Università per stranieri di Siena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Università per stranieri di Siena
Logo-Unistrasi-2-web.png
Università per stranieri di Siena.jpg
La nuova sede dell'Ateneo
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàSiena
Dati generali
Fondazione1917
TipoStatale
ScuoleScuola superiore di dottorato e di specializzazione
DipartimentiDipartimento di ateneo per la didattica e la ricerca
RettorePietro Cataldi
Studenti2 116 (2017) [1]
SportArdsu, CUS Siena
Mappa di localizzazione
Sito web

L'università per stranieri di Siena (acronimo UniStraSi) è una università statale italiana fondata nel 1917.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'università per stranieri ha ereditato una tradizione plurisecolare di insegnamento dell'italiano che, nella città di Siena, vede i suoi albori già nel 1588 con l'istituzione della prima cattedra di lingua italiana destinata a studenti tedeschi.

L'Università si occupa dell'insegnamento e della diffusione della lingua e della cultura italiane, dello studio dell'italiano nel contatto con le altre lingue e della formazione dei docenti di italiano come lingua straniera. Rilascia titoli di laurea, laurea magistrale, master e dottorato di ricerca a studenti italiani e stranieri. Organizza inoltre corsi di lingua e cultura italiana per studenti stranieri.[3]

Prima di assumere il nome attuale era definita: scuola di lingua e cultura italiana per stranieri.

La sede, trasferita nel 2008 dallo storico palazzo di via di Pantaneto al moderno edificio lineare ubicato in prossimità della stazione ferroviaria di Siena, oltre alle aule e agli uffici amministrativi, ospita una biblioteca e un auditorium.

Numero di studenti iscritti all'ateneo nel periodo 2004-2016.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'Università comprendeva fino al 2012 una facoltà e due dipartimenti, a seguito della riforma Gelmini e con l'entrata in vigore del nuovo statuto, la facoltà ed i dipartimenti sono confluiti nel dipartimento di ateneo per la didattica e la ricerca (DADR).

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ Storia, su unistrasi.it. URL consultato il 12 giugno 2016.
  3. ^ Centro Cluss, su cluss.unistrasi.it. URL consultato il 12 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN152140582 · ISNI (EN0000 0001 2204 4416 · LCCN (ENn94072073 · GND (DE5206128-0 · BNF (FRcb16117090v (data)