Australian Open 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Australian Open 2012
Sport Tennis pictogram.svg Tennis
Data 16 gennaio – 29 gennaio
Edizione 100a
Categoria Grande Slam (ITF)
Località Melbourne, Victoria, Australia
Mappa di localizzazione: Australia
Melbourne
Campioni
Singolare maschile
Serbia Novak Đoković
Singolare femminile
Bielorussia Viktoryja Azaranka
Doppio maschile
India Leander Paes / Rep. Ceca Radek Štěpánek
Doppio femminile
Russia Svetlana Kuznecova / Russia Vera Zvonarëva
Doppio misto
Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands / Romania Horia Tecău
Singolare ragazzi
Australia Luke Saville
Singolare ragazze
Stati Uniti Taylor Townsend
Doppio ragazzi
Regno Unito Liam Broady / Regno Unito Joshua Ward-Hibbert
Doppio ragazze
Stati Uniti Taylor Townsend / Stati Uniti Gabrielle Andrews
Singolare maschile in carrozzina
Paesi Bassi Maikel Scheffers
Singolare femminile in carrozzina
Paesi Bassi Esther Vergeer
Quad singolare
Regno Unito Peter Norfolk
Doppio maschile in carrozzina
Paesi Bassi Ronald Vink / Paesi Bassi Robin Ammerlaan
Doppio femminile in carrozzina
Paesi Bassi Esther Vergeer / Paesi Bassi Sharon Walraven
Quad doppio
Regno Unito Andrew Lapthorne / Regno Unito Peter Norfolk
Left arrow.svg 2011 2013 Right arrow.svg

L'Australian Open 2012 è stato un torneo di tennis che si è disputato sui venticinque campi in cemento plexicushion del complesso di Melbourne Park, a Melbourne in Australia, fra il 16 e il 29 gennaio 2012. È stata la 100ª edizione dell'Australian Open, il primo dei quattro tornei del Grande Slam dell'anno 2012. L'evento è stato organizzato dalla International Tennis Federation, ed è stato parte dell'ATP World Tour 2012 e del WTA Tour 2012. I detentori dei titoli di singolare maschile e femminile erano Novak Đoković e Kim Clijsters.

Il singolare maschile è stato vinto da Novak Đoković che ha battuto in finale Rafa Nadal aggiudicandosi il 5º titolo dello Slam. Il singolare femminile ha visto la vittoria di Viktoryja Azaranka che ha battuto nella finale la russa Marija Šarapova. Nel doppio maschile si sono imposti Leander Paes e Radek Štěpánek. Svetlana Kuznecova e Vera Zvonarëva hanno conquistato il titolo del doppio femminile. Nel doppio misto ha vinto la coppia formata da Bethanie Mattek-Sands e Horia Tecău.

Sommario[modifica | modifica sorgente]

Novak Đoković, n.1 del mondo, nonché campione in carica, ha esordito ufficialmente nel 2012 contro l'italiano Paolo Lorenzi. Roger Federer e Rafa Nadal sono stati inseriti nella parte bassa del tabellone: non accadeva da 7 anni che fossero nella stessa metà, ossia dal Roland Garros 2005. Andy Murray, numero 4, si è trovato nella parte alta. Lo scozzese ha esordito contro Ryan Harrison. Roger Federer, ha esordito contro il russo Aleksandr Kudrjavcev, proveniente dalle qualificazioni. Rafa Nadal, a sua volta è stato opposto ad un qualificato all’esordio: lo statunitense Alex Kuznetsov.

Nel tabellone del singolare femminile Caroline Wozniacki ha esordito nel 1º giorno. La prima a giocare contro la n° 1 del mondo è stata l’australiana Anastasija Rodionova. Nella stessa parte di tabellone c'è stata Viktoryja Azaranka, vincitrice del torneo Premier di Sydney. Nella parte bassa, quella presidiata dalla n° 2 Petra Kvitová, è finita Marija Šarapova. L’ultimo parte di tabellone comprendeva anche Samantha Stosur, vincitrice dell'ultimo torneo dello Slam: gli US Open 2011.

Novak Đoković si è aggiudicato il torneo del singolare maschile battendo all'esordio l'italiano Paolo Lorenzi 6–2, 6–0, 6–0. Nel secondo turno ha avuto la meglio sul colombiano Santiago Giraldo in tre set col punteggio di 6–3, 6–2, 6–1. Nel turno successivo ha sconfitto il francese Nicolas Mahut col punteggio di 6–0, 6–1, 6–1. Negli ottavi di finale ha battuto l'australiano Lleyton Hewitt in quattro set per 6–1, 6–3, 4–6, 6–3. Nei quarti ha avuto la meglio sullo spagnolo David Ferrer per 6–4, 7–64, 6–1. In semifinale ha battuto lo scozzese Andy Murray in cinque set col punteggio di 6–3, 3–6, 64–7, 6–1, 7–5. In finale ha sconfitto Rafael Nadal in cinque set col punteggio di 5–7, 6–4, 6–2, 6–75, 7–5.

Viktoryja Azaranka ha vinto il torneo del singolare femminile. Nel 1º turno ha battuto la britannica Heather Watson col punteggio di 6–1, 6–0. Nel 2º turno ha sconfitto per 6–1, 6–0 l'australiana Casey Dellacqua. Nel turno successivo ha avuto la meglio sulla tedescae Mona Barthel col punteggio di 6–2, 6–4. Negli ottavi di finale ha battuto Iveta Benešová per 6–2, 6–2. Nei quarti Agnieszka Radwańska ha ceduto per 60–7, 6–0, 6–2. In semifinale ha battuto Kim Clijsters per 6–4, 1–6, 6–3 e in finale la russa Marija Šarapova 6–3, 6–0.

Programma del torneo[modifica | modifica sorgente]

Il torneo si svolge in 14 giornate divise in due settimane.

Qualificazioni e sorteggio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Qualificazioni singolare maschile e Australian Open 2012 - Qualificazioni singolare femminile.

Le qualificazioni si sono svolte fra l'11 e il 15 gennaio. Si sono qualificati 16 giocatori per il tabellone maschile e 12 giocatrici per quello femminile.

Le wildcard sono state assegnate a:

Tennisti partecipanti ai singolari[modifica | modifica sorgente]

Singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Campione Finalista
Serbia Novak Đoković (1) Spagna Rafael Nadal (2)
Semifinalisti
Regno Unito Andy Murray (4) Svizzera Roger Federer (3)
Eliminati ai quarti
Spagna David Ferrer (5) Giappone Kei Nishikori (24) Argentina JM del Potro (11) Rep. Ceca Tomáš Berdych (7)
Eliminati agli ottavi
Australia Lleyton Hewitt Francia Richard Gasquet (17) Kazakistan Michail Kukuščkin Francia Jo-Wilfried Tsonga (6)
Germania Philipp Kohlschreiber Australia Bernard Tomic Spagna Nicolás Almagro (10) Spagna Feliciano López (18)
Eliminati al 3º turno
Francia Nicolas Mahut Canada Milos Raonic (23) Serbia Janko Tipsarević (9) Argentina JI Chela (27)
Francia Michaël Llodra Francia Gaël Monfils (14) Francia Julien Benneteau Portogallo Frederico Gil
Colombia Alejandro Falla Taipei Cinese Lu Yen-hsun Ucraina O Dolhopolov (13) Croazia Ivo Karlović
Sudafrica Kevin Anderson (30) Svizzera S Wawrinka (21) Stati Uniti John Isner (16) Slovacchia Lukáš Lacko
Eliminati al 2º turno
Colombia Santiago Giraldo Giappone Tatsuma Ito Germania Philipp Petzschner Stati Uniti Andy Roddick (15)
Australia James Duckworth Kazakistan Andrej Golubev Spagna Pablo Andújar Stati Uniti Ryan Sweeting
Francia Édouard Roger-Vasselin Russia Alex Bogomolov, Jr. Serbia Viktor Troicki (19) Brasile Thomaz Bellucci
Francia Gilles Simon (12) Australia Matthew Ebden Spagna Marcel Granollers (26) Brasile Ricardo Mello
Stati Uniti Mardy Fish (8) Spagna Pere Riba Francia Florent Serra Slovenia Blaž Kavčič
Germania Tobias Kamke Stati Uniti Sam Querrey Argentina Carlos Berlocq Germania Andreas Beck
Belgio Olivier Rochus Ucraina Serhij Stachovs'kyj Cipro Marcos Baghdatis Bulgaria Grigor Dimitrov
Argentina David Nalbandian Italia Flavio Cipolla Stati Uniti Donald Young Germania Tommy Haas
Eliminati al 1º turno
Italia Paolo Lorenzi Italia Matteo Viola Italia Potito Starace Rep. Ceca Radek Štěpánek (29)
Italia Filippo Volandri Rep. Ceca Lukáš Rosol Germania Cedrik-Marcel Stebe Paesi Bassi Robin Haase
Russia Dmitrij Tursunov Estonia Jürgen Zopp Russia Michail Južnyj Italia Andreas Seppi
Stati Uniti Michael Russell Russia Igor' Kunicyn Germania Matthias Bachinger Portogallo Rui Machado
Stati Uniti Ryan Harrison Belgio Xavier Malisse Lettonia Ernests Gulbis Spagna Daniel Gimeno Traver
Spagna Juan Carlos Ferrero Spagna Gabriel Garcia-Lopez Israele Dudi Sela Australia Marinko Matosevic
Thailandia Danai Udomchoke Slovacchia Karol Beck Brasile João Souza Francia Stéphane Robert
Stati Uniti Jesse Levine Croazia Ivan Dodig Spagna Roberto Batista-Agut Uzbekistan Denis Istomin
Lussemburgo Gilles Müller Italia Fabio Fognini Spagna Albert Montañés Argentina Juan Mónaco (25)
Sudafrica Rik De Voest Belgio Steve Darcis Regno Unito James Ward Francia Adrian Mannarino
Australia Greg Jones Romania Victor Hănescu Francia Kenny de Schepper Spagna Fernando Verdasco (22)
Austria Jürgen Melzer (31) Paesi Bassi Jesse Huta Galung Francia Éric Prodon Russia Aleksandr Kudrjavcev
Spagna Alber Ramos Germania Björn Phau Ucraina Illja Marčenko Danimarca Frederik Nielsen
Francia Benoît Paire Germania Benjamin Becker Francia Jeremy Chardy Polonia Łukasz Kubot
Australia Benjamin Mitchell Finlandia Jarkko Nieminen Russia Nikolaj Davydenko Argentina Leonardo Mayer
Croazia Ivan Ljubičić (28) Germania Peter Gojowczkyk Stati Uniti Denis Kudla Stati Uniti Alex Kuznetsov

Singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Campionessa Finalista
Bielorussia Viktoryja Azaranka (3) Russia Marija Šarapova (4)
Semifinaliste
Belgio Kim Clijsters (11) Rep. Ceca Petra Kvitová (2)
Eliminate ai quarti
Danimarca Caroline Wozniacki (1) Polonia A Radwańska (8) Russia Ekaterina Makarova Italia Sara Errani
Eliminate agli ottavi
Serbia Jelena Janković (13) Cina Li Na (5) Rep. Ceca Iveta Benešová Germania Julia Görges (22)
Stati Uniti Serena Williams (12) Germania Sabine Lisicki (14) Cina Zheng Jie Serbia Ana Ivanović (21)
Eliminate al 3º turno
Romania Monica Niculescu (31) Stati Uniti Christina McHale Rep. Ceca D Hantuchová (20) Spagna A Medina Garrigues (26)
Germania Mona Barthel Russia Nina Bratčikova Italia Romina Oprandi Kazakistan Galina Voskoboeva
Russia Vera Zvonarëva (7) Ungheria Gréta Arn Russia S Kuznecova (18) Germania Angelique Kerber (30)
Romania Sorana Cîrstea Francia Marion Bartoli (9) Stati Uniti Vania King Russia Marija Kirilenko (27)
Eliminate al 2º turno
Georgia Anna Tatišvili Francia Pauline Parmentier Nuova Zelanda Marina Erakovic Taipei Cinese Chang Kai-chen
Francia Stéphanie Foretz Gacon Ucraina Lesja Curenko Bielorussia Ol'ga Govorcova Australia Olivia Rogowska
Australia Casey Dellacqua Rep. Ceca Petra Cetkovská (32) Italia Alberta Brianti Cina Peng Shuai (16)
Italia F Schiavone (10) Grecia Eleni Daniilidou Bulgaria Cvetana Pironkova Argentina Paula Ormaechea
Rep. Ceca Lucie Hradecká Estonia Kaia Kanepi (25) Slovacchia D Cibulková (17) Rep. Ceca B Záhlavová-Strýcová
Israele S Pe'er Stati Uniti Sloane Stephens Canada Stéphanie Dubois Stati Uniti Jamie Hampton
Polonia Urszula Radwańska Russia Nadia Petrova (29) Italia Roberta Vinci (23) Australia Jelena Dokić
Russia A Pavljučenkova (15) Paesi Bassi Michaëlla Krajicek Canada Aleksandra Wozniak Spagna Carla Suárez Navarro
Eliminate al 1º turno
Australia Anastasija Rodionova Australia Ashleigh Barty Russia Alla Kudrjavceva Francia Alizé Cornet
Rep. Ceca Lucie Šafářová (24) Francia Irena Pavlovic Croazia Petra Martić Regno Unito Laura Robson
Portogallo Maria João Koehler Regno Unito Elena Baltacha Paesi Bassi Arantxa Rus Stati Uniti Varvara Lepchenko
Rep. Ceca Eva Birnerová Austria Patricia Mayr-Achleitner Svezia Sofia Arvidsson Kazakistan Ksenija Pervak
Regno Unito Heather Watson Serbia Bojana Jovanovski Regno Unito Anne Keothavong Giappone Ayumi Morita
Italia Flavia Pennetta (19) Stati Uniti Irina Falconi Francia Mathilde Johansson Francia Aravane Rezaï
Spagna Laura Pous Tió Bielorussia Nastas'sja Jakimava Giappone Kimiko Date-Krumm Slovenia Polona Hercog
Belgio Yanina Wickmayer (28) India Sania Mirza Romania Simona Halep Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands
Romania Alexandra Dulgheru Russia Evgeniya Rodina Thailandia Tamarine Tanasugarn Svezia Johanna Larsson
Slovacchia Magdaléna Rybáriková Canada Rebecca Marino Francia Iryna Brémond Austria Tamira Paszek
Svizzera Stefanie Vögele Australia Isabella Holland Spagna Silvia Soler-Espinosa Sudafrica Chanelle Scheepers
Australia Bojana Bobusic Russia Elena Vesnina Lussemburgo Mandy Minella Argentina Gisela Dulko
Australia Samantha Stosur (6) Stati Uniti Alison Riske Russia Valerija Savinych Rep. Ceca Andrea Hlaváčková
Romania Alexandra Cadanțu Stati Uniti Madison Keys Russia Anna Čakvetadze Francia Virginie Razzano
Rep. Ceca Klára Zakopalová Ucraina Kateryna Bondarenko Germania Kristina Barrois Spagna Lourdes Domínguez Lino
Australia Jarmila Gajdošová Cina Zhang Shuai Romania Irina-Camelia Begu Russia Vera Duševina

Calendario[modifica | modifica sorgente]

Giorno 1 (16 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella prima giornata si sono giocati gli incontri del 1º turno del singolare maschile e femminile.[1]

Fernando Verdasco esce al 1º turno perdendo contro Bernard Tomic

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer supera il primo turno: lo svizzero numero 3 del seeding ha battuto il russo Aleksandr Kudrjavcev, all'esordio in un torneo dello Slam, in poco più di un'ora e mezza. Federer, impegnato sul centrale, ha qualche difficoltà solo nel primo set quando sul 4-5 il russo annulla un set point sul suo servizio, ma Roger chiude agevolmente per 7-5, 6-2, 6-2.
La testa di serie numero 2 del torneo, lo spagnolo Rafael Nadal, ha battuto l'americano Alex Kuznetsov. Nadal ha esordito andando subito avanti 2-0. Nel sesto game del primo set Rafael deve contenere l'americano prima di chiudere 6-4. Gli altri due set si chiudono con un doppio 6-1 in poco più di un'ora.
L'australiano Bernard Tomic rimonta da due set a zero la testa di serie numero 22 Fernando Verdasco andando a vincere 7-5 al quinto dopo una gara durata 4 ore e 20 minuti. Tomic concretizza più palle break dell'avversario e va così al secondo turno. L'australiano Greg Jones, avanti due set contro la testa di serie numero 13 Oleksandr Dolhopolov, finisce per perdere al quinto set. 1–6, 4–6, 6–1, 6–1, 6–2 è il risultato finale dell'incontro.
L'argentino Juan Martín del Potro, testa di serie numero 11, esordisce concedendo il primo set al francese Adrian Mannarino per riprendersi e vincere i 3 set successivi chiudendo il match col punteggio di 2–6, 6–1, 7–5, 6–4 e andare al secondo turno. L'americano Mardy Fish batte in due ore il lussemburghese Gilles Müller in un match dove la testa di serie numero 8 è stato capace di trasformare il 91% di punti giocati sulla sua prima di servizio.
Lo svizzero Stanislas Wawrinka vince i primi 2 set del suo incontro per 6-1 nel giro di 57 minuti, ha qualche problema solo nel terzo terminato 7-5. Passa al secondo turno anche la testa di serie numero 7 Tomáš Berdych. Il ceco vince il primo set per 7-5, ma perde il 2° per 6-4. I successivi 2 set vengono vinti facilmente e si chiudono col punteggio di 6–2 e 6–3.

Flavia Pennetta esce a sorpresa nel 1º turno

Nel torneo del singolare femminile la numero 1 del mondo Caroline Wozniacki passa il primo turno battendo l'australiana Anastasija Rodionova sul cemento della Rod Laver Arena. Wozniacki ha dovuto annullare un break point nel quinto gioco del primo set, ma ha vinto agevolmente per 6–2, 6–1.
La bielorussa Viktoryja Azaranka, testa di serie numero 3, batte in un'ora e 5 minuti la britannica Heather Watson per 6–1, 6–0. La cinese Li Na passa agevolmente al secondo turno grazie alla vittoria su Ksenija Pervak per 6–3, 6–1. Agnieszka Radwańska, testa di serie numero 8, inizia andando sotto 5-3, portando il 1º set al tie-break perdendolo per 10 punti a 8. Il secondo e terzo set finiscono rispettivamente 6-4, 6-2 e regalano il secondo turno alla polacca.
Peng Shuai, testa di serie numero 16, va al secondo turno dopo aver vinto in poco meno di un'ora e mezza contro la francese Aravane Rezaï col punteggio di 6-3, 6-4. La campionessa uscente Kim Clijsters va al secondo turno. Nel primo set la portoghese Maria João Köhler costringe la belga, numero 11 del tabellone, al 7-5 per cedere nel secondo per 6-1 dopo 26 minuti di gioco. La Clijsters ha concesso solo una palla break. La serba Jelena Janković batte la britannica Laura Robson col punteggio di 6-2, 6-0, in poco più di un'ora. Julia Görges, testa di serie numero 22, supera la slovena Polona Hercog. Il 1º set viene vinto con un netto 6-3, nel secondo il match va avanto fino al tie-break che la Goerges si aggiudica per 7 punti a 3. La slovacca Daniela Hantuchová, testa di serie numero 20, ha vinto contro l'americana Varvara Lepchenko. Il 1º set viene vinto dalla Lepchenko, ma l'Hantuchova s'impone nei due successivi set e va al secondo turno. La brindisina Flavia Pennetta perde contro la russa proveniente dalle qualificazioni Nina Bratčikova. 3-6, 6-1, 2-6 è il punteggio finale che elimina la testa di serie n° 19. Francesca Schiavone supera il primo turno battendo in un'ora e tre minuti la spagnola Laura Pous Tió col punteggio di 6-1, 6-3.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Regno Unito Heather Watson 6–1, 6–0
1º turno singolare maschile Australia Bernard Tomic Spagna Fernando Verdasco [22] 4–6, 6–7(3–7), 6–4, 6–2, 7–5
1º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [11] Portogallo Maria João Köhler 7–5, 6–1
1º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [3] Russia Aleksandr Kudrjavcev 7–5, 6–2, 6–2
1º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [1] Australia Anastasija Rodionova 6–2, 6–1
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare maschile Argentina Juan Martín del Potro [11] Francia Adrian Mannarino 2–6, 6–1, 7–5, 6–4
1º turno singolare femminile Cina Li Na [5] Kazakistan Ksenija Pervak 6–3, 6–1
1º turno singolare femminile Italia Francesca Schiavone [10] Spagna Laura Pous Tió 6–1, 6–3
1º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Stati Uniti Alex Kuznetsov 6–4, 6–1, 6–1
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Australia Casey Dellacqua Serbia Bojana Jovanovski 6–3, 6–2
1º turno singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [7] Spagna Albert Ramos 7–5, 4–6, 6–2, 6–3
1º turno singolare maschile Ucraina Oleksandr Dolhopolov [13] Australia Greg Jones 1–6, 4–6, 6–1, 6–1, 6–2
1º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [13] Regno Unito Laura Robson 6–2, 6–0
1º turno singolare maschile Argentina David Nalbandian Finlandia Jarkko Nieminen 6–4, 5–2, ritiro
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 2 (17 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella seconda giornata si sono giocati gli incontri del 1º turno del singolare maschile e femminile.[2]

Radek Štěpánek ha perso nel 1º turno contro Nicolas Mahut

Nel torneo del singolare maschile il campione uscente e numero 1 al mondo Novak Đoković ha battuto Paolo Lorenzi. Il punteggio finale dell'incontro è stato di 6-2 6-0 6-0 in un'ora e trentadue minuti di gioco. L'altro finalista del 2010 e numero 4 al mondo, Andy Murray, va sotto di un set contro l'americano Ryan Harrison, capace di vincere la prima partita per 6-4. Murray però rimonta e in meno di tre ore e mezza chiude al quarto set col punteggio finale di 4-6 6-3 6-4 6-2.
Jo-Wilfried Tsonga ha battuto il numero 60 al mondo: l’uzbeco Denis Istomin. Istomin perde i game chiave del match: il nono del primo set, l’avvio del secondo e il dodicesimo del quarto. Tsonga dopo aver vinto il 1º set per 6-4, perde il 2° per sei giochi a tre, per aggiudicarsi i 2 successivi per 6-2 e 7-5. Lo spagnolo, testa di serie numero 5, David Ferrer, semifinalista del 2010, batte facilmente il portoghese Rui Machado con una percentuale di punti vinti dopo la prima di servizio dell'85%. 6-1 6-4 6-2 è il risultato finale che permette a Ferrer di passare al 2º turno.
Il francese Gaël Monfils, finalista a Doha due settimane prima, ha battuto l'australiano Marinko Matosevic in poco più di due ore. Nel primo set l'australiano costringe Monfils fino al tie-break: qui il francese vince per 7 punti a 5. Gli altri 2 set finiscono col punteggio di 6-3 e 6-3. Il serbo Janko Tipsarević, testa di serie numero 9, batte il russo Dmitrij Tursunov che però è capace di imporsi 7-5 nel primo set e trascinare nel secondo la sfida a un lungo tie-break: qui Tipsarević, annulla un paio di set point prima di imporsi per 12 a 10. I successivi 2 set sono conquistati da Tipsarević con i punteggi di 6-3 e 6-4. Passa al secondo turno anche l’ex numero 1 al mondo e australiano Lleyton Hewitt, impegnato sulla Rod Laver Arena contro il tedesco Cedrik-Marcel Stebe, capace di allungare il match fino alle 4 ore di durata. Hewitt si aggiudica il primo set. Stebe vince il secondo per 6-4. Nel terzo l’australiano sotto 5-1, rimonta e vince 6 giochi consecutivi andando così al secondo turno.

Samantha Stosur esce a sorpresa nel 1º turno del singolare femminile

Nel campo numero 18 l'ex numero 1 del mondo Juan Carlos Ferrero, avanti per due set, finisce col farsi rimontare dalla testa di serie numero 19: Viktor Troicki. Dopo i primi due set vinti, Ferrero cede fisicamente e Troicki mette a segno 27 aces. Nel quarto set il serbo riesce vincere al tie-break per 7 punti a 3 e nel successivo per 6-2. L'unica testa di serie ad uscire è la numero 29 rappresentata da Radek Štěpánek, che perde contro Nicolas Mahut per 7-5 7-5 6-3.

Nel torneo del singolare femminile Serena Williams supera il primo turno: la statunitense ha vinto contro Tamira Paszek per 6-3 6-2. Nel primo set il break decisivo arriva all'ottavo gioco, quando Serena riesce a portarsi sul 5-3. La Williams chiude poi 6-3 al primo set point e nel secondo parziale ottiene 4 giochi consecutivi dopo il momentaneo pareggio sul 2-2. Marija Šarapova batte con un netto 6-0 6-1 l’argentina Gisela Dulko in meno di un’ora di gioco. La Šarapova, pur servendo poco più del 50% di prime palle, passa al secondo turno. La prima sorpresa di questa edizione del torneo arriva dal tabellone femminile. La testa di serie numero 6 e australiana Samantha Stosur esce al primo turno per mano della romena Sorana Cîrstea. La Stosur, con i suoi 33 errori non forzati e il 52% di palle vinte dopo la prima di servizio, ha perso dopo un’ora e mezza di gioco col punteggio di 7–62, 6–3.
La testa di serie numero 2, Petra Kvitová, ha vinto per 6-2 6-0 in poco più di un’ora contro la russa Vera Duševina. Nella parte bassa del tabellone la francese Marion Bartoli ha battuto la connazionale Virginie Razzano. la Bartoli si è imposta per 7-5 6-0 ed è passata passa la 2º turno. La testa di serie n° 7. Vera Zvonarëva. ha battuto la romena Alexandra Dulgheru. Il suo match si protrae fino al 3º set dove la russa vince per 6-3. I primi due set erano terminati entrambi al tie-break: il primo è stato vinto dalla Zvonarëva per 7 punti a 4, l’altro dalla Dulgheru per 7 a 5. Va al secondo turno la tedesca Sabine Lisicki, che ha battuto la svizzera Stefanie Vögele, che ha saputo strappare alla testa di serie numero 14 il secondo set della partita, per perdere definitivamente per 6-2 4-6 6-4. L'estone Kaia Kanepi, vincitrice del torneo WTA di Brisbane batte la svedese Johanna Larsson con un netto 6-2 6-2 in un’ora e dieci minuti.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová [2] Russia Vera Duševina 6–2, 6–0
1º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Italia Paolo Lorenzi 6–2, 6–0, 6–0
1º turno singolare femminile Romania Sorana Cîrstea Australia Samantha Stosur [6] 7–6(7–2), 6–3
1º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt Germania Cedrik-Marcel Stebe 7–5, 6–4, 3–6, 7–5
1º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [12] Austria Tamira Paszek 6–3, 6–2
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Russia Marija Kirilenko [27] Australia Jarmila Gajdošová 6–4, 6–2
1º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Argentina Gisela Dulko 6–0, 6–1
1º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Stati Uniti Ryan Harrison 4–6, 6–3, 6–4, 6–2
1º turno singolare maschile Stati Uniti Andy Roddick [15] Paesi Bassi Robin Haase 6–3, 6–4, 6–1
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare maschile Spagna David Ferrer [5] Portogallo Rui Machado 6–1, 6–4, 6–2
1º turno singolare femminile Australia Jelena Dokić Russia Anna Čakvetadze 6–2, 6–1
1º turno singolare maschile Francia Gaël Monfils [14] Australia Marinko Matosevic 7–6(7–5), 6–3, 6–3
1º turno singolare femminile Russia Svetlana Kuznecova [18] Sudafrica Chanelle Scheepers 6–3, 3–6, 6–0
1º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [6] Uzbekistan Denis Istomin 6–4, 3–6, 6–2, 7–5
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 3 (18 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella terza giornata si sono giocati gli incontri del 2º turno del singolare maschile e femminile e del 1º turno dei doppi maschile e femminile.[3]

Mardy Fish esce a sorpresa nel 2º turno

Nel torneo del singolare maschile Rafa Nadal ha battuto Tommy Haas, semifinalista all’Australian Open nel 1999, 2002 e 2007. Nadal si è imposto in tre set col punteggio di 6-4 6-3 6-4. Avanza al terzo turno senza scendere in campo la testa di serie numero 3, Roger Federer, perché il tedesco Andreas Beck ha dato forfait per un problema alla schiena prima dell'inizio dell'incontro. La prima grande sorpresa del tabellone maschile arriva dal colombiano Alejandro Falla, che ha superato la testa di serie numero 8: Mardy Fish. Falla approfitta dei tanti errori non forzati di Fish che alla fine saranno 58. Fondamentale è stata la differenza tenuta nei tie-break dove il colombiano ha avuto la meglio sia nel 1° che nel 3º set.
Va al terzo turno anche Juan Martín del Potro. L’argentino, testa di serie numero 11, ha vinto contro lo sloveno Blaz Kavcic in tre set dopo poco più di due ore e mezza di gioco. Raggiunge il terzo turno anche Tomáš Berdych. La testa di serie numero 7 vince il suo match contro il veterano del circuito Olivier Rochus. I primi due set terminano in 58 minuti, il terzo ed ultimo set al tie-break. Il punteggio finale è di 6-1 6-0 7-6. Il match più lungo della giornata si è giocato nella Margaret Court Arena, dove l’americano John Isner e David Nalbandian sono rimasti in campo per 4 ore e mezza fino al 10-8 del quinto set. I primi 4 parziali terminano 4-6 6-3 2-6 7-6. Su una prima di servizio all’incrocio delle linee Naldandian chiede in ritardo il challenge e l’arbitro concede l’ace ad Isner: l’argentino si fa togliere il servizio nel game successivo e concede il terzo turno all'avversario. Oleksandr Dolhopolov ha battuto il tedesco Tobias Kamke. Dopo essere andato avanti 6-4 nel primo, Kamke perde il secondo set in 18 minuti e quello successivo con lo stesso punteggio di 6-1. Nel quarto il tedesco s'impone per 6-3. Nel quinto set Dolhopolov annulla una palla break fondamentale che avrebbe mandato il tedesco a servire per il match. Termina 8-6 il 5º set con il break conquistato nel game successivo. Passa al 3º turno anche Bernard Tomic: l'australiano ha battuto in quattro set lo statunitense Sam Querrey che cede per 3-6, 6-3 7-63 6-3. Esce al 2º turno Stanislas Wawrinka, testa di serie n° 21, che perde contro il finalista del 2006, Marcos Baghdatis, che s'impone con il punteggio di 7-63, 6-4 5-7 6-1.

Francesca Schiavone perde il derby contro Romina Oprandi

Nel torneo del singolare femminile la campionessa uscente Kim Clijsters, testa di serie numero 11, ha battuto in 47 minuti la francese Stéphanie Foretz Gacon col punteggio netto di 6-0 6-1. La numero 1 al mondo Caroline Wozniacki dopo aver vinto il primo set agevolmente si è trovata sotto di un break nel secondo con la georgiana Anna Tatišvili, ma ha recuperato grazie all’immediato controbreak e si impone al tie-break vinto per 7 punti a 4. La serba Jelena Janković supera la giocatrice di Taipei Chang Kai-chen col punteggio di 6-4 6-2 in un match durato poco meno di un’ora e mezza.
La vincitrice del Roland Garros, Li Na, ha battuto l'australiana Olivia Rogowska, che prima di quest'anno non aveva mai passato un turno nell'Australian Open. Li Na passa al terzo turno vincendo col punteggio di 6-2 6-2. La sorpresa della giornata nel tabellone femminile arriva dalla cinese Peng Shuai. La testa di serie numero 16 perde contro la ceca Iveta Benešová, numero 46 al mondo. La Benesova vince in due set col punteggio di 6-2 6-4. Passa al terzo turno anche la testa di serie numero 8: Agnieszka Radwańska. La polacca ha battuto l’argentina Paula Ormaechea in un match durato poco più di un’ora conclusosi col punteggio di 6-3 6-1. Viktoryja Azaranka passa al 3º turno dopo aver vinto il suo match durato 57 minuti, giocato sulla Rod Laver Arena contro l'australiana Casey Dellacqua. Passa al terzo turno anche la testa di serie n° 20: Daniela Hantuchová. La slovacca ha la meglio sull'ucraina Lesja Curenko, che dopo essersi aggiudicata il 1º set per 6-4, perde il 2° e il 3° rispettivamente col punteggio di 6–4 e 6–3. il derby italiano tra Francesca Schiavone e Romina Oprandi viene vinto dalla meno favorita, ossia dalla Oprandi che batte la testa di serie numero 10 col punteggio di 6-4 6-3.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Cina Li Na [5] Australia Olivia Rogowska 6–2, 6–2
2º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [11] Francia Stéphanie Foretz Gacon 6–0, 6–1
2º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Germania Tommy Haas 6-4 6-3 6-4
2º turno singolare maschile Australia Bernard Tomic Stati Uniti Sam Querrey 3-6 6-3 7-63 6-3
2º turno singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Australia Casey Dellacqua 6-1 6-0
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [7] Belgio Olivier Rochus 6–1, 6–0, 7–6(7–4)
2º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [13] Taipei Cinese Chang Kai-chen 6–4, 6–2
2º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [1] Georgia Anna Tatišvili 6-1 7-6(7–4)
2º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [3] Germania Andreas Beck Walkover
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Slovacchia Daniela Hantuchová [20] Ucraina Lesja Curenko 4–6, 6–4, 6–3
2º turno singolare femminile Italia Romina Oprandi Italia Francesca Schiavone [10] 6-4 6-3
2º turno singolare maschile Stati Uniti John Isner [16] Argentina David Nalbandian 4-6 6-3 2-6 7-6(7–5) 10-8
2º turno singolare maschile Cipro Marcos Baghdatis Svizzera Stanislas Wawrinka [21] 7-6(7–3) 6-4 5-7 6-1
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 4 (19 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella quarta giornata si giocano gli incontri del 2º turno del singolare maschile e femminile e del 1º turno dei doppi maschile e femminile.[4]

Andy Roddick si è ritirato nel match contro Lleyton Hewitt

Nel torneo del singolare maschile Novak Đoković va al terzo turno: sulla Rod Laver Arena, il serbo, testa di serie numero 1, ha battuto il colombiano Santiago Giraldo con il punteggio di 6-3 6-2 6-1. Lo scozzese Andy Murray non concede nessun set a differenza del primo turno e batte il francese Édouard Roger-Vasselin col punteggio di 6-1 6-4 6-4 in meno di due ore di gioco. Murray mette a segno 9 ace e una percentuale di prime in campo pari al 70%. Raggiunge il terzo turno anche Jo-Wilfried Tsonga: il francese batte il mancino brasiliano Ricardo Mello. Nel primo set Tsonga fatica ma vince per 7 giochi a 5; chiude gli altri 2 col medesimo punteggio di 6-4.
Il semifinalista del 2010: David Ferrer, impiega 5 set e 3 ore e 28 minuti di gioco per battere l'americano Ryan Sweeting, capace di andare avanti nel match due volte: nel primo e nel terzo set. Alla fine a fare la differenza sono stati gli errori gratuiti dell'americano: 73, arrivati negli ultimi due set dell'incontro. Il punteggio finale è stato di 6-7 6-2 3-6 6-2 6-3. La testa di serie numero 9 Janko Tipsarević batte l'australiano James Duckworth, numero 250 al mondo e classe 1992. Il suo match dura per più di tre ore. Duckworth si aggiudica il 1º set per 6-3. Nel secondo vince Tipsarević, ma nel terzo il match si risolve al tie-break terminato per 7 punti a 5 a favore del serbo. Il 4º set è vinto da Janko che passa così al 3º turno.
Richard Gasquet approfitta del ritiro di Andrej Golubev e passa al turno successivo. Il kazaco, che è passato dalle qualificazioni per entrare nel tabellone principale e dopo la partita vinta al quinto set contro Michail Južnyj, ha dovuto dare forfait nel terzo set. Accede al terzo turno Gaël Monfils: la testa di serie numero 14 ha superato Thomaz Bellucci. Monfils chiude il match dopo aver salvato 4 palle del controbreak sul 5-2 e servizio del 4º set, prima di vincere definitivamente col punteggio di 2-6 6-0 6-4 6-2. L'australiano Lleyton Hewitt, ex numero 1 al mondo, passa al 3º turno. Dopo essere andato sotto nel primo set, si è ripreso nel secondo con un break in avvio. A inizio set però l'americano è costretto al medical timeout per un problema alla caviglia. Il secondo set finisce 6-4 per Hewitt e il terzo si apre con una serie di break e controbreak tra i due tennisti. Ad avere la meglio però è Hewitt che si porta avanti fino al 5-4 e servizio: qui l'australiano va sotto 0-40, rimonta e si aggiudica il set dopo un fortunoso colpo. L'americano cede al dolore e si ritira.

Anastasija Pavljučenkova esce al 2º turno del singolare femminile

Nel torneo del singolare femminile Serena Williams supera la ceca Barbora Záhlavová-Strýcová nel match che la vedeva impegnata nel secondo turno. Il 1º set si chiude con un netto 6-0; nel secondo la ceca riesce inizialmente a mantenere i suoi turni di servizio e anche a toglierlo una volta a Serena. La Williams si riprende immediatamente il break e chiude sul 6-4. Serena raggiunge così i 500 match vinti in carriera. La russa Marija Šarapova, testa di serie numero 4, batte per 6-0 6-1 l'americana Jamie Hampton in poco più di un'ora e accede al 3º turno. La ceca, testa di serie numero 2, Petra Kvitová, ha concesso un set alla spagnola Carla Suárez Navarro, ma ha chiuso il suo match soltanto quasi dopo 2 ore di gioco con un 6-4 al terzo set. Sabine Lisicki supera agevolmente l'israeliana Shahar Peer e avanza al terzo turno. La tedesca ottiene una percentuale di punti vinti dopo la prima di servizio pari all'80%: la Peer su questa statistica invece ha solo il 25%.
Anche Ana Ivanović passa al terzo turno. La serba testa di serie numero 21 del torneo supera Michaëlla Krajicek, olandese sorella minore di Richard Krajicek, che vinse Wimbledon nel 1996. L'Ivanovic vince in un'ora e tre minuti col punteggio di 6-2 6-3. La russa, testa di serie numero 7, Vera Zvonarëva passa al 3º turno: dopo essersi aggiudicata facilmente il primo set contro la ceca Lucie Hradecká, nel secondo è costretta a giocarsi il tie-break poi vinto per 7 punti a 3. La russa Ekaterina Makarova ha battuto una delle outsider principali del torneo: Kaia Kanepi, testa di serie n° 15, col punteggio di 6-2 7-5. Si è fermato al 2º turno il torneo di Anastasija Pavljučenkova, che ha ceduto in 3º set col punteggio di 5-7 6-3 6-4 a Vania King.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Stati Uniti Jamie Hampton 6–0, 6–1
2º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [12] Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová 6–0, 6–4
2º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Colombia Santiago Giraldo 6–3, 6–2, 6–1
2º turno singolare femminile Francia Marion Bartoli [9] Australia Jelena Dokić 6–3, 6–2
2º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt Stati Uniti Andy Roddick [15] 3–6, 6–3, 6–4 ritiro
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Serbia Ana Ivanović [21] Paesi Bassi Michaëlla Krajicek 6–2, 6–3
2º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [6] Brasile Ricardo Mello 7–5, 6–4, 6–4
2º turno singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová [2] Spagna Carla Suárez Navarro 6–2, 2–6, 6–4
2º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Francia Édouard Roger-Vasselin 6–1, 6–4, 6–4
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Russia Vera Zvonarëva [7] Rep. Ceca Lucie Hradecká 6–1, 7–6(7–3)
2º turno singolare maschile Serbia Janko Tipsarević [9] Australia James Duckworth 3–6, 6–2, 7–6(7–5), 6–4
2º turno singolare maschile Giappone Kei Nishikori [24] Australia Matthew Ebden 3–6, 1–6, 6–4, 6–1, 6–1
2º turno singolare maschile Francia Gaël Monfils [14] Brasile Thomaz Bellucci 2–6, 6–0, 6–4, 6–2
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 5 (20 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella quinta giornata si sono giocati gli incontri del 3º turno del singolare maschile e femminile, del 2º turno dei doppi maschile e femminile e del 1º turno del doppio misto.[5]

Oleksandr Dolhopolov perde contro Bernard Tomic ed esce dal torneo

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer ha battuto Ivo Karlović. Il croato che non ha saputo fruttare il suo servizio: nei primi due set, il 71% di prime palle di servizio messe in campo non ha prodotto il risultato sperato. Così lo svizzero di Basilea va agli ottavi di finale col punteggio finale di 7-6 7-5 6-3. Rafael Nadal ha battuto lo slovacco Lukáš Lacko in un’ora e cinquantacinque minuti. Lo spagnolo ha messo in campo l'81% di prime di servizio, 85% di punti vinti dopo di queste, nessun doppio fallo e una sola palla break concessa in tutto il match. Rafael chiude col punteggio di 6-2 6-4 6-2 e va agli ottavi di finale.
Va agli ottavi anche Tomáš Berdych. Il ceco, testa di serie numero 7, ha battuto il sudafricano Kevin Anderson. Il match nei primi due set scorre via senza break e si basa sul servizio di entrambi i tennisti e si decide con due tie-break: in entrambi ha la meglio Berdych che si aggiudica il primo per 7 punti a 5 e il secondo per 7 punti a 1. Il terzo set finisce in 37 minuti col punteggio di 6-1.
Esce al 3º turno Stanislas Wawrinka. Lo svizzero perde contro Nicolás Almagro in tre set e meno di due ore e mezza di gioco. Il 1º set è molto combattuto e si decide soltanto al tie-break, ma viene vinto per 7 punti a 2 dallo spagnolo. Nel secondo lo svizzero si deve affidare alle cure del fisioterapista per dei problemi alla spalla destra e alla schiena. Almagro ne approfitta e vince i successivi 2 set col medesimo punteggio di 6-2.
John Isner perde in cinque set con Feliciano López che approfitta dei passaggi a vuoto dell’americano nel 1º set che viene vinto da Lopez per 6-3. Il 2º set si conclude al tie-break vinto da Isner, così come il 4° ma a parti invertite, dopo che nel 3° Lopez aveva vinto per 6 giochi a 3. L'ultimo set finisce velocemente col punteggio di 6-1 e portano Feliciano López agli ottavi di finale. Il mancino colombiano numero 80 al mondo, Alejandro Falla, perde in due ore e diciotto minuti contro Philipp Kohlschreiber ed esce al 3º turno. Il tedesco ottiene agevolmente i suoi break sia nel primo che nel secondo set, nel 3° è costretto al tie-break vinto per 7 punti a 3. L’argentino Juan Martín del Potro, testa di serie numero 11, vince contro il giocatore di Taipei, Lu Yen-hsun, col punteggio di 6-2 6-3 6-0 ed accede al 4º turno del torneo.
Il match più lungo della giornata è quello tra l'australiano Bernard Tomic e Oleksandr Dolhopolov. Ad andare al quarto turno per la prima volta in carriera è l’australiano. Il primo set viene vinto da Dolhopolov, ma Tomic non sfrutta il break di vantaggio, regalando tre giochi consecutivi all’avversario. Nel secondo Tomic va avanti di un break ma lo rende immediatamente al game successivo; questa volta però la partita arriva fino al tie-break dove l’australiano vince per 7 punti a 0. Nel terzo Dolhopolov si fa rimontare da Tomic che vince al tie-break per 8 punti a 6. L’ucraino conquista facilmente il quarto set, va avanti all’inizio del quinto ma Tomic riesce a tenere il servizio dopo un game molto combattuto. L’ucraino finisce col subire un break nel game successivo, Bernard mantiene il vantaggio fino alla fine e riesce a sconfiggere al quarto tentativo in carriera Dolhopolov.

Daniela Hantuchová esce al 3º turno per mano di Kim Clijsters

Nel torneo del singolare femminile la polacca, testa di serie numero 8, Agnieszka Radwańska passa il suo terzo turno con il 73% di prime di servizio messe in campo, 0 palle break concesse all’avversaria, 10 errori gratuiti in un’ora e sei minuti. L'avversaria, la kazaca Galina Voskoboeva, perde così col punteggio finale di 6-2 6-2. La bielorussa Viktoryja Azaranka ha vinto facilmente il primo set e ha faticato leggermente solo nel secondo quando la tedesca Mona Barthel, dopo aver subito un break in avvio, ha recuperato nel finale. L’Azaranka ha però chiuso la partita col punteggio di 6–2, 6–4.

La belga Kim Clijsters passa al quarto turno: impegnata nella sessione serale, ha battuto in poco più di un’ora Daniela Hantuchová. Il 1º set è deciso soltanto da un break della belga nel sesto game, il secondo finisce velocemente con la Clijsters che sorprendere l’avversaria subito in avvio. L'incontro finisce col punteggio di 6-3 6-2. Avanza al quarto turno anche Jelena Janković, che batte la statunitense Christina McHale. Il primo set pur concludendosi per 6-2, dura 52 minuti. La Jankovic concede 9 palle break, con 8 annullate e commette qualche errore non forzato di troppo. Nel secondo la Jankovic vince con un netto 6-0 in 29 minuti di gioco.
La danese numero 1 al mondo, Caroline Wozniacki, batte al terzo turno la romena Monica Niculescu col punteggio di 6-2 6-2. La Wozniacki ottiene il 71% di prime palle di servizio messe in campo e 23 colpi vincenti dal fondo. Termina al terzo turno il torneo di Romina Oprandi. La giocatrice italiana di origini svizzere perde contro Julia Görges anche a causa di qualche guaio fisico e dopo aver conquistato il primo set per 6-3, cede al ritorno della tedesca che s'mpone nei 2 set successivi col punteggio di 6-3 6-1.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Slovacchia Lukáš Lacko 6–2, 6–4, 6–2
3º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [3] Croazia Ivo Karlović 7–6(8–6), 7–5, 6–3
3º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [13] Stati Uniti Christina McHale 6–2, 6–0
3º turno singolare maschile Australia Bernard Tomic Ucraina Oleksandr Dolhopolov [13] 4–6, 7–6(7–0), 7–6(8–6), 2–6, 6–3
3º turno singolare femminile Cina Li Na [5] Spagna Anabel Medina Garrigues [26] 3–0 ritiro
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Germania Mona Barthel 6–2, 6–4
3º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [1] Romania Monica Niculescu [31] 6–2, 6–2
3º turno singolare maschile Spagna Feliciano López [18] Stati Uniti John Isner [16] 6–3, 6–7(3–7), 6–4, 6–7(0–7), 6–1
3º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [11] Slovacchia Daniela Hantuchová [20] 6–3, 6–2
3º turno singolare maschile Argentina Juan Martín del Potro [11] Taipei Cinese Lu Yen-hsun 6–2, 6–3, 6–0
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno doppio maschile India Leander Paes
Rep. Ceca Radek Štěpánek
Italia Simone Bolelli [14]
Italia Fabio Fognini [14]
6–2, 7–6(7–5)
3º turno singolare femminile Polonia Agnieszka Radwańska [8] Kazakistan Galina Voskoboeva 6–2, 6–2
3º turno singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [7] Sudafrica Kevin Anderson [30] 7–6(7–5), 7–6(7–1), 6–1
2º turno doppio maschile Svezia Robert Lindstedt [7]
Romania Horia Tecău [7]
Australia Colin Ebelthite
Australia Marinko Matosevic
3–6, 6–4, 6–2
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna'

Giorno 6 (21 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella sesta giornata si giocano gli incontri del 3º turno del singolare maschile e femminile, del 2º turno dei doppi maschile e femminile e del 1º turno del doppio misto. Iniziano i tornei riservati alle leggende del tennis del passato.[6]

Janko Tipsarević esce al 3º turno

Nel torneo del singolare maschile il numero 1 del mondo Novak Đoković ha battuto Nicolas Mahut. Il francese accusa problemi a un ginocchio e fa fatica a correre, così il serbo gli concede solo due game. Đoković vince sette game consecutivi in apertura e in poco più di un'ora di gioco realizza i 18 game che gli servono, di cui 8 sono break: il punteggio finale è 6-0 6-1 6-1. Jo-Wilfried Tsonga ha battuto Frederico Gil. Il portoghese offre poca resistenza alla testa di serie numero 6, così Tsonga mette a segno 35 vincenti contro i 13 del portoghese e chiude col punteggio di 6-2 6-2 6-2. La teste di serie numero 5, David Ferrer, ha sconfitto la numero 27 Juan Ignacio Chela per 7-5 6-2 6-1. Il primo set è equilibrato e il valenciano riesce a fare il break decisivo solo nel finale di parziale. Nel secondo e nel terzo set lo spagnolo ha la meglio sull'argentino, che mette a segno solo qualche vincente.
Nella partita tra Michail Kukuščkin e Gaël Monfils ha vinto il kazako. Kukuščkin aveva vinto i primi due set, ma poi subisce la parziale rimonta del francese. Monfils chiede diverse volte il medical timeout per problemi alla schiena, e perde il set giocando quasi da fermo. Kukuščkin, a sua volta chiama il fiosoterapista per dolori allo stomaco, probabilmente riconducibili al nervosismo per la rimonta del francese. nel 5º set c'è il break in apertura per Monfils e il controbreak di Kukuščkin per il 2-2. Si va avanti in equilibrio e alla fine è il francese sul match point per l'avversario a commettere il doppio fallo che chiude l'incontro.
Andy Murray ha battuto il francese Michaël Llodra per 6-4 6-2 6-0. Il match è caratterizzato da serve and volley e lob, con Llodra spesso costretto a rincorrere la palla e tentare il colpo sotto le gambe. L'ultimo pallonetto di Murray viene valutato da Llodra fuori e invece resta dentro e vale per lo scozzese gli ottavi di finale. Passano agli ottavi di finale Richard Gasquet, che si impone su Janko Tipsarević in tre set col punteggio di 6-3 6-3 6-1. Kei Nishikori elimina in rimonta Julien Benneteau col punteggio di 4-6 7-6 7-6 6-3. Dopo un match durato più di tre ore, Lleyton Hewitt batte il giovane canadese Milos Raonic per 4-6 6-3 7-6 6-3.

Vera Zvonarëva esce a sorpresa nel 3º turno contro Ekaterina Makarova

Nel torneo del singolare femminile la cinese Jie Zheng, che aveva vinto il titolo contro Flavia Pennetta al torneo di Auckland si impone a sorpresa su Marion Bartoli, testa di serie numero 9, col punteggio di 6-3 6-3. La cinese metten a segno 28 vincenti contro 7 e realizzando tutte le 4 palle break ottenute. Marija Šarapova conquista gli ottavi battendo Angelique Kerber. La russa vince facilmente sulla tedesca col punteggio di 6-1 6-2 e con il secondo parziale chiuso il 56 minuti gioco.
Marija Kirilenko soffre di guai muscolari e la coscia sinistra dolorante non le permette di muoversi come vorrebbe. Così alla fine è costretta a ritirarsi, permettendo a Petra Kvitová di passare agli ottavi di finale. L'ungherese Greta Arn perde nettamente contro Serena Williams, che in 59 minuti di gioco avanza agli ottavi di finale. Serena concede quattro palle break, ma la Arn non ne trasforma nemmeno una, al contrario dell'avversaria, che ne realizza 5 su 9. L'incontro si conclude con un doppio fallo della Arn.
L'azzurra Sara Errani accede agli ottavi di finale eliminando Sorana Cîrstea in tre set, dopo aver perso il primo al tie-break e conquistando facilmente gli altri due. Nel primo set c'è equilibrio tra le due e Sara ha anche la possibilità di trasformare un set point nel gioco finale, ma non lo fa e ai vantaggi vince la rumena. Dal primo gioco del secondo parziale l'italiana vince il secondo set 6-0 e infila una serie vincente di 10 giochi a zero, complice anche il mal di schiena dell'avversaria, che la costringe al medical timeout. Sul 4-0 la Cirstea riesce a conquistare un game e poi lo rifà sul 5-2, ma la Errani raggiunge agli ottavi di uno Slam per la prima volta in carriera. La tedesca Sabine Lisicki a sorpresa ha eliminato la testa di serie numero 18, la russa Svetlana Kuznecova, col punteggio di 2-6 6-4 6-2. L’altra sorpresa di questo quarto di tabellone è l’eliminazione della testa di serie numero 7, la russa Vera Zvonarëva, che ha perso il derby che la vedeva opposta alla connazionale Ekaterina Makarova col punteggio di 7-6 6-1.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová [2] Russia Marija Kirilenko [27] 6–0, 1–0 ritiro
3º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Germania Angelique Kerber [30] 6–1, 6–2
3º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Francia Nicolas Mahut 6-0, 6-1, 6-1
2º turno singolare maschile India Mahesh Bhupathi
India Rohan Bopanna
India Carsten Ball
Filippine Treat Conrad Huey
6–2, 6–2
3º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [12] Ungheria Gréta Arn 6–1, 6–1
3º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt Canada Milos Raonic [23] 4–6, 6–3, 7–6(7–5), 6–3
Incontri nella Hisense Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [6] Portogallo Frederico Gil 6–2, 6–2, 6–2
3º turno singolare femminile Serbia Ana Ivanović [21] Stati Uniti Vania King 6–3, 6–4
3º turno singolare femminile Germania Sabine Lisicki [14] Russia Svetlana Kuznecova [18] 2–6, 6–4, 6–2
3º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Francia Michaël Llodra 6–4, 6–2, 6–0
1º turno doppio leggende maschile Iran Mansour Bahrami
Francia Cédric Pioline
Australia Pat Cash
Croazia Goran Ivanišević
2-6 6-2 [11-9]
Incontri nella Margaret Court Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno doppio leggende maschile Francia Guy Forget
Francia Henri Leconte
Australia Darren Cahill
Australia Richard Fromberg
6–1, 6–4
3º turno singolare femminile Russia Ekaterina Makarova Russia Vera Zvonarëva [7] 7–6(9–7), 6–1
3º turno singolare maschile Francia Richard Gasquet [17] Serbia Janko Tipsarević [9] 6–3, 6–3, 6–1
3º turno singolare maschile Kazakistan Michail Kukuščkin Francia Gaël Monfils [14] 6–2, 7–5, 5–7, 1–6, 6–4
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna'

Giorno 7 (22 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella settima giornata si sono giocati gli incontri del 4º turno del singolare maschile e femminile, del 3º turno dei doppi maschile e femminile e del 1º turno del doppio misto. Sono andati avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato e iniziati i tornei riservati alla categoria juniores.[7]

Nicolás Almagro esce al 4º turno per mano di Tomáš Berdych

Nel torneo del singolare maschile Rafael Nadal ha battuto il connazionale Feliciano López per 6-4 6-2 6-2. Per chiudere i primi due set il maiorchino impiega quasi due ore. Nel primo Nadal riesce a convertire una sola palla break delle nove che ottiene, ma bastano per vincere il parziale. Nel secondo il mancino di Manacor strappa due volte il servizio all'avversario, ma subisce un controbreak, insufficiente a ristabilire l'equilibrio. Nel terzo Lopez cede e Rafael va ai quarti di finale.
Tomáš Berdych si aggiudica il suo match Nicolás Almagro. Dopo aver perso il primo set 6-4 con un solo break, il resto del match è caratterizzato dall'equilibrio. Nel secondo non ci sono break, ma nemmeno palle break e il tie-break viene vinto da Berdych per 7 punti a 5. Nel terzo set i due si strappano il servizio a vicenda e questa volta Almagro fa più fatica nel tie-break conquistando solo 3 punti. Il quarto parziale è simile al secondo, ma questa volta nel tie-break Almagro ottiene solo 2.
La testa di serie numero 11 Juan Martín del Potro supera agilmente il tedesco Philipp Kohlschreiber. Del Potro ha qualche problema solo nel primo set quando concede un break, ma ne conquista due e chiude 6-4. Il giocatore di Tandil ottiene 5 break: 2 nel secondo set e 3 nel terzo per il punteggio finale di 6-4 6-2 6-1. Lo svizzero Roger Federer batte sul centrale Bernard Tomic e si qualifica per i quarti di finale. Il primo set prosegue senza break fino al nono game: lì Federer approfitta dell’unica incertezza di Tomic che sul 30-30 commette un doppio fallo. Nel secondo Tomic subisce due break e perde per 6-2. Federer mantiene un gioco a livelli fuori portata per l’australiano e il terzo set finisce come il secondo per 6 giochi a 2.

Li Na, finalista del 2011 ha perso contro Kim Clijsters

Nel torneo del singolare femminile in nemmeno un'ora di gioco la polacca Agnieszka Radwańska batte Julia Görges e accede ai quarti di finale. La testa di serie numero 8 chiude con un doppio 6-1. Viktoryja Azaranka elimina Iveta Benešová col punteggio di 6-2 6-2 in un'ora e un quarto di gioco con la ceca che non sfrutta le uniche due palle break a disposizione, mentre cede il servizio quattro volte. La bielorussa commette 4 doppi falli, ma chiude facilmente l'incontro. Nella rivincita della finale del 2011 tra la testa di serie numero 11 e la numero 5, rispettivamente Kim Clijsters e Li Na ha la meglio la belga. Kim all'inizio dell'incontro scivola mettendo giù male un piede e ha bisogno di farsi bendare la caviglia dal fisioterapista. Le due atlete fanno fatica a mantenere il servizio, ma i due controbreak non bastano alla belga per tornare in parità, così la Li, che ha un break in più, si aggiudica il parziale. Nella seconda partita c'è totale equilibrio con un break a testa, ma al tie-break la cinese si porta avanti e sul 6-2. Kim salva i quattro match point e conquistando sei punti consecutivi si porta un set pari. Nel terzo è si arriva subito al 5-1 per la belga, poi la Li tiene il servizio e ottiene un controbreak che la porta al 5-3. Alla seconda possibilità di servire per il match, la belga non sbaglia e chiude il match. La numero 1 al mondo Caroline Wozniacki batte Jelena Janković. Nel primo set la Wozniacki, votata all’attacco, strappa tre volte su tre il servizio a una Jankovic che gioca un tennis speculare alla danese, ma senza alcun risultato. Nel secondo set la Wozniacki sale fino al 4-1 e palla game ma, invece di chiudere, subisce il ritorno della Jankovic. La serba concede però prima il gioco del 5-3 quando era avanti 0-40, poi il break sul 6-5 dopo che la Jankovic aveva recuperato lo svantaggio. Il punteggio finale è di 6-0 7-5 che porta Caroline Wozniacki ai quarti di finale.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
4º turno singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Rep. Ceca Iveta Benešová 6-2, 6-2
4º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Spagna Feliciano López [18] 6–4, 6–4, 6–2
4º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [11] Cina Li Na [5] 4–6, 7–6(8–6), 6–4
4º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [3] Australia Bernard Tomic 6-4, 6-2, 6-2
4º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [1] Serbia Jelena Janković [13] 6-0, 7-5
Incontri nella Hisense Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
3º turno doppio maschile Stati Uniti Bob Bryan [1]
Stati Uniti Mike Bryan [1]
Regno Unito Colin Fleming [15]
Regno Unito Ross Hutchins [15]
6-4, 0-6, 6-2
4º turno singolare femminile Polonia Agnieszka Radwańska [8] Germania Julia Görges [22] 6–1, 6–1
4º turno singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [7] Spagna Nicolás Almagro [10] 4–6, 7–6(7–5), 7–6(7–3), 7–6(7–2)
1º turno doppio leggende maschile Australia Wayne Arthurs
Austria Thomas Muster
Paesi Bassi Jacco Eltingh
Paesi Bassi Paul Haarhuis
7-5, 6-1
Incontri nella Margaret Court Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
3º turno doppio femminile Russia Svetlana Kuznecova
Russia Vera Zvonarëva
Argentina Gisela Dulko [4]
Italia Flavia Pennetta [4]
3–6, 6–3, 7–6(7–4)
Doppio leggende femminile Australia Nicole Bradtke
Stati Uniti Martina Navrátilová
Svizzera Martina Hingis
Croazia Iva Majoli
6–1, 6–3
1º turno doppio misto Giappone Kimiko Date-Krumm
Giappone Kei Nishikori
Argentina Gisela Dulko
Argentina Eduardo Schwank
6–4, 6–1
4º turno singolare maschile Argentina Juan Martín del Potro [11] Germania Philipp Kohlschreiber 6–4, 6–2, 6–1
1º turno doppio misto Australia Casey Dellacqua [WC]
Australia Matthew Ebden [WC]
Australia Olivia Rogowska [WC]
Australia Marinko Matosevic [WC]
6–4, 6–2
I match con lo sfondo giallo si giocano in notturna

Giorno 8 (23 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nell'ottava giornata si sono giocati gli incontri del 4º turno del singolare maschile e femminile, del 3º turno dei doppi maschile e femminile e del 2º turno del doppio misto. Sono andati avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato e i tornei riservati alla categoria juniores.[8]

Jo-Wilfried Tsonga esce a sorpresa contro Kei Nishikori

Nel torneo del singolare maschile va ai quarti di finale Novak Đoković, che nella Rod Laver Arena batte l'australiano Lleyton Hewitt. Đoković vince nettamente il 1º set per 6 a 1. Il primo turno di servizio mantenuto da Hewitt arriva solo nel quinto game del secondo set, che viene perso per 6-3. Nel terzo Novak Đoković sale fino al 3-0 per farsi rimontare fino al 6-4. Il pubblico australiano del centrale crede nella rimonta di Lleyton, ma questi perde il 4º set per 6-3 e così la partita.
In 47 minuti Andy Murray batte Michail Kukuščkin che, dopo aver battuto nei turni precedenti al quinto set Viktor Troicki e Gaël Monfils, riesce a conquistare solo 2 game in battuta e si ritira all’inizio del terzo set a causa di dolori ai flessori della gamba sinistra e permette allo scozzese di andare ai quarti di finale.

Serena Williams, vincitrice di 5 edizioni del torneo, esce a sorpresa nel 4º turno

Jo-Wilfried Tsonga esce agli ottavi di finale per mano di Kei Nishikori, vincitore di una partita terminata dopo tre ore e mezza al quinto set. Tsonga commette 70 errori gratuiti e ottiene il 40% di punti vinti con la seconda di servizio. Dopo aver vinto nettamente il 1º set per 6-2, Tsonga perde i successivi 2 set per 6-2 6-1. Dopo essersi guadagnato il 4º set per 6-3, perde quello decisivo con lo stesso punteggio. Nishikori accede ai quarti di finale che è il suo migliore risultato in carriera nei tornei del Grande Slam. Lo spagnolo David Ferrer ha battuto Richard Gasquet in un’ora e quarantasette minuti. Ferrer ha messo in campo l'87% di prime palle, concedendo in tutto il match due palle break. Il punteggio finale è stato di 6-4 6-4 6-1.

Nel torneo del singolare femminile c'è stata una sorpresa: Serena Williams ha perso contro Ekaterina Makarova, russa numero 56 al mondo già capace di eliminare al quarto turno la testa di serie numero 7 Vera Zvonarëva. La Makarova approfitta di una Williams fallosa, che con la seconda di servizio ottiene solo il 31% di punti vinti. La Makarova vince per 6-2 6-3 e raggiunge così per la prima volta in carriera i quarti di finale di uno Slam. La ceca, testa di serie numero 2 del torneo, Petra Kvitová va ai quarti di finale battendo la serba Ana Ivanović. Il primo set viene vinto nettamente per 6-2, nel secondo la ceca va avanti 5-3, concede 8 palle consecutive alla Ivanovic che rientra fino a condurre per 6-5. La Kivitova tiene il servizio e si impone al tie-break per 7 punti a 2 grazie al suo servizio. Nella sessione notturna Marija Šarapova batte Sabine Lisicki dopo oltre due ore di match e chiudendo con un ace al terzo set. La Šarapova parte con un parziale di 12 punti a 2 e sale subito 3-0 nel primo set. La russa scende al servizio e la Lisicki ottiene 6 game consecutivi vincendo il 1º set. Nel 2º set la Šarapova riesce ad annullare due palle break in avvio e a vincere per 6-2. Nel terzo game del terzo set la Šarapova va al servizio e, dopo aver annullato 4 palle break alla Lisicki e giocato quasi un quarto d’ora, riesce a mantenere il suo turno di battuta. La Lisicki non riesce a fare altrettanto concedendo il break decisivo alla Šarapova sull’unica palla gioco arrivata dal suo servizio. La russa chiude nell’ultimo game del set con il ritrovato servizio che consentono alla Šarapova di chiudere con un ace.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
4º turno singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová [2] Serbia Ana Ivanović [21] 6–2, 7–6(7–2)
4º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Kazakistan Michail Kukuščkin 6–1, 6–1, 1–0 ritiro
4º turno singolare femminile Russia Ekaterina Makarova Stati Uniti Serena Williams [12] 6–2, 6–3
2º turno doppio misto Stati Uniti Lisa Raymond [4]
India Rohan Bopanna [4]
Australia Casey Dellacqua [WC]
Australia Matthew Ebden [WC]
6–4, 6–2
4º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Germania Sabine Lisicki [14] 3-6, 6-2, 6-3
4º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Australia Lleyton Hewitt 6-1, 6-3, 4-6, 6-3
Incontri nella Hisense Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
1º turno doppio leggende maschile Francia Guy Forget
Francia Henri Leconte
Australia Todd Woodbridge
Australia Mark Woodforde
6–4, 7–5
4º turno singolare maschile Giappone Kei Nishikori [24] Francia Jo-Wilfried Tsonga [6] 2–6, 6–2, 6–1, 3–6, 6–3
4º turno singolare maschile Spagna David Ferrer [5] Francia Richard Gasquet [17] 6–4, 6–4, 6–1
Incontri nella Margaret Court Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
3º turno doppio femminile Rep. Ceca Andrea Hlaváčková [7]
Rep. Ceca Lucie Hradecká [7]
Giappone Rika Fujiwara
Giappone Ayumi Morita
6–3, 3–6, 6–2
4º turno singolare femminile Italia Sara Errani Cina Zheng Jie 6–2, 6–1
3º turno doppio femminile India Sania Mirza [6]
Russia Elena Vesnina [6]
Australia Jarmila Gajdošová [12]
Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [12]
7–5, 6–3
2º turno doppio misto Rep. Ceca Andrea Hlaváčková [7]
Pakistan Aisam-ul-Haq Qureshi [7]
Serbia Jelena Janković [WC]
Australia Bernard Tomic [WC]
6–3, 6-3
I match con lo sfondo giallo si giocano in notturna

Giorno 9 (24 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella nova giornata si sono giocati gli incontri di quarti di finale del singolare maschile e femminile, dei doppi maschile e femminile e del 2º turno del doppio misto. Vanno avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato e i tornei riservati alla categoria juniores.[9]

Tomáš Berdych esce ai quarti di finale
Caroline Wozniacki esce ai quarti di finale e manca ancora una volta la conquista di un titolo del Grande Slam

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer ha battuto Juan Martín del Potro nel match numero 1000 della sua carriera da professionista e 32° quarto di finale consecutivo in un torneo del Grande Slam, in un’ora e cinquantanove di gioco. Nel primo set Del Potro si trova subito sotto per 3 giochi a 0; la rimonta arriva nell’ottavo game concluso con un potente dritto. L’argentino sul 4-5 e palla break Federer commette un doppio fallo. Federer vince così il 1º set. Nel 2º set il break arriva nel quarto game: Del Potro commette un altro doppio fallo sul 30-30 e perde il punto successivo. Il set arriva così fino a 5-3 e servizio Federer. Qui Del Potro va avanti 15-40 e si procura due palle del controbreak, ma Federer annulla la prima col servizio e la seconda dopo un lungo scambio concluso con un cross stretto di dritto. Del Potro si guadagna altre due palle break ai vantaggi ma perde il game e il set. Nel 3º set il giocatore di Tandil tiene il servizio in avvio ma Federer, vince il set per 6-2 e va in semifinale.
Rafael Nadal ha battuto il ceco, numero 7 del seeding, Tomáš Berdych per 6(5)-7, 7-6(4), 6-4, 6-3. Il primo set si gioca al limite della tensione e dei colpi: Nadal, sotto 6-5 e 0-40, annulla 3 set point per prolungare la partita fino al tie-break. Qui perde per 7 giochi a 5 dopo una polemica con il giudice di sedia per un challenge sulla palla decisiva che non gli viene concesso. Nel 2º set Berdych si presenta al servizio nel quarto game dopo il break, ma non serve bene e subisce il controbreak. Il mancino di Manacor guadagna un altro break e sale fino al 5-3. Il ceco sfrutta tutte le seconde palle di servizio che gli offre lo spagnolo rispondendo con dei colpi vincenti. Nel tie-break del secondo set Berdych, avanti 5 punti a 6 ma servizio Nadal, si apre il campo col dritto ma sbaglia la volée a rete del set point. Nadal diventa così il primo giocatore nel torneo a fermare al tie-break per 8 punti a 6 il servizio di Berdych. Il terzo set si apre con il break di Berdych. Nadal si riprende immediatamente il break fino a chiudere per 6-4 il terzo e 6-3 il quarto.

Nel torneo del singolare femminile Caroline Wozniacki perde contro Kim Clijsters e anche la 1ª posizione nel ranking WTA. Nei quarti di finale esce sconfitta conquistando 500 punti complessivi, ma ne perde 400. Nel primo parziale, Kim va subito avanti per 5 giochi a 2 con una serie di break e controbreak e alla fine chiude sul 6-3. Nel secondo c'è più equilibrio, con le due giocatrici che si strappano il servizio a vicenda due volte e la Clijsters sbaglia più spesso. Nonostante questo, al tie-break l'esperienza permette a Kim di evitare di allungare l'incontro al terzo, lasciando all'avversaria 4 punti, accendo così alle semifinali. Viktoryja Azaranka passa in semifinale sconfiggendo Agnieszka Radwańska 6(0)-7 6-0 6-2. Nel primo set le due avversarie si strappanp il servizio a vicenda quattro volte per arrivare al tie-break. La bielorussa perde clamorosamente senza fare nemmeno un punto. Nel secondo set al Azaranka ritrova il proprio ritmo e riesce a evitare gli errori. La polacca invece continua a faticare sul proprio servizio: in nemmeno di mezz'ora la bielorussa vince per 6-0. Nel terzo Agnieszka riesce ad ottenere un controbreak, ma non basta perché perde definitivamente il set per 6-2 e la partita.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno doppio leggende maschile Australia Wayne Arthurs
Austria Thomas Muster
Australia Pat Cash
Croazia Goran Ivanišević
6–4, 6–3
Quarti di finale singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Polonia Agnieszka Radwańska [8] 6–7(0–7), 6–0, 6–2
Quarti di finale singolare femminile Belgio Kim Clijsters [11] Danimarca Caroline Wozniacki [1] 6–3, 7–6(7–4)
Quarti di finale singolare maschile Svizzera Roger Federer [3] Argentina Juan Martín del Potro [11] 6–4, 6–3, 6–2
Quarti di finale singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Rep. Ceca Tomáš Berdych [7] 65-7, 7-64, 6-4, 6-3
Quarti di finale singolare maschile Stati Uniti Bob Bryan [1]
Stati Uniti Mike Bryan [1]
Polonia Mariusz Fyrstenberg [6]
Polonia Marcin Matkowski [6]
6-4, 64-7, 6-4
Incontri nella Margaret Court Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale doppio femminile Russia Svetlana Kuznecova
Russia Vera Zvonarëva
Romania Irina-Camelia Begu
Romania Monica Niculescu
7–5, 6–3
Quarti di finale doppio maschile Svezia Robert Lindstedt [7]
Romania Horia Tecău [7]
Stati Uniti Scott Lipsky [13]
Stati Uniti Rajeev Ram [13]
6–4, 6–4
Quarti di finale doppio femminile India Sania Mirza [6]
Russia Elena Vesnina [6]
Stati Uniti Liezel Huber [2]
Stati Uniti Lisa Raymond [2]
6–3, 5–7, 7–6(8–6)
Doppio femminille leggende Stati Uniti Tracy Austin
Austria Barbara Schett
Australia Nicole Bradtke
Stati Uniti Martina Navrátilová
2–6, 7–6(11–9), [10–4]
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 10 (25 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella decima giornata si sono giocano gli incontri di quarti di finale del singolare maschile e femminile, dei doppi maschile, le semifinali del doppio femminile e del 2º turno e quarti di finale del doppio misto. Sono andati avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato e i tornei riservati alla categoria juniores. Sono iniziati i tornei riservati agli atleti in carrozzina.[10]

David Ferrer perde nei quarti di finale contro Novak Đoković

Nel torneo del singolare maschile Novak Đoković batte David Ferrer nell’ultimo quarto di finale disputato nella giornata. Col punteggio di 6-4 7-6(4) 6-1 il numero uno del tabellone raggiunge la sua settima semifinale consecutiva in un torneo del Grande Slam. Nel primo set lo spagnolo si salva nel suo primo turno di servizio quando è sotto 0-40, nel secondo salva 4 palle break, ma alla terza occasione cede al serbo. Ferrer ottiene un palla break, annullata da Đoković sul 5-4 prima di chiudere il set. Nel secondo set Đoković si porta subito avanti di un break. Ma Ferrer alla seconda palla break concessa da Novak torna in parità. Nel sesto game e palla break Ferrer, il serbo riesce a tenere il servizio. Ferrer concede due errori gratuiti che mandano avanti Đoković 6-5 e servizio. Ma lo spagnolo riesce a prolungare il set al tie-break, va avanti di un mini-break e va a servire sul 4-3, ma commette due errori gratuiti e manda Đoković 5-4 e servizio. Il serbo tiene i suoi turni di servizio e con loro il secondo set. Il terzo set termina con un veloce 6-1 chiuso da un ace.

Sara Errani perde contro Petra Kvitová nel 1° quarto di finale di giornata

Lo scozzese Andy Murray ha battuto il giapponese Kei Nishikori, primo nipponico ai quarti a Melbourne dopo 80 anni: ossia da quando Jiro Satoh e Ryosuki Nunoi arrivarono rispettivamente in semifinale e ai quarti nel 1932. Lo scozzese ha vinto con il punteggio di 6-3 6-3 6-1 in due ore e 12 minuti. Il primo set è chiuso da Murray con un break in apertura e un altro quando Nishikori serviva per rimanere in partita. Nel secondo set ci sono state 3 break nei primi 3 game. Murray cede la battuta nel game successivo quando il nastro dà al rovescio di Nishikori la pallina che cade imprendibile nel campo dell’avversario. Nishikori finisce nuovamente col perdere il servizio e concedere anche il secondo set. Il terzo set finisce dopo 29 minuti e con percentuali di punti realizzati dallo scozzese dopo la prima di servizio pari all’80%.

Nel torneo del singolare femminile Petra Kvitová ha battuto l'italiana Sara Errani. Il punteggio finale è di 6-4 6-4, con un solo break di differenza per set, quello che basta alla ceca per accedere alle semifinali. Nel secondo set la romagnola era andata avanti 4-1 e ha successivamente subito la rimonta fino a cedere set e incontro, con una striscia negativa di 5 game consecutivi. La semifinale della parte bassa del tabellone femminile si completa con la vittoria di Marija Šarapova nel derby russo con Ekaterina Makarova. La siberiana, nonostante sia molto fallosa, ha un servizio efficace, che però gli procura anche 4 doppi falli. Nel primo set la Šarapova si porta 4-1, annullando anche una palla del 3-4, chiude così il primo set sul 6-2. Sull’uno pari del secondo parziale la Makarova riesce ad ottenere il break che la porta sul 2-1; ma la Šarapova ottiene il controbreak al gioco successivo. Sul 5-2 Maria ha la possibilità di servire per il match: fallisce il primo match point affossando un rovescio in rete, consentendo alla Makarova di portarsi sul 3-5. La Šarapova si procura altri due match point: ma li fallisce entrambi. A chiudere il match ci pensa la Makarova, che con un errore consegna a Maria la quinta semifinale all’Australian Open in carriera, la prima dopo il titolo vinto nel 2008.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová [2] Italia Sara Errani 6–4, 6–4
Quarti di finale singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Russia Ekaterina Makarova 6–2, 6–3
Quarti di finale singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Giappone Kei Nishikori [24] 6–3, 6–3, 6–1
Quarti di finale singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Spagna David Ferrer [5] 6–4, 7–6(7–4), 6–1
Quarti di finale doppio misto India Sania Mirza [6]
India Mahesh Bhupathi [6]
Stati Uniti Liezel Huber
Regno Unito Colin Fleming
7–6(7–5), 6–2
Incontri nella Margaret Court Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale doppio maschile Bielorussia Maks Mirny [2]
Canada Daniel Nestor [2]
Messico Santiago González [12]
Germania Christopher Kas [12]
6–1, 6–7(4–7), 6–2
Quarti di finale doppio maschile India Leander Paes
Rep. Ceca Radek Štěpánek
Stati Uniti Eric Butorac [10]
Brasile Bruno Soares [10]
6–4, 7–6(7–4)
Semifinali doppio femminile Russia Svetlana Kuznecova
Russia Vera Zvonarëva
India Sania Mirza [6]
Russia Elena Vesnina [6]
7–6(7–4), 2–6, 6–4
Semifinali doppio femminile Italia Sara Errani [11]
Italia Roberta Vinci [11]
Rep. Ceca Andrea Hlaváčková [7]
Rep. Ceca Lucie Hradecká [7]
5–7, 7–5, 6–1
2º turno doppio misto Australia Jarmila Gajdošová
Brasile Bruno Soares
Stati Uniti Abigail Spears
Polonia Mariusz Fyrstenberg
6–3, 6–2
Quarti di finale doppio misto Italia Roberta Vinci
Italia Daniele Bracciali
Rep. Ceca Andrea Hlaváčková [7]
Pakistan Aisam-ul-Haq Qureshi [7]
6–1, 7–5
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 11 (26 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella decima giornata si sono giocati gli incontri di semifinale del singolare maschile e femminile, dei doppi maschile e i quarti di finale del doppio misto. Sono andati avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato, i tornei riservati alla categoria juniores e quelli degli atleti in carrozzina.[11]

Roger Federer perde la semifinale contro il rivale Rafael Nadal
Petra Kvitová perde contro Marija Šarapova e la possibilità di diventare la numero 1 del mondo

Nel torneo del singolare maschile Rafael Nadal ha battuto Roger Federer nel primo incontro di semifinale giocato sulla Rod Laver Arena. Nel primo set lo svizzero strappa subito il servizio a Nadal che è costretto a servire molte seconde palle e va immediatamente sul 2-0. Federer sfrutta soprattutto la battuta, ma nel settimo game a causa di seconde palle unite ad una volèe in rete rimette in gioco Nadal. Il primo set arriva fino al tie-break. Federer non concede nemmeno un mini-break e approfitta dell’unico punto concessogli da Nadal con una palla in rete dopo una risposta dello svizzero per aggiudicarsi il primo set. In avvio del secondo set Federer ottiene un break a zero, ma mancino spagnolo nel secondo gioco risponde immediatamente guadagnando a sua volta un break a zero ottenendo l'1-1. Federer dal sesto game in poi si fa strappare il servizio per tre volte consecutive cedendo il set per 6-2. Il secondo set inizia con le celebrazioni dell’Australia Day, che con i fuochi d'artificio interrompono il gioco. Federer fino al secondo game del terzo set concede 12 punti consecutivi all’avversario. Lo svizzero però, sotto per 0-40, approfitta di due errori gratuiti del mancino di Manacor per ottenere i primi punti che interrompono la serie positiva di Nadal. Federer nel settimo game e alla quarta palla break riesce ad andare sul 4-3 a suo favore, ma lo spagnolo fa un controbreak Federer grazie a due recuperi arrivati col passante di dritto: uno in lungolinea e uno incrociato. Si arriva così al tie-break ma questa volta ad avere la meglio è Nadal. Federer va sotto 6-1; qui lo spagnolo permette allo svizzero di annullare quattro palle set e rientrare in gioco. Il quinto set point però, sul proprio servizio, permette a Nadal di conquistare il set. Nel quarto set lo svizzero annulla quattro palle break sui suoi turni di battuta. Sul 4-4 e servizio, il basilese non riesce a chiudere ancora una volta il suo turno di servizio regalando col dritto la possibilità a Nadal di andare a servire per il match. Federer recupera una palla break, ma Nadal riesce con il recupero più spettacolare del match ad alzare un pallonetto che termina sulla linea di fondo. Federer riesce ad ottenere altri due punti ma Rafa Nadal chiude il set e l'incontro.

Nel torneo del singolare femminile Kim Clijsters perde la possibilità di confermare il titolo perdendo contro Viktoryja Azaranka, che nonostante abbia un passaggio a vuoto durante il match approda alla sua prima finale in uno Slam della sua carriera. La belga nel primo set perde un break nelle prime fasi di gioco nonché l'unico del parziale, ma basta per perdere il set. Nel secondo set Kim commette pochissimi errori gratuiti, si porta sul 5-0 e ottiene il set per 6-1. Il terzo set è più equilibrato, ma alla fine Viktoria dopo subito un break arriva il controbreak a causa di un doppio fallo. La bielorussa vince il set per 6-3 e va in finale.
Nell'altra semifinale Petra Kvitová perde la rivincita della finale del Torneo di Wimbledon 2011 con Marija Šarapova e anche la possibilità di diventare la nuova numero 1 del mondo. La siberiana gioca per quasi due ore e mezza, ma alla fine ha la meglio sulla ceca. Gli errori non forzati della Kvitova sono in totale 41, mentre la statistica della Šarapova al servizio sono: nemmeno un ace e 10 doppi falli. Marija Šarapova vince per 6–2, 3–6, 6–4 ed accede alla finale.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali doppio maschile Stati Uniti Bob Bryan [1]
Stati Uniti Mike Bryan [1]
Svezia Robert Lindstedt [7]
Romania Horia Tecau [7]
4-6, 6-3, 7-65
Semifinali singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Belgio Kim Clijsters [11] 6-4, 1-6, 6-3
Semifinali singolare femminile Russia Marija Šarapova [4] Rep. Ceca Petra Kvitová [2] 6-2, 3-6, 6-4
Semifinali singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Svizzera Roger Federer [3] 6–7(5–7), 6–2, 7–6(7–5), 6–4
Semifinali doppio esibizione Svizzera Martina Hingis
Australia Pat Cash
Stati Uniti Martina Navrátilová
Croazia Goran Ivanišević
9–8(7–4)
Incontri nella Margaret Court Arena
Torneo Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare ragazzi Australia Luke Saville [1] Regno Unito Kyle Edmund [7] 7-5, 7-5
Semifinali doppio maschile India Leander Paes
Rep. Ceca Radek Štěpánek
Bielorussia Maks Mirny [2]
Canada Daniel Nestor [2]
2-6, 6-4, 6-4
1* turno doppio leggende maschile Australia Pat Cash
Croazia Goran Ivanišević
Paesi Bassi Jacco Eltingh
Paesi Bassi Paul Haarhuis
2-6, 6-4 [10-8]
Quarti di finale doppio misto Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [8]
Romania Horia Tecău [8]
Australia Jarmila Gajdošová
Brasile Bruno Soares
4–6, 6–1, [13–11]
Quarti di finale doppio misto Russia Elena Vesnina [5]
India Leander Paes [5]
Stati Uniti Lisa Raymond [4]
India Rohan Bopanna [4]
6–2, 6–2
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 12 (27 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nell'undicesima giornata si sono giocati gli incontri di semifinale del singolare maschile, la finale del doppio femminile e le semifinali del doppio misto. Sono andati avanti i tornei riservati alle leggende del tennis del passato, i tornei riservati alla categoria juniores e quelli degli atleti in carrozzina.[12]

Andy Murray perde in semifinale contro Novak Đoković

Nel torneo del singolare maschile il serbo numero 1 al mondo Novak Đoković batte per 6-3 3-6 64-7 6-1 7-5 Andy Murray. Nel 1º set Murray commette 14 errori non forzati con il dritto, otto con il rovescio e una percentuale di punti vinti dopo la prima palla di servizio pari al 41% e perde nettamente il parziale per 6 giochi a 3. Nel secondo set i due tennisti sono incapaci di tenere il proprio turno di battuta e Murray sale 4-2 sfruttando il calo fisico di Đoković. Prima di chiudere il secondo set per 6-3 Murray è però costretto ancora una volta ad annullare quella che sarebbe l'ennesima palla del controbreak. Il serbo fatica respirare e all'allergia dichiarata dallo staff si uniscono i colpi di tosse e la difficoltà nella corsa. Murray, dopo aver strappato il servizio a Đoković, si subisce un break a zero nel game successivo. Prima del tie-break Đoković ha 3 set point sul servizio dello scozzese. Il britannico con due colpi di dritto e una smorzata li annulla tutti. Nel tie-break Murray vince per 7 punti a 4. Nel 4º set Murray cala e Đoković vince per 6-1 in un set durato 25 minuti. Nel 5º set il serbo strappa il servizio a Murray sul 4-4 andando a servire per il match. Lo scozzese però ottiene un break a zero. Murray si procura due opportunità per andare a servire per il match sul 5-5 ma il tennista di Belgrado con un dritto lungolinea dopo uno scambio durato 26 colpi annulla la palla break. Murray perde nel game successivo e il numero 1 al mondo accede alla finale.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali doppio misto Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [8]
Romania Horia Tecău [8]
India Sania Mirza [6]
India Mahesh Bhupathi [6]
6–3, 6–3
Finale doppio femminile Russia Svetlana Kuznecova
Russia Vera Zvonarëva
Italia Sara Errani [11]
Italia Roberta Vinci [11]
5–7, 6–4, 6–3
Semifinali singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Regno Unito Andy Murray [4] 6-3, 3-6, 64-7, 6-1, 7-5
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Giorno 13 (28 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella dodicesima giornata si sono giocati la finale del singolare femminile e del doppio maschile. Sono terminati i tornei riservati alla categoria juniores e quelli degli atleti in carrozzina.[13]

Viktoryja Azaranka vince per la 1ª volta gli Australian Open
Marija Šarapova perde la finale del singolare femminile

Nel torneo del singolare femminile Viktoryja Azaranka conquista per la prima volta in carriera un titolo dello Slam battendo per 6-3, 6-0 Marija Šarapova. La giocatrice bielorussa la numero 1 della classifica WTA. All'inizio del 1º set l'Azaranka concede il break alla Šarapova commettendo due doppi falli, due errori gratuiti e nessuna prima palla di servizio in campo. Victoria sotto 2-0 e 0-30 inizia a servire meglio e mostra un buon dritto da fondo così come il rovescio bimane e variazioni di ritmo in back. Nell'ottavo game del primo set l’Azaranka salva una palla del 4-4 con un dritto, e ottiene il break con un back che manda a rete la siberiana e ottiene il punto con il pallonetto. Chiuso il primo set 6-3 l’Azaranka nel secondo domina la sua avversaria. In 36 minuti la Šarapova perde per 6-0 con la nuova numero 1 al mondo. La Šarapova sale così dal numero 4 al numero 3 del seeding, lasciando il secondo posto alla Kvitova e il primo, appunto, alla vincitrice del torneo.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale singolare ragazze Stati Uniti Taylor Townsend [14] Russia Julija Putinceva [4] 6-1, 3-6, 6-3
Finale singolare ragazzi Australia Luke Saville [1] Canada Filip Peliwo 6-3, 5-7, 6-4
Finale singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [3] Russia Marija Šarapova [4] 6-3, 6-0
Finale doppio maschile India Leander Paes
Rep. Ceca Radek Štěpánek
Stati Uniti Bob Bryan [1]
Stati Uniti Mike Bryan [1]
7-6(7-1), 6-2
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Statistiche della finale femminile[modifica | modifica sorgente]

28 gennaio 2011
19:30

Finale femminile

Bielorussia Viktoryja Azaranka [3]

Victoria Azarenka at the 2011 Australian Open1.jpg
2 – 0
6-3, 6-0
Russia Marija Šarapova [4]

Sharapova Melbourne 2012.jpg
Rod Laver Arena, Melbourne
MCG and Rod Laver Arena.jpg

spettatori: 14.800

Giudice di sedia: Australia Kerrilyn Cramer

 
71% Prime di servizio 64%
 
4 Doppi falli 3
 
12 Errori gratuiti 30
 
14 Vincenti 14
 
0 Aces 1
 
68% Vincenti 1ª di servizio 53%
 
53% Vincenti 2ª di servizio 18%
 


61 Punti totali 38
     
 


Giorno 14 (29 gennaio)[modifica | modifica sorgente]

Nella tredicesima e ultima giornata si sono giocati la finale del singolare maschile e del doppio misto.[14]

Novak Đoković tiene tra le mani il trofeo vinto
Rafael Nadal perde la finale contro Novak Đoković

Nel torneo del singolare maschile dopo 5 ore e 53 minuti di gara vince Novak Đoković, al suo quinto titolo in torneo del Slam, il terzo consecutivo dopo Wimbledon e US Open 2011, che permette al giocatore di Belgrado di raggiungere Rafa Nadal, Rod Laver, Roger Federer e Pete Sampras come unici tennisti ad aver conquistato consecutivamente 3 tornei dello Slam. Nel primo set il servizio dello spagnolo è fondamentale. Nadal chiude il parziale per 7-5 dopo 1 ora e 20 minuti grazie alla battuta: emblematico è il terzo set point, quello decisivo, che finisce con una risposta lunga del serbo dopo una prima al corpo. Il set si decide nel sesto game quando Nadal strappa il servizio a Đoković che concede errori gratuiti con il dritto; il serbo ha la chance di rientrare nel game successivo ma il servizio salva Nadal; il mancino di Manacor commette l’errore con un rovescio che consente il controbreak. Sul 5-5 Nadal gioca due dritti in lungolinea e, sull’unica palla break, approfitta dell’errore di Đoković che gioca lungo un rovescio da metà campo. Nel game successivo il servizio permette al maiorchino di vincere il parziale: non accadeva contro il serbo dal Sony Ericsson Open 2011.
Nel secondo set il ragazzo di Belgrado non concede nemmeno una palla break fino a quando non va a servire per il set sul 5-3: avanti 40-15 e con due set point, finisce col perdere il servizio con un doppio fallo. Ma Nadal subisce il controbreak 5 minuti più tardi: Đoković serve e conquista il secondo set. Il terzo set finisce velocemente con un 6-2 a favore di Đoković. Nadal fatica a tenere il proprio turno di battuta e, anche quando lo ottiene, è costretto ad arrivare ai vantaggi. Nel quarto set fondamentale è l’ottavo game: Đoković avanti 4-3 si costruisce 3 palle per andare a servire per il match. Nadal gioca in sequenza: dritto incrociato, servizio vincente, rovescio in lungolinea, ace e servizio vincente. Di Nuovo. La partita si prolunga fino al tie-break. Nadal serve solo prime ma va sotto 5 punti a 4; Đoković si trova la palla che potrebbe consegnargli due match point ma la gioca in rete. Nadal serve un ace e sale 6 punti a 5 ma a concedergli il quinto set è un dritto in corridoio del serbo.
La partita è diventata nel frattempo la finale più lunga della storia degli Australian Open. Nadal inizia a conquistare i giochi di servizio a zero. Nel sesto gioco Nadal va avanti 4-2. Đoković reagisce immediatamente e nel turno di battuta successivo strappa il servizio all’avversario. Il punto iniziale del nono game, giocato dopo 5 ore 20 minuti di gara, si conclude al 31º colpo. Sul 5-5 Nadal costringe Đoković a continui cambi di direzione dal fondo del campo, ma il dritto d’attacco del serbo non è contenuto dal back difensivo dello spagnolo che cede così la battuta. Đoković va a servire per il torneo: è costretto ancora una volta a subire il rientro di Nadal che da 0-30 si era procurato una palla del controbreak. Đoković l'annulla e vince la partita e il torneo al primo match point.

Incontri sui campi centrali
Incontri nella Rod Laver Arena
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale doppio misto Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [8]
Romania Horia Tecău [8]
Russia Elena Vesnina [5]
India Leander Paes [5]
6–3, 5–7, [10–3]
Finale singolare maschile Serbia Novak Đoković [1] Spagna Rafael Nadal [2] 5-7, 6-4, 6-2, 65-7, 7-5
I match con lo sfondo giallo si sono giocati in notturna

Statistiche della finale maschile[modifica | modifica sorgente]

29 gennaio 2012
19:30

Finale maschile

Serbia Novak Đoković [1]

Novak Đoković at the 2009 US Open 03.jpg
3 – 2
5-7, 6-4, 6-2, 65-7, 7-5
Spagna Rafael Nadal [2]

Rafael Nadal AO 2011.jpg
Rod Laver Arena, Melbourne
MCG and Rod Laver Arena.jpg

spettatori: 14.800

Giudice di sedia: Francia Pascal Maria

 
59% Prime di servizio 67%
 
2 Doppi falli 1
 
69 Errori gratuiti 71
 
57 Vincenti 44
 
9 Aces 10
 
68% Vincenti 1ª di servizio 66%
 
63% Vincenti 2ª di servizio 45%
 


193 Punti totali 176
     
 


Senior[modifica | modifica sorgente]

Singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare maschile.

Serbia Novak Đoković ha battuto in finale Spagna Rafael Nadal 5-7, 6-4, 6-3, 65-7, 7-5.

  • È il quinto titolo dello Slam per Đoković, il secondo consecutivo a Melbourne e il terzo complessivo.

Singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare femminile.

Bielorussia Viktoryja Azaranka ha battuto in finale Russia Marija Šarapova per 6-3, 6-0.

  • È il primo titolo dello Slam per Azaranka, il decimo titolo in carriera. La vittoria in finale le vale anche il primato nella classifica mondiale WTA.

Doppio maschile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio maschile.

India Leander Paes / Rep. Ceca Radek Štěpánek hanno battuto in finale Stati Uniti Bob Bryan / Stati Uniti Mike Bryan per 7-61, 6-2.

  • È il 7º titolo dello Slam per Paes, il 1° in Australia

Doppio femminile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio femminile.

Russia Svetlana Kuznecova / Russia Vera Zvonarëva hanno battuto in finale Italia Sara Errani / Italia Roberta Vinci per 5-7, 6-4, 6-3.

Doppio Misto[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio misto.

Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands / Romania Horia Tecău hanno battuto in finale Russia Elena Vesnina / India Leander Paes per 6-3, 5-7, [10-3].

Junior[modifica | modifica sorgente]

Singolare ragazzi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare ragazzi.

Australia Luke Saville ha battuto in finale Canada Filip Peliwo per 6-3, 5-7, 6-4.

Singolare ragazze[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare ragazze.

Stati Uniti Taylor Townsend ha battuto in finale Russia Julija Putinceva per 6-1, 3-6, 6-3.

Doppio ragazzi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio ragazzi.

Regno Unito Liam Broady / Regno Unito Joshua Ward-Hibbert hanno sconfitto in finale Rep. Ceca Adam Pavlasek / Croazia Filip Veger per 6-3, 6-2.

Doppio ragazze[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio ragazze.

Stati Uniti Taylor Townsend / Stati Uniti Gabrielle Andrews hanno sconfitto in finale Russia Irina Chromačëva / Montenegro Danka Kovinic per 5-7, 7-5, [10-6]

Tennisti in carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Singolare maschile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare maschile in carrozzina.

Paesi Bassi Maikel Scheffers ha battuto in finale Francia Nicolas Peifer 3–6, 7–62, 6–0.

Singolare femminile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Singolare femminile in carrozzina.

Paesi Bassi Esther Vergeer ha sconfitto in finale Paesi Bassi Aniek Van Koot 6-0 6-0.

  • È il 20º titolo dello slam per Esther Vergeer, il 9° in Australia.

Quad singolare[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Quad singolare.

Doppio maschile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio maschile in carrozzina.

Paesi Bassi Ronald Vink / Paesi Bassi Robin Ammerlaan hanno sconfitto in finale Francia Stephane Houdet / Francia Nicolas Peifer per 6-2, 4-6, 6-1.

Doppio femminile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio femminile in carrozzina.

Paesi Bassi Esther Vergeer / Paesi Bassi Sharon Walraven hanno sconfitto Paesi Bassi Aniek Van Koot / Paesi Bassi Marjolein Buis per 4-6, 6-2, 6-4.

  • È il ventesimo titolo nel doppio per Esther Vergeer, il settimo in Australia.

Quad doppio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Quad doppio.

Regno Unito Andrew Lapthorne / Regno Unito Peter Norfolk hanno battuto in finale Stati Uniti David Wagner / Israele Noam Gershony per 6-4, 6-2.

  • È il 2º titolo di fila per la coppia britannica.

Leggende[modifica | modifica sorgente]

Doppio leggende maschile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio leggende maschile.

Francia Guy Forget / Francia Henri Leconte hanno battuto in finale Australia Wayne Arthurs / Austria Thomas Muster per 6-2, 6-3.

Doppio leggende femminile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio leggende femminile.

Australia Nicole Bradtke / Stati Uniti Martina Navrátilová hanno vinto il titolo arrivando prime nel round robin.

Doppio misto leggende[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Australian Open 2012 - Doppio esibizione leggende.

Svizzera Martina Hingis / Australia Pat Cash hanno battuto nel match d'esibizione Stati Uniti Martina Navrátilová / Croazia Goran Ivanišević per 9-84.

Teste di serie nel singolare[modifica | modifica sorgente]

La seguente tabella illustra le teste di serie dei tornei di singolare, assegnate in base al ranking del 9 gennaio 2012, i giocatori che non hanno partecipato per infortunio, quelli che sono stati eliminati, e i loro punteggi nelle classifiche ATP e WTA al 16 gennaio 2011 e al 30 gennaio 2011. In corsivo i punteggi provvisori.

Legenda colori
Vincitore
Finalista
Semifinalista
Quarti di finale
Eliminati a 1T, 2T, 3T, 4T
Non partecipa

Classifica singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Testa di serie Ranking Giocatore Punti Punti da difendere Punti conquistati Nuovo punteggio Situazione
1 1 Serbia Novak Đoković 13630 2000 2000 13630 Vittoria in finale contro Spagna Rafael Nadal
2 2 Spagna Rafael Nadal 9595 360 1200 10435 Sconfitto in finale da Serbia Novak Đoković
3 3 Svizzera Roger Federer 8010 720 720 8010 Eliminato in SF da Spagna Rafael Nadal
4 4 Regno Unito Andy Murray 7380 1200 720 6900 Eliminato in SF da Serbia Novak Đoković
5 5 Spagna David Ferrer 4925 720 360 4565 Eliminato ai QF da Serbia Novak Đoković
6 6 Francia Jo-Wilfried Tsonga 4335 90 180 4425 Eliminato al 4T da Giappone Kei Nishikori
7 7 Rep. Ceca Tomáš Berdych 3700 360 360 3700 Eliminato ai QF da Spagna Rafael Nadal
8 8 Stati Uniti Mardy Fish 2965 45 45 2965 Eliminato al 2T da Colombia Alejandro Falla
9 9 Serbia Janko Tipsarević 2655 45 90 2700 Eliminato al 3T da Francia Richard Gasquet
10 10 Spagna Nicolás Almagro 2380 180 180 2380 Eliminato al 4T da Rep. Ceca Tomáš Berdych
11 11 Argentina Juan Martín del Potro 2315 45 360 2630 Eliminato ai QF da Svizzera Roger Federer
12 12 Francia Gilles Simon 2210 45 45 2210 Eliminato al 2T da Francia Julien Benneteau
 N/A 13 Svezia Robin Söderling 2120 180 0 1940 Non partecipa per mononucleosi[15]
13 14 Ucraina Oleksandr Dolhopolov 2030 360 90 1760 Eliminato al 3T da Australia Bernard Tomic
14 15 Francia Gaël Monfils 1970 90 90 1970 Eliminato al 3T da Kazakistan Michail Kukuščkin
15 16 Stati Uniti Andy Roddick 1880 180 45 1745 Ritirato al 2T contro Australia Lleyton Hewitt
16 17 Stati Uniti John Isner 1800 90 90 1800 Eliminato al 3T da Spagna Feliciano López
17 18 Francia Richard Gasquet 1765 90 180 1855 Eliminato al 4T da Spagna David Ferrer
18 19 Spagna Feliciano López 1755 45 180 1890 Eliminato al 4T da Spagna Rafael Nadal
 N/A 20 Croazia Marin Čilić 1665 180 0 1485 Non partecipa per intervento al tendine rotuleo[16]
19 21 Serbia Viktor Troicki 1595 90 45 1550 Eliminato al 2T da Kazakistan Michail Kukuščkin
20 22 Germania Florian Mayer 1630 45 0 1585 Ritirato per infortunio all'anca
21 23 Svizzera Stanislas Wawrinka 1615 360 90 1345 Eliminato al 3T da Spagna Nicolás Almagro
22 24 Spagna Fernando Verdasco 1550 180 10 1380 Eliminato al 1T da Australia Bernard Tomic
23 25 Canada Milos Raonic 1460 205 90 1345 Eliminato al 3T da Australia Lleyton Hewitt
24 26 Giappone Kei Nishikori 1410 90 360 1680 Eliminato ai QF da Regno Unito Andy Murray
25 27 Argentina Juan Mónaco 1335 45 10 1300 Eliminato al 1T da Germania Philipp Kohlschreiber
26 28 Spagna Marcel Granollers 1315 10 45 1350 Eliminato al 2T da Portogallo Frederico Gil
27 29 Argentina Juan Ignacio Chela 1270 10 90 1350 Eliminato al 3T da Spagna David Ferrer
28 30 Croazia Ivan Ljubičić 1270 90 10 1190 Eliminato al 1T da Slovacchia Lukáš Lacko
29 31 Rep. Ceca Radek Štěpánek 1230 45 10 1195 Eliminato al 1T da Francia Nicolas Mahut
30 32 Sudafrica Kevin Anderson 1190 10 90 1270 Eliminato al 3T da Rep. Ceca Tomáš Berdych
31 33 Austria Jürgen Melzer 1170 180 10 1000 Eliminato al 1T da Croazia Ivo Karlović
32 34 Russia Alex Bogomolov, Jr. 1135 (45) 45 1135 Eliminato al 2T da Francia Michaël Llodra

Classifica singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Testa di serie Ranking Giocatrice Punti Punti da difendere Punti conquistati Nuovo punteggio Situazione
1 1 Danimarca Caroline Wozniacki 7485 900 500 7085 Eliminata ai QF da Belgio Kim Clijsters
2 2 Rep. Ceca Petra Kvitová 7290 500 900 7690 Eliminata in SF da Russia Marija Šarapova
3 3 Bielorussia Viktoryja Azaranka 6865 280 2000 8585 Vittoria in finale contro Russia Marija Šarapova
4 4 Russia Marija Šarapova 6440 280 1400 7560 Sconfitta in finale da Bielorussia Viktoryja Azaranka
5 5 Cina Li Na 5570 1400 280 4450 Eliminata al 4T da Belgio Kim Clijsters
6 6 Australia Samantha Stosur 5585 160 5 5430 Eliminata al 1T da Romania Sorana Cîrstea
7 7 Russia Vera Zvonarëva 5435 900 160 4695 Eliminata al 3T da Russia Ekaterina Makarova
8 8 Polonia Agnieszka Radwańska 5330 500 500 5330 Eliminata ai QF da Bielorussia Viktoryja Azaranka
9 9 Francia Marion Bartoli 4710 100 160 4770 Eliminata al 3T da Cina Jie Zheng
 N/A 10 Germania Andrea Petković 4500 500 0 4000 Non partecipa per frattura alla schiena
10 11 Italia Francesca Schiavone 4040 500 100 3640 Eliminata al 2T da Italia Romina Oprandi
11 12 Belgio Kim Clijsters 3041 2000 900 1941 Eliminata in SF da Bielorussia Viktoryja Azaranka
12 13 Stati Uniti Serena Williams 3300 0 280 3580 Eliminata al 4T da Russia Ekaterina Makarova
13 14 Serbia Jelena Janković 3115 100 280 3295 Eliminata al 4T da Danimarca Caroline Wozniacki
14 15 Germania Sabine Lisicki 2903 40 280 3143 Eliminata al 4T da Russia Marija Šarapova
15 16 Russia Anastasija Pavljučenkova 2795 160 100 2735 Eliminata al 2T da Stati Uniti Vania King
16 17 Cina Peng Shuai 2760 280 100 2580 Eliminata al 2T da Rep. Ceca Iveta Benešová
17 18 Slovacchia Dominika Cibulková 2695 160 100 2635 Eliminata al 2T da Ungheria Greta Arn
18 19 Russia Svetlana Kuznecova 2646 280 160 2526 Eliminata al 3T da Germania Sabine Lisicki
19 20 Italia Flavia Pennetta 2570 280 5 2295 Eliminata al 1T da Russia Nina Bratčikova
20 21 Slovacchia Daniela Hantuchová 2295 5 160 2450 Eliminata al 3T da Belgio Kim Clijsters
21 22 Serbia Ana Ivanović 2260 5 280 2535 Eliminata al 4T da Rep. Ceca Petra Kvitová
22 23 Germania Julia Görges 2225 160 280 2345 Eliminata al 4T da Polonia Agnieszka Radwańska
23 24 Italia Roberta Vinci 2115 5 100 2210 Eliminata al 2T da Cina Zheng Jie
24 25 Rep. Ceca Lucie Šafářová 2120 160 5 1965 Eliminata al 1T da Stati Uniti Christina McHale
25 26 Estonia Kaia Kanepi 2049 100 100 2049 Eliminata al 2T da Russia Ekaterina Makarova
26 27 Spagna Anabel Medina Garrigues 1950 5 160 2105 Ritirata al 3T contro Cina Li Na
27 28 Russia Marija Kirilenko 1930 100 160 1990 Ritirata al 3T contro Rep. Ceca Petra Kvitová
28 29 Belgio Yanina Wickmayer 2050 100 5 1955 Eliminata al 1T da Kazakistan Galina Voskoboeva
29 30 Russia Nadia Petrova 1765 160 100 1705 Eliminata al 2T da Italia Sara Errani
30 31 Germania Angelique Kerber 1810 5 160 1965 Eliminata al 3T da Russia Marija Šarapova
31 32 Romania Monica Niculescu 1725 160 160 1725 Eliminata al 3T da Danimarca Caroline Wozniacki
32 33 Rep. Ceca Petra Cetkovská 1666 (18) 100 1748 Eliminata al 2T da Germania Mona Barthel

Punti e montepremi[modifica | modifica sorgente]

Il montepremi complessivo è di 26.000.000 A$[17].

Torneo V F SF QF 4T 3T 2T 1T Q Q3 Q2 Q1
Singolare maschile Punti 2000 1200 720 360 180 90 45 10 25 16 8 0
Premi in denaro (A$) 2.300.000 1.150.000 437.000 218.500 109.250 54.625 33.300 20.000 11.440 5.710 2.860
Doppio maschile Punti 2000 1200 720 360 180 90 0
Premi in denaro (A$) 454.500 227.250 113.000 56.000 31.500 17.200 9.600
Singolare femminile Punti 2000 1400 900 500 280 160 100 5 60 50 40 2
Premi in denaro (A$) 2.300.000 1.150.000 437.000 218.500 109.250 54.625 33.300 20.000 11.440 5.710 2.860
Doppio femminile Punti 2000 1400 900 500 280 160 5
Premi in denaro (A$) 454.500 227.250 113.000 56.000 31.500 17.200 9.600
Doppio misto Punti
Premi in denaro (A$) 135.500 67.500 33.900 15.500 7.800 3.800

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Programma della prima giornata
  2. ^ Programma della seconda giornata
  3. ^ Programma della terza giornata
  4. ^ Programma della quarta giornata
  5. ^ Programma della quinta giornata
  6. ^ Programma della sesta giornata
  7. ^ Programma della settima giornata
  8. ^ Programma dell'ottava giornata
  9. ^ Programma della nona giornata
  10. ^ Programma della decima giornata
  11. ^ Programma dell'undicesima giornata
  12. ^ Programma della dodicesima giornata
  13. ^ Programma della tredicesima giornata
  14. ^ Programma della quattordicesima giornata
  15. ^ Söderling non ce la fa, niente Australian Open, 7 dicembre 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  16. ^ Čilić fuori dagli Australian Open, 1 gennaio 2012. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  17. ^ Sito ufficiale del torneo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]