafarge (cacciatrice)
  • Lacroix (battitore)
  • Saucet (battitore)
  • Bastien (portiere)
  • Cybèle Peltier(Cercatrice)

Australia[modifica | modifica sorgente]

  • Matthew Echunga (cacciatore)
  • Kenneth Hastings (cacciatore)
  • Maria Monteith (cacciatrice)
  • Kelly Whakkaarangapawarau (battitrice)
  • Kylie Meadows (battitrice)
  • Jonny Nuhaka (portiere)
  • Lucy Karoonda (cercatrice e capitano)

Scandinavia[modifica | modifica sorgente]

  • Olaf Andersen (cacciatore)
  • Lorre Gustafson (cacciatrice)
  • Peter Hansen (cacciatore)
  • Asgeir Knutsen (battitrice)
  • Asgard Pettersson (battitore)
  • Martin Helstrom (portiere)
  • Tina Lundstrom (cercatrice e capitano)

Spagna[modifica | modifica sorgente]

  • Carmen Garcia (cacciatrice)
  • Ana de Lebron (cacciatrice)
  • Chavelle Arbelo Cartaya (cacciatrice)
  • Vasco Santini (battitore)
  • Tiago Montoya (battitore)
  • Sendelina de la Felino (portiere)
  • Inigo Fuente Marrero (cercatore)

Bulgaria[modifica | modifica sorgente]

  • Alexei Levski (cacciatore)
  • Clara Ivanova (cacciatrice)
  • Vasily Dimitrov (cacciatore e capitano)
  • Ivan Volkov (battitore)
  • Pyotr Vulchanov (battitore)
  • Lev Zograf (portiere)
  • Viktor Krum (cercatore)

Commentatori[modifica | modifica sorgente]

  • Ludo Bagman
  • Jacqueline Lejeune
  • Milie Gudabie
  • Arnold Vogler

Arbitri[modifica | modifica sorgente]

  • Dietrich Frenzen
  • Cyprien Alesi
  • Erika Ostensen

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nella coppa del mondo vi è la possibilità di avere una seconda palla di fuoco.
  • È il primo gioco di Harry Potter in multiplayer: due giocatori possono giocare uno contro l'altro sia su PC che su console.
  • È possibile collezionare le carte di Quidditch, che vengono regalate ad ogni vittoria: ad ogni carta conquistata si ha accesso a nuove tattiche o a nuove sezioni del gioco.