Bardello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bardello (disambigua).
Bardello
comune
Bardello – Stemma Bardello – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Territorio
Coordinate 45°50′N 8°42′E / 45.833333°N 8.7°E45.833333; 8.7 (Bardello)Coordinate: 45°50′N 8°42′E / 45.833333°N 8.7°E45.833333; 8.7 (Bardello)
Altitudine 263 m s.l.m.
Superficie 2,52 km²
Abitanti 1 605[1] (28-2-2017)
Densità 636,9 ab./km²
Frazioni Le Casacce, Logaccio
Comuni confinanti Besozzo, Biandronno, Bregano, Gavirate, Malgesso
Altre informazioni
Cod. postale 21020
Prefisso 0332
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012009
Cod. catastale A645
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti bardellesi
Patrono santo Stefano
Giorno festivo 26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bardello
Bardello
Bardello – Mappa
Posizione del comune di Bardello nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Bardello (Bardèl in dialetto varesotto[2]) è un comune italiano di 1.605 abitanti della provincia di Varese in Lombardia. Fa parde dell'Unione dei comuni Ovest Lago Varese.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome "Bardello" potrebbe avere due origini, la prima ipotesi è stata formulata dal linguista Dante Olivieri che sosteneva che il nome del paese derivasse dal latino "Bardellum", quindi "Bardo". La seconda ipotesi venne formulata da Luigi Brambilla che dichiarò che il nome "Bardello" derivasse dalla lingua celtica "bar" (monte) e "dello" (piccolo).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime tracce di civiltà nella zona di Bardello risalgono al Neolitico Inferiore (seconda metà del quinto millennio). Questa scoperta è stata effettuata grazie ai resti delle palafitte rinvenuti nella zona del lago. La città di Bardello era popolata anche in epoca romana, ciò è attestato da una necropoli presente nel comune.

In età Medioevale il comune di Bardello era soggetto al dominio Visconteo fino all'annessione nel XVII secolo nell'Impero spagnolo per poi passare sotto l'Impero Austro-Ungarico. Nella seconda metà del XIX secolo, il comune con tutta la Lombardia, venne annesso al Regno di Sardegna per poi diventare, nel 1861, Regno d'Italia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santo Stefano[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa del paese, costruita nella seconda metà del XVI secolo, conserva diversi affreschi in stile barocco.

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Bardello si trova sulle Prealpi Varesine, il territorio è interamente collinare ed è bagnato dal Lago di Varese. Il comune di Bardello è inoltre diviso dal comune di Gavirate dal fiume Bardello che è un emissario del Lago di Varese, esso sfocia nel Lago Maggiore nei pressi di Besozzo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1914 e il 1940 Bardello ospitò una stazione e le officine sociali della tranvia Varese-Angera, gestita dalla Società Anonima Tramvie Orientali del Verbano (SATOV)[4].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Bardello fu in provincia di Como dal 1801 al 1927.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 61.
  3. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Maurizio Miozzi, Le tramvie del varesotto, Pietro Macchione, Varese, 2014. ISBN 978-88-6570-169-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]