Adamantio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Adamantio è una lega metallica virtualmente indistruttibile presente nei fumetti della Marvel Comics.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo materiale, la cui formula è segretamente custodita dagli Stati Uniti, è stato creato dal metallurgo Myron MacLain, che iniziò a lavorarci quando era un giovane scienziato alle dipendenze del governo nei primi anni Quaranta: il suo compito, nello specifico, era quello di creare un super-metallo per costruire dei carri armati indistruttibili. MacLain lavorò per mesi, sperimentando diverse leghe del ferro, e uno dei suoi esperimenti coinvolse anche il rarissimo metallo meteoritico chiamato vibranio, che cercò di fondere con l'acciaio provando diverse combinazioni.

Una notte MacLain si addormentò durante uno dei suoi esperimenti e al suo risveglio scoprì che la fusione che aveva tentato per ultima funzionava, grazie all'intervento di un qualche fattore sconosciuto; lo scienziato mise quindi il metallo fuso in uno stampo a forma di disco e una volta solidificato esso divenne l'oggetto più resistente mai creato sulla Terra. MacLain consegnò il disco al governo, che lo diede a Capitan America perché lo usasse come scudo.

Nessuno più, nemmeno lo stesso MacLain, è mai stato in grado di scoprire quale fosse il fattore ignoto entrato nel processo o di fondere il vibranio con un altro metallo. La lega in adamantio-vibranio (anche se la parte in adamantio fu identificata come tale solo molto tempo dopo) di cui è composto lo scudo assomiglia all'adamantio primario, anche se l'adamantio non contiene vibranio. Lo scudo è del tutto indistruttibile ed è in grado di assorbire e riflettere i colpi ricevuti, proprietà che l'adamantio non possiede.

Nei decenni successivi MacLain cercò di duplicare il processo che aveva creato lo scudo e in anni recenti riuscì a sviluppare di nuovo il processo con cui si crea l'adamantio.

Caratteristiche dell'adamantio[modifica | modifica wikitesto]

L'adamantio è quasi completamente indistruttibile, ma le stesse metodologie utilizzate per modellarlo sono in grado di distruggerlo: il modificatore molecolare, indispensabile per usare questo materiale dando forma a oggetti di uso pratico, può infatti anche distruggerlo. Una lega ancora più forte, chiamata Dargonite, può danneggiarlo mentre le onde anti-metalliche prodotte dal vibranio antartico possono addirittura liquefare l'adamantio. Anche personaggi dalla forza straordinaria come Hulk hanno dimostrato di essere in grado di danneggiarlo[1] mentre sembra quasi impossibile fonderlo: la Torcia Umana, infatti, utilizzando la fiamma nova quasi al massimo della potenza non è riuscita a fondere la pelle in adamantio di Ultron.

Tipologie di adamantio[modifica | modifica wikitesto]

Adamantio primario[modifica | modifica wikitesto]

L'adamantio primario si ottiene mescolando particolari resine chimiche definite come tre composti del ferro affini tra loro; la composizione esatta di queste resine è uno dei segreti meglio custoditi dagli Stati Uniti, anche se si dice che sia stata rivelata ad alcuni loro alleati. Dopo aver unito i componenti a circa 1500 gradi Fahrenheit la lega può essere manipolata per circa otto minuti; trascorso questo tempo la struttura molecolare si consolida e da quel momento non è più possibile fonderlo o renderlo malleabile, anche portandolo ad alta temperatura. Solo una precisa modifica a livello molecolare può alterare la lega. Il processo è molto costoso, di conseguenza l'adamantio primario è molto raro.

L'adamantio primario è resistente quasi quanto lo scudo di Capitan America e nella vita di tutti i giorni è a tutti gli effetti indistruttibile. Una massa sufficiente di adamantio può resistere all'impatto di una bomba atomica senza danneggiarsi minimamente e solo una ricombinazione delle molecole o un potere di livello cosmico (ad esempio il Guanto dell'Infinito o il controllo sugli atomi di Molecola) possono distruggere l'adamantio primario. Alcuni esseri dotati di superforza sono riusciti a danneggiare l'adamantio primario: un inferocito Hulk riuscì a intaccare con i suoi pugni uno dei corpi di Ultron mentre Thor ne dimostrò la resistenza colpendo con Mjolnir e tutta la sua forza un cilindro di questa materia, che tuttavia si scheggiò appena.

Adamantio secondario[modifica | modifica wikitesto]

È possibile produrre dell'adamantio in quantità maggiori a costi molto più bassi sacrificandone parte della resistenza: è così che nasce il cosiddetto adamantio secondario, anch'esso praticamente indistruttibile, molto più resistente del più duro acciaio al titanio e capace di far tranquillamente fronte a qualsiasi arma convenzionale, persino ai missili balistici. Un impatto eccezionale (come un pugno dato con forza sovrumana) può tuttavia danneggiarlo o distruggerlo.

Adamantio beta[modifica | modifica wikitesto]

L'adamantio beta è stato creato dal processo che ha rivestito in adamantio primario le ossa di Wolverine: il fattore di guarigione di quest'ultimo, infatti, ha alterato la struttura molecolare dell'adamantio aggiungendo il calcio delle ossa agli altri composti metallici che ne compongono la formula. Il metallo così creato rimane indistruttibile ma non interferisce con i processi ossei biologici.

Adamantio quantico[modifica | modifica wikitesto]

L'adamantio quantico è una lega, formata dal normale adamantio e dalla dargonite, resa possibile dall'energia sprigionata dal Tesseract. L'unicco oggetto attualmente esistente formato da questo materiale è la falce di Christian Harris. L'adamantio quantico assorbe facilmente l'energia con cui viene a contatto, scatenando una forza distruttiva al tocco pari alla quantità di energia assorbita.

Utilizzi dell'adamantio[modifica | modifica wikitesto]

Tra i principali oggetti composti di adamantio si possono citare:

Versione Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

L'adamantio è trattato in modo meno approfondito nell'ambientazione della Terra 1610: qui ne esiste un'unica forma che possiede l'ulteriore proprietà di fungere da scudo contro i poteri telepatici. La sua virtuale indistruttibilità è tuttavia messa in dubbio in più occasioni: ad esempio, durante un flashback, una gabbia di adamantio viene distrutta da un bombardamento.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nei film live action degli X-Men, lo scheletro di adamantio di Wolverine gli è stato dato da William Stryker: in X-Men le origini - Wolverine si vede come egli abbia convinto con l'inganno Logan a sottoporsi all'esperimento e che l'adamantio è stato trovato su un meteorite precipitato sulla Terra. Anche Lady Deathstrike è stata sottoposta allo stesso processo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marvel Team Up n.18, Where Bursts The Bomb!, gennaio 1974.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics