CINECA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°29′10.68″N 11°15′35.14″E / 44.4863°N 11.25976°E44.4863; 11.25976

Cineca
Cineca
Cineca
Tipo Consorzio Interuniversitario
Fondazione luglio 1967: costituzione settembre 1969: apertura
Scopo Promuovere l’utilizzo dei più avanzati sistemi di elaborazione dell’informazione a favore della ricerca scientifica e tecnologica, pubblica e privata [1]
Sede centrale Italia Casalecchio di Reno - Bologna
Altre sedi Segrate - (Milano), Roma
Area di azione Supercalcolo, sistemi e servizi a supporto del MIUR, del sistema accademico nazionale, della Ricerca Scientifica e dell'Innovazione [2]
Presidente Italia Prof. Emilio Ferrari [3]
Direttore Dott. David Vannozzi
Bilancio 106 milioni di euro [4] (2014)
Impiegati 700 circa [5] (2014)
Sito web

Il Cineca è un consorzio italiano, senza scopo di lucro e con sede a Casalecchio di Reno (BO), a cui aderiscono 70 università italiane (dalle 4 originarie), cinque Enti Nazionali di Ricerca e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR).[6]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Il supercomputer CDC 6600 (1970)
Il supercomputer Fermi BlueGene/Q

Il 14 luglio 1967 presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Bologna viene stipulata dai Rettori delle Università di Bologna (prof. Felice Battaglia) di Firenze (prof. Giovanni Gualberto Archi) di Padova (prof. Guido Ferro) e dal rappresentante dell’Istituto universitario di Economia e Commercio e di Lingue e Letterature straniere di Venezia (prof. Bernardo Colombo) una Convenzione per la costituzione di un Consorzio interuniversitario per la gestione del Centro di calcolo elettronico dell’Italia nord-orientale. [7] L’accordo viene formalizzato il giorno seguente a Venezia con la stesura dell’atto costitutivo del consorzio, alla presenza anche del Rettore dell’Istituto universitario veneziano, Prof. Italo Siciliano.[8]

Con Decreto del Presidente della Repubblica n. 1106 del 13 ottobre del 1969, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 febbraio 1970[9] su proposta dell'allora Ministro per la Pubblica Istruzione, l’on. Mario Ferrari Aggradi[10], ne viene riconosciuta la personalità giuridica e approvato lo Statuto[11].

Alla sua nascita, il consorzio viene incaricato di assumere la gestione del centro di elaborazione dati dell’Italia nord-orientale. Oltre ad assicurare il funzionamento del centro di calcolo elettronico, i suoi scopi sono: rendere accessibili al Ministero della pubblica Istruzione e ai consorziati i più avanzati mezzi di elaborazione automatica dei dati; coordinare ricerche per arricchire il patrimonio e il programma di elaborazione; divulgare didatticamente l’utilizzo dell’elaborazione automatica. Viene inoltre stabilito che, in casi eccezionali, possa accogliere le richieste di interesse scientifico provenienti da imprese ad alto potenziale produttivo, modernamente attrezzate e in fase di sviluppo. Insieme agli enti universitari che lo hanno promosso, possono entrare a far parte del consorzio altri atenei interessati, così come enti pubblici o privati per scopi di ricerca scientifica.

Negli anni aderiscono al consorzio nuovi atenei e enti pubblici di ricerca, e nel 2008 anche il MIUR.[6]

Nel 2012 per impulso del MIUR, guidato dal Ministro Francesco Profumo, viene avviato il processo di accorpamento dei tre consorzi interuniversitari Caspur, Cilea e Cineca, che si conclude nel luglio 2013 con la fusione per incorporazione dei primi due in Cineca.[12][13][14]

L'accorpamento ha l'obiettivo di “dar vita a una nuova entità”, un rinnovato “consorzio di sistema” punto di riferimento unico ed avanzato a livello nazionale per il calcolo scientifico ad alte prestazioni nel mondo accademico e della ricerca, per i servizi innovativi e ad alto contenuto tecnologico, rivolti al M.I.U.R. e al mondo dell’alta formazione e scolastico"[15].

Supercalcolo[modifica | modifica wikitesto]

Fin dalla sua costituzione, il Cineca è il più importante centro di supercalcolo per la ricerca scientifica in Italia[16], nonché uno dei più importanti a livello mondiale[17].

Nel settembre del 1969 viene installato nella sua sede il primo supercomputer in Italia, un CDC 6600 allora il più veloce computer al mondo disponibile sul mercato.[18] Negli anni continua a acquisire elaboratori di altissima potenza, come il Cray X-MP12 che nel 1985 permette di realizzare laboratori virtuali per costruire modelli matematici di esperimenti nelle quattro dimensioni (le tre spaziali più la temporale). Questa acquisizione permette ai ricercatori italiani di affrontare problemi fino ad allora mai affrontati, in particolare sul supercalcolatore del Cineca viene messo a punto da Roberto Car [19] e Michele Parrinello[20] il “Car-Parrinello method"[21][22] un'applicazione per la previsione delle proprietà dei materiali.

Nel giugno 2012, con il supercomputer Fermi basato su architettura Blue Gene/Q, il Cineca raggiunge la settima posizione[17] nella lista dei 500 supercomputer più potenti al mondo.[23] Nella tabella dei supercomputer si può osservare l'evoluzione di tutti i sistemi di calcolo che dal 1969 si sono succeduti al Cineca con un costante incremento della potenza delle prestazioni (clock della CPU, dimensione e tempi di accesso della RAM, dimensione e temi di accesso delle memorie di massa).

Supporto alla ricerca scientifica e all'innovazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Cineca mette a disposizione della ricerca scientifica italiana (accademica e pubblica) i suoi potenti sistemi di elaborazione, consentendo ai ricercatori competere a livello internazionale con progetti all'avanguardia.

A livello internazionale, il Cineca è principal partner di PRACE (Partnership for Advanced Computing in Europe) il progetto cofinanziato dalla Comunità Europea dal 2009 nell'ambito del VII Programma Quadro con l'obiettivo di realizzare un servizio europeo di High Performance Computing (HPC). PRACE è costituito da centri di eccellenza che mettono a disposizione dei ricercatori europei una rete di supercomputer ad altissime prestazioni, e danno vita all'ecosistema HPC in Europa. Dal 2013 il Cineca è Chairman e stazione appaltante del Pre-Commercial Procurement [24] (PCP) di PRACE.

Alla frontiera della scienza si colloca il progetto Human Brain (HBP) [25]. Finanziato dalla Commissione Europea (con 1 miliardo di Euro in 10 anni) tra i progetti FET Flagships, Future Emerging Technologies[26], HBP mira a realizzare, entro il 2023 una simulazione del funzionamento completo del cervello umano.[25] Il Cineca contribuisce alla realizzazione della piattaforma HPC con uno dei quattro supercomputer da cui è composta, con il compito di implementare e gestire un sistema per la conservazione, la gestione, e l'elaborazione dei grandi volumi di dati che caratterizzano la complessità del progetto.

Accesso alle Risorse di supercalcolo[modifica | modifica wikitesto]

L'uso delle risorse di supercalcolo da parte dei ricercatori universitari e degli enti pubblici di ricerca avviene in base a valutazione di merito svolta con peer review dei progetti di ricerca presentati su bandi periodici, o attraverso convenzioni mirate per comunità scientifiche, come l'accordo quadro[27] con l'INFN, che ha portato alla compartecipazione nell'acquisto del supercomputer GALILEO[28], o con utenze autonome e di ricerca industriale. Le tipologie di bandi sono:

  • Progetti ISCRA (Italian SuperComputing Resource Allocation).
  • Progetti PRACE (Partnership for advanced computing in Europe).

Per promuovere e divulgare le metodologie per la simulazione computerizzata e le tecniche di vettorizzazione, parallelizzazione e ottimizzazione dei programmi, il Cineca organizza ogni anno diversi corsi e, dal 1991, le Scuole Estive di Calcolo Parallelo e di Grafica avanzata e Realtà Virtuale per ricercatori e laureandi. Il Cineca è anche centro di formazione PRACE, aperto ai ricercatori europei.

Trasferimento tecnologico[modifica | modifica wikitesto]

In attuazione del suo statuto, il Cineca svolge attività di trasferimento tecnologico nei confronti delle primarie aziende italiane, fra le quali ENI[29], Centro Ricerche Fiat, Ferrari sezione corse [30], BWM Oracle[31]. La sua missione è declinata anche a livello Europeo. Il Cineca è membro dello steering board di ETP4HPC, l'associazione internazionale, riconosciuta dalla Commissione Europea, che unisce imprese e enti di ricerca, ed è volta a definire le priorità per lo sviluppo di un ecosistema europeo di tecnologie HPC competitivo a livello mondiale.

Il Cineca partecipa a diversi progetti che vedono coinvolte le piccole e medie imprese. Tra i principali il Progetto Fortissimo della Comunità Europea e LISA (Laboratorio interdisciplinare per la Simulazione Avanzata)[32], accordo di collaborazione con la Regione Lombardia per la promozione, lo sviluppo, e la valorizzazione della ricerca con ricaduta diretta sul territorio lombardo.

Meteo e protezione Civile[modifica | modifica wikitesto]

I supercalcolatori sono fondamentali per lo sviluppo delle metodologie di previsione meteorologiche: fin dal 1997 Cineca collabora con ARPA Emilia-Romagna[33] e successivamente anche con la Protezione Civile Nazionale[34] alla quale fornisce le previsioni meteorologiche per la valutazione di eventuali rischi, per l’intero territorio nazionale.[35]

La rete[modifica | modifica wikitesto]

Al fianco del calcolo scientifico, in particolare il Cineca ha avuto particolare cura nella acquisizione delle tecnologie di rete. CINECAnet nasce nel 1970 la rete di trasmissione dati consortile che collega alla velocità di 1200 bps i primi terminali “remote job entry” installati presso le università̀ consorziate.[36][37]

Alla fine degli anni Ottanta, il Cineca è impegnato nella costituzione della rete GARR - Gruppo Armonizzazione Reti della Ricerca[38], primo progetto di razionalizzazione delle strutture di rete esistenti allora in Italia in cui inizialmente, e fino alla nascita del Consortium GaRR, il Cineca agì come network operation centre.[39][40]

Fondamentale il ruolo del Cineca nella creazione della rete civica Iperbole, nel 1994, in collaborazione con il Comune di Bologna e con l’Università cittadina, primo esempio del genere in Italia, e fra i primissimi in Europa.[41] [42][43]

L'esperienza di trasferimento tecnologico nell'ambito delle reti continua con la collaborazione al progetto "Free ItaliaWiFi", (è del 2005 la sperimentazione per realizzare una rete WiFi pubblica per il Comune di Roma) grazie al quale è stata realizzata la prima federazione nazionale di reti WiFi per le pubbliche amministrazioni, di cui il Cineca gestisce il nodo di interconnessione.[44]

Miur[modifica | modifica wikitesto]

Ministra dell'istruzione, dell'università e della ricerca Stefania Giannini in visita al Cineca in aprile 2015

La collaborazione con il Ministero della Pubblica istruzione ha inizio nel 1984, per la gestione dell’allora Concorso nazionale a professore ordinario[45] e in seguito prosegue con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per il quale negli anni il Cineca sviluppa diversi sistemi[46], diventandone il principale erogatore di servizi per quanto concerne le università[47]. Tra i principali:

  • gestione delle posizioni storico-giuridiche del personale docente e ricercatore di tutti gli atenei italiani (dal 1984);[48]
  • sistema di gestione dei bandi di interesse nazionale PRIN (dal 1997);
  • Il sistema di voto elettronico per la composizione delle commissioni giudicatrici ai posti di professore ordinario, associato e ricercatore (dal 1999);[49][50][51][52]
  • banca dati degli emolumenti liquidati mensilmente al personale universitario - DALIA (dal 1994);
  • anagrafe degli studenti universitari (dal 2004);
  • ASN [53]- Abilitazione Scientifica Nazionale dal 2012;
  • VTR - Valutazione Triennale della Ricerca (2001-2003)[54] dal 2004 al 2006 e successivamente VQR - Valutazione della Qualità della Ricerca delle Università e Enti di Ricerca italiani (2004-2011);[55]
  • sistema di gestione della programmazione del reclutamento del personale universitario – PROPER (dal 2005);
  • sistema di gestione dell’Fondo di Finanziamento Ordinario (dal 2009);
  • gestione delle prove di ammissione ai corsi a programmazione nazionale (Medicina e Chirurgia, Architettura, Odontoiatria e Veterinaria);
  • sistema di gestione elettronica dei test di idoneità prove d’esame (dal 2012); [56] [57]
  • sistema di gestione dell’Offerta Formativa[58] dall’entrata in vigore del DM n. 509 del 3 novembre 1999[59] recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei.
  • portale della ricerca italiana / Research Italy (dal 2005); Universitaly, portale dell’offerta formativa delle università italiane (dal 2012) La buona scuola (2014).

Amministrazioni universitarie[modifica | modifica wikitesto]

Il Ministero della Pubblica Istruzione affidò nel 1985 al Cineca il compito di elaborare il primo piano quadriennale di sviluppo delle università per l’adeguamento delle strutture didattiche e scientifiche per il periodo 1985-1988. Nel decreto di affidamento si legge che

(...) si tratta di una attività programmatoria, per la quale sono stati rimessi a terzi non già meri compiti di esecuzione, ma lo stesso momento ideativo qualificante per l'organizzazione del ministero.[60]

Per la realizzazione della legge 23 del 29.1.1986[61] che disponeva che le università dovessero provvedere direttamente al pagamento delle retribuzioni a tutto il personale universitario (ciò che prima avveniva a livello centralizzato da Roma), nel 1988 l'incarico venne integrato conferendo al Cineca il compito di assistere il Ministero e le università che ne avessero fatto richiesta, in questi nuovi compiti gestionali. Fu necessario procedere a una integrazione dello Statuto del consorzio: all'articolo 3, relativo alla missione istituzionale, fu aggiunto il compito di “gestire un centro che, con proprie strutture o con collegamenti opportuni assicuri un servizio di elaborazione a tutti i consorziati, con priorità alle Università, al Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, nonché al Ministero della Pubblica Istruzione”. Da quel momento iniziano le attività di trasferimento di tecnologie informatiche a vantaggio delle pubbliche amministrazioni.[62]

Nel 1997, per rispondere all'esigenza degli atenei di rispondere meglio al principio di autonomia amministrativa (prevista con legge 168/89 art. 16)[63] il Cineca ha promosso la realizzazione di una procedura di contabilità avente il principale scopo di fornire strumenti contabili conformi tra Amministrazione Centrale e Dipartimenti. Successivamente, la normativa contabile rivolta agli atenei è andata nella direzione di applicare la Contabilità Generale di tipo economico-patrimoniale, insieme alla contabilità analitica, per sostenere il processo di innovazione (legge 240/2010 art. 5)[64]. Per questo il Cineca ha realizzato una nuova procedura di contabilità (U-Gov) con diverse ramificazione verso tutti i processi amministrativi degli atenei.[65][66]

Nel 2001 viene progettato il sistema di gestione della didattica e servizi agli studenti[67], per consentire alle università di recepire quanto disposto nel DM n. 509 del 3 novembre 1999[68], che rappresentava un notevole punto di rottura rispetto ai regolamenti precedenti introducendo le lauree triennali e la valutazione della carriera in "credito formativo universitario" (CFU) invece degli "anni accademici" previsti ante riforma. Nel 2004 il sistema è stato aggiornato per adeguarlo all'evoluzione della normativa, sulla base delle novità introdotte dal DM 270 del 22 ottobre 2004.[69]

Visualizzazione scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 Cineca inaugura un laboratorio di visualizzazione scientifica, dedicato all'analisi visiva di grosse moli di dati prodotti dalle simulazioni eseguite dai supercomputer. Da allora il laboratorio, prima ViscLab (Laboratory for Scientific Visualization)[70], poi Vis.I.T (Visual Information Technology Lab)[71], ha ampliato sempre più il suo campo d'azione, operando con tecniche di computer grafica e realtà virtuale a supporto di molteplici campi disciplinari.

Nel 1997 le immagini dell'incidente mortale di Ayrton Senna sono state elaborate dai computer di Cineca. I tecnici del consorzio, nominati assistenti tecnici del Procuratore nel caso giudiziario, sviluppano un multi-media software (Enhanced Multi Sequence Viewer) in grado di sincronizzare la grande quantità di immagini e dati, relativi alla dinamica del incidente d'auto del pilota di Formula 1.[72][73][74][75]. Nel il Cineca 1999 installa il primo Teatro virtuale in Italia[76], controllato da un supercalcolatore grafico SGI Onyx2 e dotato di un sistema di video proiezione stereoscopico Barco a tre proiettori.

Fra i progetti di rilievo: Nu.M.E. Nuovo Museo Elettronico della città, dell’Università degli Studi di Bologna, con una navigazione nel tempo di alcune zone della città di Bologna a partire dal Medioevo (presentato a Siggraph '99 come sessione dedicata);[77], il progetto del "Museo Virtuale della Certosa di Bologna”, con il Comune di Bologna, presentato a Siggraph 2004[78]; il progetto Exploris - Explosive Eruption Risk and Decision Support for EU Populations Threatened by Volcanoe (2002), realizzato con l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia - INGV. [79]

Tra i progetti più recenti: APA alla scoperta di Bologna[80] (Siggraph Asia 2011, Golden Award come miglior medio metraggio a FIAMP2012, primo premio categoria e-Culture and Heritage a eContent Award Italy 2011), cartoon 3D stereoscopico realizzato per conto del Museo della Storia di Bologna - Genus Bononiae, per il quale ha progettato anche il Teatro Virtuale (2012); la mostra Gli Etruschi e l'Aldilà. Tra capolavori e realtà virtuale, per conto del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e del Museo della Storia di Bologna-Genus Bononiae, e caratterizzata anche da un'installazione emozionale olografica e di 3D-video mapping dedicata al Sarcofago degli Sposi (2014); Experience Etruria (primo premio eCulture and Tourism a eContent Award Italy 2015) coordinato dalla Soprintendenza Archeologia Lazio ed Etruria Meridionale con la collaborazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) e che il 25 febbraio 2016 è stato presentato anche al Parlamento Europeo.[81]

Sanità[modifica | modifica wikitesto]

I sistemi informativi del Cineca sono utilizzati anche in ambito sanitario e riguardano prevalentemente la realizzazione di piattaforme per la conduzione di sperimentazioni cliniche multicentriche, sistemi per la sorveglianza epidemiologica e farmacovigilanza. È del 1985 la collaborazione con l’AIEOP - Associazione Italiana Ematologia e Oncologia Pediatrica, per la quale è stata sviluppata una metodologia per la raccolta, la condivisione, il monitoraggio e l'analisi delle informazioni e relativi flussi dei protocolli di ricerca del gruppo. I dati raccolti in questo contesto costituiscono un patrimonio unico utilizzato anche a livello internazionale.[82][83]

Sulla base di questa esperienza il Cineca sviluppa dopo poco il sistema AMR[84] per la raccolta e analisi dati centralizzata per sperimentazioni cliche, consentendo ai referenti presso gli ospedali di gestire i dati dei pazienti in remoto, ben prima dell'avvento del Web. Nel 1987 nasce ARNO, un osservatorio multicentrico delle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale (ricette di prescrizione farmaceutica, schede di dimissione ospedaliera, specialistica ambulatoriale...) che consente la condivisione di dati omogenei su un campione di diverse realtà prescrittive sparse sul territorio italiano. La banca dati ARNO aggrega i dati di quasi 11 milioni di abitanti in un network di 32 Aziende Sanitarie di 7 Regioni[85]. Nel 2007 nasce ARNO Diabete[86], che vede la collaborazione fra la Società Italiana di Diabetologia (SID) e il Cineca, finalizzato alla produzione di dati scientifici sulla malattia[87][88] [89]. Partecipando al Consorzio MED3, il Cineca si occupa anche di formazione in sanità in modalità distance learning accreditati ECM[90]. Nel 2013 viene rilasciata la Clinical Trial Platform[91], piattaforma totalmente integrata per la gestione dell'intero processo della sperimentazione clinica presso i policlinici: dalla formulazione delle prime versioni del protocollo da parte del comitato etico, fino alla disseminazione dei risultati.

Presidenti & Direttori Cineca[modifica | modifica wikitesto]

  • Prof. Tito Carnacini 1969 - 1976[92]
  • Prof. Carlo Rizzoli 1976 - 1990[93]
  • Prof. Paolo Bruni 1990 - 1994[94]
  • Prof. Ing. Mario Rinaldi 1994 -2011[95]
  • Prof. Ing. Emilio Ferrari 2011 - [96]
  • Prof. Giuseppe Mannino 1969 - 1975[97]
  • Prof. Alessandro Alberigi Quaranta 1975 - 1981[98]
  • Prof. Ing. Remo Rossi 1981 - 1990[99]
  • Dott. Marco Lanzarini 1990 - 2015[100]
  • Dott. David Vannozzi [101]


I Supercomputer del Cineca[modifica | modifica wikitesto]

Lista storica dei Supercomputer

SYSTEM YEAR Top500

Rank

VENDOR CORES RMAX (GFLOP/S) RPEAK (GFLOP/S)
GALILEO - IBM NeXtScale nx360M4, Xeon E5-2630v3 8C 2.4GHz, Infiniband QDR, Intel Xeon Phi 7120P 2015 105 IBM/Lenovo 50232 684252 1103066
Fermi - BlueGene/Q, Power BQC 16C 1.60GHz, Custom IBM 2012 7 IBM 163840 1788878 2097152
Eurora - Eurotech Aurora HPC 10-20, Xeon E5-2687W 8C 3.100GHz, Infiniband QDR, NVIDIA K20, Eurotech 2013 467 Eurotech 2688 100900 175667
Power 575, p6 4.7 GHz, Infiniband IBM 2009 46 IBM 5376 78680 101068.8
BladeCenter HS21 Cluster, Xeon dual core 3.0 GHz, Infiniband IBM 2008 179 IBM 2560 19910 30720
BladeCenter HS21 Cluster, Xeon dual core 3.0 GHz, Infiniband IBM 2008 178 IBM 2560 19910 30720
BladeCenter HS21 Cluster, Xeon dual core 3.0 GHz, Infiniband IBM 2007 48 IBM 5120 19910 61440
BCX - eServer 326 Cluster, Opteron Dual Core 2.6 GHz, Infiniband 2007 71 IBM 10240 15760 53248
BCX - eServer 326 Cluster, Opteron Dual Core 2.6 GHz, Infiniband 2006 44 IBM 5120 12608 26624
eServer pSeries p5 575 1.9 GHz IBM 2005 102 IBM 512 3392 3891,2
xSeries, Xeon 3.06 GHz, Myrinet IBM 2005 107 IBM 1024 3328 6266,9
BladeCenter HS20 Xeon 3.06 GHz, Myrinet IBM 2004 61 IBM 768 3231 4700
BladeCenter LS20, Opteron 2.2 GHz Dual core, Infiniband 2006 298 IBM 1064 2874,5 4681,6
xSeries Xeon 3.06 GHz, Myrinet 2003 107 IBM 512 2223,2 3133,4
pSeries 690 Turbo 1.3GHz 2002 30 IBM 512 1384 2662,4
pSeries 690 Turbo 1.3GHz GigEth 2002 32 IBM 512 826,5 2662,4
T3E1200 1999 36 Cray Inc. 268 221,8 321,6
AlphaServer SC45, 1 GHz 2002 261 HP (Compaq) 128 220,5 256
T3E1200 1998 38 Cray Inc. 172 142,4 206,4
SP Power3 375 MHz 16 way 2001 162 IBM 128 138 192
T3E1200 1998 29 Cray Inc. 160 132,5 192
ORIGIN 3000 500 MHz 2001 327 SGI 128 106,9 128
SP Power3 375 MHz 2000 371 IBM 64 67,8 96
T3E 1996 56 Cray Inc. 128 50,4 76,8
ORIGIN 2000 300 MHz 1999 327 SGI 64 31,3 38,4
T3D MC128-8 1996 155 Cray Inc. 128 12,8 19,2
SP2/32 1995 142 IBM 32 6,6 8,5
T3D MC64-8 1995 132 Cray Inc. 64 6,4 9,6
Y-MP C94/2128 1993 306 Cray Inc. 2 1,7 1,9
Y-MP8/464 1992 226 Cray Inc. 4 1,2 1,3
IBM 3090 600 VF 1989 -- IBM 6 0,83 0,83
Cray Y-MP / 4 64 1989 -- Cray Inc. 4 1,34 1,34
Cray X-MP / 48 1985 -- Cray Inc. 4 0,94 0,94
CDC 7600 1975 -- CDC 1 0,06 0,06
CDC 6600 1969 -- CDC 1 0,03 0,03

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di una verifica fiscale sul consorzio per il periodo 2004-2006, sarebbe risultato che non erano stati dichiarati 6,4 milioni di redditi. [102] Per la Guardia di Finanza l'intera gestione dei dipendenti del consorzio sarebbe stata anomala. [103][104]

Secondo una relazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Cineca svolge un'attività sostanzialmente imprenditoriale che contrasta a colpo d'occhio con l'assenza di scopo di lucro.[105]

Nell'ottobre 2014, gestendo le prove nazionali di accesso alla Scuola di specializzazione in Medicina, il Cineca ha scambiato le prove assegnate a 8.319 candidati. Originariamente era prevista la ripetizione del test[106], ma in seguito il ministero ha deciso di ricalcolare il punteggio dei candidati neutralizzando le domande considerate non pertinenti[107]. Analoghi disguidi si sono verificati anche successivamente. [108][109] Sulle vicende sono state presentate interrogazioni parlamentari.[110][111]

Componenti del Cineca[modifica | modifica wikitesto]

Il Cineca è attualmente formato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Missione statutaria (PDF), cineca.it. URL consultato il 3 marzo 2016.
  2. ^ Cosa fa il Cineca, cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  3. ^ Professore ordinario Emilio Ferrari, unibo.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  4. ^ Bilancio di esercizio 2014 (PDF), trasparenza.cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  5. ^ Bilancio di esercizio 2013 (PDF), trasparenza.cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  6. ^ a b Chi siamo - Cineca, cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  7. ^ Avrà sede a Bologna un Consorzio Interuniversitario, Il Resto del Carlino, 15 luglio 1967.
  8. ^ A Bologna, un centro per il calcolo elettronico (JPG), Il Corriere della Sera, 15 luglio 1967.
  9. ^ GU Serie Generale n.30 del 4-2-1970 - Riconoscimento della personalita' giuridica del "Consorzio interuniversitario per la gestione del centro di calcolo elettronico per l'Italia nord-orientale", con sede in Bologna., su www.gazzettaufficiale.it, 4 febbraio 1970. URL consultato il 22 marzo 2016.
  10. ^ Gazzetta Ufficiale n. 30 del 4 febbraio 1970, gazzettaufficiale.it. URL consultato il 9 marzo 2016.
  11. ^ Il Primo Statuto del Cineca (PDF), cineca.it.
  12. ^ Allegato 1 al DM 71/2012 (PDF), attiministeriali.miur.it.
    «Nell'allegato n. 3 del D.M. 71/2012 si specifica che l’erogazione del FFO ai consorzi viene subordinata all’avviamento di un percorso di fusione/accorpamento dei consorzi Almalaurea, Caspur, Cilea e Cineca.».
  13. ^ Allegato 1 - Criteri e indicatori per la ripartizione della quota di cui alla legge gennaio 2009, n. 1 (PDF), attiministeriali.miur.it.
  14. ^ Decreto Ministeriale del 8 agosto 2013 n. 700 - Atti Ministeriali MIUR, su attiministeriali.miur.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  15. ^ Crui: Conferenza dei Rettori delle Universita' italiane - Documenti:, su www2.crui.it. URL consultato il 12 marzo 2016.
  16. ^ Ecco dove nascono e a cosa servono i supercomputer italiani nella lista dei Top 500 mondiali, Il sole 24 ore, 30 ottobre 2010. URL consultato il 2 novembre 2010.
  17. ^ a b Top500 List - June 2012 | TOP500 Supercomputer Sites, su www.top500.org. URL consultato il 13 marzo 2016.
  18. ^ Storia - Cineca, cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  19. ^ (EN) Roberto Car, in Wikipedia, the free encyclopedia. URL consultato il 12 marzo 2016.
  20. ^ (EN) Michele Parrinello, in Wikipedia, the free encyclopedia. URL consultato il 12 marzo 2016.
  21. ^ (EN) Car Parrinello molecular dynamics, in Wikipedia, the free encyclopedia. URL consultato il 12 marzo 2016.
  22. ^ Michele Parrinello, La Storia del Cineca - Nasce la scuola italiana delle scienze computazionali - pag. 6 (PDF), cineca.it.
  23. ^ Top 500 Supercomputing, Classifica primi 500 supercomputer al Mondo, giugno 2012
  24. ^ Pre-commercial procurement - Commissione Europea, ec.europa.eu.
  25. ^ a b Human Brain Project (PDF), ec.europa.eu.
  26. ^ Nicola Nosengo, Ecco le tecnologie (europee) del futuro, 25 gennaio 2013, dal sito dell'Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  27. ^ Accordo quadro Cineca-INFN, home.infn.it.
  28. ^ La Repubblica - Galileo, repubblica.it.
  29. ^ Eni avvia uno dei più grandi ed efficienti sistemi di HPC per le attività industriali Oil&Gas | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 17 marzo 2016.
  30. ^ Partnership industriali | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  31. ^ Un'ala italiana ha fatto volare Oracle - Corriere della Sera, su www.corriere.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  32. ^ Melazzini: prosegue collaborazione con 'Cineca' su supercalcolo, su Regione Lombardia, 1º ottobre 2015.
  33. ^ ARPA E-R presentazione (PDF), arpal.gov.it.
  34. ^ Andrea Valentini, Tiziana Paccagnella, Aniello Russo, Alessandro Coluccelli, Ecoscienza - Catene di previsione e modellistica, le applicazioni (PDF), arpa.emr.it, 2014.
  35. ^ Servizio Meteo e Clima al Cineca, cineca.it.
  36. ^ Glossario dell'informatica, termine - CINECAnet, su www.infocorsi.org. URL consultato il 18 marzo 2016.
  37. ^ (EN) Jose L. Encarnacao e Georges G. Grinstein, Workstations for Experiments: IFIP WG 5.10 International Working Conference Lowell, MA, USA, July 1989, Springer Science & Business Media, 6 dicembre 2012, pp. 216-218, ISBN 978-3-642-75903-1. URL consultato il 22 marzo 2016.
  38. ^ Sabina Gola, Laura Rorato, La forma del passato, p. 330, ISBN 978-90-5201-318-3.
  39. ^ la costituzione della rete GARR, math.unipd.it.
  40. ^ Vent'anni della rete GARR, garr.it.
  41. ^ Accordo tra il Comune di Bologna e il Cineca per la realizzazione di Iperbole, sul sito della Rete Civica di Milano (TXT), fc.retecivica.milano.it.
  42. ^ Dipartimento di Fisica Laboratorio di Calcolo Avanzato - La rete civica bolognese e la connessione a Internet.
  43. ^ (EN) Alessandro Aurigi, Making the Digital City: The Early Shaping of Urban Internet Space, Ashgate Publishing, Ltd., 1º gennaio 2005, ISBN 978-0-7546-4364-7. URL consultato il 16 marzo 2016.
  44. ^ #chewifi, Cineca: dal supercomputer al wifi per i cittadini Che Futuro!, su www.chefuturo.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
  45. ^ Servizi realizzati per il MIUR | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 12 marzo 2016.
  46. ^ Elenco dei servizi realizzati dal Cineca per il Miur, come indicato nell'allegato al decreto con i criteri per la ripartizione delle risorse disponibili per il sostegno finanziario dei Consorzi interuniversitari
  47. ^ [Audizione del Ministro dell'istruzione in Commissione Istruzione, 1 marzo 2016. Dal minuto 36 circa. Audizione del Ministro dell'istruzione in Commissione Istruzione, 1 marzo 2016. Dal minuto 36 circa.] .
  48. ^ CercaUniversità, cercauniversita.cineca.it.
  49. ^ Diritto - Osservatorio sul voto telematico, diritto.it.
  50. ^ Marco Prandini University of Bologna, Italy; Marco Ramilli University of Bologna, Italy, Taking the Best of Both Worlds: A Comparison and Integration of the U.S. and EU Approaches to E-Voting Systems Evaluation (PDF), computer.org, Proceedings of the 44th Hawaii International Conference on System Sciences, 2011.
  51. ^ Relazione sintetica sul sistema di voto elettronico (PDF), attiministeriali.miur.it.
  52. ^ Verbale di Certificazione voto elettronico Cineca (PDF), uniroma1.it, 8 febbraio 2010.
  53. ^ L 240/2010, su www.camera.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  54. ^ VTR Valutazione Triennale della Ricerca (Relazione Finale)
  55. ^ Linee Guida VQR
  56. ^ Prove d'esame | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
  57. ^ ESAMe.Miur.it, su esame.miur.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
  58. ^ Nota del 18 ottobre 2001 prot. 249/SEGR/2001 - Atti Ministeriali MIUR, su attiministeriali.miur.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  59. ^ MIUR - Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e Musicale, su www.miur.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  60. ^ Legislatura IX - Disegni di legge e relazioni - documenti - Piano quinquennale per l'università (PDF), legislature.camera.it.
  61. ^ L. 29 gennaio 1986, n. 23. L. 29 gennaio 1986, n. 23. Norme sul personale tecnico ed amministrativo delle Università.Pubblicata nella Gazz. Uff. 12 febbraio 1986, n. 35: Norme sul personale tecnico ed amministrativo delle Università (PDF), universita.cisl.it.
  62. ^ Storia - Cineca, cineca.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  63. ^ Legge 168
  64. ^ L 240/2010, su www.camera.it. URL consultato il 18 marzo 2016.
  65. ^ Catalano, G., La contabilità economico-patrimoniale nelle università, Aspetti metodologici ed esperienze, Bologna, Il Mulino, ISBN 978-88-15-13309-0.
  66. ^ Tommaso Agasisti, Giuseppe Catalano, Dario Mingarelli, Notizie dal Cineca nr. 65 - La contabilità Economico-Patrimoniale in Ateneo (PDF), cineca.it.
  67. ^ Notiziario n. 45 | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 21 marzo 2016.
  68. ^ MIUR - Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e Musicale, su www.miur.it. URL consultato il 21 marzo 2016.
  69. ^ MIUR - Università, su www.miur.it. URL consultato il 21 marzo 2016.
  70. ^ (EN) Jose L. Encarnacao e Georges G. Grinstein, Workstations for Experiments: IFIP WG 5.10 International Working Conference Lowell, MA, USA, July 1989, Springer Science & Business Media, 6 dicembre 2012, pp. 217-218, ISBN 978-3-642-75903-1. URL consultato il 22 marzo 2016.
  71. ^ Visit Lab, su Vimeo. URL consultato il 18 marzo 2016.
  72. ^ The Senna car accident | Cineca, su www.cineca.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
  73. ^ Ayrton Senna crash video! : The Senna Files, su www.ayrton-senna.com. URL consultato il 17 marzo 2016.
  74. ^ Ayrton Senna, omaggio ad un campione - Video Cineca, su www.ayrtondasilva.net. URL consultato il 17 marzo 2016.
  75. ^ Senna car accident - YouTube, su www.youtube.com. URL consultato il 16 marzo 2016.
  76. ^ Rivivere l’eruzione del Vesuvio nel primo teatro virtuale in 3D - Tecnologie - Scienza&Tecnica - ANSA.it, su www.ansa.it. URL consultato il 21 marzo 2016.
  77. ^ Home Page, su www.storiaeinformatica.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
  78. ^ Conference | SIGGRAPH 2004, su www.siggraph.org. URL consultato il 16 marzo 2016.
  79. ^ exploris, su exploris.pi.ingv.it. URL consultato il 18 marzo 2016.
  80. ^ Cineca, [Full-HD] Apa alla Scoperta di Bologna [i primi tre minuti], 5 aprile 2012. URL consultato il 18 marzo 2016.
  81. ^ Experience Etruria: Ati incanta Bruxelles, su www.archeologialazio.beniculturali.it, 25 dicembre 2013. URL consultato il 22 marzo 2016.
  82. ^ Aieop sul Magazine Cineca (PDF), cineca.it.
  83. ^ (EN) A. Pession e R. Rondelli, Collection and transfer of data: the AIEOP model, in Bone Marrow Transplantation, vol. 41, S2, 1º gennaio 2008, pp. S35–S38, DOI:10.1038/bmt.2008.52. URL consultato il 14 marzo 2016.
  84. ^ Salvatore Rago e Marisa De Rosa, Advanced multicenter research (A.M.R.), in Controlled Clinical Trials, vol. 10, nº 3, 1º settembre 1989, pp. 339–340, DOI:10.1016/0197-2456(89)90143-8. URL consultato il 18 marzo 2016.
  85. ^ [http:/ossservatorioarno.cineca.it Osservatorio Arno].
  86. ^ ARNO diabete, su www.siditalia.it. URL consultato il 14 marzo 2016.
  87. ^ In Italia si spende meno degli USA per il diabete, su Diabete.net. URL consultato il 14 marzo 2016.
  88. ^ Sandro Gentile, banche dati clinici per il miglioramento dle processo di cura del diabete (PDF), su Giornale italiano di diabetologia e metabolismo.
  89. ^ Arno Diabete (PDF).
  90. ^ ECM
  91. ^ Clinical Trial Platform Policlinico Gemelli, su www.policlinicogemelli.it. URL consultato il 18 marzo 2016.
  92. ^ Magnifico Rettore dell’Università di Bologna
  93. ^ Magnifico Rettore dell’Università di Bologna
  94. ^ Magnifico Rettore dell’Università di Ancona
  95. ^ Prorettore dell’Università di Bologna
  96. ^ Prorettore vicario dell'Università di Bologna
  97. ^ direttore dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Bologna
  98. ^ Università di Bologna
  99. ^ Università di Bologna
  100. ^ dipendenze del Consorzio dal 1969 fino al 2015
  101. ^ dipendenze del Consorzio da Marzo 2016, attualmente in carica.
  102. ^ Caso Cineca, debito col fisco per oltre 8 milioni di euro su repubblica.it
  103. ^ Cineca, cinque milioni di danno erariale su repubblica.it
  104. ^ Cineca, il tracollo dell’informatica di Stato. Il flop, tanti milioni e zero gare di Thomas Mackinson e Andrea Palladino su ilfattoquotidiano.it
  105. ^ Bollettino Settimanale Anno XX, n. 35 settembre 2010, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
  106. ^ Ufficio stampa MIUR, Specializzazioni mediche, rilevato errore Cineca: invertite le prove del 29 e 31 ottobre, hubmiur.pubblica.istruzione.it.
  107. ^ Comunicato Stampa del 3 novembre 2014 - Miur, su hubmiur.pubblica.istruzione.it. URL consultato l'11 febbraio 2016.
  108. ^ Professioni sanitarie, nuovo pasticcio 36 candidati «scomparsi» a Messina su corriere.it
  109. ^ Messina, neomedici beffati: niente abilitazione per un errore del cineca
  110. ^ [1]
  111. ^ Concorso scuola 2016 gestito dal Cineca? “Ministro Giannini si rivolga al mercato, non a chi ha fatto cilecca” su ilfattoquotidiano.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]