Comerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la città portoricana, vedi Comerío.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'azienda meccanica, vedi Comerio Ercole (azienda).
Comerio
comune
Comerio – Stemma Comerio – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Silvio Aimetti (lista civica Il gelso) dal 05-06-2016, 2º mandato
Territorio
Coordinate 45°50′N 8°44′E / 45.833333°N 8.733333°E45.833333; 8.733333 (Comerio)Coordinate: 45°50′N 8°44′E / 45.833333°N 8.733333°E45.833333; 8.733333 (Comerio)
Altitudine 380 m s.l.m.
Superficie 5,55 km²
Abitanti 2 668[1] (31-12-2010)
Densità 480,72 ab./km²
Frazioni Casa Muro, Villa Laughier, Vigne, Chignolo, Oroco, Picca, Quarte, Mattello, C.na Campi, Caddè, Cavernago, Grotta del Remeron, Grotta della Scondurava, Grotta del Motterello, Motterello, Punta Merigett
Comuni confinanti Barasso, Castello Cabiaglio, Cuvio, Gavirate
Altre informazioni
Cod. postale 21025
Prefisso 0332
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012055
Cod. catastale C922
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti comeriesi
Patrono santi Ippolito, Cassiano e Celso
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Comerio
Comerio
Comerio – Mappa
Posizione del comune di Comerio nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Comerio (Cumér in dialetto varesotto[2]) è un comune di 2.668 abitanti della provincia di Varese, in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel IV secolo a.C. la zona venne raggiunta dai Celti che scelsero la posizione strategica, posta tra Milano e il Lago Maggiore e di Como, per fondare l'agglomerato di "Kunmaer", primo nome dato all'insediamento. Il nome mutò negli anni in "Gunmeri", "Gomeri", "Gomera", "Gomero" e nel periodo comunale "Comero", ed infine nell'attuale "Comerio".[3]

Nel 1946 venne fondata dall'imprenditore milanese Giovanni Borghi la "SIRI", meglio conosciuta come Ignis, azienda specializzata nella produzione di elettrodomestici. Acquisita nel 1972 dalla multinazionale Olandese Philips, divenne proprietà della statunitense Whirlpool nel 1991.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il tram a Comerio

Fra il 1914 e il 1940 Comerio ospitò una fermata della tranvia Varese-Angera, gestita dalla Società Anonima Tramvie Orientali del Verbano (SATOV)[4].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo fascista il comune si allargò, annettendo temporaneamente Barasso e Luvinate.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il Tennis Club di Comerio con Fausto Gardini, Nicola Pietrangeli, Orlando Sirola, ha vinto il campionato italiano maschile a squadre nel 1961 e 1962.

Nel 1958 Comerio è stata sede di arrivo della 2ª tappa del Giro d'Italia.

Tappe del Giro d'Italia con arrivo a Comerio
Anno Tappa Partenza km Vincitore di tappa Maglia rosa
1958 Varese (cron. individuale) 26 Italia Ercole Baldini Italia Ercole Baldini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 223.
  3. ^ Storia di Comerio, comune.comerio.va.it. URL consultato il 22 maggio 2014.
  4. ^ Maurizio Miozzi, Le tramvie del varesotto, Pietro Macchione, Varese, 2014. ISBN 978-88-6570-169-0
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]