Luvinate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luvinate
comune
Luvinate – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaVarese
Amministrazione
SindacoAlessandro Boriani (lista civica Tre torri) dal 05-06-2016, 2º mandato
Territorio
Coordinate45°50′N 8°46′E / 45.833333°N 8.766667°E45.833333; 8.766667 (Luvinate)Coordinate: 45°50′N 8°46′E / 45.833333°N 8.766667°E45.833333; 8.766667 (Luvinate)
Altitudine425 m s.l.m.
Superficie4,07 km²
Abitanti1 300[1] (31-12-2020)
Densità319,41 ab./km²
Comuni confinantiBarasso, Casciago, Varese, Castello Cabiaglio
Altre informazioni
Cod. postale21020
Prefisso0332
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT012093
Cod. catastaleE769
TargaVA
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 712 GG[3]
Nome abitantiluvinatesi
Patronosanti Ippolito e Cassiano
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Luvinate
Luvinate
Luvinate – Mappa
Posizione del comune di Luvinate nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Luvinate (Lunà in dialetto varesotto[4]) è un comune italiano di 1 300 abitanti della provincia di Varese in Lombardia. Il comune è attraversato dal torrente Tinella.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1914 e il 1940 Luvinate ospitava una fermata della tranvia Varese-Angera, gestita dalla Società Anonima Tramvie Orientali del Verbano (SATOV)[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 366.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Maurizio Miozzi, Le tramvie del varesotto, Pietro Macchione, Varese, 2014. ISBN 978-88-6570-169-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235243731