Robert Hardy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Timothy Sidney Robert Hardy (Cheltenham, 29 ottobre 1925) è un attore britannico.

È un noto attore di cinema, teatro e televisione. È anche un esperto di longbow.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hardy è nato a Cheltenham, nel Gloucestershire, da Jocelyn Dugdale ed Henry Harrison Hardy, che era il preside del locale College. Frequentò la famosa la Rugby School, dove si narra nacque il gioco del rugby e che fu frequentata da illustri personaggi come Lewis Carroll, Neville Chamberlain, Salman Rushdie e molti altri. Fu durante la rappresentazione dell'Enrico V che Hardy sviluppò un interesse nelle strategie militari medievali, questa passione fu tale da spingerlo a scrivere e realizzare un acclamatissimo documentario sulla Battaglia di Azincourt.

Successivamente proseguì gli studi al Magdelen College dell'Università di Oxford dove, dopo l'interruzione per prestare il servizio militare nella Royal Air Force, conseguì il Bachelor of Arts con Honours Degree in Inglese. Al Magdelen College conobbe Richard Burton, con il quale ha stretto una forte amicizia.[1] In un'intervista radiofonica per la BBC definì "squallida" la sua esperienza universitaria, in quanto il suo reale interesse era per la storia medievale. Conserva però ottimi ricordi dello studio di C. S. Lewis e di J. R. Tolkien.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Hardy iniziò come attore classico, interpretando Sicinio nel 1959 accanto a Laurence Olivier nel Coriolano, diretto da Peter Hall a Stratford-upon-Avon. In seguito apparve nell'Enrico V di Shakespeare sia a teatro sia nello sceneggiato televisivo An Age of Kings (1960), successivamente fu Coriolano in The Spread of the Eagle (BBC, 1963) e Sir Toby Belch per il BBC Television Shakespeare nel 1980.

In TV[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni, Hardy ha recitato in numerosi ruoli anche televisivi. Il suo primo ruolo continuativo è stato nella parte dell'uomo d'affari Alec Stewart nella pluripremiata serie televisiva britannica The Trobleshooters per la BBC (1966-1970). Hardy ottenne ulteriore fama dalla sua interpretazione dell'ambiguo sergente dell'Abwehr Gratz nella serie di guerra Manhunt della London Weekend Television. Nel 1975 interpretò il principe Alberto nel serial televisivo di 13 ore Edoardo VII principe di Galles.

Grandissimo successo ebbe nell'interpretazione del veterinario Siegfried Farnon nella longeva serie Creature grandi e piccole (1978-1990), tratta dai racconti di James Herriot.

Nella commedia della ITV Hot Metal (1986-88) Hardy interpretava due ruoli: quello del direttore di una rivista, Twiggy Rathbone (ispirato nemmeno troppo velatamente a Rupert Murdoch) e quello del suo sfruttato editore, Russell Spam.

Nel 1993 Hardy apparve nell'episodio "Twilight of the Gods" della serie Ispettore Morse nella parte di Andrew Baydon, un imprenditore di successo dall'oscuro passato di guerra. Nel 2002 interpretò l'eccentrico professor Neddy Welch nella co-produzione WTTV/WGBH Boston Lucky Jim, tratta da un racconto di Kingsley Amis. Nel 2010 Hardy recitò la parte di Sir Malcolm nell'episodio "Dark Matter" della serie Lewis.

Hardy detiene il "primato" per aver interpretato sia Winston Churchill che Franklin D. Roosevelt, entrambi in più di un'occasione. La principale interpretazione di Churchill la fece in Winston Churchill: The Wilderness Years (1981), per il quale vinse il premio BAFTA; ulteriori interpretazioni furono in Un messaggio dagli spiriti, Bomber Harris e War and Remembrance. Recitò invece nella parte di Roosevelt nella serie BBC Bertie and Elizabeth e nella mini-serie francese Le Grand Charles sulla vita di Charles de Gaulle.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Sul grande schermo ha recitato con Richard Burton nel celebre La spia che venne dal freddo (1965). Più recentemente ha interpretato il Ministro della Magia Cornelius Caramell nel secondo (2002), terzo (2004), quarto (2005) e quinto (2007) capitolo della saga di Harry Potter.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

In radio ha interpretato Lord Malan in His Master's Voice.

Sempre in radio, la sua interpretazione vocale di Robin Hood in Tale Spinners For Children, un LP degli anni Sessanta, è considerata tra le migliori interpretazioni di Robin Hood di sempre.[3] La sua voce fu anche quella di D'Artagnan ne I tre moschettieri e quella di Frédéric Chopin in The Story of Chopin.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1952 si è sposato con Elizabeth Fox (figlia di Sir Lionel Fox), dalla quale ha divorziato nel 1956: da questo matrimonio è nato il figlio Paul.

Nel 1961 ha sposato la costumista Sally Pearson (figlia di Gladys Cooper e cognata di Robert Morley) dalla quale ha divorziato nel 1986: da questo matrimonio sono nate Emma e Justine.

Hardy era amico intimo dell'attore Richard Burton, che aveva conosciuto a Oxford. Al Cheltenham Literature Festival del 2012 raccontò alcuni ricordi della loro amicizia durante i tempi di guerra e lesse degli estratti del diario di Burton, appena pubblicato.

Durante l'interpretazione dell'Enrico V di Shakespeare, Hardy cominciò ad interessarsi di guerre medievali ed in seguito scrisse e presentò in televisione un documentario di successo con soggetto la battaglia di Azincourt, avvenuta durante la guerra dei cent'anni. In questa battaglia gli inglesi per l'ultima volta usarono il longbow (letteralmente "arco lungo"), che si rivelò fondamentale per supplire all'inferiorità numerica in battaglia, in uno scontro di una certa portata. Hardy è un riconosciuto esperto di quest'arma: ha scritto due libri sul longbow, Longbow: A Social and Military History e The Great Warbow; From Hastings to the Mary Rose[4] con Matthew Strickland. È stato uno degli esperti consultati dagli archeologi che hanno studiato la Mary Rose.

Dal 1988 al 1990 è stato Maestro della Venerabile Compagnia di Bowers della Città di Londra. Nel 1996 è stato eletto a membro della Society of Antiquaries of London.

Nel febbraio del 2013 si incrinò le costole a seguito di una caduta e fu costretto a rinunciare suo ruolo di Winston Churchill nella commedia The Audience di Peter Morgan.[5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981 Robert Hardy è stato insignito del titolo di "Commendatore dell'Ordine del Impero Britannico".

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 1981

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A word & whisky with Robert Hardy, oxfordstudent.com. URL consultato il 30 settembre 2015.
  2. ^ Robert Hardy, Desert Island Discs - BBC Radio 4, su BBC. URL consultato il 30 settembre 2015.
  3. ^ "Tale Spinners for Children: Robin Hood" UAC 11001: "Starring Robert Hardy as Robin Hood with the Famous Theater Company and the Hollywood Studio Orchestra"; cf. also Arts Reformation
  4. ^ Sutton Publishing 2005. ISBN 0-7509-3167-1 ISBN 978-0-7509-3167-0
  5. ^ Robert Hardy withdraws from Churchill role in Helen Mirren play - BBC News, bbc.com. URL consultato il 30 settembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN107601877 · LCCN: (ENn88051162 · ISNI: (EN0000 0001 1479 6490 · GND: (DE17215149X · BNF: (FRcb140712348 (data)