Il Grinch (film 2018)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Grinch
TheGrinchMovie2018.png
Il Grinch in una scena del film
Titolo originaleThe Grinch
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata86 min
Rapporto2,39:1
Genereanimazione, commedia, fantastico, avventura
RegiaYarrow Cheney, Scott Mosier
Soggettodal racconto di Dr. Seuss
SceneggiaturaMichael LeSieur
ProduttoreChris Meledandri, Janet Healy, Scott Mosier
Produttore esecutivoAudrey Geisel, Chris Renaud
Casa di produzioneUniversal Pictures, Illumination Entertainment
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
MontaggioChris Cartagena
MusicheDanny Elfman
Art directorColin Stimpson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il Grinch (The Grinch) è un film d'animazione del 2018 diretto da Yarrow Cheney e Scott Mosier.

Basato sull'omonimo racconto del 1957 scritto dal Dr. Seuss, la pellicola è prodotta dalla Illumination Entertainment e vede Benedict Cumberbatch come voce del protagonista nella versione originale. È stato distribuito negli Stati Uniti il 9 novembre 2018, mentre nelle sale italiane è uscito il 29 novembre 2018. Esso è distribuito dalla Universal Pictures, anche in RealD 3D e IMAX 3D.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Grinch detesta il Natale da 53 anni per due motivi: il primo, quello meno immaginabile, è perché ha il cuore di due taglie in meno, il secondo è che non è mai riuscito a passarlo con qualcuno quando era un povero ragazzino solo nell'orfanotrofio di Chissà, una cittadina invernale che si trova all'interno di un fiocco di neve, abitata dai Chi Sà, creature che festeggiano con grande sfarzo il Natale. Volendosi isolare da questa tanto odiata festa, il Grinch si rifugia nel Monte Crumpit, la montagna più grossa della città, in compagnia del cane Max, ma la gioia del Natale continua a raggiungerlo.

Il 20 dicembre, scendendo in città per delle compere, il Grinch incontra Cindy Chi Lou, una dolce ragazzina alla ricerca della sua lettera per Babbo Natale, in quanto contiene una richiesta davvero importante per lei. Volendo infrangere ogni sua speranza, il Grinch le dice che, se la richiesta nella letterina è così importante, dovrebbe parlarne di persona con Babbo Natale, ma che nessuno l'ha mai visto. Questo non demoralizza Cindy, anzi, con i suoi amici Izzy, Ozzy e Axl organizza una trappola per poter fermare Babbo Natale e dirgli del desiderio nella sua lettera.

Sulla via del ritorno, il Grinch viene colpito da una delle decorazioni del suo vicino, il sempre allegro Bricklebaum, il quale lo informa che le tante e esagerate decorazioni sono un'idea del sindaco: un Natale tre volte più grande. Inizialmente, il Grinch crede si tratti di uno scherzo, ma quando il trasporto di un enorme abete, che quasi gli demolisce la casa, il Grinch cerca di buttare ai Chi, dal monte, un'enorme palla di neve con una catapulta, ma il suo piano gli si ritorce contro, facendolo catapultare a Chissà e facendogli rievocare i tristi ricordi dell'orfanotrofio. Arrabbiato e infastidito più che mai, decide di rubare ai Chi il loro Natale ed eliminarlo.

Affinché il suo piano riesca, il Grinch prepara tutto il necessario per emulare Babbo Natale, cominciando con il catturare una renna di nome Fred che addestra per poter fargli fare la parte di Rudolph. Dopo essersi fatto un costume da Babbo Natale come travestimento, il Grinch, assistito dai suoi animali, ruba a Bricklebaum una slitta tra le sue decorazioni e si mette a creare un mucchio di congegni per facilitare il suo piano.

Arriva la vigilia e il Grinch attacca la slitta a Fred, ma questi gli fa capire che vorrebbe passare la serata con la sua famiglia e, a malincuore, il Grinch lascia andare l'alce e mette Max a guida della slitta, che il piccolo cane trascina coraggiosamente a valle. Nella notte, il Grinch e Max derubano tutti i Chi dei loro regali, decorazioni e anche delle cibarie delle tradizioni natalizie. Mentre deruba l'ultima casa, il Grinch viene catturato da Cindy Chi Lou, che, non riconoscendolo, libera "Babbo Natale" e gli dice il desiderio della sua letterina: far sì che la madre abbia più tempo da passare con lei. La richiesta stupisce non poco il falso Babbo Natale, che promette falsamente di realizzare il desiderio, per poi mandarla a letto e finire il lavoro.

Trascinata la slitta fino alla cima del Monte Crumpit, il Grinch si appresta a buttare la sua refurtiva dal monte. A valle, i Chi si svegliano e vedono il misfatto ma, dopo aver superato lo choc, la madre di Cindy ricorda che non servono i regali o le decorazioni per il Natale: basta passarlo solo con i propri cari. I Chi si mettono a cantare le carole di Natale e i canti arrivano anche al Grinch, che stupito, si ferma dal buttare il Natale giù dal monte, realizzando anche lui, per la prima volta, il vero significato del Natale, decidendo di non distruggere il Natale ai Chi. Ma il vento rischia di buttare la slitta giù dalla cima, ma il Grinch, aiutato da Fred e la sua famiglia, riesce a salvare la refurtiva e a riportarla a valle, scusandosi con i Chi.

Intanto, la madre di Cindy, l'organizzatrice delle festività di Chissà, grazie al furto del Grinch non doveva più occuparsi del suo lavoro e poteva passare tempo con la figlia. Cindy, felice che il Grinch/Babbo Natale le abbia esaudito il suo desiderio lo invita a casa sua per la cena.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Su Rotten Tomatoes ha una percentuale del gradimento del 58% con un voto medio di 5.9/10 basato su 69 critiche. Su Metacritic ha un punteggio del 50 su 100 sulla base di 28 recensioni che indica come “recensioni miste o medie”.

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di $ 75 milioni, Il Grinch della Illumination ha incassato $ 270,410,555 in patria, più altri $ 238,300,000 nel resto del mondo. Il totale attuale è di $ 508,710,555.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • I produttori del film hanno fatto più volte riferimento agli altri lavori di Dr. Seuss e ai precedenti film del Grinch specialmente al celebre classico con Jim Carrey.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Justin Kroll, Illumination's ‘The Grinch’ Pushed Back to 2018 (Variety), 7 giugno 2016. URL consultato il 7 giugno 2016.
  2. ^ Flicks And The City, 17 EASTER EGGS You Missed in THE GRINCH!, 11 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5209151002115430280001 · LCCN (ENno2018134188 · WorldCat Identities (ENno2018-134188