Pasta Berruto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pasta Berruto
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione2004 a Carmagnola
Sede principaleCarmagnola
GruppoWebcor Group
Persone chiaveStefano Berruto amministratore delegato
SettoreAlimentare
Prodottipasta di semola di grano duro, biscotti, lasagne
Fatturato35,8 milioni di (2016)
Utile netto1,1 milioni di (2016)
Dipendenti72 (2017)
Sito web

La Pasta Berruto S.p.A. è un'azienda italiana produttrice di pasta secca, nata nel 2004 dalla fusione di Arrighi S.p.A. e Italpasta S.p.A. L'azienda produce ancora la pasta utilizzando questi due marchi. Dal 2012 fa parte di Webcor Group.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pasta Berruto nasce da storici pastifici torinesi che affondano le loro radici addirittura alla fine dell'ottocento.[2] Pasta Arrighi era presente sul mercato fin dal 1930, quando Renato Arrighi fonda un'azienda a conduzione familiare a Carmagnola diventando nel tempo una delle prime aziende a servire il mercato della nascente grande distribuzione.[3] Italpasta a sua volta nasce nel 1959 dalla fusione del pastificio F.lli Poy, presente a Torino fin dal 1881, del pastificio Casalis di Carignano (pastificio fin dal 1912) e del Cuminetti di Porte, pastificio fondato nel 1916.[4]

La famiglia Berruto, con alle spalle quasi un secolo di esperienza nel mercato dei cereali con un proprio mulino,[2] rileva nel 2004 le due aziende e i due marchi in modo da avere un'impresa di dimensioni adeguate ai tempi. Lo stabilimento sorge nello stesso posto dove c'era lo stabilimento dell'Arrighi. Dispone di otto linee di produzione (l'ultima è del 2018) che garantiscono 250 tonnellate al giorno di pasta, circa 60 mila tonnellate all'anno distribuite per il 90% all'estero in un centinaio di paesi (da sola la Francia ha il 30%). Per il 60% l'azienda opera con private label. Con un fatturato annuo di 35 milioni di euro l'azienda si colloca tra le prime 15 produttrici di pasta in Italia.[5]

Nel 2007 stringe, con l'obiettivo di entrare sul mercato africano e in quello mediorientale, un'alleanza commerciale[6] con Webcor Group, una multinazionale nata a Kinshasa nel 1978 e di proprietà della famiglia libanese Nesr. La Webcor, che ha sede a Ginevra e opera in vari settori, dall'edilizia alle commodities e all'alimentare con un giro d'affari di 800 milioni di euro, entra con una quota in Pasta Berruto per poi prenderne il controllo nel 2012.

Nel 2015 la società decide di ampliare lo stabilimento con l'aggiunta di una nuova linea di produzione (l'ottava) con un investimento di venti milioni in cinque anni.[7] Nel 2017 è lanciata 1881 by Stefano Berruto, linea di pasta bio integrale.[8]>

I marchi[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrighi
  • Italpasta
  • 1881 by Stefano Berruto
  • Pasta Padana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aziende straniere che scelgono il Piemonte (PDF), su centroestero.org, ottobre 2012. URL consultato il 6 giugno 2018.
  2. ^ a b Pasta Berruto spa, su siusa.archivi.beniculturali.it, 18 giugno 2012. URL consultato il 6 giugno 2018.
  3. ^ Arrighi spa, su siusa.archivi.beniculturali.it, 18 giugno 2012. URL consultato il 6 giugno 2018.
  4. ^ Italpasta spa, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 6 giugno 2018.
  5. ^ Pasta Berruto: tutta la qualità e l’esperienza di Arrighi e Italpasta (PDF), su largoconsumo.info, 4/2010.
  6. ^ (EN) Our ventures, su webcorgroup.com. URL consultato il 6 giugno 2018.
  7. ^ Pasta Berruto, 20 milioni di investimento nei prossimi 5 anni, su madeinitaly.tekla.tv. URL consultato il 6 giugno 2018.
  8. ^ Pasta Berruto lancia 1881, su prodottofood.it, 2 febbraio 2018. URL consultato il 6 giugno 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]