Julija Putinceva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julija Putinceva
YuliaPutintseva.jpg
Julija Putinceva agli US Open 2010
Dati biografici
Nazionalità Russia Russia
Kazakistan Kazakistan (da maggio 2012)[1]
Altezza 163 cm
Peso 59 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 81-44
Titoli vinti 0 WTA - 6 ITF
Miglior ranking 88° (29 aprile 2013)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2013)
Francia Roland Garros 2T (2013)
Regno Unito Wimbledon 1T (2013)
Stati Uniti US Open Q2 (2014)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 0-1
Titoli vinti 0
Miglior ranking
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 23 maggio 2013

Julija Putinceva (in russo: Юлия Путинцева?; Mosca, 7 gennaio 1995) è una tennista russa, naturalizzata kazaka.

Raggiunge il suo best ranking in singolare il 29 aprile 2013 con la 88ª posizione.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Junior[modifica | modifica sorgente]

A livello giovanile ottiene il primo risultato importante con la semifinale raggiunta al Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare ragazze, dove viene sconfitta dalla futura campionessa Kristýna Plíšková. Allo Slam successivo, gli US Open, arriva fino alla finale eliminando tra le varie avversarie le teste di serie numero due Tímea Babos e numero cinque Mónica Puig. All'incontro decisivo viene però sconfitta dalla testa di serie numero uno, Dar'ja Gavrilova, per 6-3, 6-2.[2] A fine 2011 partecipa anche all'Orange Bowl nella categoria under-18 venendo sconfitta in finale da Anett Kontaveit.
Raggiunge una seconda finale nei tornei dello Slam agli Australian Open 2012 - Singolare ragazze ma ancora una volta non riesce a vincere l'ultimo match, venendo sconfitta da Taylor Townsend in tre set.
A maggio dello stesso anno raggiunge la sua migliore posizione nella classifica Junior, con il terzo posto dietro Taylor Townsend e Ashleigh Barty.

Professionista[modifica | modifica sorgente]

Fa il suo esordio nel circuito WTA al BGL Luxembourg Open 2010, grazie ad una wild-card, ma viene sconfitta al primo turno e in due set da Angelique Kerber.
Partecipa alle qualificazioni per l'Open di Francia 2012 ma viene sconfitta al secondo turno da Tatjana Maria.

Nel circuito ITF ha conquistato sei titoli, quattro nel 2011 e due nel 2012.

2013[modifica | modifica sorgente]

Julija in azione durante un torneo

La stagione inizia per Julija disputando le qualificazioni del torneo di Hobart, nel corso delle quali batte Zhou Yimiao e Viktorija Rajicic prima di essere sconfitta da Lara Arruabarrena Vecino. All'Australian Open la kazaka batte al primo turno in tre set l'americana Christina McHale per poi essere sconfitta al turno successivo dalla spagnola Carla Suarez Navarro.

A febbraio gioca le qualifiche del torneo del Qatar e le supera. Al primo turno, però, viene sconfitta da Mona Barthel. La settimana successiva ottiene una wild card per partecipare al torneo di Dubai. In questa circostanza supera al primo turno Laura Robson in tre set e poi viene battuta da Agnieszka Radwańska al turno successivo.

Ad inizio marzo disputa le qualificazioni del torneo di Indian Wells ma perde al primo turno contro Andrea Petković. Al torneo di Miami, dopo aver superato le qualifiche, perde al primo turno contro la croata Donna Vekić. Al torneo di Charleston perde al primo turno contro la tedesca Julia Görges.

Ad aprile prende parte al torneo di Marrakech nel quale batte al primo turno Mathilde Johansson e perde al secondo contro Kristina Mladenovic. A fine aprile partecipa alle qualificazioni del torneo d'Estoril ma perde già al primo turno contro la britannica Johanna Konta.

A maggio gioca le qualificazioni del torneo di Madrid, battendo Lucie Hradecká ed Aravane Rezaï, ed accede al tabellone principale. Al primo turno cede, comunque, alla numero 1 del mondo Serena Williams in due set. In seguito disputa le qualificazioni per accedere al main draw del torneo di Roma ma dopo aver vinto al primo turno contro Anna Tatišvili perde al turno finale contro Anabel Medina Garrigues. La settimana successiva partecipa alle qualificazioni del torneo di Brussels e le supera dopo aver battuto Shuko Aoyama, Michelle Larcher de Brito e Coco Vandeweghe. Al primo turno batte Alison Van Uytvanck ma al secondo turno viene eliminata da Roberta Vinci. A fine maggio supera il primo turno del Roland Garros battendo la giapponese Ayumi Morita ma poi viene regolata da Sara Errani 6-1 6-1.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie tornei ITF (6)[modifica | modifica sorgente]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $75.000
Torneo $50.000 (2)
Torneo $25.000 (3)
Torneo $10.000
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 16 maggio 2011 Russia Summer Cup, Mosca Terra battuta Ucraina Veronika Kapšaj 6–2, 6-1
2. 18 luglio 2011 Russia Yesilyurt Tennis Cup, Samsun Cemento Polonia Marta Domachowska 7–66, 6-2
3. 8 agosto 2011 Russia Tatarstan Open, Kazan' Cemento Francia Caroline Garcia 6-4, 6-2
4. 26 dicembre 2011 Russia Siberia Cup, Tjumen' Cemento Ucraina Elina Svitolina 6-2, 6-4
5. 6 febbraio 2012 Australia Launceston Tennis International, Launceston Cemento Paesi Bassi Lesley Kerkhove 6-1, 6-3
6. 7 maggio 2012 Francia Open GDF SUEZ de Cagnes-sur-Mer Alpes-Maritimes, Cagnes-sur-Mer Terra battuta Austria Patricia Mayr-Achleitner 6-2, 6-1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ wtatennis.com, Yulia Putintseva - Awards. URL consultato il 12 agosto 2012.
  2. ^ tennisworlditalia.com, Yulia Putintseva: il nuovo che avanza dalla Russia, 19 dicembre 2011. URL consultato il 04 giugno 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]