Giuseppe Merlo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Merlo
Beppe Merlo2.jpg
Beppe Merlo
Nazionalità Italia Italia
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Nazionale
1951-1965 Italia Italia
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros SF (1955, 1956)
Regno Unito Wimbledon 4T (1955)
Stati Uniti US Open 1T (1955)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 3T (1951, 1969)
Regno Unito Wimbledon 2T (1953)
Stati Uniti US Open
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 3T (1964)
Regno Unito Wimbledon 3T (1967)
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al luglio 2014

Giuseppe Merlo, detto "Beppe" (Merano, 11 ottobre 1927), è un ex tennista italiano, fu rivale, prima di Fausto Gardini - ma più apprezzato all'estero[chi? Gardini o Merlo?] - poi di Nicola Pietrangeli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del custode del Tennis Club di Merano, la sua carriera ha inizio quando, nel 1945, si trasferisce a Bologna per giocare nella Virtus[1]. Esordisce vittoriosamente in Coppa Davis nel 1951, contro la Polonia.

Nel 1952, viene inviato dalla Federazione in California, insieme a Gardini, per migliorare il gioco; è allenato da Mark Tennant che gli fa disputare anche alcuni incontri con i fuoriclasse Jack Kramer e Pancho Gonzales, già passati al professionismo[1]. Nello stesso anno esordisce agli Internazionali di Francia, dove è eliminato al terzo turno da Lew Hoad[2]; a Wimbledon, si ferma al primo turno[3]. Incappa nell'australiano anche l'anno dopo, agli Internazionali d'Italia e, nuovamente, al Roland Garros[4], con lo stesso esito, rispettivamente, al primo e al terzo turno. Lo stesso anno è titolare in Coppa Davis, dove l'Italia raggiunge le semifinali della zona europea[5].

Nel 1955, si trova a un passo dalla grande affermazione, agli Internazionali d'Italia. Nella finale contro Fausto Gardini, infatti, è in vantaggio per due set a uno: ha due match point sul 6-5, nel quarto set, ma viene colpito dai crampi; in tali condizioni riesce anche a procurarsene un terzo, ma inutilmente ed è costretto al ritiro, sul 6-6, in preda a una crisi di nervi[6]. Poche settimane dopo, è ammesso come testa di serie n. 7 agli Internazionali di Francia; sconfigge l'americano Vic Seixas nei quarti di finale e raggiunge le semifinali, dove perde dallo svedese Davidson[7], da lui superato qualche settimana prima, nel torneo di Roma[1]. Prima di allora, solo Giorgio De Stefani nel 1932, tra gli italiani, aveva fatto di meglio nel torneo parigino. Nello stesso anno, raggiunge il quarto turno a Wimbledon dove è eliminato dal fuoriclasse Ken Rosewall[3]. Fa un'apparizione agli Internazionali degli Stati Uniti, dove si ferma al primo turno. In Coppa Davis, Merlo è schierato sino alla vittoriosa finale della zona europea, contro la Svezia[5].

L'anno dopo raggiunge i quarti di finale agli Internazionali d'Italia. Disputa ancora uno splendido Roland Garros, dove è iscritto come testa di serie n. 5. Raggiunge nuovamente, infatti, la semifinale, dove è sconfitto solo dall'australiano Lew Hoad, poi vincitore del torneo[8] e dei due successivi tornei di Wimbledon. In Coppa Davis, è schierato anche quest'anno sino alla vittoriosa finale della zona europea, sempre contro la Svezia[5]. A ottobre, sconfigge Nicola Pietrangeli in cinque set e si laurea per la prima volta campione italiano assoluto[9].

Nel 1957, Merlo raggiunge nuovamente la finale agli Internazionali d'Italia ma, pur con i favori del pronostico[1], è sconfitto in tre soli set da Nicola Pietrangeli. Al Roland Garros è testa di serie n. 4 e raggiunge i quarti di finale[10]. È titolare nella squadra nazionale azzurra che raggiunge la finale nella zona europea[5]. Si conferma campione italiano assoluto nel singolare[9].

Agli Internazionali d'Italia del 1958, Merlo raggiunge i quarti di finale, così come agli Internazionali di Francia[11], dove è testa di serie n. 8. È schierato una sola volta, in Coppa Davis, nella facile semifinale interzone contro le Filippine. Raggiunge ancora i quarti di finale agli Internazionali d'Italia del 1959, dove è sconfitto dal cileno Ayala, che lo supera anche agli ottavi di finale del Roland Garros[12]. Nello stesso anno, raggiunge il secondo turno a Wimbledon[3] ed è schierato ancora due volte in Coppa Davis, a risultati acquisiti[5].

Nel 1960, Merlo disputa un altro splendido torneo di Roma: sconfigge l'australiano Neale Fraser nei quarti di finale e si arrende soltanto in semifinale, all'americano Barry McKay. Al Roland Garros è testa di serie n. 12 e raggiunge gli ottavi di finale[13]. Sull'erba di Wimbledon, si ferma al secondo turno[3]. A ottobre, si laurea per la terza volta campione italiano assoluto[9] ma non è titolare della squadra azzurra che, per due anni consecutivi, contende all'Australia la Coppa Davis. Gli si preferisce, anche come singolarista, infatti, Orlando Sirola, ritenuto più affidabile sulle superfici erbose[14].

Agli Internazionali d'Italia del 1961, Merlo cede soltanto ai quarti di finale al fuoriclasse Rod Laver. Non gareggia a Parigi, dove è stato testa di serie per sette anni consecutivi; perde al primo turno a Wimbledon[3]. È schierato una sola volta in Coppa Davis, a risultato acquisito[5]. Entra nei primi sedici, agli Internazionali di Francia, anche nel 1962[15].

Nel 1963, a trentasei anni, è campione italiano per la quarta volta[9]. Due anni dopo è richiamato in Coppa Davis come titolare e gioca gli ultimi due incontri[5].

Complessivamente ha giocato, con la maglia azzurra, 35 incontri di Coppa Davis, vincendone 25[5]. Ha gareggiato sino al 1970, vincendo in tutto ventidue tornei.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

« Beppe non rubò mai un punto su un campo da tennis. Andava addirittura contro il giudizio degli arbitri. Giocando con Remy, campione di Francia, sul Centrale di Roland Garros , al quinto set corresse il giudice di sedia e regalò il quindici che mandò il francese a servire per il match. Fino a quel momento aveva avuto tutto il pubblico contro. Quando Beppe vinse venne giù lo stadio.[16] »

(Nicola Pietrangeli)

Fu tra i primi al mondo ad effettuare il rovescio a due mani, colpo grazie al quale costruì un gioco di grande efficacia, integrandolo con doti naturali di precisione, resistenza e recupero[17][18].

I risultati e le sue caratteristiche tecniche, tuttavia, non gli evitarono di essere ferocemente criticato come "gracile dongiovanni della racchetta", nelle vignette satiriche del magazine "Il Guerin Sportivo"[18].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (22)[modifica | modifica wikitesto]

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1950 Italia Torneo internazionale di Trieste, Trieste ? Italia Vanni Canepele 10-12, 6-2, rit.
2. 1951 Francia Torneo del Club Gallia, Cannes Terra battuta Jugoslavia Milan Branovic 7-5, 6-2, 7-5
3. 1951 Francia Torneo internazionale di Beaulieu, Beaulieu-sur-Mer Terra battuta Francia Paul Remy 7-5, 6-2, 7-5
4. 1951 Spagna Torneo internazionale di Natale, Barcellona ? Stati Uniti Eugene Garrett 6-1 6-1 6-2
5. 1951 Spagna Torneo di Valencia, Valencia Terra battuta Stati Uniti Eugene Garrett 6-2 6-4 6-3
6. 1955 Germania Internazionali di Germania al coperto, Colonia Indoor Italia Orlando Sirola 8-6 4-6 6-3 1-6 6-3
7. 1955 Italia Campionato partenopeo, Napoli Terra battuta Italia Fausto Gardini 6-1 6-3 6-4
8. 1956 Italia Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo Terra battuta Stati Uniti Hugh Stewart 6-4 8-10 6-3 6-2
9. 1956 Italia Torneo Internazionale di Venezia, Venezia Terra battuta Egitto Jaroslav Drobny 6-4, 6-2, 6-2
10. 1957 Italia Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo (2) Terra battuta Stati Uniti Hamilton Richardson 2-6, 6-4, 6-1, 6-0
11. 1959 India India Hard Court Championships , Bombay ? India Ramanathan Krishnan 6-4, 6-3, 6-4
12. 1959 Germania Torneo di Baden Baden, Baden Baden ? Germania Rupert Huber 6-3 5-7 6-4 2-6 6-4
13. 1959 Egitto Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 4-6, 6-4, 7-5, 6-3
14. 1959 Italia Torneo Internazionale di Bologna, Bologna Terra battuta Messico Mario Llamas 8-6, 6-2, 6-2
15. 1960 Italia Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria Terra battuta Germania Peter Scholl 5-7, 9-7, 6-4, 6-4
16. 1960 Italia Torneo internazionale di Viareggio, Viareggio Terra battuta Italia Orlando Sirola 6-4, 6-3, 6-1
17. 1960 Italia Torneo di Ortisei, Ortisei Terra battuta Stati Uniti Hugh Stewart 6-1, 6-0, 6-2
18. 1960 Italia Torneo di Stresa, Stresa Terra battuta Messico Francisco "Pancho" Contreras 6-2, 8-6, 6-4
19. 1963 Italia Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria(2) Terra battuta Australia Ken Fletcher 6-4, 6-4, 7-5
20. 1967 Italia Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria (3) Terra battuta Australia Owen Davidson 4-6, 6-1, 6-4, 6-1
21. 1967 Svizzera Torneo Internazionale di Sankt Moritz, Sankt Moritz ? Ecuador Eduardo Zuleta 6-2, 6-3
22. 1969 Francia Torneo Internazionale di Beaulieu, Beaulieu-sur-Mer(2) Terra battuta Francia Bernard Montrenaud 6-2, 6-2

Finali perse (35)[modifica | modifica wikitesto]

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1950 Italia Torneo internazionale di Venezia, Venezia Terra battuta Italia Gianni Cucelli 6-1, 6-3, 2-6, 6-0
2. 1950 Spagna Torneo internazionale di Natale, Barcellona ? Spagna Pedro Masip 2-6, 7-5, 1-6, 6-2, 7-5
3. 1954 Italia Torneo internazionale di Viareggio, Viareggio Terra battuta Argentina Enrique Morea 6-4, 6-8, 6-1, 8-6
4. 1953 Turchia Torneo internazionale di Istanbul, Istanbul ? Francia Paul Remy 6-4, 6-4, 4-6, 2-6, 6-4
5. 1954 Italia Torneo di Cava dei Tirreni, Cava dei Tirreni Terra battuta Egitto Jaroslav Drobny 6-2, 6-8, 4-6, 6-4, 6-1
6. 1954 Italia Torneo di Cortina d'Ampezzo, Cortina d'Ampezzo Terra battuta Egitto Jaroslav Drobny 6-1, 6-0, 6-4
7. 1954 Italia Torneo Internazionale di Venezia, Venezia (2) Terra battuta Italia Fausto Gardini 6-3 6-4 2-6 7-5
8. 1954 Germania Torneo di Baden Baden, Baden Baden ? Egitto Jaroslav Drobny 6-2 6-3 9-11 4-6 6-2
9. 1955 Egitto Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta Italia Fausto Gardini 8-6, 6-0, 8-6
10. 1955 Italia Torneo Internazionale di Firenze, Firenze Terra battuta Italia Fausto Gardini 3-6, 3-6, 6-0, 6-0 rit.
11. 1955 Italia Internazionali d'Italia, Roma Terra battuta Italia Fausto Gardini 6-1, 1-6, 3-6, 6-6 rit.
12. 1956 Italia Campionato partenopeo, Napoli Terra battuta Australia Lew Hoad 6-2, 7-5, 8-6
13. 1956 Italia Torneo Internazionale di Viareggio, Viareggio (2) Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 5-7, 3-6, 6-1, 6-4, 6-2
14. 1956 Italia Torneo di Ortisei, Ortisei Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 3-6, 4-6, 4-6, 6-2, 6-2
15. 1957 Italia Torneo Internazionale di Firenze, Firenze (2) Terra battuta Australia Ashley Cooper 6-2 6-2 6-2
16. 1957 Italia Internazionali d'Italia, Roma (2) Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 8-6 6-2 6-4
17. 1958 Egitto Internazionali d’Egitto, Il Cairo Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 2-6, 6-2, 6-2, 6-4
18. 1958 Regno Unito British Hard Court Championship, Bournemouth Erba Regno Unito Billy Knight 5-7, 6-0, 6-2, 6-3
19. 1959 India Internazionali del Kerala, Trivandrum ? India Ramanathan Krishnan 8-6, 6-0, 6-1
20. 1959 Egitto Internazionali d’Egitto, Il Cairo (2) Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 6-2, 6-3, 6-1
21. 1959 Italia Torneo Internazionale di Catania, Catania Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 6-4, 6-2, 6-0
22. 1960 Egitto Internazionali d’Egitto, Il Cairo (3) Terra battuta Italia Nicola Pietrangeli 5-7, 6-2, 6-3, 6-3
23. 1960 Tunisia Torneo Internazionale di Tunisi, Tunisi Terra battuta Belgio Jacques Brichant 6-2, 8-10, 6-4, 3-6, 6-3
24. 1960 Italia Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo Terra battuta Messico Mario Llamas 6-4, 3-6, 6-3, 4-6, 6-2
25. 1960 Spagna Torneo Godó, Barcellona Terra battuta Spagna Andrés Gimeno 6-1, 6-2, 6-1
26. 1960 Spagna Torneo Internazionale di San Sebastián, San Sebastián Terra battuta Spagna Manuel Santana 6-3, 7-5, 6-4
27. 1960 Marocco Internazionali del Marocco, Casablanca Terra battuta Spagna Manuel Santana 1-6, 6-4, 6-4, 6-4
28. 1961 Francia Torneo internazionale di Grenoble, Grenoble Terra battuta Sudafrica Robin Sanders 3-6, 2-6, 8-6, 6-4, 6-1
29. 1961 Francia Torneo internazionale di Cannes, Cannes ? Svezia Ulf Schmidt 6-4, 4-6, 6-4, 6-0
30. 1961 Germania Torneo internazionale di Berlino, Berlino ? Australia Warren Woodcock 6-2, 0-6, 6-4, 6-?
31. 1961 Italia Torneo di Ortisei, Ortisei(2) Terra battuta Brasile Ronald Barnes 8-6, 6-1, 6-3
32. 1964 Austria Internazionali d'Austria, Vienna ? Jugoslavia Boro Jovanović 4-6, 6-3, 6-3, 6-0
33. 1964 Germania Torneo Internazionale di Düsseldorf, Düsseldorf ? Australia Ken Fletcher 9-7, 1-6, 6-2
34. 1965 Italia Torneo Internazionale di Catania, Catania (2) Terra battuta Australia Martin Mulligan 6-2, 6-3, 6-1
35. 1969 Francia Torneo di Mentone, Mentone Terra battuta Ungheria Geza Varga 6-0 7-5

Doppio misto[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (2)[modifica | modifica wikitesto]

No. Anno Torneo Superficie Compagna Avversari in finale Punteggio
1. 1958 Egitto Internazionali d’Egitto, Il Cairo Terra battuta Stati Uniti ? Stati Uniti Dorothy Knode-Head
Stati Uniti Barry McKay
?
2. 1958 Germania Internazionali di Monaco, Monaco di Baviera Terra battuta Italia Chiara Ramorino Regno Unito Angela Mortimer
Francia Robert Haillet
6-3, 6-3

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]