Gianluca Tusco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gianluca Tusco, pseudonimo di Gianluca Pezzodipane (Pesaro, 18 marzo 1962), è un doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'attore e doppiatore Marcello Tusco, Gianluca Tusco intraprende la carriera di attore teatrale nel 1972, esibendosi in numerosi spettacoli, alcuni dei quali anche a fianco del proprio padre. A partire dal 1976 inizia a dedicarsi in maniera continuativa al doppiaggio, effettuato in particolare presso la Cine Video Doppiatori, della quale poi diverrà socio[1].

Tra gli attori doppiati in campo cinematografico sono presenti John Cusack, Forest Whitaker, Rory Cochrane, Steve Coogan, Josh Lucas e James Spader, ma anche – tra i numerosi altri – Christopher Atkins in Laguna blu, Matt Damon in Scuola d'onore, Brad Dourif ne Il signore degli Anelli, Liam Neeson in Mariti e mogli e John Stockwell in Christine - La macchina infernale; nel campo televisivo è ricordato per il doppiaggio di Richard Harrison in Affari di famiglia e di Adam Savage in MythBusters - Miti da sfatare, oltre che per essere dal 2001 il narratore italiano della serie-documentario Come è fatto. Nel campo dell'animazione ha dato la voce a Pat Clifton e Sam, rispettivamente protagonisti de Il postino Pat e Sam il pompiere.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Pesaro, risiede tuttavia a Roma fin dall'età di tre anni in seguito al trasferimento della famiglia; è sposato e ha un figlio[2].

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enciclopedia del doppiaggio, Intervista a Gianluca Tusco (2021), su youtube.com, 2 ottobre 2021. URL consultato il 21 aprile 2022.
  2. ^ Benedetta Andreoli, La voce delle star, su issuu.com, In Magazine, 2015, pp. 34-36. URL consultato il 21 aprile 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]