Agnolotti pavesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Agnolotti pavesi
Agnolotti pavesi (3).jpg
Origini
Altri nomiagnolot, agnulot, anvìn
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniLombardia
Emilia-Romagna
DiffusioneOltrepò Pavese, Bobbio
Dettagli
Categoriaprimo piatto
Ingredienti principalipasta all'uovo, stufato alla pavese
 

Gli agnolotti pavesi (in dialetto pavese agnolot o agnulot) sono una pasta all'uovo ripiena tipica dell'Oltrepò Pavese, zona della provincia di Pavia, nella Lombardia meridionale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Un piatto di agnolotti pavesi asciutti, con il condimento a base di stufato alla pavese

Il ripieno di questo tipo di agnolotti è a base di stufato alla pavese. Gli agnolotti pavesi possono essere serviti asciutti, con il condimento a base di stufato alla pavese[1], oppure in brodo[2]. È un piatto tipico della tradizione natalizia[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La ricetta di questa pasta all'uovo ripiena ha subito l'influenza della cucina piemontese (per il tipo di pasta ripiena, che è il medesimo degli agnolotti piemontesi) e di quella piacentina (per il suo ripieno a base di stufato alla pavese, che è un tipo di carne stracotta: il ripieno degli agnolotti pavesi è infatti simile a quello degli anolini, ovvero di una pasta ripiena originaria della provincia di Piacenza).

La cucina piemontese e quella piacentina sono infatti caratteristiche di aree che sono confinanti con l'Oltrepò Pavese, ovvero con la zona d'origine degli agnolotti pavesi. Storicamente l'Oltrepò era inserito da antica data nella contea pavese e lombarda di Bobbio e Voghera dei Dal Verme e poi nella provincia di Bobbio inserita dal 1746 sotto i Savoia in piemonte nel Regno di Sardegna; solo dal 1923 il territorio di Bobbio e l'alta val Trebbia è divenuto piacentino.

La cucina bobbiese vede gli anolini o agnolotti alla bobbiese (anvìn a ra bubièiśa), variante di Bobbio degli anolini piacentini o degli agnolotti pavesi o piemontesi, che si distingue per la forma più grossa a cappelletto e per essere tradizionalmente serviti asciutti e conditi con lo stesso sugo di stracotto del ripieno, di recente si aggiunge anche la variante piacentina degli anolini a forma più piccola ma sempre a cappelletto ed in brodo.

L'origine del nome "agnolotto" è incerta: la tradizione popolare identifica in un cuoco monferrino di nome Angiolino, detto Angelot, la formulazione della ricetta; in seguito la specialità di Angelot sarebbe diventata gli attuali agnolotti piemontesi[4]. Questi ultimi, in particolare, si differenziano dagli agnolotti pavesi per il ripieno, che è invece a base di carne arrosto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AGNOLOTTO DELL'OLTREPO PAVESE AL RIPIENO DI STUFATO, su Ordine Ristoratori Professionisti Italiani. URL consultato il 10 Gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2015).
  2. ^ Viaggio tra i sapori della Lombardia, Regione Lombardia, 2014. URL consultato il 10 Gennaio 2018.
  3. ^ Non solo agnolotti sulla tavola di Natale, su Repubblica.it. URL consultato il 10 Gennaio 2018.
  4. ^ UN PIATTO D'AGNOLOTTI PER FAVORE, su oltrepopavese.it. URL consultato il 10 Gennaio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]