Castronno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castronno
comune
Castronno – Stemma Castronno – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Luciano Grandi (Lega Nord per Castronno) dal 25/05/2014 (2º mandato)
Territorio
Coordinate 45°44′N 8°48′E / 45.733333°N 8.8°E45.733333; 8.8 (Castronno)Coordinate: 45°44′N 8°48′E / 45.733333°N 8.8°E45.733333; 8.8 (Castronno)
Altitudine 325 m s.l.m.
Superficie 3,76 km²
Abitanti 5 361[1] (31-12-2010)
Densità 1 425,8 ab./km²
Frazioni Cascine Maggio, Sant'Alessandro , Collodri
Comuni confinanti Albizzate, Brunello, Caronno Varesino, Morazzone, Sumirago, Gazzada Schianno
Altre informazioni
Cod. postale 21040
Prefisso 0332
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012047
Cod. catastale C343
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti castronnesi
Patrono santi Nazario e Celso
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castronno
Castronno
Castronno – Mappa
Posizione del comune di Castronno nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Castronno (Castròn in dialetto varesotto[2]) è un comune italiano di 5.361 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Poco si conosce della storia antica dell'insediamento di Castronno di cui numerosi studiosi asseriscono origini già romane ma di cui non c'è alcuna prova giunta sino ai nostri giorni; tale ipotesi è forse stata formulata sulla base del toponimo del luogo che rimanda apertamente alla parola latina castrum che significa appunto insediamento fortificato, particolarmente comune in epoca romana appunto. Rielaborato da interventi successivi, questo castrum potrebbe essere oggi identificato col grande cascinale presente nel centro storico del paese, di cui però non si riesce a datare con precisione la data di costruzione, ma che presenta evidenti segni di fortificazione antichi.

Durante il medioevo, Castronno rimase coinvolta nella lotta tra i Torriani e i Visconti ed in quella tra Milano e Como.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso[modifica | modifica wikitesto]

All'interno vi si conservano arredi e dipinti risalenti al XVIII secolo.

Chiesa di Sant'Alessandro[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio dei Santi Pietro e Paolo[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio di San Rocco[modifica | modifica wikitesto]

Altri edifici religiosi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'abitato è presente anche una Sala del Regno dei Testimoni di Geova.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Villa Puricelli[modifica | modifica wikitesto]

Di stile liberty, Villa Puricelli venne fatta erigere all'inizio del Novecento dalla famiglia castronnese dei Puricelli, imprenditori nel campo della costruzione viaria e patron della società Italstrade che operava in tutta Europa. Il primo proprietario fu appunto Piero Puricelli, il cui nome è ancora oggi legato al progetto ed alla realizzazione della prima autostrada italiana, la Milano-Laghi.

Il villino, caratterizzata dalla struttura centrale con un ampio parco attorno, oggi è in stato di semi-abbandono.

Siti Archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Bosc di Sàss[modifica | modifica wikitesto]

Nel cosiddetto "Bosc di Sàss" a Ovest del paese, vi sono alcune incisioni rupestri di era preistorica (possibilmente risalenti o precedenti alla civiltà di Golasecca). La più rilevante è il masso denominato "del guerriero", un monumento probabilmente utilizzato un tempo come altare. Sul lato sud presenta un’incisione cruciforme di una figura antropomorfa con una linea che riproduce forse una lancia, da cui il nome del masso.[3]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

A Castronno è presente l'omonima stazione ferroviaria posta sulla linea Gallarate-Varese servita dalla linea S5 del servizio ferroviario suburbano di Milano.

Persone legate a Castronno[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 181.
  3. ^ Ritrovate incisioni rupestri a Castronno | Notiziario delle Associazioni, su www.notiziariodelleassociazioni.it. URL consultato il 13 maggio 2017.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN243878676