Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna 1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno Unito GP di Gran Bretagna 1990
460º GP della storia del Motomondiale
11ª prova su 15 del 1990
Circuit Doningtonpark.png
Data 5 agosto 1990
Nome ufficiale British Motorcycle Grand Prix
Circuito Circuito di Donington Park
Percorso 4,023 km
Risultati
Classe 500
415º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 120,69 km
Pole position Giro veloce
Australia Wayne Gardner Stati Uniti Kevin Schwantz
Honda in 1'33,415 Suzuki in 1'33,762
Podio
1. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
2. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
3. Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha
Classe 250
422º GP nella storia della classe
Distanza 26 giri, totale 104,598 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti John Kocinski Italia Luca Cadalora
Yamaha in 1'37,009 Yamaha in 1'37,326
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Yamaha
2. Giappone Masahiro Shimizu
Honda
3. Germania Helmut Bradl
Honda
Classe 125
395º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 96,552 km
Pole position Giro veloce
Germania Stefan Prein Paesi Bassi Hans Spaan
Honda in 1'44,100 Honda in 1'44,379
Podio
1. Italia Loris Capirossi
Honda
2. Italia Doriano Romboni
Honda
3. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
Classe sidecar
Distanza 24 giri, totale 96,552 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Steve Webster Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Krauser LCR-Yamaha
Podio
1. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
LCR-Krauser
3. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna 1990 fu l'undicesima gara del Motomondiale 1990. Si disputò il 5 agosto 1990 sul circuito di Donington Park e vide le vittorie di Kevin Schwantz nella classe 500, di Luca Cadalora nella classe 250 e di Loris Capirossi nella classe 125. Tra i sidecar si è imposto l'equipaggio Egbert Streuer/Geral de Haas[1][2].

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Podio composto da soli piloti statunitensi: Kevin Schwantz ha preceduto Wayne Rainey e Eddie Lawson. In classifica generale Rainey mantiene 27 punti di vantaggio su Schwantz[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 47.15.770 2 20
2 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 47.17.908 3 17
3 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 47.25.206 4 15
4 Australia Michael Doohan Honda 47.56.153 7 13
5 Regno Unito Niall Mackenzie Suzuki 48.15.378 5 11
6 Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 48.23.420 9 10
7 Spagna Juan Garriga Yamaha 48.37.156 6 9
8 Francia Christian Sarron Yamaha 48.38.454 8 8
9 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 48.42.155 10 7
10 Regno Unito Ron Haslam Cagiva 48.51.319 12 6
11 Brasile Alex Barros Cagiva 48.51.811 13 5
12 Irlanda Eddie Laycock Honda 2 giri 16 4
13 Italia Marco Papa Honda 2 giri 15 3
14 Germania Andreas Leuthe Honda 2 giri 18 2
15 Paesi Bassi Cees Doorakkers Honda 4 giri 17 1

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Australia Wayne Gardner Honda 1
Regno Unito Carl Fogarty Honda 11

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Spagna Sito Pons Honda 14

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

L'italiano Luca Cadalora ha ottenuto il terzo successo stagionale davanti al giapponese Masahiro Shimizu e al tedesco Helmut Bradl. In classifica generale, approfittando del ritiro del rivale John Kocinski, lo spagnolo Carlos Cardús lo scavalca in vetta e ha ora 4 punti di vantaggio[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Luca Cadalora Yamaha 42.39.173 3 20
2 Giappone Masahiro Shimizu Honda 42.42.289 5 17
3 Germania Helmut Bradl Honda 42.47.258 4 15
4 Francia Dominique Sarron Honda 42.55.668 11 13
5 Spagna Carlos Cardús Honda 43.00.351 2 11
6 Svizzera Jacques Cornu Honda 43.04.367 7 10
7 Francia Adrien Morillas Aprilia 43.05.142 6 9
8 Spagna Àlex Crivillé Yamaha 43.11.605 13 8
9 Germania Martin Wimmer Aprilia 43.20.468 12 7
10 Germania Jochen Schmid Honda 43.20.618 17 6
11 Belgio Didier de Radiguès Aprilia 43.21.189 16 5
12 Germania Harald Eckl Aprilia 43.32.489 18 4
13 Regno Unito Alan Carter Honda 43.40.801 29 3
14 Italia Paolo Casoli Yamaha 43.48.701 15 2
15 Spagna Alberto Puig Yamaha 43.52.696 25 1
16 Italia Marcellino Lucchi Aprilia 43.56.647 14
17 Austria Andreas Preining Aprilia 44.01.595 20
18 Svizzera Bernard Haenggeli Aprilia 44.04.190 26
19 Venezuela José Barresi Yamaha 1 giro 28
20 Italia Alberto Rota Aprilia 1 giro 33
21 Svizzera Urs Jücker Yamaha 1 giro 30

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 17 anni e 123 giorni, l'italiano Loris Capirossi ottiene il nuovo record di più giovane vincitore di una gara del motomondiale; alle sue spalle nella gara l'altro italiano Doriano Romboni e l'olandese Hans Spaan. Oltre a ottenere la vittoria, Capirossi raggiunge anche la testa della classifica provvisoria davanti al tedesco Stefan Prein staccato di 4 punti[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Loris Capirossi Honda 42.13.640 3 20
2 Italia Doriano Romboni Honda 42.17.920 8 17
3 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 42.20.003 4 15
4 Spagna Jorge Martínez JJ Cobas 42.27.551 2 13
5 Germania Stefan Prein Honda 42.30.144 1 11
6 Italia Maurizio Vitali Gazzaniga 42.32.641 9 10
7 Regno Unito Steve Patrickson Honda 42.39.558 11 9
8 Italia Fausto Gresini Honda 42.42.207 7 8
9 Spagna Julián Miralles JJ Cobas 42.46.055 15 7
10 Spagna Herri Torrontegui Honda 42.49.810 28 6
11 Regno Unito Robin Milton Honda 42.50.463 36 5
12 Germania Adi Stadler JJ Cobas 42.50.576 27 4
13 Germania Dirk Raudies Honda 42.50.729 13 3
14 Giappone Hisashi Unemoto Honda 42.50.870 16 2
15 Germania Ralf Waldmann Rotax 42.56.327 23 1
16 Finlandia Johnny Wickström JJ Cobas 42.56.430 12
17 Giappone Kinya Wada Honda 42.57.320 19
18 Regno Unito Robin Appleyard Honda 43.03.464 21
19 Danimarca Flemming Kistrup Honda 43.11.220 34
20 Spagna Manuel Herreros JJ Cobas 43.12.769 18
21 Germania Stefan Kurfiss Honda 43.22.444 30
22 Spagna Jaime Mariano Honda 43.24.444 22
23 Spagna Antonio Sánchez JJ Cobas 43.24.577 31
24 Spagna Manuel Hernández Honda 43.37.498 35
25 Paesi Bassi Hans Koopman Honda 43.37.619 26
26 Spagna Luis-Miguel Reyes Gazzaniga 43.37.625 29

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

L'equipaggio Egbert Streuer-Geral de Haas si aggiudica la gara, precedendo Alain Michel-Simon Birchall e Rolf Biland-Kurt Waltisperg. Si ritirano nelle prime fasi i leader del mondiale Steve Webster-Gavin Simmons[3][4].

In classifica ora, a tre gare dal termine, i primi sono molto ravvicinati: Webster è in testa con 136 punti davanti a Streuer a 135, Michel a 128 e Biland a 102.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha 40'17"045 20
2 Francia Alain Michel Regno Unito Simon Birchall LCR-Krauser +1"992 17
3 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser +2"343 15
4 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Krauser +38"703 13
5 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff SMS-Yamaha +43"994 11
6 Giappone Masato Kumano Germania Eckart Rösinger LCR-TEC +48"762 10
7 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Houghton LCR-JPX 9
8 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser 8
9 Svizzera Paul Güdel Svizzera Charly Güdel LCR-Yamaha 7
10 Germania Ralph Bohnhorst Germania Thomas Böttcher LCR-Yamaha 6
11 Svezia Billy Gällros Svezia Peter Berglund Streuer-Yamaha 5
12 Regno Unito Tony Baker Regno Unito Kevin Morgan LCR-Yamaha 4
13 Regno Unito Kenny Howles Regno Unito Steve Pointer LCR-Krauser 3
14 Austria Klaus Klaffenböck Austria Christian Parzer LCR-Yamaha 2
15 Svizzera Hans Hügli Svizzera Adolf Hänni LCR-Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Capirossi, la laurea al ragazzo prodigio, La Stampa, 6 agosto 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  2. ^ a b c d (ES) ICarlos Cardùs es lider, El Mundo Deportivo, 6 agosto 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Prudent, Cornu termine sixième, Nouvelliste, 6 agosto 1990, p. 20. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  4. ^ (NL) Gevecht om wereldtitel naar climax, Nieuwsblad van het Noorden, 6 agosto 1990, p. 11. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  5. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 24 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1990
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Hungary.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1989
Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna
Altre edizioni
Edizione successiva:
1991