Il Re Scorpione 2 - Il destino di un guerriero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Re Scorpione 2 - Il destino di un guerriero
Vlcsnap-2009-09-09-18h58m43s41.png
Titolo originale The Scorpion King 2: Rise of a Warrior
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Sudafrica, Germania, Italia
Anno 2008
Durata 109 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,78:1
Genere avventura, azione
Regia Russell Mulcahy
Soggetto Stephen Sommers
Sceneggiatura Randall McCormick
Produttore Stephen Sommers
Produttore esecutivo Lisa Gooding, Patti Jackson
Casa di produzione ApolloMovie Beteiligungs, Film Afrika Worldwide, Universal Pictures
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Glynn Speeckaert
Montaggio John "Gilly" Gilbert
Effetti speciali Tyrell Kemlo, Anton Voster
Musiche Klaus Badelt
Scenografia Tom Hannam
Costumi Dianna Cilliers
Trucco Megan Tanner
Interpreti e personaggi

Il Re Scorpione 2 - Il destino di un guerriero (The Scorpion King 2: Rise of a Warrior) è un film d'azione direct-to-video del 2008, diretto da Russell Mulcahy.

È il prequel del film Il Re Scorpione, e a differenza del predecessore è stato distribuito per il mercato home video.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Mathayus (Michael Copon) vive in un popolo sottomesso dalla dittatura di Re Sargon (Randy Couture), un perfido tiranno che possiede poteri soprannaturali. Mathayus si ribella alla volontà del re ma questi, usando i suoi poteri, ucciderà suo padre e in seguito anche suo fratello Noah. Sconvolto dal dolore Mathayus intraprende un lungo viaggio per scendere negli inferi accompagnato da un intellettuale greco, dove troverà la spada di Damocle, l'unica arma esistente sulla terra che possa sconfiggere l'invincibile re dotato di grandi poteri magici donatigli dalla dea degli Inferi, Astarte. Una volta in possesso di tale spada, Mathayus ingaggia un duro duello con Sargon il quale, alla fine, vedendosi sconfitto, si trasforma in un gigantesco scorpione nero e inizia ad attaccare il giovane, ma Mathayus ha la meglio su di lui e alla fine lo ucciderà. Restituisce poi la spada agli inferi.[1]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Ad agosto 2007 l'attore Dwayne Johnson ha annunciato di non essere presente nel prequel.

Nello stesso mese il campione dell'Ultimate Fighting Championship, Randy Couture, è stato assunto nel ruolo di antagonista e, l'attore Michael Copon nel ruolo di protagonista.[2]

Le riprese del film sono iniziate il 1º ottobre 2007 nei vari set postati a Città del Capo (Sudafrica).[1]

Errori[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel corso della storia, lo scrittore greco Aristofane, detto Ari (che per altro si accanisce invidiosamente contro il celebre commediografo Aristofane), dichiara di conoscere l'entrata negli Inferi grazie alla guida illustrata dello scrittore Erodoto nelle sue Storie. Ciò comporta un errore nell'ambientazione della trama del film, giacché nella pellicola precedente la voce narrante parlava dello svolgersi delle vicenda centinaia di anni prima della nascita del popolo d'Egitto, ossia molto prima del 3000 a.C., mentre Erodoto era vissuto solo nel IV secolo a.C..
  • Mathayus verso la metà del film deve combattere con il celeberrimo Minotauro di Creta presso un labirinto sotterraneo. La scena è ripresa dal mito greco di Teseo, il vero uccisore per eccellenza del Minotauro, aiutato dalla principessa Arianna con il suo filo.
  • Layla nel labirinto del Minotauro sia nella versione originale che nel doppiaggio italiano esclama "O.K.".

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Naxos era una colonia Greca, precisamente Calcidese, situata nel territorio dell'attuale provincia di Messina. Questo fa quindi intuire che il film sia stato girato in Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Il prequel del Re Scorpione in cantiere, ComingSoon, 18-10-2007. URL consultato il 18-01-2008.
  2. ^ (EN) Info sul film, Dark Horizons. URL consultato il 18-01-2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema