Daniela Calò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Daniela Calò (Sava, 17 maggio 1970) è un'attrice e doppiatrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di Sava, in provincia di Taranto, è torinese di adozione, dove frequenta il corso di recitazione e dizione del Teatro Nuovo sotto la direzione di Enza Giovine[1].

Ha legato la sua voce all'attrice Evangeline Lilly nei panni di Hope van Dyne nei film della Marvel Cinematic Universe, di Tauriel in Lo Hobbit e soprattutto di Kate Austen nell’acclamata serie tv Lost per la quale ha vinto nel 2006 il premio Anello d'Oro, attribuito dal Festival del Doppiaggio Voci nell'Ombra come miglior voce femminile.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Stanno suonando la nostra canzone, di Alberto Gozzi, regia di Carlo Vergnano (Radio2 Rai, 1995)
  • I misteri della notte, di Alberto Gozzi, regia di Vittorio Attamante (Radio2 Rai)
  • Onde, di Dario Voltolini, regia di Carlo Vergnano (Radio2 Rai, 1996)
  • Tutti per uno, di Alberto Gozzi, regia di Donatella Botta (Radio2 Rai, 1996)
  • Il sentiero della lucertola, testo e regia di Alberto Gozzi (Radio3 Rai, 1997)
  • Un'estate in giallo: alta stagione, testo e regia di Alberto Gozzi (Radio2 Rai)
  • I segreti di San Salvario, di Piero Soria, regia di Carlo Vergnano (Radio2 Rai, 1997)
  • La mia conversione, da Mirabeau, di Enzo Papetti, regia di Carlo Vergnano
  • Battibecco, di Nico Orengo, regia di Carlo Vergnano (Radio2 Rai)
  • Best seller, testo e regia di Alberto Gozzi (Radio2 Rai)
  • A voi la linea, regia di Donatella Botta
  • Il demone meschino, di Fëdor Sologub, regia di Carlo Vergnano
  • Pausa di riflessione, di Andrea Barzini, regia di Carlo Vergnano
  • La filosofia e il boudoir, di Giuseppe Merlino, regia di Carlo Vergnano
  • La scala per l'inferno, di Valerio Evangelisti, regia di Massimo Guglielmi (Radio2 Rai, 1998)
  • Cercando Asia, testo e regia di Ida Bassignano (Radio2 Rai, 2001)
  • Studio azzurro, testo e regia di Ida Bassignano (Radio2 Rai)
  • Diabolik, di Elena Delmastro e Arturo Villone, regia di Arturo Villone (2002)
  • 102 minuti a Ground Zero: ultime voci dalle Twin Towers, testo e regia di Massimo Guglielmi (Radio2 Rai, 2002)
  • Il terzo gemello, di Ken Follett, regia di Massimo Guglielmi (Radio2 Rai, 2002)
  • L'amante di Lady Chatterley, di D.H. Lawrence, regia di Beppe Navello (Radio2 Rai, 2003)
  • Mata Hari, testo e regia di Arturo Villone (Radio2 Rai, 2003)
  • I tre moschettieri (Radio2 Rai, 2004)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]