Pici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pici
Pici.jpg
pici cacio e pepe
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Toscana
Zona di produzione provincia di Siena, provincia di Grosseto
Dettagli
Categoria primo piatto
Riconoscimento P.A.T.
Settore Paste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria, confetteria
 

I pici sono un tipo di pasta fatta a mano, simili agli spaghetti ma più larghi, tipici del sud della Toscana, della val d'Orcia e della val di Chiana, della provincia di Siena, della provincia di Grosseto e della Provincia di Arezzo e della confinante provincia di Viterbo dove però sono chiamati umbrichelli. In alcune zone sono detti anche "lunghetti" che secondo alcuni si differenziano per una maggiore quantità di uova e per essere stesi sulla spianatoia invece che tra le dita[1]. La loro ricetta è semplice: acqua, farina e pochissime, se non nessuno, uova. La preparazione consiste nell'"appiciare", cioè lavorare a mano la pasta tirandola (a differenza dei bigoli che sono trafilati al torchio) fino a creare uno spaghetto lungo e corposo.

I condimenti classici contemplano "l'aglione" (un sugo di pomodoro e "aglione"[2]), il sugo al fegato di coniglio, il sugo di "nana" o di "ocio", il ragù di carne, o semplicemente "alle briciole" (condito con briciole di pane toscano soffritte in olio di oliva). Esistono varianti al condimento di tutti i tipi: ai funghi, alla carbonara, con ragù a base di cacciagione (cinghiale e lepre), alle "briciole", o in molti altri modi, considerati però esterne alla tradizione della Toscana, come il cacio e pepe che è notoriamente una ricetta romana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Righi Parenti, La cucina toscana
  2. ^ Ovunque viene copiata questa salsa ma l'ingrediente principale viene sostituito con del comunissimo aglio. L'Aglione, invece, è un particolare tipo di aglio che nasce e cresce solo a Sarteano e dintorni. L'aroma dell'aglione è diverso da quello dell'aglio, più delicato ed elegante; inoltre, ha una consistenza che gli permette di "sciogliersi" nell'olio caldo senza bruciare. Un grosso aglio composta da soli 4 spicchi, ognuno grande come una testa di aglio normale. Coltivarlo non è semplice ed attualmente è complicato reperirlo se non dai vecchi contadini del posto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina