Belinda Bencic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belinda Bencic
Belinda Bencic at the 2013 US Open 5.jpg
Belinda Bencic agli US Open 2013
Dati biografici
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 173 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 61-29
Titoli vinti 0 WTA - 2 ITF
Miglior ranking 146° (27 gennaio 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2014)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open
Doppio1
Vittorie/sconfitte 13-5
Titoli vinti 0 WTA - 2 ITF
Miglior ranking 401° (25 novembre 2013)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 27 gennaio 2014

Belinda Bencic (Flawil, 10 marzo 1997) è una tennista svizzera.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Svizzera, a Flawil, è di origine cecoslovacca. Il padre Ivan fugge dal paese d'origine nel 1968, durante la primavera di Praga, per stabilirsi in Svizzera.[1] Il nonno paterno ha avuto una discreta carriera da giocatore di hockey facendo parte dell'HC Slovan Bratislava.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Junior[modifica | modifica sorgente]

A livello giovanile si fa notare principalmente per i risultati in doppio nel 2012. In questa specialità raggiunge infatti i quarti di finale al Roland Garros in coppia con Natalia Vajdova, la finale a Wimbledon insieme a Ana Konjuh e un'altra finale agli US Open, questa volta con a fianco Petra Uberalova.[2] Nel maggio 2013 si aggiudica il Trofeo Bonfiglio battendo in finale la russa Darya Kasatkina con il punteggio di 7-5, 6-0.

L'8 giugno 2013 vince il singolare ragazze al Roland Garros, battendo in finale la tedesca Antonia Lottner con il punteggio di 6-1, 6-3.[3] Poche settimane dopo, il 6 luglio 2013, vince il singolare ragazze a Wimbledon, battendo in finale la statunitense Taylor Townsend con il punteggio di 4-6, 6-1, 6-4.[4] Con questo secondo successo consecutivo in un torneo dello Slam interrompe la serie di vincitrici diverse iniziata nel 2007 e durata per ventisei major.

Professionista[modifica | modifica sorgente]

2012[modifica | modifica sorgente]

Nel settembre 2012, dopo aver superato le qualificazioni, vince il primo torneo ITF della carriera a Sharm el-Sheikh superando in finale Fatma Al Nabhani.[5]

Il 30 settembre 2012 vince il suo secondo torneo ITF, ancora una volta a Sharm el-Sheikh, battendo in finale l'austriaca Barbara Haas con il punteggio di 6-4, 6-0.

In Fed Cup gioca due match con la squadra svizzera, aiutando la sua nazione durante gli spareggi per rimanere nel Gruppo Mondiale II.[6]

Fa il suo esordio nel circuito WTA nell'ottobre 2012 dove, grazie a una wild-card, accede al tabellone principale del BGL Luxembourg Open. La sfida al primo turno contro Venus Williams si conclude con un 6-3, 6-1 per la statunitense.[7]

2013[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2013, grazie ad una wild-card, partecipa alle qualificazioni del torneo di Miami e in tale circostanza viene eliminata dall'americana Coco Vandeweghe in due set.

Nel luglio 2013 ottiene una wild-card dagli organizzatori del torneo WTA di Båstad ma viene sconfitta al primo turno dalla georgiana Anna Tatishvili in tre set. Nel settembre successivo la giovane svizzera ottiene una wild-card per partecipare al Torneo WTA Premier 5 di Tokyo. In questa occasione supera il primo turno battendo la russa Daria Gavrilova dopo tre tiratissimi set con il punteggio di 6-2, 5-7, 7-5. Al secondo turno cede il passo, dopo due combattuti set (5-7, 4-6), alla ceca Petra Kvitova.

Il mese successivo supera le qualificazioni per l'HP Open ed elimina al primo turno Lauren Davis per poi arrendersi a Samantha Stosur, futura campionessa del torneo.

2014[modifica | modifica sorgente]

Inizia l'anno nuovo superando le qualificazioni per l'Australian Open 2014 senza cedere set. All'esordio negli Slam supera in tre set Kimiko Date, tra le due tenniste era presente una differenza d'età di oltre venticinque anni. Al secondo turno viene sconfitta da Na Li che successivamente vincerà lo Slam australiano. Nel mese di febbraio scende in campo nell'incontro di Fed Cup contro la Francia vincendo entrambi i suoi match di singolare.[8] A fine marzo supera le qualificazioni del torneo di Charleston e una volta entrata nel tabellone principale inanella una serie di quattro vittorie consecutive, tra cui spicca la testa di serie numero tre Sara Errani, che le permettono di raggiungere la prima semifinale nel circuito WTA, dove si arrende al tie-break del terzo set alla slovacca Jana Čepelová.[9]

Statistiche ITF[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (2)[modifica | modifica sorgente]

Torneo $100.000
Torneo $75.000
Torneo $50.000
Torneo $25.000
Torneo $10.000 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 23 settembre 2012 Egitto Jolie Ville Golf Women's 4, Sharm el-Sheikh Cemento (i) Oman Fatma Al Nabhani 6–3, 7–64
1. 30 settembre 2012 Egitto Jolie Ville Golf Women's 5, Sharm el-Sheikh Cemento (i) Austria Barbara Haas 6–4, 6–0

Finali perse (1)[modifica | modifica sorgente]

N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 20 ottobre 2013 Giappone Gosen Cup, Makinohara Erba Kazakistan Zarina Diyas 3-6, 4-6

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (2)[modifica | modifica sorgente]

N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 23 settembre 2012 Egitto Jolie Ville Golf Women's 4, Sharm el-Sheikh Cemento (i) Francia Lou Brouleau Polonia Olga Brózda
Ucraina Ganna Piven
7-63, 3-6, [10-6]
2. 24 giugno 2013 Svizzera Lenzerheide Open 2013, Lenzerheide Terra battuta Rep. Ceca Kateřina Siniaková Russia Veronika Kudermetova
Lettonia Diāna Marcinkēviča
6-0, 6-2

Vittorie tornei slam junior (2)[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 8 giugno 2013 Francia Open di Francia, Parigi Terra battuta Germania Antonia Lottner 6-1, 6-3
2. 6 luglio 2013 Regno Unito Torneo di Wimbledon, Londra Erba Stati Uniti Taylor Townsend 4-6, 6-1, 6-4

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ubitennis.com, Svizzera, oltre a Federer c'è di più, 19 ottobre 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  2. ^ itftennis.com, Belinda Bencic - Junior Profile. URL consultato il 23 settembre 2012.
  3. ^ ubitennis.com, Bencic e Garin vincono tra gli Junior, 08 giugno 2013. URL consultato il 09 giugno 2013.
  4. ^ 1815.ch/, Belinda Bencic schafft das Double Paris und Wimbledon, 06 luglio 2013. URL consultato il 06 luglio 2013.
  5. ^ itftennis.com, $10,000 Sharm El Sheikh 2012. URL consultato il 23 settembre 2012.
  6. ^ Fedcup.com, Belinda Bencic - FedCup Profile. URL consultato il 23 settembre 2012.
  7. ^ bluewin.ch, Tennis: Bencic, nessun miracolo, 16 ottobre 2012. URL consultato il 17 ottobre 2012.
  8. ^ Bencic e Keys: absolute beginners, ubitennis.com, 11 febbraio 2014. URL consultato il 5 aprile 2014.
  9. ^ WTA Charleston: la finale è Petkovic-Cepelova, ubitennis.com, 6 aprile 2014. URL consultato il 6 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]