Fausto Gardini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fausto Gardini
Fausto Gardini.jpg
Nazionalità Italia Italia
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Nazionale
1952-1963 Italia Italia
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (1953)
Francia Roland Garros QF (1953)
Regno Unito Wimbledon 4T (1951)
Stati Uniti US Open
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1953)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 2T (1953)
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al luglio 2014

Fausto Gardini (Milano, 8 marzo 1930Forte dei Marmi, 17 settembre 2008) è stato un tennista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

« In uno sport fatto di silenzi e di gesti bianchi, lui sembrava un direttore d’orchestra: esigeva il silenzio. Chiedeva l’applauso. La gente obbediva. (...) Spaventava i giudici di linea. Dominava psicologicamente gli avversari.[1] »
(Nicola Pietrangeli)

Da junior ha vinto due titoli italiani juniores di doppio, in coppia con Gianni Clerici, nel 1947 e 1948. Nel 1952, venne inviato dalla Federazione in California, insieme a Merlo, per migliorare il gioco; fu allenato da Mark Tennant che gli fece disputare anche alcuni incontri con i fuoriclasse Jack Kramer e Pancho Gonzales, già passati al professionismo[2]. Poi è stato, negli anni cinquanta e negli anni sessanta uno dei migliori tennisti italiani, nel periodo di Nicola Pietrangeli, Orlando Sirola e Beppe Merlo.

La sua vittoria più importante è stata nel singolare degli Internazionali d'Italia, nel 1955, ottenuta in maniera rocambolesca contro Beppe Merlo. Nella finale infatti, Merlo, in vantaggio per due set a uno, con due match point nel quarto set, fu colpito dai crampi; in tali condizioni, dopo essersene procurato inutilmente un terzo, fu costretto al ritiro, sul 6-6, lasciando la vittoria "a tavolino" al tennista milanese[3].

Nei tornei del Grand Slam, Gardini non è mai andato oltre i quarti di finale, raggiunti al Roland Garros nel 1953, nell'unica volta in cui fu classificato tra le teste di serie (la n. 8) di tale torneo. A Wimbledon[4], si è fermato agli ottavi di finale nel 1951[4], sconfitto da Frank Sedgman. Ha vinto, tuttavia, il Torneo di San Paolo del Brasile e di Algeri, nel 1951, i tornei di Barcellona e di Montevideo, nel 1954 e quelli di Alessandria d'Egitto e Il Cairo, nel 1955.

Dopo aver conquistato il titolo italiano di singolare ininterrottamente dal 1951 al 1955, decise di abbandonare il tennis, ancora venticinquenne, per dedicarsi alla professione di avvocato e alla famiglia[1].

Solo nel 1960, ha ripreso l'attività agonistica, in un ambiente ormai dominato dalla personalità di Nicola Pietrangeli, fresco vincitore al Roland Garros, in singolare e nel doppio, con Orlando Sirola. Nel 1961 fu schierato in Coppa Davis come secondo singolarista fino alla finale interzone[5]. Contribuì al successo italiano nella finale europea contro la Svezia, svoltasi nei campi milanesi dove era osannato, condizionando sfacciatamente i giudici, tutti italiani, nell'incontro decisivo contro Ulf Schmidt[6]. Per la finalissima, nella trasferta australiana, gli venne preferito Sirola, ritenuto più affidabile sulle superfici erbose.

Si prese, comunque, la soddisfazione di vincere ancora due volte il titolo di Campione italiano, nel 1961 e nel 1962, battendo, in entrambi i casi, Nicola Pietrangeli. All'inizio del 1964, si è ritirato definitivamente dall'attività agonistica.

In Coppa Davis ha disputato complessivamente 38 incontri, dal 1952 al 1963, con 29 vittorie; è stato, poi, sette volte capitano non giocatore, tra il 1972 e il 1975.

Colto da infarto, è mancato nella sua casa di villeggiatura a Forte dei Marmi il 17 settembre 2008[7].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (21)[modifica | modifica wikitesto]

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1950 Italia Internazionali d'Italia al coperto, Genova Indoor Italia Gianni Cucelli 4-6 5-7 6-2 6-3
2. 1950 Francia Torneo Internazionale di Deauville, Deauville Indoor Francia Jean Ducos de la Haille 6-3 6-4 3-6 9-7
3. 1951 Brasile Torneo di São Paulo, San Paolo del Brasile Terra battuta Cile Andres Hammersley 3-6 7-5 6-4 4-6 6-1
4. 1951 Algeria Internazionali di Algeria, Algeri ? Francia Paul Remy 7-5 6-1 6-3
5. 1953 Italia Torneo Internazionale di Cava dei Tirreni, Cava dei Tirreni Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 6-3 6-1 6-2
6. 1953 Italia Torneo Internazionale di Venezia, Venezia Terra battuta Polonia Wladyslaw Skonecki 6-3 6-0
7. 1954 Italia Sanremo Tennis Cup, Sanremo Terra battuta Argentina Enrique Morea 6-1 2-6 6-3 6-2
8. 1954 Italia Torneo Internazionale di Venezia, Venezia Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 6-3 6-4 2-6 7-5
9. 1954 Uruguay Torneo internazionale di Montevideo, Montevideo Terra battuta Cile Luis Ayala 6-4 6-2 7-9 8-6
10. 1954 Spagna Torneo internazionale di Barcellona, Barcellona Terra battuta Jugoslavia Milan Branovic 4-6 6-3 6-1 6-1
11. 1955 Portogallo Torneo Internazionale del Nuovo Anno, Lisbona ? Stati Uniti Anthony Vincent 6-1 6-4
12. 1955 Egitto Internazionali d’Egitto, Il Cairo Terra battuta Stati Uniti Fred Kovaleski 6-4 6-2 1-6 11-9
13. 1955 Egitto Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 8-6 6-0 8-6
14. 1955 Italia Torneo Internazionale di Genova, Genova Terra battuta Stati Uniti Art Larsen 6-4 6-8 6-2 6-2
15. 1955 Italia Torneo Internazionale di Firenze, Firenze Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 3-6 3-6 6-0 6-0 rit.
16. 1955 Italia Internazionali d'Italia, Roma Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 6-1 1-6 3-6 6-6 rit.
17. 1961 Italia Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria Terra battuta Italia Sergio Tacchini 6-2 6-1 6-1
18. 1961 Italia Torneo internazionale di Viareggio, Viareggio Terra battuta Brasile Ronald Barnes 6-2 6-3 6-2
19. 1961 Italia Torneo di Lesa, Lesa Terra battuta Colombia Pato Alvarez 6-2 6-3
20. 1962 Italia Campionato partenopeo, Napoli Terra battuta Italia Sergio Tacchini 4-6 6-2 6-1 6-1
21. 1962 Italia Torneo Ignis, Comerio ? Jugoslavia Nikki Pilic 6-4 6-3 6-3

Finali perse (9)[modifica | modifica wikitesto]

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1950 Svizzera Torneo di Lugano, Lugano Terra battuta Italia Gianni Cucelli 2-6 6-2 6-3 6-2
2. 1951 Argentina Internazionali di Argentina, Buenos Aires Terra battuta Argentina Enrique Morea 6-3 6-1 6-3
3. 1953 Germania Internazionali di Germania, Amburgo Terra battuta Stati Uniti Budge Patty 6-3 6-2 6-3
4. 1954 Egitto Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta Argentina Enrique Morea 6-2 6-0 5-7 6-3
5. 1955 Italia Torneo Internazionale di Genova, Genova Terra battuta Argentina Enrique Morea 6-3 7-5 6-4
5. 1954 Tunisia Internazionali di Tunisia, Tunisi ? Stati Uniti Budge Patty 4-6 6-3 6-2 6-4
6. 1955 Italia Campionato partenopeo, Napoli Terra battuta Italia Giuseppe Merlo 6-1 6-3 6-4
7. 1955 Germania Torneo di Baden Baden, Baden Baden ? Stati Uniti Budge Patty 6-1 8-6 6-1
8. 1961 Italia Torneo Internazionale di Venezia, Venezia Terra battuta Spagna Manuel Santana 7-5 5-7 6-4 1-6 10-8
9. 1962 Italia Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria Terra battuta Australia Neale Fraser 6-3 6-3 4-6 6-3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lea Pericoli, C’era una volta il tennis. Dolce vita, vittorie e sconfitte di Nicola Pietrangeli, Rizzoli, Milano, 2007, pagg. 69-71
  2. ^ Da: Ubitennis
  3. ^ Giorgio Bellani, Stampasera 11/5/1955
  4. ^ a b Scheda di Fausto Gardini agli Internazionali di Wimbledon
  5. ^ Fausto Gardini nel sito della Coppa Davis
  6. ^ Gardini, l'idolo della folla
  7. ^ È morto l'ex campione di tennis Fausto Gardini

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN14898140 · BNF: (FRcb12778263g (data)