Università telematica San Raffaele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università Telematica San Raffaele Roma
Università telematica San Raffaele.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
Dati generali
Fondazione2006
Tiponon statale
Facoltà
  • Scienze Motorie
  • Agraria
  • Architettura e Design Industriale
  • Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione
RettoreEnrico Garaci
PresidenteSergio Pasquantonio
Studenti2 084 (2015/16[1])
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università Telematica San Raffaele Roma (già Unitel) è un'università telematica non statale, istituita l'8 maggio 2006[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne creata da Unitel S.r.l., che al momento della costituzione vedeva fra gli azionisti la Fondazione Renato Dulbecco, con il 18%, Fininvest Gestione Servizi S.p.A. e Mediolanum comunicazione, con l'8% ciascuno, Claudio Cerruti (20% ed amministratore unico), e Tosinvest Italia s.a.s. (60%), società della famiglia Angelucci. Oggi, l'università appartiene interamente al Gruppo San Raffaele S.p.A.

Didattica[modifica | modifica wikitesto]

L'attività Didattica e di ricerca è coordinata da un unico Dipartimento di "Scienze Umane e Promozione della Qualità della Vita"[3].

Nell'anno accademico 2017/18 l'offerta formativa è organizzata in quattro indirizzi, chiamati "Facoltà" (le quali non hanno però una struttura organizzativa differente dal dipartimento): Agraria, Amministrazione e Organizzazione, Architettura e Design Industriale, Scienze Motorie.

L'Università organizza corsi di laurea triennale e magistrale, master post laurea di I e II livello e, inoltre, corsi di perfezionamento.

Rettore[modifica | modifica wikitesto]

Prof. Enrico Garaci (in carica)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, decreto 8 maggio 2006, su gazzette.comune.jesi.an.it. URL consultato il 5-11-2009.
  3. ^ Unisanraffaele, Decreto di Istituzione Dipartimento (PDF), su unisanraffaele.gov.it, 18 febbraio 2016. URL consultato il 27 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI: (EN0000 0004 4912 5648