Tortello amaro di Castel Goffredo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tortello amaro di Castel Goffredo
Tortello amaro di Castelgoffredo.jpg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneLombardia
Diffusioneregionale
Zona di produzioneCastel Goffredo
Dettagli
Categoriaprimo piatto
RiconoscimentoP.A.T.
Ingredienti principali
 

Il Tortello amaro di Castel Goffredo è un tipo di pasta ripiena simile al raviolo ed è un prodotto agroalimentare tradizionale riconosciuto dalla Regione Lombardia, tipico del solo territorio di Castel Goffredo in provincia di Mantova[1].

Viene così chiamato per la presenza nel ripieno della balsamita, un'erba aromatica localmente chiamata erba amara, detta anche erba di San Pietro. Gli altri ingredienti per il ripieno sono erbette, formaggio grana, pane grattugiato, uova, noce moscata, salvia, cipolla, aglio e sale[2]. Per la preparazione della pasta fresca si adotta una ricetta tradizionale, ovvero 10 uova per 1 kg di farina. La sfoglia ottenuta viene farcita col ripieno, ripiegata e rifinita manualmente, ottenendo così per ogni tortello una caratteristica forma triangolare schiacciata.

Una volta cotti in acqua salata, i tortelli vengono serviti con una spolverata di formaggio grana ed un cucchiaio di burro fuso aromatizzato con salvia.

Nella terza settimana di giugno, a Castel Goffredo si svolge la tradizionale "Festa del tortello amaro di Castel Goffredo"[3]. Nel 2016 il tortello amaro di Castel Goffredo è entrato a far parte della comunità Slow Food[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali della regione Lombardia, Agricoltura.regione.lombardia.it. URL consultato il 10 Novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2017).
  2. ^ La Ricetta Originale, su tortelloamaro.it. URL consultato il 10 Novembre 2017.
  3. ^ La Festa, su tortelloamaro.it. URL consultato il 10 Novembre 2017.
  4. ^ Il tortello amaro nella comunità Slow food.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Polettini, Luciana Corresini, Il gioco dell'erba amara, 2ª ed., Viadana, 2004, ISBN 978-88-87942-95-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]