Eddie Lawson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eddie Lawson
Eddie Lawson 1990 Japanese GP.jpg
Lawson al GP del Giappone del 1990
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1981 in classe 250
Stagioni dal 1981 al 1992
Mondiali vinti 4
Gare disputate 130
Gare vinte 31
Podi 78
Punti ottenuti 1429
Pole position 18
Giri veloci 21
 

Eddie Lawson (Upland, 11 marzo 1958) è un pilota motociclistico statunitense ritiratosi dalle competizioni e quattro volte iridato nella classe 500 del motomondiale.

Nelle competizioni motociclistiche[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver esordito nelle competizioni statunitensi, nel 1981 vinse la "100 miglia di Daytona" ripetendo il successo anche l'anno successivo. Vinse i titoli 1981 e 1982 dell'AMA Superbike Championship e i titoli 1980 e 1981 dell'AMA 250cc road racing National Championship.

Sempre nel 1981 debuttò nel motomondiale, correndo alcune gare nella classe 250 con la Kawasaki, senza ottenere punti.

Nel 1983 inizia la sua prima stagione nella classe 500 con una Yamaha YZR 500, riuscendo a conquistare il titolo nella stagione seguente (quattro Gran Premi vinti e 142 punti in classifica). Nella stagione 1985 dovette invece accontentarsi di un secondo posto nella classifica generale, frutto di tre gare conquistate e 133 punti, preceduto dall'altro statunitense Freddie Spencer.

Si rifece l'anno seguente: si laureò infatti campione del Mondo con sette successi e 139 punti, vincendo contemporaneamente la 200 miglia di Daytona. Nel 1987 arrivò terzo nella classifica della 500, preceduto da Wayne Gardner e Randy Mamola, nonostante le cinque corse in cui tagliò per primo il traguardo.

Conquistò successivamente il mondiale del 1988 (sette vittorie) e del 1989 (su Honda NSR 500, vincendo quattro Gran Premi). Nel 1990 tornò di nuovo alla guida della Yamaha YZR 500 nel Marlboro Team Roberts, senza però riuscire a tornare competitivo nel motomondiale a causa di un incidente a Laguna Seca che lo mise fuori per diverse gare; riesce però ad aggiudicarsi la 8 Ore di Suzuka. Passò poi alla Cagiva nel motomondiale 1991 e con essa ottenne nel 1992 l'ultima sua vittoria nel Gran Premio d'Ungheria (contemporaneamente anche prima vittoria della casa varesina dopo 10 anni di gare).

Al termine della carriera il suo bilancio nel campionato mondiale è di 130 gare disputate, corse in maggioranza nella classe 500, con 31 vittorie, 31 secondi posti e 16 terzi posti.

Nelle competizioni automobilistiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 partecipò al campionato automobilistico della Champ Car con il team Galles Racing International partecipando a 11 gran premi. Il suo miglior piazzamento fu un sesto posto, alla fine della stagione totalizzò un totale di 26 punti di cui 18 in circuiti cittadini (Australia, Long Beach, Detroit) e 8 in circuiti ovali (U.S. 500 Michigan International Speedway). Si piazzò quarto nella lista dei Rookie (i piloti debuttanti) dietro a Mark Blundell, Greg Moore e Alex Zanardi che vinse questa speciale classifica.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

1981 Classe Moto Flag of Argentina.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Finland.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Punti Pos.
250 Kawasaki Rit 0
1983 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Yamaha 8 Rit 3 9 6 2 3 5 5 4 5 3 78[1]
1984 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Yamaha 1 2 1 1 2 2 4 3 4 2 1 4 142[2]
1985 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Yamaha 1 2 4 2 2 1 Rit 2 4 2 2 1 133[3]
1986 Classe Moto Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Flag of Baden-Württemberg.svg Punti Pos.
500 Yamaha 2 1 1 1 1 Rit 2 1 3 1 1 NE 139[4]
1987 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Argentina.svg Punti Pos.
500 Yamaha Rit 2 1 2 Rit 3 1 Rit 1 2 2 2 1 2 1 157[5]
1988 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Punti Pos.
500 Yamaha 3 1 2 1 1 4 1 2 2 10 1 6 1 2 1 252[6]
1989 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Punti Pos.
500 Honda 3 5 3 1 [7] 2 2 3 2 1 1 2 1 2 2 228[8][9]
1990 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Hungary.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
500 Yamaha Rit 3 3 5 3 2 3 2 4 118[10]
1991 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of France.svg Flag of Malaysia.svg Punti Pos.
500 Cagiva 6 6 5 6 3 4 5 Rit 4 3 6 Rit 8 126[11]
1992 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Hungary.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Brazil.svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Punti Pos.
500 Cagiva 14 6 Rit 11 11 6 6 Rit 1 5 4 11 Rit 56[12]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]