Università Iuav di Venezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Università Iuav di Venezia
Logo IUAV.svg
Verso la facolta di Architettura Calle Amai S Croce.jpg
Sede dell'Università Iuav di Venezia ai Tolentini
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàVenezia
Altre sediMestre
Dati generali
Fondazione1926
TipoStatale
DipartimentiCulture del progetto
RettoreAlberto Ferlenga
Studenti4 200 (2017-18[1])
ColoriNero
SportCUS Venezia
Sito web
Le Corbusier visita l'Ateneo

L'Università Iuav di Venezia (fino al 2001 Istituto Universitario di Architettura di Venezia) è una università statale italiana fondata nel 1926. Si occupa di architettura, design, teatro, moda, arti visive, urbanistica e pianificazione del territorio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'università iniziò l'attività nel dicembre del 1926 per iniziativa di Giovanni Bordiga, allora presidente dell'Accademia di belle arti di Venezia, e di Guido Cirilli.[2]

Dal 2001 assunse la denominazione Università Iuav di Venezia, affiancando alla facoltà di architettura quelle di design e arti e di pianificazione del territorio. Nel 2012, a seguito della riforma Gelmini, le tre facoltà divennero tre dipartimenti: architettura, costruzione e conservazione; culture del progetto; progettazione e pianificazione in ambienti complessi. Nel 2018, mediante l'emanazione di un nuovo statuto, l'Ateneo recuperò lo status di scuola speciale consentendole di organizzarsi derogando la legge Gelmini[senza fonte] e contestualmente strutturarsi nell'unico dipartimento di culture del progetto.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'ateneo è organizzato in un solo dipartimento: culture del progetto.[3]

Biblioteca

L'Università possiede una biblioteca dedicata all'architettura e alle altre discipline progettuali in Italia. La biblioteca Iuav, sita nel convento dei Tolentini, è aperta agli utenti istituzionali e, previa autorizzazione, anche al pubblico esterno.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Tra i rettori fin qui succedutisi vi sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ breve storia dell'Università Iuav di Venezia; [1].
  3. ^ Dipartimenti, su iuav.it. URL consultato il 7 marzo 2019.
    «Dopo l'entrata in vigore del nuovo statuto dell'Università Iuav, dal 28 settembre 2018 [...] il dipartimento di culture del progetto (DCP) diventa l'unico dipartimento Iuav che accoglie tutti i docenti e gli studenti dell'ateneo».

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168670480 · ISNI (EN0000 0004 1937 036X · LCCN (ENnr2005003660 · WorldCat Identities (ENnr2005-003660