Link Campus University

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Link Campus University
Logo link.png
Link Campus University - Rome.jpeg
Università Link Campus a Roma
Stato Italia Italia
Città Roma
Soprannome Link
Fondazione 1998
Fondatore Vincenzo Scotti
Tipo Privata
Rettore Adriano De Maio
Presidente Vincenzo Scotti
Direttore Generale Pasquale Russo
Studenti 1 946 (2015/16[1])
Sito web www.unilink.it
Nuova sede della Link Campus University a Roma, Via del Casale di San Pio V, 44
L'edificio principale del Casale di San Pio V, sede della Link.

L'Università degli Studi - Link Campus University, già Link Campus - University of Malta,[2][3][4] è un'università privata non statale legalmente riconosciuta[5] fondata e presieduta da Vincenzo Scotti.[6][7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Link Campus University of Malta è stata fondata nel 1998 come filiazione italiana dell'Università di Malta[4][8] ed è autorizzata dal 2007 a rilasciare titoli ammessi al riconoscimento.[9]

Il 20 Ottobre 2004, il quotidiano Milano Finanza ha pubblicato la notizia che CEPU aveva acquisito il 51% del controllo della società di gestione della Link Campus University of Malta.[6][10]

Dal 2011, con decreto ministeriale n. 374 del 21 settembre 2011[11] ha cessato l'attività come filiazione italiana della University of Malta e, prendendo il nome attuale, è diventata un'università non statale legalmente riconosciuta nell'ordinamento universitario italiano.

Ordinamento[modifica | modifica wikitesto]

Link Campus University ha un'offerta formativa basata su Corsi di laurea, corsi di laurea magistrale, corsi di laurea a ciclo unico e master.[12] I corsi di laurea afferiscono alle aree degli studi giuridici, diplomatici, strategici, di comunicazione, di economia e di gestione dell'impresa. In particolare, al 2016:

  • Corsi di laurea:
    • DAMS (discipline delle arti figurative, della musica, della moda e dello spettacolo)
    • Scienze della politica e dei rapporti internazionali
    • Economia aziendale internazionale
    • Comunicazione digitale
    • Economia e politiche dello sport
  • Corsi di laurea magistrale:
  • Corso di laurea magistrale in ciclo unico in giurisprudenza:
    • Giurisprudenza dello sport
    • Scienze forensi, investigative e criminologiche
    • Internet e new media
    • Internazionalistico e comparatistico
    • Economia e impresa
  • Master:
  • Corsi di formazione (5 categorie)

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteca e libri[modifica | modifica wikitesto]

La biblioteca della Link conta circa 100.000[13] titoli catalogati con il sistema Sebina OPAC del MIUR, collegato al Polo bibliotecario del Lazio, parte del Servizio bibliotecario nazionale. La biblioteca è stata dedicata nel 2011 a Francesco Cossiga e a Guido De Marco.[14]

L'università pubblica i propri libri attraverso la Eurilink Edizioni, avente sede nell'ateneo stesso.

Associazioni[modifica | modifica wikitesto]

Fra le associazioni vi è la Link MBA Alumni Association, comunità dei diplomati e degli studenti del Master of Business Administration (MBA) della Link Campus, nel febbraio 2008 è nata l'Associazione Studenti Link Campus University.

È inoltre presente un laboratorio teatrale diretto da Alessandro Preziosi che ha visto negli anni il coinvolgimento di Monica Guerritore, Nikolaj Karpov e Luca De Filippo.

Informazione[modifica | modifica wikitesto]

L'università produce una webtv (Link Tv), una webradio (Link Radio) e un trimestrale (Link Journal).

Docenti[modifica | modifica wikitesto]

Sono o sono stati docenti della Link Campus:

Ex-Allievi[modifica | modifica wikitesto]

Si sono laureati alla Link Campus:

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

L'inserimento dell'ateneo nel sistema universitario italiano, per decreto ministeriale approvato al termine del mandato del ministro Mariastella Gelmini, senza approvazione preventiva da parte dell'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca né dei Comitati regionali di coordinamento,[18] ha provocato critiche sui media. Vincenzo Scotti ha dichiarato che non vi sono state irregolarità in quanto le verifiche furono effettuate cinque anni prima dal Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario precursore dell'ANVUR che ancora non esisteva, sebbene non avessero lo scopo di creare una nuova università.[19][20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ Ottanta laureati alla Link Campus University, Il Tempo, 12 novembre 2003. URL consultato l'8 agosto 2013.
  3. ^ Link Campus - University of Malta - Il titolo di Link campus, web.archive.org, 28 novembre 2011. URL consultato l'8 agosto 2013.
  4. ^ a b University of Malta, Associated entities, web.archive.org. URL consultato il 10 marzo 2013.
  5. ^ In data 14 giugno 2013, il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha emanato il decreto di accreditamento iniziale dei corsi di studio e delle sedi di Link Campus University per l'anno accademico 2013-2014.
  6. ^ a b Cepu si compra l'ateneo di Scotti, acquisito il 51% di Link Campus spa (PDF), Milano Finanza, 20 ottobre 2004. URL consultato l'11 marzo 2013.
  7. ^ Il colpo di coda di Mariastella, aetnascuola.it. URL consultato l'11 marzo 2013.
  8. ^ Decreto ministeriale del 27 novembre 1999, gazzettaufficiale.biz. URL consultato il 23 novembre 2011.
  9. ^ Decreto ministeriale del 4 luglio 2007, gazzettaufficiale.biz. URL consultato il 23 novembre 2011.
  10. ^ Chiarimento - Milano Finanza (PDF), unilink.it. URL consultato l'08 Aprile 2016.
  11. ^ MIUR, Decreto Ministeriale n. 374 del 21 settembre 2011 (PDF), unilink.it.
  12. ^ Link Campus University Offerta Formativa, unilink.it. URL consultato il 06 Aprile 2016.
  13. ^ http://opac.uniroma1.it/SebinaOpacRMS/Opac
  14. ^ http://www.unilink.it/intervento-del-prof-vincenzo-scotti-allinaugurazione-dellanno-accademico-2011-2012/Dedeicamdella biblioteca a Cossiga e De Marco
  15. ^ La figlia di Cardinale: io al posto di papà? Mi ha scelto Fioroni, venne da noi in campagna, Corriere della Sera, 5 marzo 2008. URL consultato il 12 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).
  16. ^ Guglielmo Stendardo, avvocato difensore, Il Manifesto, 1 dicembre 2008. URL consultato il 12 marzo 2013.
  17. ^ Docenti, unilink.it. URL consultato il 13 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2013).
  18. ^ Link Campus: università privata "irregolare", ma approvata dalla Gelmini, Blitz Quotidiano, 12 gennaio 2012. URL consultato il 12 marzo 2013.
  19. ^ Errore nell'uso delle note: Marcatore <ref> non valido; non è stato indicato alcun testo per il marcatore ilsecoloxix
  20. ^ Una nuova università non statale: Link Campus sede italiana dell'università di Malta, universitastrends.info, 30 gennaio 2012. URL consultato il 23 ottobre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Università Portale Università: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di università