Motomondiale 1972

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Motomondiale 1972
Edizione nº 24 del Motomondiale
Dati generali
Inizio30 aprile
Termine23 settembre
Prove13 (125, 250 e 500), 12 (350), 8 (50 e sidecar)
50 e 350 iniziano il 29 aprile; Sidecar terminano il 30 luglio
Titoli in palio
Classe 500Italia Giacomo Agostini
su MV Agusta
Classe 350Italia Giacomo Agostini
su MV Agusta
Classe 250Finlandia Jarno Saarinen
su Yamaha Motor
Classe 125Spagna Ángel Nieto
su Derbi
Classe 50

Sidecar
Spagna Ángel Nieto
su Derbi
Germania Klaus Enders / Ralf Engelhardt su BMW
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1972 è stata la ventiquattresima del Motomondiale; in totale vennero disputate tredici prove, tra le altre gare, ritornarono i Gran Premi di Francia e di Jugoslavia, mentre il GP dell'Ulster venne annullato a seguito degli eventi del Bloody Sunday. Il GP delle Nazioni venne invece spostato da settembre a maggio, e ritornò dopo tre anni ad Imola.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Nessuna modifica regolamentare venne introdotta, fu peraltro l'anno in cui apparvero le prime sponsorizzazioni da parte delle aziende del tabacco.

Settimo titolo consecutivo in 500 per Giacomo Agostini, vinto con estrema facilità (su 13 gare ne vinse 11, ad Abbazia si ritirò, mentre al Montjuïc le MV non corsero, dando alla Yamaha la sua prima vittoria nella classe regina) davanti al compagno di squadra Alberto Pagani. Più sudata la vittoria in 350, ottenuta dopo una dura lotta con Jarno Saarinen. Il finlandese conquistò il titolo della 250 battendo Rodney Gould e Renzo Pasolini, che portava al debutto la nuova Aermacchi Harley-Davidson bicilindrica due tempi.

Nella 125 Ángel Nieto ebbe ragione di una numerosa concorrenza (Kent Andersson, Chas Mortimer, Börje Jansson). In 50 si rivide il copione già visto nel 1968 in 250, con Nieto e il campione uscente Jan de Vries appaiati in testa alla classifica, con lo stesso numero di vittorie e di secondi posti. Anche in questo caso si ricorse alla somma dei tempi, e l'alfiere della Derbi la spuntò per soli 21 secondi. La Casa di Barcellona decise di ritirarsi al termine della stagione. Nei sidecar, quarto titolo per Klaus Enders, sempre in coppia con Ralf Engelhardt, su un mezzo a telaio Busch e motore BMW: Enders (assente da un anno dai circuiti) eguagliò il record di titoli di Eric Oliver e Max Deubel.

Il Tourist Trophy fu il teatro di un'altra tragica morte, quella di Gilberto Parlotti nella gara delle 125. Il collega e amico Giacomo Agostini accusò esplicitamente la FIM di non tenere in sufficiente considerazione la sicurezza dei piloti e dichiarò la sua astensione per il futuro dalla gara nell'Isola di Man, segnando l'inizio del boicottaggio che porterà all'esclusione del "TT" dal Mondiale, a partire dalla stagione 1977.

Tra le curiosità dell'annata si può anche citare il fatto che, per la prima volta dalla sua istituzione, tra i piloti iridati non vi fu nessun britannico.

Il calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 50 classe 125 classe 250 classe 350 classe 500 sidecar
29 aprile[1]
Resoconto
Germania GP della Germania Ovest
(Nürburgring)
Paesi Bassi Jan de Vries Italia Gilberto Parlotti Giappone Hideo Kanaya Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Germania Siegfried Schauzu
Germania Wolfgang Kalauch
7 maggio
Resoconto
Francia GP di Francia
(Clermont-Ferrand)
Italia Gilberto Parlotti Regno Unito Phil Read Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Germania Heinz Luthringshauser
Germania Hans-Jürgen Cusnik
14 maggio
Resoconto
Austria GP d'Austria
(Salisburgo)
Spagna Ángel Nieto Svezia Börje Jansson Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
21 maggio
Resoconto
Italia GP delle Nazioni
(Imola)
Paesi Bassi Jan de Vries Spagna Ángel Nieto Italia Renzo Pasolini Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini
8 giugno[2]
Resoconto
Isola di Man Tourist Trophy
(Mountain Circuit)
Regno Unito Chas Mortimer Regno Unito Phil Read Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini Germania Siegfried Schauzu
Germania Wolfgang Kalauch
18 giugno
Resoconto
Jugoslavia GP di Jugoslavia
(Abbazia)
Paesi Bassi Jan Bruins Svezia Kent Andersson Italia Renzo Pasolini Ungheria János Drapál Italia Alberto Pagani
24 giugno
Resoconto
Paesi Bassi GP d'Olanda
(Assen)
Spagna Ángel Nieto Spagna Ángel Nieto Regno Unito Rodney Gould Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
2 luglio
Resoconto
Belgio GP del Belgio
(Spa)
Spagna Ángel Nieto Spagna Ángel Nieto Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
9 luglio
Resoconto
Germania Est GP della Germania Est
(Sachsenring)
Paesi Bassi Theo Timmer Svezia Börje Jansson Finlandia Jarno Saarinen Regno Unito Phil Read Italia Giacomo Agostini
16 luglio
Resoconto
Cecoslovacchia GP di Cecoslovacchia
(Brno)
Svezia Börje Jansson Finlandia Jarno Saarinen Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
22 luglio[3]
Resoconto
Svezia GP di Svezia
(Anderstorp)
Paesi Bassi Jan de Vries Spagna Ángel Nieto Regno Unito Rodney Gould Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini
30 luglio
Resoconto
Finlandia GP di Finlandia
(Imatra)
Svezia Kent Andersson Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini Regno Unito Chris Vincent
Regno Unito Michael Casey
23 settembre
Resoconto
Spagna GP di Spagna
(Montjuïc)
Spagna Ángel Nieto Svezia Kent Andersson Italia Renzo Pasolini Svizzera Bruno Kneubühler Regno Unito Chas Mortimer

Sistema di punteggio e legenda[modifica | modifica wikitesto]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11>
Punti 15 12 10 8 6 5 4 3 2 1 0

Le classi[modifica | modifica wikitesto]

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Per la settima volta consecutiva i titoli piloti e costruttori furono dell'accoppiata Giacomo Agostini e MV Agusta che ottennero 11 vittorie sulle 13 gare in calendario. In questa circostanza anche il secondo classificato, Alberto Pagani era equipaggiato dalla stessa moto e ottenne, oltre che vari piazzamenti sul podio, la vittoria in occasione del Gran Premio motociclistico di Jugoslavia. L'ultima vittoria fu di Chas Mortimer su Yamaha, casa motociclistica all'esordio in questa classe (giunto sesto nella classifica generale).

Anche in questa stagione si è ripetuto il caso di prove in cui non vennero assegnati tutti i punti disponibili non avendo tagliato il traguardo un numero di piloti sufficiente: fu questo il caso ad esempio del Gran Premio motociclistico delle Nazioni.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Italia Giacomo Agostini MV Agusta 1 1 1 1 1 Rit 1 1 1 1 1 1 105 (165)[4]
2 Italia Alberto Pagani MV Agusta 2 2 2 1 2 2 2 87
3 Svizzera Bruno Kneubühler Yamaha 11 4 8 5 Rit 3 4 3 7 Rit 4 54 (57)[4]
4 Regno Unito Rodney Gould Yamaha 3 2 4 2 3 52
5 Svezia Bosse Granath Husqvarna 6 6 3 Rit 5 Rit 5 6 7 3 12 Rit 47 (51)[4]
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350[modifica | modifica wikitesto]

In questa classe quello di Giacomo Agostini fu il quinto titolo consecutivo, ottenuto dopo una lotta più vivace di quella della categoria superiore: venne validamente contrastato da Jarno Saarinen su Yamaha che ottenne 3 successi nelle singole prove (contro le 6 di Agostini). Al terzo posto, per quanto senza vittorie, giunse Renzo Pasolini su Aermacchi che ottenne peraltro 8 piazzamenti sul podio nelle 12 gare.

Nella stagione si iscrissero nell'albo d'oro dei vincitori di gran premio anche János Drapál e Bruno Kneubühler su Yamaha nonché Phil Read su MV Agusta.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Italia Giacomo Agostini MV Agusta 2 4 1 1 1 Rit 1 NE Rit Rit 1 1 102 (110)[4]
2 Finlandia Jarno Saarinen Yamaha 1 1 4 3 Rit 2 NE Rit 1 3 2 89 (97)[4]
3 Italia Renzo Pasolini Aermacchi 5 3 3 2 Rit 3 NE 2 2 4 3 2 78 (102)[4]
4 Germania Dieter Braun Yamaha - 6 - 8 2 4 NE 3 3 5 - - 54
5 Regno Unito Phil Read MV Agusta 4 Rit 3 5 NE 1 Rit 2 Rit 51
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo e il terzo classificato della 350 occuparono invece la prima e la seconda posizione nella quarto di litro: il titolo fu di Jarno Saarinen su Yamaha davanti a Renzo Pasolini su Aermacchi. Il pilota finlandese, approfittando del contemporaneo ritiro dei suoi due maggiori antagonisti, riuscì a festeggiare il titolo proprio davanti al pubblico di casa, in occasione del Gran Premio motociclistico di Finlandia.

Al terzo posto giunse invece Rodney Gould su Yamaha.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Finlandia Jarno Saarinen Yamaha 3 4 2 3 Rit 3 1 1 1 2 1 94 (122)[4]
2 Italia Renzo Pasolini Aermacchi - 2 Rit 1 1 2 Rit 2 2 3 Rit 1 93 (103)[4]
3 Regno Unito Rodney Gould Yamaha 6 - Rit 2 2 2 1 2 3 4 1 Rit 88 (101)[4]
4 Regno Unito Phil Read Yamaha 1 Rit 1 - 4 3 Rit 3 - - - 58
5 Finlandia Teuvo Länsivuori Yamaha 9 6 7 4 - 8 8 - 8 5 4 2 46 (54)[4]
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

In classe 125 il detentore del titolo dell'anno precedente riuscì a mantenere il titolo: Ángel Nieto su Derbi ottenne 5 vittorie parziali, sopravanzando l'accoppiata di piloti Yamaha Kent Andersson e Chas Mortimer.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Spagna Ángel Nieto Derbi Rit 1 1 Rit 1 1 Rit Rit 1 2 3 97
2 Svezia Kent Andersson Yamaha 5 - 3 - 1 Rit 3 3 3 2 1 1 87 (103)[4]
3 Regno Unito Chas Mortimer Yamaha 2 2 - 2 1 2 - 2 2 2 3 Rit 2 87 (121)[4]
4 Svezia Börje Jansson Maico 3 3 4 4 2 4 1 1 4 Rit 5 78 (100)[4]
5 Italia Gilberto Parlotti Morbidelli 1 1 2 3 52
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 50[modifica | modifica wikitesto]

Come già avvenuto con Giacomo Agostini nelle due categorie superiori, anche ad Ángel Nieto riuscì l'accoppiata di titoli, aggiudicandosi, dopo quello della classe 125 anche l'alloro nella classe di minor cilindrata del mondiale, riappropriandosi anche del titolo che già era stato suo nel motomondiale 1970.

Con gli stessi punti ma classificato al secondo posto dopo la decisione della FIM e il conteggio dei tempi, giunse proprio il campione del mondo in carica Jan de Vries su Kreidler; più distanziato, al terzo posto, un altro pilota olandese Theo Timmer su Jamathi.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Spagna Ángel Nieto Derbi 2 NE NE 2 NE 2 1 1 Rit NE Rit NE 1 69 (81)[4]
2 Paesi Bassi Jan de Vries Kreidler 1 NE NE 1 NE Rit 2 2 Rit NE 1 NE 2 69 (81)[4]
3 Paesi Bassi Theo Timmer Jamathi - NE NE - NE - 4 3 1 NE 2 NE 6 50
4 Paesi Bassi Jan Bruins Kreidler 6 NE NE - NE 1 - 6 - NE 4 NE 5 39
5 Italia Otello Buscherini Malanca - NE NE 4 NE 3 - - 3 NE - NE 7 32
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Dopo quello che anziché un ritiro definitivo come annunciato, si rivelò come un anno sabbatico, Klaus Enders riottenne il titolo della categoria sidecar che era stato suo due anni prima.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1972.
Classifica equipaggi (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
1 Germania Klaus Enders/Ralf Engelhardt Busch-BMW 1 NE Rit NE 1 1 NE 1 NE 2 NE 72
2 Germania Luthringshauser /Hans-Jürgen Cusnik BMW 2 1 2 NE 2 NE Rit 2 NE Rit NE NE 63
3 Germania Siegfried Schauzu/Wolfgang Kalauch BMW 1 2 Rit NE 1 NE 3 3 NE 4 NE 3 NE 62 (80)[4]
4 Regno Unito Chris Vincent/Michael Casey Münch-URS - Rit Rit NE Rit NE 2 4 NE 2 NE 1 NE 47
5 Germania Richard Wegener/Adi Heinrichs BMW 3 3 - NE - NE 4 - NE 3 NE 4 NE 46
Pos. Pilota Moto Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of East Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945–1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le gare si svolsero anche il 30 aprile
  2. ^ Le gare si disputarono anche il 9 giugno
  3. ^ Le gare si svolsero anche il 23 luglio
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti come da regolamento

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]