X-Men - Dark Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
X-Men - Dark Phoenix
XMenDarkPhoenix.png
Fenice (Sophie Turner) in una scena del film
Titolo originaleDark Phoenix
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata114 min
Rapporto2,39:1
Genereazione, fantascienza, avventura
RegiaSimon Kinberg
Soggettopersonaggi creati da Jack Kirby e Stan Lee
dai fumetti di John Byrne, Chris Claremont, Dave Cockrum
SceneggiaturaSimon Kinberg
ProduttoreSimon Kinberg, Hutch Parker, Lauren Shuler Donner, Todd Hallowell
Produttore esecutivoStan Lee, Josh McLaglen
Casa di produzioneBad Hat Harry Productions, Donners' Company, Kinberg Genre
Distribuzione in italiano20th Century Fox
FotografiaMauro Fiore
MontaggioLee Smith
Effetti specialiCameron Waldbauer, Phil Brennan
MusicheHans Zimmer
ScenografiaClaude Paré
CostumiDaniel Orlandi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

X-Men - Dark Phoenix (Dark Phoenix) è un film del 2019 scritto e diretto da Simon Kinberg.

Basata sui personaggi degli X-Men dei fumetti Marvel e sulla saga di Fenice Nera, la pellicola è il sequel di X-Men - Apocalisse, è il quarto ed ultimo capitolo della tetralogia prequel degli X-Men, nonché dodicesimo film dell'universo X-Men.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1975, una Jean Grey ancora bambina usa inavvertitamente la sua telecinesi causando un incidente stradale dove muoiono i suoi genitori. Poco dopo, il professor Charles Xavier la porta alla sua scuola per giovani dotati, dove blocca mentalmente il ricordo dell'incidente e la aiuta a perfezionare le sue abilità psichiche.

Nel 1992, nove anni dopo la devastazione mondiale causata da En Sabah Nur, le azioni dei mutanti al Cairo hanno contribuito a mettere sotto una luce più positiva la squadra degli X-Men, composta da Jean, Ciclope, Bestia, Tempesta, Nightcrawler, Quicksilver e Mystica, tanto chi gli X-Men sono visti come eroi nazionali e rispondono a un segnale di soccorso dello Space Shuttle Endeavour, che viene gravemente danneggiato da un potente brillamento solare. Mentre gli X-Men salvano tutti gli astronauti, Jean rimane bloccata nello Shuttle e assorbe tutta l'energia nel suo corpo. La giovane sopravvive all'evento e i suoi poteri psichici risultano notevolmente amplificati. Così facendo, il blocco mentale posto da Xavier viene distrutto; Jean inavvertitamente provoca un incidente alla scuola di Xavier per un esaurimento nervoso e fugge. Si reca nella sua città natale di Red Hook dopo aver scoperto che suo padre è ancora vivo. Gli X-Men la raggiungono e tentano di portarla a casa ma lei, dopo uno scontro, uccide accidentalmente Raven e ferisce gravemente Pietro prima di volare via.

Jean si reca allora nell'isola dei rifugiati mutanti di Genosha per cercare aiuto da Erik Lehnsherr, alias Magneto, nel controllare i suoi poteri, ma viene respinta dopo aver ingaggiato un combattimento con le forze militari statunitensi incaricate del suo arresto. Sola e disperata, Jean incontra Vuk, la leader di una razza aliena conosciuta come i D'Bari, che le spiega che è stata posseduta da una forza cosmica che anni prima ha annientato il loro pianeta natale. Il potere ha sempre distrutto tutto quello che incontrava, ma non Jean. Nel frattempo, Hank McCoy, che critica aspramente Xavier per la manipolazione dei ricordi di Jean ed è addolorato per la morte dell'amata Raven, si allea con Erik e i suoi rifugiati mutanti per abbattere Jean a New York.

Dopo aver appreso del piano di Erik per uccidere Jean, gli X-Men affrontano lui e la sua fazione nella città. Erik riesce a infiltrarsi nell'edificio che fa da base agli alieni per affrontare Jean, ma è sopraffatto dalle sue nuove abilità. Xavier convince Jean a leggere i suoi ricordi, permettendo alla sua personalità di riemergere. Pentita, Jean chiede a Vuk di prendere la forza da lei; tuttavia, si scopre che così facendo l'avrebbe uccisa e Vuk avrebbe usato il potere di Fenice per conquistare il mondo. Xavier e Scott Summers fermano Vuk prima che assorba completamente la forza di Jean; subito dopo entrambe le fazioni mutanti vengono catturate dalle forze speciali del governo degli Stati Uniti e trasferite su un treno diretto verso una struttura di contenimento segreta. Il convoglio viene attaccato da Vuk e dai D'Bari. Quando i soldati vengono sopraffatti dagli alieni, i mutanti vengono liberati per unirsi alla lotta. Xavier comunica telepaticamente con Jean, la quale prende il controllo della forza dentro di lei. Vuk si scontra ancora una volta con Jean, ma quest'ultima scatena il suo pieno potenziale e, trasferitasi nello spazio, la uccide prima di scomparire.

All'indomani dell'incidente, la scuola viene ribattezzata col nome di Jean Grey e Hank ne diventa il nuovo preside. Xavier si è ritirato a Parigi dove viene raggiunto da Erik, che lo invita a giocare a una partita a scacchi; in quel momento la sagoma di una fenice fiammeggiante attraversa in lontananza il cielo.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

In fase di post-produzione, i produttori non erano soddisfatti del terzo atto del film, ed hanno fissato delle riprese aggiuntive, modificando radicalmente il finale ed il look della protagonista Fenice.[4]

Il budget del film è stato di 200 milioni di dollari.[5]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il cast al WonderCon 2019

Il primo trailer del film viene diffuso il 26 settembre 2018 durante la trasmissione The Late Late Show with James Corden.[6]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente prevista per il 2 novembre 2018[7] e il 14 febbraio 2019[6], la pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 7 giugno 2019[8] ed in quelle italiane dal 6 giugno dello stesso anno.

Negli Stati Uniti il film doveva essere inizialmente distribuito dalla 20th Century Fox, ma in seguito all'acquisizione della 21st Century Fox da parte della Disney, viene distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures.[9]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

X-Men - Dark Phoenix ha avuto il peggior esordio sul mercato statunitense per un film della saga degli X-Men, incassando 33 milioni di dollari.[10]

Il film ha incassato 65,8 milioni di dollari nel Nord America e 186,6 milioni nel resto del mondo, per un totale di 252,4 milioni di dollari.[11]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 23% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 4,5 su 10 basato su 252 critiche,[12] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 43 su 100, basato su 49 critiche.[13]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2019 - People's Choice Awards[14]
    • Candidatura per il miglior film d'azione
    • Candidatura per la miglior star femminile a Sophie Turner
    • Candidatura per la miglior star d'azione a Sophie Turner
  • 2019 - Teen Choice Award[15]
    • Candidatura per il miglior film fantasy / di fantascienza
    • Candidatura per il miglior attore in un film fantasy / di fantascienza a James McAvoy
    • Candidatura per la migliore attrice in un film fantasy / di fantascienza a Sophie Turner

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Mike Fleming Jr, Fox Formalizes Simon Kinberg To Helm ‘X-Men: Dark Phoenix’; Jennifer Lawrence, Michael Fassbender, James McAvoy Back, Jessica Chastain In Talks, su deadline.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 30 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Borys Kit, 'X-Men: Dark Phoenix': Evan Peters Returning as Quicksilver (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 29 giugno 2017. URL consultato il 30 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Jim Vejvoda, DARK PHOENIX: EXCLUSIVE PHOTOS AND DIRECTOR SIMON KINBERG AND SOPHIE TURNER ON ALIEN VILLAINS, su IGN, 26 settembre 2018. URL consultato il 30 aprile 2019.
  4. ^ Beatrice Pagan, X-Men: Dark Phoenix, il terzo atto del film è stato radicamente cambiato, su Movieplayer.it, 26 aprile 2019. URL consultato il 27 aprile 2019.
  5. ^ (EN) Rebecca Rubin, ‘Dark Phoenix’ Takes on ‘Secret Life of Pets 2’ in Summer Box Office Battle, su Variety, 5 giugno 2019. URL consultato il 10 giugno 2019.
  6. ^ a b Filmato audio The Late Late Show with James Corden, Dark Phoenix - Official Trailer Global Premiere, su YouTube, 26 settembre 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  7. ^ Mirko D'Alessio, X-Men: Dark Phoenix, la Fenice si risveglia nel primo trailer anche in italiano, badtaste.it, 27 settembre 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  8. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘Alita’ Flies Out Of Christmas, ‘Dark Phoenix’ To Rise Summer, ‘Deadpool 2’ Re-release Hits Sked, ‘Gambit’ Now 2020 – Fox Date Changes, deadline.com, 28 settembre 2018. URL consultato il 29 settembre 2018.
  9. ^ (EN) X-Men Franchise Poised for Shake-Up as Fox’s Marvel Heroes Migrate to Disney, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 25 aprile 2019.
  10. ^ X-Men – Dark Phoenix è un flop all'esordio, su backtothenerd.it. URL consultato il 16 giugno 2019.
  11. ^ (EN) X-Men - Dark Phoenix, su Box Office Mojo. URL consultato il 10 settembre 2019. Modifica su Wikidata
  12. ^ (EN) m/dark_phoenix X-Men - Dark Phoenix, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 10 giugno 2019. Modifica su Wikidata
  13. ^ (EN) X-Men - Dark Phoenix, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato il 10 giugno 2019. Modifica su Wikidata
  14. ^ (EN) Greg Evans, E! People’s Choice Awards Finalists Announced; Voting Open Through Oct. 18 – Complete List, su deadline.com, 4 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  15. ^ Davide Stanzione, Teen Choice Awards 2019: trionfano Avengers: Endgame e Riverdale. Tutti i premi, su Best Movie, 12 agosto 2019. URL consultato il 12 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]