Dischi volanti (pasta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dischi volanti
Pasta dischi volanti.JPG
Dischi volanti con verdure
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
Dettagli
Categoriapiatto unico
Ingredienti principalisemola di grano duro

I dischi volanti sono un formato di pasta corta e industriale di semola di grano duro.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Stando a quanto scritto in The Geometry of Pasta, i dischi volanti vennero inventati dopo il primo presunto avvistamento di un UFO da parte di Kenneth Arnold avvenuto nel 1947.[2] Questo tipo di pasta è particolarmente apprezzato dai bambini.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I dischi volanti hanno forma circolare e un incavo al centro.[1] Hanno un diametro di 20 mm e uno spessore di 2 mm.[2] I dischi volanti cuociono in circa 13/15 minuti.[1] Viene spesso suggerito di cucinarli con brodi o sughi con carne e pomodoro.[1][2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d autori vari, Dizionario delle cucine regionali italiane, Slow Food, 2010, p. 236.
  2. ^ a b c (EN) Jacob Kenedy, The Geometry of Pasta, Pan Macmillan, 2011, "Dischi volanti".
  3. ^ a b (EN) Serena Cosmo, The Ultimate Pasta and Noodle Cookbook, Cider Mill, 2017, p. 68.