X-Men - Giorni di un futuro passato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da X-Men: Days of Future Past)
X-Men - Giorni di un futuro passato
XMGDUFPtitoliditesta.png
I titoli di testa del film
Titolo originale X-Men: Days of Future Past
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2014
Durata 131 minuti
148 minuti (Rogue cut)
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35: 1
Genere azione, fantascienza, fantastico, avventura
Regia Bryan Singer
Soggetto Simon Kinberg, Matthew Vaughn, Jane Goldman (storia)
Chris Claremont, John Byrne (serie a fumetti Giorni di un futuro passato)
Stan Lee, Jack Kirby (personaggi Marvel Comics)
Sceneggiatura Simon Kinberg
Produttore Lauren Shuler Donner, Bryan Singer, Simon Kinberg, Hutch Parker
Produttore esecutivo Todd Hallowell, Stan Lee, Josh McLaglen
Casa di produzione 20th Century Fox, Marvel Entertainment, Dune Entertainment, Bad Hat Harry Productions, Donners' Company, Marv Films, Ingenious Media, Big Screen Productions, Ingenious Film Partners
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Newton Thomas Sigel
Montaggio John Ottman
Effetti speciali Hydraulx, New Deal Studios, Digital Domain, Legacy Effects, Moving Pictures Company, Rhythm and Hues, Risin Sun Pictures, Animal Logic, Cinesite, Dimension X, Lola Visual Effects, Method Studios, Mokko Studios, Stereo D, YXZ-RGB, The Third Floor
Musiche John Ottman
Scenografia John Myhre
Costumi Louise Mingenbach
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

X-Men - Giorni di un futuro passato (X-Men: Days of Future Past) è un film del 2014 diretto da Bryan Singer. È il settimo capitolo dei film sugli X-Men e funge da sequel sia per X-Men - Conflitto finale che per X-Men - L'inizio: la pellicola segue due linee temporali successive ad entrambi i film, mostrando da una parte un futuro post-apocalittico, risultato degli eventi di X-Men - Conflitto finale, dall'altra un passato ambientato negli anni settanta, successivo a X-Men - L'inizio. La storia del film è ispirata a quella del fumetto Giorni di un futuro passato scritto da Chris Claremont e John Byrne. Bryan Singer dirige nuovamente un film sugli X-Men dopo aver diretto i primi due capitoli della trilogia originale, X-Men e X-Men 2. Nel cast tornano moltissimi attori sia della prima trilogia che di X-Men - L'inizio. Il film è stato girato nativamente in 3D e distribuito in tale formato.

È stato distribuito anche in 2D e in IMAX 3D nelle sale a partire dal 22 maggio 2014 in Italia, mentre il giorno successivo negli USA.[1]

Il film ha ottenuto una nomination agli Oscar 2015 nella categoria migliori effetti speciali.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2023[2], dei robot senzienti conosciuti come "Sentinelle" sterminano i mutanti e i loro alleati umani. In questo ambiente distopico, un gruppo di mutanti ribelli, tra i quali Kitty Pryde, Uomo Ghiaccio, Colosso, Alfiere, Warpath, Sunspot e Blink riescono a salvarsi dalle Sentinelle grazie ai poteri di Pryde, che è capace di mandare la coscienza di una persona indietro nel tempo in modo da informare il proprio gruppo sui pericoli imminenti, così da poter scappare prima ancora che i problemi insorgano.

Il gruppo di Pryde giunge in un monastero in Cina per ricongiungersi con i mutanti della squadra X-Men, tra questi Logan, Tempesta, il Professor X e Magneto. Gli X-Men pianificano di spedire Logan nell'anno 1973[2] per rintracciare Mystica e impedirle di assassinare il professor Bolivar Trask, il creatore delle Sentinelle. A seguito della sua uccisione, infatti, Mystica ha messo in cattiva luce i mutanti, quindi fu catturata e il suo DNA venne studiato dalla compagnia di Trask per migliorare le Sentinelle, che acquisirono così il potere di adattarsi al potere di qualsiasi mutante, diventando quasi invincibili. Il Professor X e Magneto consigliano a Logan di farsi aiutare da loro stessi giovani.

Risvegliatosi nel 1973, Logan si reca all'accademia dei mutanti e lì trova solo Charles Xavier e Hank McCoy. L'istituto di Xavier è stato chiuso poiché la maggioranza degli studenti e degli insegnanti è stata reclutata per servire l'esercito americano nella Guerra del Vietnam. Xavier, devastato da questi eventi, si inietta dosi del siero creato da Hank che gli permette di camminare, ma di conseguenza sopprime i suoi poteri telepatici. Logan convince Xavier di aiutarlo per salvare il futuro, quindi si recano a liberare Erik Lehnsherr dalla sua prigione sotto il Pentagono, nella quale è stato rinchiuso per aver preso parte all'assassinio del presidente Kennedy, con l'aiuto di Pietro Maximoff, un mutante dotato di super velocità.

Intenzionato a creare un'arma per difendersi dai mutanti dopo l'incidente a Cuba, Trask si presenta al congresso di Washington e tenta senza successo di ottenere i fondi per la creazione delle Sentinelle. Intanto, a Saigon, Mystica impedisce a William Stryker di reclutare i mutanti presenti nel plotone americano per sottoporli agli esperimenti di Trask. Intanto Xavier, Erik, Hank e Logan giungono a Parigi per intercettare Mystica, che ha assunto le sembianze di un generale vietnamita allo scopo di infiltrarsi agli accordi di pace, dove Trask tenta di vendere la sua tecnologia anti-mutante alle nazioni comuniste. Il gruppo di Xavier giunge in tempo prima che Mystica uccida Trask, ma Erik cerca di uccidere Mystica per impedire del tutto che il suo DNA venga utilizzato per i progetto delle Sentinelle. Lo scontro si riversa sulla strada davanti alle televisioni di tutto il mondo, quindi i mutanti sono costretti a separarsi e nascondersi.

Trask è salvo, ma la popolazione è orripilata nell'apprendere l'esistenza dei mutanti, quindi il presidente Richard Nixon permette la costruzione delle Sentinelle e organizza una cerimonia pubblica per presentarle. A peggiorare le cose, il team di Trask recupera il sangue mutante di Mystica che è stato sparso durante lo scontro a Parigi. Intanto Erik, che ha deciso di andare per la propria strada, modifica le Sentinelle aggiungendo nella loro struttura dell'acciaio in modo che riesca a controllarle. Tornato all'accademia, Xavier smette di assumere dosi del siero per riacquistare i suoi poteri mutanti e, attraverso Logan, parla con il Professor X dal futuro che lo incoraggia a non mollare per stabilire la pace fra i mutanti e gli umani. Xavier rintraccia Mystica usando Cerebro e apprende che lei si sta recando a Washington.

Mentre Logan, Xavier e McCoy cercano di Mystica, Nixon e Trask espongono i prototipi delle Sentinelle alla Casa Bianca. Erik attacca la folla prendendo il controllo delle Sentinelle e solleva il Robert F. Kennedy Memorial Stadium per poi schiantarlo a terra intorno alla Casa Bianca come una barricata. Nixon e Trask, accompagnati dal Consiglio dei Ministri, dai funzionari dei servizi segreti e Mystica (che ha assunto le sembianze di un funzionario), vengono condotti in un bunker di sicurezza. Logan e McCoy tentano di fermare Erik, ma lui usa una Sentinella contro di loro, scaglia Logan nel fiume Potomac e trascina il bunker fuori dalla Casa Bianca con l'intenzione di uccidere Nixon e i membri del suo gabinetto. Contemporaneamente, nel futuro, gli X-Men combattono disperatamente per proteggere il monastero da un esercito di Sentinelle. Mystica, assumendo le sembianze del presidente, ferisce Erik usando una pistola di plastica e infine viene convinta da Xavier di risparmiare Trask.

Mystica permette a Erik di fuggire e poi si allontana dalla scena a sua volta. Le azioni di Mystica sono viste come un mutante che salva il presidente, quindi il programma Sentinella viene cancellato e Trask finisce in galera per aver tentato di vendere segreti militari americani. Il regno di terrore delle Sentinelle viene così cancellato dalla storia e Logan si risveglia in un nuovo futuro pacifico nel quale Xavier, Pryde, Uomo Ghiaccio, Colosso, McCoy, Tempesta, Rogue e perfino Jean Grey e Scott Summers sono vivi. Logan incontra il Professor X per chiedergli che cosa è successo nel nuovo futuro prima del suo risveglio. Il film si chiude nel 1973, dove viene mostrato Logan recuperato dal letto del fiume da Stryker, che si rivela essere Mystica.

Nella scena dopo i titoli di coda, ambientata nell'antico Egitto, una folla acclama En Sabah Nur, che sta usando i suoi poteri telecinetici per costruire delle piramidi. Sullo sfondo quattro cavalieri osservano la scena.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Logan / Wolverine, interpretato da Hugh Jackman: mutante dagli artigli di adamantio e dai sensi molto sviluppati, grazie al suo fattore rigenerante è in grado di sopportare un viaggio nel suo sé del passato e salvare i mutanti.
  • Charles Xavier / Professor X, interpretato da James McAvoy (giovane) e Patrick Stewart (anziano): il telepate più potente della Terra.
  • Erik Lehnsherr / Magneto, interpretato da Michael Fassbender (giovane) e Ian McKellen (anziano): è un mutante con l'innata capacità di manipolare i campi di forza, e questo gli permette di controllare metallo e ferro, e anche svariate forme di energia.
  • Raven Darkhölme / Mystica, interpretata da Jennifer Lawrence: mutante in grado di cambiare aspetto del suo corpo. È anche molto agile ed abile nelle arti marziali.
  • Bolivar Trask, interpretato da Peter Dinklage: capo delle Trask Industries, è il creatore delle Sentinelle negli anni settanta.
  • Hank McCoy / Bestia, interpretato da Nicholas Hoult (giovane) e Kelsey Grammer (adulto): mutante dotato di un'intelligenza straordinaria e di una forza sovrumana che può tramutarsi in una bestia dalla pelle blu.
  • Ororo Munroe / Tempesta, interpretata da Halle Berry: una mutante in grado di controllare i fenomeni atmosferici, sopravvissuta alla decimazione delle Sentinelle nel futuro. L'attrice Halle Berry, a causa della sua gravidanza, dovette girare per prima le sue scene: «È stato il motivo per cui sono stata la prima a iniziare le riprese e la prima a finire. Il mio crescente pancione stava diventando un bel problema! Ero molto limitata a causa della gravidanza, e ciò ha comportato qualche cambiamento all'ultimo minuto».[3]
  • Kitty Pryde / Shadowcat, interpretata da Ellen Page: possiede l'abilità di slegare i propri atomi per passare attraverso oggetti solidi e metterli in corto circuito se sono anche elettrici. È una dei mutanti del futuro che aiuterà Wolverine a tornare nel passato. Ha una relazione con Bobby Drake.
  • Bobby Drake / Uomo Ghiaccio, interpretato da Shawn Ashmore: mutante che può creare e manipolare il ghiaccio. Ha una relazione con Kitty Pryde.
  • Lucas Bishop / Alfiere, interpretato da Omar Sy: mutante presente nel futuro, in grado di assorbire l'energia e indirizzarla a piacimento.
  • Piotr "Peter" Rasputin / Colosso, interpretato da Daniel Cudmore: può trasformare la sua pelle in metallo organico.
  • James Proudstar / Warpath, interpretato da Booboo Stewart: mutante con forza e velocità molto sviluppate, è in grado di volare.
  • Clarice Ferguson / Blink, interpretata da Fan Bingbing: mutante che ha il dono di aprire portali per teletrasportare oggetti o persone.
  • Roberto Da Costa / Sunspot, interpretato da interpretato da Adan Canto: mutante incontrato nel futuro, è in grado di assorbire l'energia solare e sfruttarla per diversi poteri.
  • Pietro Maximoff / Quicksilver, interpretato da Evan Peters: mutante con l'abilità di muoversi molto velocemente.
  • William Stryker, interpretato da Josh Helman: in futuro un colonnello che odia profondamente i mutanti. Originariamente Helman avrebbe dovuto interpretare un giovane Fenomeno (già interpretato in versione adulta da Vinnie Jones in X-Men - Conflitto finale), ma in seguito Bryan Singer decise di introdurre al suo posto e come "new entry" il personaggio di Quicksilver.[4]
  • Marie D'Ancanto / Rogue, interpretata da Anna Paquin: mutante in grado di assorbire i poteri mutanti altrui tramite il tocco. Inizialmente tagliata dalla pellicola in postproduzione,[5] è stata successivamente confermata come cameo dalla Fox.[6] Il personaggio compare nel futuro della nuova timeline, ma nelle prime bozze della sceneggiatura compariva anche nel futuro della timeline originale, in cui assorbiva i poteri di Kitty e manteneva Wolverine nel passato, dopo che quest'ultima era stata ferita involontariamente da Wolverine. Inoltre era presente una sequenza in cui Professor X, Magneto e Uomo Ghiaccio si infiltravano in un campo di reclusione per liberarla e portarla da Kitty, ma questa scena è stata tagliata in postproduzione. Di conseguenza sono state tagliate anche le scene successive perché il personaggio sarebbe comparso senza nessuna introduzione.[7] Le scene tagliate compariranno nell'edizione home video The Rogue Cut, una versione estesa ed alternativa del film originale. Inoltre James Marsden e Famke Janssen riprendono i rispettivi ruoli di Scott Summers / Ciclope e Jean Grey. Lucas Till ritorna nei panni di Alex Summers / Havok; Evan Jonigkeit e Gregg Lowe interpretano rispettivamente Toad e Ink.[8] Mark Camacho interpreta Richard Nixon. I fumettisti Len Wein e Chris Claremont appaiono come Senatori degli Stati Uniti d'America. Il regista Bryan Singer appare nei panni di un passante a Parigi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La 20th Century Fox, casa di produzione dei film sugli X-Men, aveva impostato X-Men - L'inizio come il primo film di una nuova trilogia dedicata ai supereroi Marvel.[9] Nei piani originali della produzione, Matthew Vaughn e Bryan Singer sarebbero dovuti ritornare per il sequel di X-Men - L'inizio in qualità di regista e produttore.[10] Vaughn suggerì l'idea che nel sequel gli spettatori avrebbero assistito all'omicidio del presidente Kennedy a causa di una pallottola controllata da Magneto.[11] Singer, invece, parlò della possibilità di inserire nel film la guerra del Vietnam[12] e suggerì la presenza di Wolverine nella pellicola.[13]

Nel mese di novembre 2011, Simon Kinberg, che aveva scritto X-Men - Conflitto finale e co-prodotto X- Men - L'inizio, venne scelto per scrivere la sceneggiatura del lungometraggio.[14] Alcuni mesi dopo, a maggio 2012, la 20th Century Fox annunciò la data d'uscita del film il 18 luglio 2014, poi spostata al 23 maggio dello stesso anno.[1] Ad agosto 2012 venne reso noto il titolo della pellicola, X-Men: Days of Future Past; la trama si sarebbe ispirata al fumetto omonimo scritto da Chris Claremont e John Byrne incentrato sui viaggi nel tempo da parte degli X-Men.[15]

A ottobre 2012, Matthew Vaughn lasciò la regia per dirigere Kingsman - Secret Service, adattamento dell'omonimo fumetto di Mark Millar.[16] Bryan Singer, regista di X-Men e X-Men 2, fu quindi scelto per sostituirlo.[17] Singer richiamò tutto il cast tecnico con cui aveva lavorato nei primi due film sugli X-Men, compresi sceneggiatori, costumisti, scenografi e musicisti. Singer chiese consigli a James Cameron su come rendere in maniera realistica ed efficace il viaggio degli X-Men tra presente e passato.[18]

Il cast presenta la pellicola al Comic Con 2013

Alan Cumming fu contattato per riprendere il ruolo di Nightcrawler, apparso in X-Men 2, anche in questo lungometraggio, ma l'attore rifiutò perché non era disponibile all'epoca delle riprese.[19]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono cominciate il 15 aprile 2013[20] e si sono concluse il 17 agosto 2013.[21]

È il primo film sugli X-Men ad essere stato girato nativamente in 3D[22] e con cineprese Arri Alexa-M.[23]

Effetti speciali[modifica | modifica wikitesto]

Moving Picture Company e Digital Domain si sono occupate degli effetti speciali della pellicola.[24][25]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

A luglio 2013, il film è stato presentato al Comic Con 2013. Tra i presenti, oltre al regista Bryan Singer, anche lo sceneggiatore Simon Kinberg, i produttori Lauren Shuler Donner e Hutch Parker e alcuni membri del cast, Evan Peters, Omar Sy, Ellen Page, Shawn Ashmore, Anna Paquin, Halle Berry, Ian McKellen, Patrick Stewart, Hugh Jackman, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult e Peter Dinklage. Durante il Comic Con, il regista ha mostrato alcune scene della pellicola.[26] Al Comic Con, inoltre, sono state pubblicate le prime locandine del film ritraenti i personaggi di Magneto e Xavier sia in versione giovane che anziana.[27] Successivamente è stata pubblicata pubblicata anche una locandina dedicata a Wolverine.[28]

A luglio 2013 è stato lanciato un sito virale dedicato al film chiamato Trask-Industries.com, nel quale è presente una descrizione dettagliata delle attività della compagnia e in particolare del suo creatore Bolivar Trask, che nel film è interpretato da Peter Dinklage.[29]

A metà titoli di coda del film Wolverine - L'immortale (2012) c'è una scena che anticipa questa pellicola: Logan (Jackman) arriva all'aeroporto dove viene raggiunto da Magneto (McKellen) e il Professor Xavier (Stewart) i quali chiedono il suo aiuto contro una nuova minaccia che potrebbe porre fine all'esistenza dei mutanti. La scena è stata ideata dal produttore Simon Kinberg, da Bryan Singer e dal regista di Wolverine - L'immortale, James Mangold, per pubblicizzare il film. Lo stesso Mangold ha diretto la scena.[30]

Il primo trailer della pellicola in lingua originale è uscito il 29 ottobre 2013,[31] seguito, a pochi giorni di distanza, da quello italiano, mentre, poiché Sony doveva un favore a Fox per la cessione, fuori contratto, di Marc Webb affinché dirigesse di The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro, a metà dei titoli di coda della pellicola è presente una scena del nuovo capitolo sugli X-Men che coinvolge Mystica.

Un secondo sito virale, 25 Moments, ripercorre la storia delle interazioni tra umani e mutanti in venticinque momenti: il primo è la crisi dei missili di Cuba del 1962 (rappresentata in X-Men - L'inizio) mentre l'ultimo è la fondazione dell'organizzazione di resistenza "Free Mutants" da parte di Alfiere nel 2018.[32]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito anche nel formato 3D e in IMAX 3D a partire dal 23 maggio 2014,[1] dal 22 maggio in Italia.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2015 è uscita per l'home video l'edizione del film denominata The Rogue Cut. Tale edizione inserisce nel film alcune scene del personaggio di Rogue (Anna Paquin), tagliate nella versione cinematografica e ne amplia altre già presenti in quest'ultima, rimontandole leggermente. Il regista Bryan Singer ha dichiarato: "Questa non è solo un’edizione estesa di X-Men - Giorni di un futuro passato. È una versione alternativa del film".

È presente una scena post-credit (montata prima di quella ambientata nell'antico Egitto) dove si vede Trask prigioniero nel carcere di massima sicurezza all'interno del Pentagono.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

X-Men - Giorni di un futuro passato ha ottenuto un incasso pari a $233,921,534 in Nord America e $514,200,000 nel resto del mondo, di cui $8,967,053 in Italia, per un incasso totale di $748,121,534.[33]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto generalmente critiche positive dalla critica cinematografica. L'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes riporta una percentuale di gradimento del 91% con un voto medio di 7.6 su 10, basandosi su 274 recensioni,[34] mentre il sito Metacritic attribuisce al film un punteggio di 74 su 100 in base a 43 recensioni.[35]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Quando libera Magneto dalla sua prigionia, Pietro afferma che sua madre era stata insieme a un mutante con i suoi poteri, implicando involontariamente che, come nei fumetti, Magneto sia suo padre. La bambina con Pietro è sua sorella minore, ma nelle originali scene tagliate avrebbe dovuto essere menzionata anche un'altra sorella, ovvero Wanda Maximoff (la strega Scarlet).[41]
  • L'uomo che spesso affianca Trask è William Stryker, menzionato in X-Men - L'inizio e cattivo principale di X-Men le origini - Wolverine e X-Men 2. Nel film Stryker parla di suo figlio Jason, che compare sia in X-Men 2 che in X-Men le origini - Wolverine (in quest'ultimo come cameo).
  • Le Sentinelle del futuro, sebbene siano state potenziate con il DNA di Mystica, mostrano anche abilità simili a quelle di Rogue, Darwin, Emma Frost e Lady Deathstrike, come la capacità di assorbire i poteri altrui o di modificare il proprio corpo per contrastare gli attacchi nemici.
  • Quando Magneto va a recuperare l'elmo, dentro una stanza con varie teche, è possibile notare una delle ali di Angel Salvadore e il costume di Havok, entrambi apparsi in X-Men - L'inizio, insieme alla moneta con la quale Magneto, nello stesso film X-Men - L'inizio, uccise Sebastian Shaw.
  • Come mostrato dai fascicoli trovati da Mystica e in seguito confermato da Magneto, Angel Salvadore, Banshee, Emma Frost e Azazel, precedentemente apparsi in X-Men - L'inizio, sono stati catturati e uccisi negli esperimenti operati da Trask.
  • Wolverine sostiene di aver già incontrato Pietro nel suo futuro, ma questo incontro non è mai stato visto nei film precedenti, anche se un personaggio con i poteri di Quicksilver appare in X-Men le origini - Wolverine.
  • Il filmato che si vede nella postazione di Bestia nella residenza di Charles Xavier è tratto dall'episodio Al di là del tempo della serie Star Trek, in cui i passeggeri dell'USS Enterprise sono costretti a tornare indietro nel tempo per salvarsi da un'infezione misteriosa.
  • Nella scena delle guardie, di fronte agli schermi delle telecamere disturbate da Bestia al Pentagono, appaiono immagini della serie Sanford and Son.
  • L'edificio con l'ufficio di Trask, dove Mystica trova i progetti sulle sentinelle, è lo stesso edificio usato come ambientazione per la celebre scena della testa che esplode del film Scanners di David Cronenberg.
  • Nella scena nelle cucine del Pentagono in cui Quicksilver manda K.O. le guardie, la canzone di sottofondo è Time in a Bottle di Jim Croce.

Incongruenze con i film precedenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il personaggio di Bolivar Trask è interpretato da Bill Duke, di etnia afroamericana, in X-Men - Conflitto finale, mentre in questo film, ambientato perlopiù negli anni settanta, ha il volto di Peter Dinklage, di pelle bianca e affetto da nanismo, ed è il ruolo cardine della trama. Nonostante la correzione di numerosi errori di continuity attraverso il viaggio nel tempo avvenuto in Giorni di un futuro passato, il regista dello stesso e dei primi due film sugli X-Men (X-Men e X-Men 2), Bryan Singer, ha giustificato la doppia presenza del suddetto personaggio (e di due differenti Moira McTaggert nell'ultimo capitolo della trilogia e nel prequel X-Men - L'inizio) con due bizzarri casi di omonimia, in cui il Bolivar Trask ufficiale, ideatore delle Sentinelle, sarebbe solo la versione di Dinklage: nel terzo capitolo della trilogia, infatti, il segretario interpretato da Duke è accreditato (e appellato) semplicemente Trask, quindi potrebbe non avere nemmeno lo stesso nome o legami con il Bolivar Trask originale.[42]
  • L'intero film X-Men le origini - Wolverine sembra essere stato completamente rimosso dal canone della serie, in quanto l'aspetto di William Stryker in Giorni di un futuro passato è molto più giovanile e non combacia con quello di uomo di mezz'età che aveva nello spin-off. Non ha inoltre senso che Logan sia in America durante gli eventi di Giorni di un futuro passato, in quanto in X-Men le origini partecipa alla guerra in Vietnam assieme al fratellastro Sabretooth, ed è stato reclutato da Stryker durante quegli eventi. Sabretooth è inoltre completamente assente in quest'ultimo film, mentre in X-Men le origini lui e Logan non si erano mai separati fino al momento del ritrovamento dell'adamantio in Africa, di molto successivo agli eventi della Guerra in Vietnam (e dunque al 1973). Tuttavia la scena del film in cui Sabretooth rompe col piede gli artigli d'osso di Wolverine è visibile in Giorni di un futuro passato quando il giovane Xavier legge nella mente di Logan.
  • Nel film Wolverine - L'immortale Logan perde parte degli artigli d'adamantio, tuttavia nel presente di Giorni di un futuro passato li ha di nuovo, anche se sono di forma leggermente diversa rispetto agli altri film: hanno infatti la parte superiore vicino alla punta più larga. Singer ha suggerito in un'intervista che Magneto lo avrebbe aiutato a forgiarli nuovamente[43].

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: X-Men: Apocalisse.

La 20th Century Fox ha ufficializzato un sequel, in uscita nel 2016, intitolato X-Men: Apocalisse, sempre per la regia di Bryan Singer. Il film prenderà spunto dal crossover L'era di Apocalisse.[44]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) 20th Century Fox Sets Dates for Independence Day 2, Assassin's Creed, Apes and X-Men!, 20 giugno 2013.
  2. ^ a b (EN) Mike Ryan, 'X-Men: Days Of Future Past' Review: A Time Travel Movie That Somehow Makes Sense, su ScreenCrush.com, 20 maggio 2014. URL consultato il 30 dicembre 2014.
    «'Days of Future Past' takes place both in the years 2024 and in 1973.».
  3. ^ Mirko D'Alessio, X-Men: Giorni di un Futuro Passato, Halle Berry promette sconvolgenti rivelazioni su Tempesta, badtaste.it, 04-08-2013.
  4. ^ X-Men: Giorni di un Futuro Passato: il concept del giovane Fenomeno - BadTaste.it
  5. ^ Fabio Mucci, Sorpresa! Anna Paquin/Rogue tagliata da X-Men - Giorni di un futuro passato!, Everyeye, 21-12-2013.
  6. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato: la Fox conferma la presenza di Anna Paquin nel film, Everyeye, 16-04-2014.
  7. ^ (EN) Caroline Siede, Here's Rogue's X-Men: Days Of Future Past subplot and why it was cut, su Avclub.com, 30 maggio 2014. URL consultato il 31 maggio 2014.
  8. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato, Evan Jonigkeit interpreta un giovane Toad nel film, Everyeye, 07-01-2014.
  9. ^ (EN) Mike Fleming, Bryan Singer Producing 'X-Men: First Class', in Deadline.com, 26 marzo 2010.
  10. ^ (EN) Ben Child, Matthew Vaughn to direct sequel to X-Men: First Class (London), The Guardian, 31 gennaio 2012.
  11. ^ 'X-Men: First Class' Sequel Ideas Emerge, Screen Rant
  12. ^ (EN) Zeitchik, Steven, Bryan Singer: An 'X-Men: First Class' sequel could be set in Vietnam, or amid the civil rights movement - latimes.com, in Latimesblogs.latimes.com, 7 giugno 2011.
  13. ^ (EN) Chris Tilly, Wolverine to Join X-Men: First Class 2?, in IGN, 5 maggio 2011.
  14. ^ (EN) Josh Wilding, Exclusive: Simon Kinberg Writing X-Men: First Class Sequel, Superherohype.com, 3 novembre 2011.
  15. ^ (EN) Silas Lesnick, The First Class Sequel is Officially X-Men: Days of Future Past, superherohype.com, 1 agosto 2013.
  16. ^ (EN) Dave Trumbore, Matthew Vaughn Out as Director of X-MEN: FIRST CLASS Sequel, X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST; Bryan Singer May Replace Him, in Collider, 25 ottobre 2012.
  17. ^ (EN) Bryan Singer Officially Set for X-Men: Days of Future Past, superherohype.com, 30 ottobre 2012.
  18. ^ (EN) Trivia X-Men: Days of Future Past (2014), Imdb Official Site.
  19. ^ Andrea Bedeschi, Nightcrawler poteva essere in X-Men: Giorni di un Futuro Passato!, badtaste.it, 25-09-2013.
  20. ^ (EN) Steve Weintraub, Bryan Singer Talks JACK THE GIANT SLAYER, Re-Writing the Film in Pre-Production, X-MEN: FIRST CLASS, BATTLESTAR GALACTICA, and More, in Collider.com, 25 febbraio 2013.
  21. ^ (EN) Singer, Bryan, Twitter / Bryan Singer: "@Joe_Connely09: @Bryan Singer is there still alot of filming ?" About two more months., twitter.com, 11 luglio 2013.
  22. ^ (EN) Kevin Jagernauth, Bryan Singer To Shoot 'X-Men: Days Of Future Past' In 3D, blogs.indiewire.com, 13 febbraio 2013.
  23. ^ (EN) Twitter / definitionmags: X-Men: Days of Future Past, twitter.com, 23 marzo 2013.
  24. ^ (EN) Griffith, Jeff, Bryan Singer Readies 'X-Men: Days of Future Past' for Summer 2014, voices.yahoo.com, 30 marzo 2013.
  25. ^ (EN) Digital Domain Productions, digitaldomain.com.
  26. ^ (EN) Comic-Con: 20th Century Fox Panel Live Blog, superherohype.com, 20 luglio 2013.
  27. ^ Mirko D'Alessio, X-Men: Days of Future Past, i poster di Magneto e Xavier del futuro e del passato, badtaste.it, 22-07-2013.
  28. ^ Andrea Francesco Berni, Wolverine ieri e oggi nel nuovo poster di X-Men: Days of Future Past, badtaste.it, 24-07-2013.
  29. ^ (EN) Perry, Spencer, Comic-Con: X-Men: Days of Future Past Viral Campaign Kicks Off!, 18 luglio 2013.
  30. ^ Wolverine: L'Immortale – James Mangold parla della scena che si trova a metà dei titoli di coda [SPOILER], blog.screenweek.it, 27-07-2013. URL consultato il 30-07-2013.
  31. ^ Andrea Bedeschi, X-Men: Giorni di un Futuro Passato, il primo trailer!, badtaste.it, 29-10-2013.
  32. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato, il sito virale conferma alcuni dettagli, su Everyeye.it, 11 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  33. ^ (EN) X-Men: Days of Future Past (2014), su Box Office Mojo. URL consultato il 3 novembre 2015.
  34. ^ X-Men: Days of Future Past (2014), su Rotten Tomatoes, Flixster. URL consultato il 3 novembre 2015.
  35. ^ X-Men: Days of Future Past, su Metacritic, CNET. URL consultato il 3 novembre 2015.
  36. ^ Kids Choice Awards 2015: Ecco tutti i vincitori!, su www.gingergeneration.it. URL consultato il 20 aprile 2015.
  37. ^ (EN) Winners Empire Awards 2015, su www.empireonline.com. URL consultato il 20 aprile 2015.
  38. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015: See The Full Winners List, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  39. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015 Winners, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  40. ^ (EN) 2015 Saturn Awards: Captain America: Winter Soldier, Walking Dead lead nominees, ew.com. URL consultato il 24 agosto 2015.
  41. ^ (EN) Gabe Toro, X-Men: Days Of Future Past Cuts All Mentions Of Scarlet Witch, cinemablend.com, 28 aprile 2014. URL consultato il 25 maggio 2014.
  42. ^ Fabio Mucci, Due Trask, un caso di omonimia, su Everyeye.it, 29 giugno 2014. URL consultato il 01 gennaio 2015.
  43. ^ (EN) Matt Goldberg, Bryan Singer Talks about Removing Rogue and the Mystery of Wolverine's Claws in X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST, su Collider.com. URL consultato il 27 maggio 2014.
  44. ^ Fabio Mucci, X-Men: Apocalypse uscirà nel 2016!, Everyeye, 12 maggio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]