Saltrio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saltrio
comune
Saltrio – Stemma
Saltrio – Veduta
via Viggiù
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Maurizio Zanuso (lista civica Indipendenti) dal 05/06/2016 - 1º mandato
Territorio
Coordinate 45°52′N 8°55′E / 45.866667°N 8.916667°E45.866667; 8.916667 (Saltrio)Coordinate: 45°52′N 8°55′E / 45.866667°N 8.916667°E45.866667; 8.916667 (Saltrio)
Altitudine 543 m s.l.m.
Superficie 3,44 km²
Abitanti 3 062[1] (31-12-2010)
Densità 890,12 ab./km²
Comuni confinanti Clivio, Viggiù, Arzo (CH-TI)
Altre informazioni
Cod. postale 21050
Prefisso 0332
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012117
Cod. catastale H723
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 796 GG[2]
Nome abitanti saltriesi
Patrono Gervaso e Protaso
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Saltrio
Saltrio
Saltrio – Mappa
Posizione del comune di Saltrio nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Saltrio (dal latino "saltus", cioè "bosco" - Saltri in dialetto varesotto) è un comune italiano di 3.062 abitanti, della provincia di Varese in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Saltrio è stata frazione di Viggiù dal 1809 al 1815 e dal 1928 al 1953, per decreti di Napoleone e Mussolini.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa dei SS. Gervaso e Protaso
  • Chiesa di San Giorgio
  • Cappella della SS. Trinità

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Marinoni (XVI secolo), sede della biblioteca comunale.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Banda musicale[modifica | modifica wikitesto]

  • Filarmonica Saltriese

La Filarmonica Saltriese è stata fondata nel 1881: da allora prosegue la propria attività armonizzando tradizione ed innovazione, contribuendo alla formazione della sensibilità musicale fra i cittadini. In Saltrio partecipa alle celebrazioni pubbliche, civili e religiose ed è protagonista oltre che promotrice di importanti appuntamenti musicali di cui i più importanti sono il “ Concerto di Primavera “ ed il “ Concerto di Gala". Si è cimentata con successo in diversi concorsi bandistici nazionali ed internazionali classificandosi al terzo posto al Concorso Nazionale “La Banda dell'anno” (Pesaro 1995 – 2a categoria), al terzo posto al Concorso Nazionale “Giovanni Panzini” (Torino 1996 – 2a categoria) e ha ottenuto un lusinghiero primo posto nella 2a Categoria al Concorso Cantonale delle Musiche tenutosi al Palazzo dei Congressi di Lugano (CH, 2009). Nel 2010 ottiene un eccellente primo posto nella 1a Categoria al Concorso Internazionale “ Flicorno d'Oro “ di Riva del Garda (TN). Nel 2014 ottiene un ottimo secondo posto al Concorso Cantonale delle Musiche tenutosi a Bellinzona in Prima Categoria. È composta da circa 60 elementi, molti dei quali si sono avvicinati alla musica grazie ai corsi interni di formazione musicale promossi dalla Filarmonica. Dal 1982 è diretta artisticamente dal M° Glauco Zanoni, e dal 2007 è presieduta dal Sig. Elio Trentini.

Artisti[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni storiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Valmeggia
  • Val da grom

Nel 2005 viene fondato il rione San Giorgio, dall'unione dei due precedenti rioni.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

  • Strada Provinciale 9 Italia.svg SP 9dir del Molino dell'Oglio
  • Strada Provinciale 9 Italia.svg SP 9dir 1 del Grigio di Saltrio

Valichi di frontiera[modifica | modifica wikitesto]

  • Valico di Arzo

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è per il 50% montano, culminante col monte Pravello (1.015 m s.l.m.) e la restante parte collinare e pianeggiante, occupata dal centro abitato posto a 543 m s.l.m..

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La stazione meteorologica più vicina è quella di Cuasso al Monte. In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +1,8 °C; quella del mese più caldo, luglio, è di +20,1 °C.

Le precipitazioni medie annue sono superiori ai 2.100 mm, mediamente distribuite in 99 giorni, e presentano con picco primaverile ed autunnale e minimo relativo invernale[4].

CUASSO AL MONTE Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 4,7 5,8 9,2 13,7 18,5 22,4 25,3 23,1 19,3 15,3 9,3 5,9 5,5 13,8 23,6 14,6 14,4
T. min. mediaC) −1,2 −0,4 2,0 5,4 9,4 12,6 15,0 14,0 11,5 8,2 3,6 −0,1 −0,6 5,6 13,9 7,8 6,7
Precipitazioni (mm) 137 114 191 183 250 209 147 198 237 157 235 71 322 624 554 629 2 129
Giorni di pioggia 4 6 7 9 11 11 10 12 9 7 9 4 14 27 33 25 99
Eliofania assoluta (ore al giorno) 3,4 3,7 4,4 4,9 5,4 6,2 7,4 6,1 5,0 4,6 3,2 3,0 3,4 4,9 6,6 4,3 4,8

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione appartiene linguisticamente al lombardo. Il principale dialetto è il lombardo occidentale.

Immigrazione straniera[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2007 a Saltrio risultano residenti 87 cittadini stranieri. Le nazionalità principali sono:[6]

Religione e problema della pieve[modifica | modifica wikitesto]

La maggioranza della popolazione è di religione cristiana appartenenti principalmente alla Chiesa cattolica; il comune ha quattro edifici di culto amministrati da una sola parrocchia dei Santi Gervaso e Protaso, e appartiene oggi all'Arcidiocesi di Milano, ma la sua storia è del tutto particolare: Saltrio è appartenuta fin dal Medioevo alla Diocesi di Como, tanto che nel borgo è in uso il rito romano, rappresentata in loco dal prevosto di Riva San Vitale attraverso la vicina Arzo. L'anomalia si generò nel 1516 allorquando, in seguito al Trattato di Friburgo, tutto il resto del territorio plebaneo passò alla Svizzera: quando nel 1884 il governo svizzero decise la nazionalizzazione delle istituzioni religiose, e fu creata la Diocesi di Lugano, Saltrio si trovò isolata dalla propria diocesi e, caso unico in Lombardia, priva di un prevosto di riferimento. Alla situazione si cercò di mettere una pezza dichiarando il paese vicariato foraneo di sé stesso, ma fu solo nel 1982 che Carlo Maria Martini mise ordine al problema cambiando diocesi alla parrocchia uniformandola a quelle italiane ad essa circostanti.

L'altra confessione cristiana presente è quella evangelica dal 1950 circa, con una comunità:

  • Chiesa Evangelica Pentecostale

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio fa parte della Comunità Montana del Piambello.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Piscina comunale gestita da Lombardia Nuoto
  • Palestra A.R.S Saltrio[7].
  • Tiro con l'arco - società arcieri Valceresio

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN243880636