Consiglio nazionale degli studenti universitari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) è un organo consultivo del Ministero dell'Università e della Ricerca della Repubblica Italiana. Previsto dalla legge 15 marzo 1997, n. 59 venne però di fatto istituito con il D.P.R. 2 dicembre 1997, n. 491.

L'attuale Presidente è Anna Azzalin dell'Unione degli Universitari, studentessa dell'Università degli Studi di Padova (Distretto Nord-Est), prima donna a ricoprire tale incarico. Il ruolo di Vicepresidente è attualmente ricoperto da Luca Galli, studente dell'Università degli studi di Milano (Distretto Nord-Ovest), del Coordinamento liste per il diritto allo studio.

Composizione, nomina e durata[modifica | modifica wikitesto]

È un organo elettivo composto da 28 studenti iscritti ai corsi di laurea e laurea magistrale, uno studente del dottorato di ricerca e uno specializzando. I componenti sono nominati con decreto del ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, durano in carica tre anni e non sono rieleggibili. Le elezioni per la designazione dei componenti avvengono ogni tre anni.

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

Il Consiglio può formulare pareri e proposte al ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca che riguardano il mondo universitario nel suo complesso (attuazione delle riforme, diritto allo studio, finanziamenti, notizie di rilevanza nazionale che riguardano gli atenei nazionali).

In particolare:

  • sui progetti di riordino del sistema universitario predisposti dal ministro;
  • sui decreti ministeriali, con i quali sono definiti i criteri generali per la disciplina degli ordinamenti didattici dei corsi di studio universitario, nonché le modalità e gli strumenti per l'orientamento e per favorire la mobilità degli studenti;
  • sui criteri per l'assegnazione e l'utilizzazione del fondo di finanziamento ordinario e della quota di riequilibrio delle università;
  • elegge nel proprio seno otto rappresentanti degli studenti nel Consiglio universitario nazionale;
  • può formulare proposte e può essere sentito dal ministro su altre materie di interesse generale per l'università;
  • presenta al ministro, entro un anno dall'insediamento, una relazione sulla condizione studentesca nell'ambito del sistema universitario;
  • può rivolgere quesiti al ministro circa fatti o eventi di rilevanza nazionale riguardanti la didattica e la condizione studentesca, cui è data risposta entro 60 giorni.

Il Consiglio elegge un proprio presidente, un vice presidente e quattro membri che compongono l'ufficio di presidenza.

Presidenti e Vicepresidenti[1][modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 - 2003: Tommaso Agasisti (CLDS) (eletto presidente con 20 voti su 30) e Gianfranco Sorbara
  • 2004 - 2007: Salvatore Muratore detto Uccio (UDU-sinistra giovanile Sg) (eletto presidente con 15 voti su 30)
  • 2007 - 2010: Diego Celli (CLDS) (eletto presidente con 21 voti su 30) e Francesco Campisi
  • 2010 - 2013: Mattia Sogaro (CLDS) (eletto presidente con 18 voti su 30)
  • 2013 - 2016: Andrea Fiorini (UDU) (eletto presidente con 19 voti su 30) e Lorenzo Roesel (CLDS)
  • 2016 - in carica: Anna Azzalin (UDU) (eletta presidente con 13 voti su 30) e Luca Galli (CLDS)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

2019[modifica | modifica wikitesto]

Liste[2] Voti % +/- Seggi +/-
Unione degli universitari
Comprende Liste di Sinistra, Liste Indipendenti, La Terna Sinistrorsa, Uni+, PDS e altre
38.757 24,7% Aumento 0,9%
9 / 28
Aumento 2
Azione universitaria - Studenti per le Libertà - Lega universitaria
Comprende Studenti Fuorisede, Studenti Uniti
29.108 18,6% Aumento 2,8%
5 / 28
Aumento 1
LINK - Studenti indipendenti
Comprende Sindacato Studenti, Alter.Polis, Altro Ateneo, Sinistra per, Onda universitaria
25.139 16,1% Diminuzione 0,2%
4 / 28
Diminuzione 1
Coordinamento liste per il diritto allo studio 16.356 10,4% Diminuzione 4,1%
4 / 28
Diminuzione 2
Confederazione degli Studenti 22.738 14,5% Diminuzione 3,7%
2 / 28
Diminuzione 1
Unilab Svoltastudenti 9.727 6,2% Aumento 3,2%
2 / 28
Stabile
Unisì - Primavera degli Studenti
Comprende Sinistra Universitaria, Rete Universitaria Nazionale
4.726 3,0% nuovo
1 / 28
nuovo
Vento di Cambiamento - FENIX 4.265 2,7% Diminuzione 0,6%
1 / 28
Stabile
Fronte della Gioventù Comunista 3.342 2,1% nuovo
0 / 28
nuovo
Team - La Svolta 2.447 1,6% nuovo
0 / 28
nuovo

2016[modifica | modifica wikitesto]

Liste[3] Voti % +/- Seggi +/-
Unione degli universitari
Comprende Rete Universitaria Nazionale e Liste Indipendenti
38.068 23,8% Diminuzione 9,4%
7 / 28
Diminuzione 3
Coordinamento liste per il diritto allo studio 23.130 14,5% Diminuzione 4,1%
6 / 28
Aumento 1
LINK - Studenti indipendenti
Comprende Alter.Polis, Altro Ateneo, Sinistra per, Onda universitaria, Collettivo 2k8 e altre
26.077 16,3% Aumento 6,2%
5 / 28
Aumento 1
Azione universitaria - Studenti per le Libertà - Movimento Universitario Padano
Comprende Studenti Fuorisede, Libera-mente
25.287 15,8% Diminuzione 9,7%
4 / 28
Diminuzione 2
Confederazione degli Studenti 29.185 18,2% Aumento 10,6%
3 / 28
Aumento 2
Unilab Svoltastudenti 4.850 3,0% Diminuzione 1,2%
2 / 28
Stabile
Vento di Cambiamento - FENIX 5.224 3,3% nuovo
1 / 28
nuovo
Università popolare 8.091 5,1% nuovo
0 / 28
nuovo

2013[modifica | modifica wikitesto]

Liste[4] Voti % +/- Seggi +/-
Unione degli universitari - Rete Universitaria Nazionale[5]
Comprende Liste Indipendenti
48.569 33,2% Aumento 0,8%
10 / 28
Diminuzione 1
Azione universitaria - Studenti per le Libertà
Comprende Studenti Fuorisede
37.246 25,5% Diminuzione 1,9%
6 / 28
Diminuzione 2
Coordinamento liste per il diritto allo studio 27.151 18,6% Diminuzione 5,5%
5 / 28
Diminuzione 3
LINK - Studenti indipendenti
Comprende Sindacato Studenti, Lista di Sinistra, Alter.Polis, Sinistra per, Collettivo 2k8 e altre
14.710 10,1% nuovo
4 / 28
nuovo
Unilab Svoltastudenti 6.119 4,2% nuovo
2 / 28
nuovo
Confederazione degli Studenti 11.079 7,6% Aumento 0,5%
1 / 28
Stabile
Ultimo Banco 1.279 0,9% nuovo
0 / 28
nuovo

2010[modifica | modifica wikitesto]

Liste[6] Voti % +/- Seggi +/-
Unione degli universitari
Comprende Liste di Sinstra e Liste Democratiche
57.497 28,6% Aumento 1,7%
10 / 28
Aumento 2
Azione universitaria - Studenti per le Libertà 55.017 27,4% Aumento 2,5%
8 / 28
Aumento 2
Coordinamento liste per il diritto allo studio 48.422 24,1% Diminuzione 2,7%
8 / 28
Diminuzione 2
Confederazione
Comprende Intesa Autonomista Sudarea Nuova, Università per gli Studenti, Orientale 05 e altre
14.236 7,1% Diminuzione 0,8%
1 / 28
Diminuzione 1
Rete Universitaria Italiana 7.683 3,8% nuovo
1 / 28
nuovo
Unicentro - Vento per il CNSU 9.483 4,7% Diminuzione 4,5%
0 / 28
Diminuzione 2
Sui-Generis 4.740 2,4% nuovo
0 / 28
nuovo
Blocco Studentesco 1.279 1,9% nuovo
0 / 28
nuovo

2007[modifica | modifica wikitesto]

Liste[7][8][9][10] Voti % +/- Seggi +/-
Coordinamento liste per il diritto allo studio 47.606 26,8% Aumento 2,3%
10 / 28
Aumento 2
Unione degli universitari
Comprende Liste di Sinstra e Liste Democratiche
47.778 26,9% Diminuzione 7,1%
8 / 28
Diminuzione 4
Azione universitaria - Studenti per le Libertà[11]
Comprende il Circolo CPU-FGR-RLS
44.263 24,9% Aumento 4,0%
6 / 28
Stabile
Unicentro - Vento per il CNSU 16.381 9,2% Aumento 5,1%
2 / 28
Aumento 1
Confederazione
Comprende Progetto Universitas, Area Nuova, Cuore, Panta Rei, la Sveglia e Studenti Univeristari
13.955 7,9% Aumento 0,7%
2 / 28
Aumento 1
Vento di Cambiamento - Federazione 3.997 2,3% nuovo
0 / 28
nuovo
A Sinistra in Movimento 2.287 1,3% nuovo
0 / 28
nuovo
NEA - Nuova Era Accademica 619 0,3% nuovo
0 / 28
nuovo
Svolta a Sinistra 581 0,3% nuovo
0 / 28
nuovo

2004[modifica | modifica wikitesto]

Liste[12] Voti % Seggi
Unione degli universitari - Sinistra Studentesca
Comprende Università per gli Studenti e l'Intesa
59.840 34,0%
12 / 28
Coordinamento liste per il diritto allo studio 43.065 24,5%
8 / 28
Studenti per le Libertà 19.650 11,2%
4 / 28
Azione universitaria 17.085 9,7%
2 / 28
Confederazione
Comprende Area Nuova, Studenti Univeristari, Alleanza Universitaria Popolare e altre
12.707 7,2%
1 / 28
Unicentro 7.241 4,1%
1 / 28
Sui-Generis 4.300 2,4%
0 / 28
Movimento Giovani Padani 4.241 2,4%
0 / 28
Università libera e democratica 3.999 2,3%
0 / 28
Unione degli studenti laici riformisti e socialisti 3.287 1,9%
0 / 28
Studenti Europei 709 0,4%
0 / 28

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presidenti e Vicepresidenti CNSU, su www.cnsu.miur.it. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  2. ^ Risultati CNSU 2019, su miur.gov.it. URL consultato il 7 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2019).
  3. ^ Risultati CNSU 2016 (archiviato dall'originale il 2 febbraio 2018).
  4. ^ Risultati CNSU 2013 (archiviato dall'originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ Variazioni riferite alla somma dei voti percentuali e dei seggi raccolti dalle liste Unione degli universitari e Rete Universitaria Italiana nel 2010
  6. ^ Risultati elettorali CNSU 2010 (PDF), su hubmiur.pubblica.istruzione.it. URL consultato il 22 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2013).
  7. ^ CNSU 2007 I (PDF), su miur.it.
  8. ^ CNSU 2007 II (PDF), su miur.it.
  9. ^ CNSU 2007 III (PDF), su miur.it.
  10. ^ CNSU 2007 IV (PDF), su miur.it.
  11. ^ Variazioni riferite alla somma dei voti percentuali e dei seggi raccolti dalle liste Studenti per le Libertà e Azione universitaria nel 2004
  12. ^ Risultati CNSU 2004 (PDF), su cnsu2000.miur.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]